Adding a Third Pt. 02 – BDSM

di | 18 de Giugno, 2022

Aggiunto un terzo punto II

Un appuntamento molto riproduttivo

Circa una settimana dopo, Janine stava armeggiando con il suo telefono e pensò di chiamare Jake per vedere se voleva un appuntamento quel sabato.

Ha discusso di chiamarlo, ma alla fine ha chiamato il suo numero e ha composto. “Buongiorno?” chiese una voce maschile all’altro capo del telefono che le fece piangere di desiderio la figa.

“Ciao Jake, sono Janine qui. ‘Membro di me?’ lei rise.

“Come potrei dimenticare!” rispose Jacques. “‘Pensavo ti fossi dimenticato di me! Come stai?’

“Oh, le cose stanno andando bene! esclamò, certa che non ne avrebbe compreso appieno il significato.

“Buono a sapersi, Janine! Che cosa hai in mente?” chiese Jacques.

“Mi chiedevo cosa avresti fatto domani pomeriggio, e se avessi voglia di compagnia?” chiese Janine timidamente.

“Non ho programmi. Hai qualcosa in mente? chiese speranzoso.

“Vorrei venire a casa tua verso l’una. Ho una proposta per te.”

“Quella ragazza non gioca”, pensò. “Certo,” disse, “un’ora a casa mia. Fino ad allora!”

“Assolutamente!” ride mentre riattacca il telefono e si morde il labbro inferiore. “Se tutto va bene, tutti possono divertirsi,” ridacchiò. Ha messo in atto il suo piano. questo lo compenserebbe?

“Sabato vedrò Jake, tesoro!” Non è meraviglioso! gridò Janine quando trovò Walt. Osservò da vicino le loro espressioni e reazioni mentre dava la notizia.

Walt sentì il suo cazzo iniziare a contrarsi e saltare nei suoi pantaloni al telegiornale. «È meraviglioso, Janine. Sono sicuro che ti divertirai! sorrise e si congratulò con lei in tono sincero.

Sabato mattina è arrivato. Dopo colazione si inginocchiò e le grattò la figa pulita nella vasca con precisione chirurgica. Era loro tradizione che dopo che lui avesse finito di raderla, lei sarebbe uscita dalla vasca e lui si sarebbe inginocchiato davanti a lei per controllare il suo funzionamento della lingua. Oggi era estremamente preoccupato per assicurarsi che il suo castoro fosse completamente liscio, proprio come piaceva a lei.

Quando fu asciutta, lui cadde in ginocchio, sondando attentamente con la lingua, invadendo i soliti posti, poi iniziò a scivolare dentro e fuori dalla sua figa ancora bagnata. Si è bagnata nel secondo mentre la sua lingua entrava e usciva dal suo buco di miele gocciolante, arrampicandosi sulla sua graziosa piccola fessura rosa e agitando il suo piccolo bocciolo di clitoride. Dopo essere venuta così forte stamattina, era piuttosto sensibile. In pochi istanti, la sua lingua meravigliosamente talentuosa e la sua magia l’hanno fatta esplodere nel suo secondo orgasmo della giornata con più sperma.

Dopo la doccia, Walt ha aiutato Janine a vestirsi con una minigonna nera molto corta da cui la sua figa poteva sporgere da sotto e un top nero a volant che le copriva a malapena i capezzoli. Un reggicalze di pizzo nero le avvolgeva la vita sotto la gonna, le giarrettiere reggevano calze nere all’altezza delle cosce.

A metà, Janine adagiò Walt sul letto, mise un ginocchio su ciascun orecchio e gli mise le sue mutandine sulle labbra. “Mamma non ne ha più bisogno!” rifletté. “Mangiami di nuovo, Walt?” lei chiese. Walt non perse tempo a seppellire la lingua nella figa di sua moglie, amando ogni minuto mentre la leccava.

“Sai che esco con Jake oggi”, ha scherzato mentre si lavava la faccia con succo di figa fumante. “Mangiami la figa davvero bene.” ha detto mentre si sedeva per macinare la figa sul suo viso in modo più efficace. “Voglio che sia completamente preparata ad affrontare l’enorme cazzo di Jake oggi.” Osservò di nuovo le loro reazioni da vicino, cercando una reazione. “Il suo cazzo è molto più grande del tuo, lo sai!” ringhiò.

Ha guardato il suo bel cazzo dimenarsi mentre iniziava a diventare duro. Ci fu un gemito soffocato da parte di Walt che sentì e continuò con il compito assegnato. Ha preso questo come una reazione affermativa da parte di Walt quando la sua frequenza cardiaca è aumentata. Poteva sentire il suo battito che scorreva sotto di lei come una lepre. “Ne è davvero entusiasta!” lei ha pensato.

“Oh piccola!” balbettava mentre si sporgeva in avanti e prendeva il suo piccolo cazzo su tutta la bocca e iniziava a succhiarlo e succhiarlo. Immediatamente fu più duro del granito. “Questo è il più eccitato che abbia mai visto,” pensò mentre si dondolava su e giù sul suo minuscolo cazzo e scuoteva la figa contro il suo viso in modo che potesse cogliere ogni angolo retto. Qualche istante dopo, entrambi sono esplosi insieme in un bellissimo orgasmo ansante, disordinato e bagnato. Gemeva rumorosamente mentre iniziavano le contrazioni del suo orgasmo. Walt venne così forte e con una tale ferocia che Janine non riuscì a ingoiare abbastanza velocemente per tenere il passo con il piccolo sperma di Walt e un po’ iniziò a gocciolare dall’angolo delle sue labbra. Quando si fermarono per riprendere fiato, Walt guardò i dolci occhi marroni di Janine e si chinò per baciarla. Spinse immediatamente la palla di sperma che teneva in bocca tra le labbra e guardò divertita mentre la sua mente raggiungeva le notizie. Sorrise e ingoiò la palla intera, con grande divertimento di sua moglie. “Palla di neve!” rise mentre gettava le braccia intorno al suo amato marito e lo baciava appassionatamente.

Rotolò sul suo corpo, facendo scivolare il suo piccolo cazzo su per la sua coscia, e la piegò. Fece scivolare il suo piccolo volume nella sua figa ancora spastica e iniziò a pompare dentro e fuori. Non si sentiva molto quando lui è entrato nella sua figa e avere il suo cazzo a pochi centimetri da lei era così diverso dal meraviglioso tratto che Jake le aveva dato, ma obbedientemente ooh, ah, gemette e gemette sotto il suo inefficace assalto.

Col tempo, ha pompato ed è venuto duro una seconda volta, mettendo il suo deposito nella sua trazione tremante. “Ora devi pulire di nuovo la mia figa.” Lei rise.

Walt ha diligentemente mangiato il proprio sperma dalla figa di sua moglie finché non ha iniziato a urlare di piacere mentre i suoi orgasmi sono ripresi.

“Oh, la tua bocca è così meravigliosa, Walt!” sospirò mentre lui si rotolava di nuovo sulla schiena.

“Voglio solo vederti pronta, tesoro,” rispose Walt con un sorriso.

Janine è andata a finire il trucco ea fare gli ultimi preparativi. Baciò profondamente Walt prima di andarsene e notò un bagliore nei suoi occhi che di solito non c’era.

Stava piovendo quando Janine è arrivata all’appartamento di Jake. Si fermò prima di aprire la portiera della macchina e chiamare Jake.

“Buongiorno?” giunse la voce di Jake mentre rispondeva.

“Ciao Jack! ” lei rise. “Sono qui nel parcheggio!”

“Va bene, scendo e ti faccio entrare.” ha risposto e ha riattaccato.

Riattaccò e ci pensò per un momento. “Sto per fare sesso con un altro uomo perché mio marito lo vuole”, pensò. Un brivido la percorse quando aprì la porta, tirò fuori l’ombrello e corse all’ingresso dell’edificio.

Quando arrivò alla porta, trovò Jake che già l’aspettava nell’ingresso. “Ciao Janine! Sono contento che ce l’hai fatta!” disse con voce bassa e amichevole mentre le apriva la porta.

“Ciao Jack! ribollì, chiudendo l’ombrello prima di gettargli le braccia addosso, baciandogli le labbra calde e abbracciandolo. “Come state?” chiese mentre salivano le scale per prendere una boccata d’aria fresca e si avviavano verso l’ascensore che li avrebbe portati alla residenza di Jake.

“Va bene, grazie Janine! stava gorgogliando. “È meglio ora che sei qui!” Sorrise.

“Aww tesoro! A dire il vero, mi sento allo stesso modo!” lei mentì mentre lui premeva il pulsante per chiamare l’ascensore e si chinò per baciare ancora una volta le sue labbra carnose. Una volta dentro l’auto dell’ascensore, l’ha salvata e le ha tenuto il labbro nel suo abbraccio appassionato fino al suo pavimento.

Quando entrarono nel suo appartamento, sentì una voce meccanica alla sua sinistra dire: “Benvenuto, dottor Birmingham”. Ti piacerebbe fare una bella partita a scacchi? Quando si voltò verso la direzione della voce, vide una figura robotica alta tre piedi con una testa perfettamente rotonda, un corpo arrotondato e le estremità arrotondate seduta su gradini triangolari.

Ridacchiò tra sé e sé: “Mi chiedo quando puoi chiedere cosa sta facendo Dave!”

“Aspetta, dottore? chiese con sorpresa nella voce.

“Ho ricevuto il mio dottorato in robotica”, ha detto sprezzante. “Non sono un vero dottore. Ma le presentazioni sono un ordine. UNO,” disse, enunciando con voce chiara.

L’imbarcazione attraversò il tappeto sui suoi gradini, si fermò a pochi metri da Jake, e attese, fissandolo sui due telescopi che gli servivano da occhi. “UNO,” ripeté, “è Janine. Janine, qui è UMA, abbreviazione di Underwater Media Automaton..

«Piacere di conoscerla, signora Janine», disse la macchina quando finì di parlare. Quando si voltò e tese una mano meccanica in segno di saluto, Jake gemette quando la macchina rientrò in un identificatore con il nome di Janine.

“Oh merda,” sputò sdegnosamente. Si avvicinò alla macchina, batté da qualche parte per aprire un pannello e iniziò a toccare una piccola tastiera simbolica. “Non credo che ce la farò…” La sua voce si affievolì quando lui guardò in alto e notò che si era tolta il cappotto, rivelando il vestitino sporco che era nascosto sotto. La vista lo fermò di colpo. “Wow, Jane. Sei fantastico ! si è emozionato. Sembrava radiosa lì, guardandolo con i fianchi da sala riunioni e gli occhi da camera da letto. “Ma ho una domanda per te. Mi permetterai di filmarci? Puoi dire di no”, iniziò rapidamente.

Allungò una mano e gli avvolse le braccia intorno al collo. “Solo se me ne mandi una copia sul mio telefono”, ha risposto in affermazione. “Il video farà impazzire Walt!” pensò mentalmente.

“UMA, filma me e Janine questo pomeriggio.” disse Jake mentre Janine lo trascinava nella sua stanza. La piccola macchina squillò nella stanza dopo. Dopodiché, l’unico avvertimento dal piccolo dispositivo è stato un ronzio durante la registrazione.

Una volta accanto al letto, si voltò e lo fece sedere in modo da poter modellare adeguatamente il suo vestito. Si chinò in avanti per mettere il naso tra i suoi seni ampi, poi si girò e si chinò per tormentarlo con la sua figa liscia e bagnata.

“Ti piace?” chiese Janine timidamente, guardando oltre la sua spalla.

“Oh mio dio, dovresti essere gay o morto per non apprezzare il tuo corpo con quel vestito! Non sono così sicuro che i morti non sarebbero eccitati! Dio, potresti far cambiare le macchie a un leopardo su quel vestito !” Jake esultò mentre lei si avvicinava a lui. Le accarezzò e palpò la figa con una mano piena facendo scorrere la parte superiore di un capezzolo e facendo rotolare la morbida carne rosa tra le dita. Lei gemette piano e allargò le gambe per permettergli di spingere una delle sue grosse dita dentro di lei. Le sue mani andarono istintivamente alla testa, come a Walt. Appoggiò la testa tra le sue gambe per assaggiare il suo cibo dolce.

“Non molto bene,” pensò Janine mentre si premeva e tirava la testa cercando di mettere la lingua e la bocca nella giusta posizione per il suo piacere. “Un po’ alla tua sinistra,” rifletté mentalmente. “No, no… l’altro se n’è andato, idiota!” Oh mio Dio, è come un toro in un negozio di porcellane! lei considerò. Sembrava che non solo resistesse al suo consiglio, ma si sforzasse attivamente quando lei cercava di regolare la sua concentrazione. “Non ha speranza quando si tratta di sesso orale!” Lei ha deciso. “Sono contento che i tuoi talenti siano altrove!” rifletté, pensando al suo cazzo enorme. “Così diverso da Walt!”

Si liberò dal suo abbraccio e cominciò a sfilarsi la camicia, bottone dopo bottone. Il suo ampio petto peloso emerse presto da sotto il tessuto mentre lei lo faceva scivolare sulle sue spalle virili. Si meravigliò del muscolo increspato sotto la sua pelle abbronzata mentre le sue mani iniziavano a studiare il suo bel petto attraverso il sistema Braille. “Così diverso da Walt”, pensò mentalmente.

Quando le loro labbra si incontrarono in un abbraccio appassionato, le sue dita scivolarono lentamente lungo il suo corpo duro fino al bottone dei suoi jeans e li sbottonò rapidamente. Poi ha lentamente tirato su la cerniera fino in fondo, lentamente e in modo scherzoso. Allungò il suo corpo per aiutarla nel suo sforzo. Cominciò a farli scivolare sui fianchi e lungo le gambe. Si allungava e si rilassava al momento giusto, e presto i vestiti erano sul pavimento. Si tolse i boxer dai fianchi, prese il suo cazzo duro nella sua piccola mano e iniziò a massaggiarlo su e giù, sentendo la lunghezza, la larghezza e la forza del suo magnifico cazzo.

“Ooh, Janine,” ringhiò mentre lei faceva scorrere la mano su e giù e rendeva il suo cazzo sempre più duro, “è così bello!” respirò mentre la sua spilla prendeva vita, rimbalzando e pulsando nella sua mano. La sua lunghezza e circonferenza lo inebriavano. Vedendolo, doveva solo mettere la testa bulbosa del suo mostro tra le labbra e assaggiare. Si chinò, aprì le mascelle e fece scivolare tra le labbra la pelle liscia della sua testa circoncisa. Un leggero ronzio le disse che il “fotografo” stava effettivamente filmando mentre faceva scivolare la punta del suo dong tra le sue labbra bagnate e socchiuse.

Trovò il suo cazzo enorme, che era quasi troppo rotondo per stare tra i suoi denti, scivolando nella sua bocca per essere abbastanza soddisfacente mentre leccava la parte inferiore della sua testa con la lingua. Il suo gemito di apprezzamento e le sue mani che le cadevano dolcemente dietro la testa gli parlavano della sua estasi. Sorrise mentre lui faceva scivolare quel gigantesco serpente a tubo più in profondità nella sua bocca per accarezzarle delicatamente la parte posteriore della sua gola morbida e bagnata, poi si rilassò mentre lo faceva scivolare ulteriormente.

“Dio, il tuo cazzo è davvero bello!” pensò mentre lui lo faceva scivolare lentamente dalla sua gola alla sua bocca, prendendo alcuni respiri, poi di nuovo giù nella sua gola. ogni giro…

Stava gemendo di cuore quando il suo cazzo ha finalmente raggiunto la sua piena altezza. Se lo tolse di bocca, saltò in ginocchio. Lui allargò le gambe e tuffò il suo cazzo mostruoso nella sua figa bagnata e affamata, poi si guardò alle spalle per assicurarsi che la telecamera catturasse la parte migliore del suo atto. Ha iniziato a gemere e rimbalzare su e giù sul suo enorme schlong, tirandolo fino a quando la sua testa non era tra le labbra della sua figa prima di immergere la carne del suo uomo all’interno della sua bella figa rosa allungata. In poco tempo, anche Jake gemette e gemette mentre lavorava con la sua magia. Ha guardato di nuovo la telecamera per catturare meglio lo sguardo di gioia erotica nei suoi occhi e la migliore visione della sua figa calda che sbava sul suo cazzo gigantesco.

“Mi farai venire! Mi farai venire! Oh, tesoro! Lui mi fa venire!” iniziò a urlare ad alta voce mentre guardava vagamente nell’obiettivo della fotocamera ancora una volta mentre annunciava l’arrivo del suo primo orgasmo. Il suo corpo tremava e pulsava mentre le sue dita le afferravano il culo più forte e lui continuava a martellarle la carne dentro e fuori con il suo dolce rilascio. Le sue urla e i suoi gemiti divennero gradualmente più intensi nel tempo. La dimensione del suo cazzo la colse costantemente alla sprovvista mentre scivolava su un punto sensibile dentro di lei che Walt non avrebbe mai potuto raggiungere, innescando un’altra vibrazione nel sito o inviando striature di eccitazione in tutto il suo corpo.

“Verrai a prendermi, piccola?” Vieni, vieni nel profondo della mia figa,” disse all’improvviso con un respiro furioso e a scatti. Lui gemette sotto di lei mentre seppelliva le sue palle di cazzo in profondità nel suo morbido manicotto. La sua vena principale esplose come una manichetta antincendio e iniziò a pompare fluido prezioso dalla punta della sua punta e in profondità dentro di lei. Quando ha iniziato a venire, il suo orgasmo è esploso. Vibrazioni e sensazioni emanate dall’improvviso calore intenso dentro la sua figa mentre la sua crema densa gocciolava dal suo cazzo palpitante iniziava a correre attraverso di lei alla velocità della luce. Si sedette direttamente sul suo sedere palpitante per infilarlo tutto nella sua figa fumante.

“È incredibile!” pensò prima che un’altra contrazione la facesse gemere e gemere di nuovo. “Oh, sembra arrivare per sempre!”

Ha tirato fuori il suo cazzo enorme e si è sdraiata accanto a lui dopo gli enormi orgasmi che aveva appena vissuto. “Dio, sei così bravo con il tuo cazzo!” espirò mentre il respiro e la frequenza cardiaca tornavano alla normalità.

Jake le sorrise e disse: “Perché, grazie. Grazie mille!” facendo la sua imitazione di Elvis ed entrambi risero.

“Ho qualcosa da dirti, però.”

“Oh?” Lui ha domanda. “Che cosa è?”

“Temo di doverti dire che non sono stato del tutto onesto con te, Jake.”

“Chi?” chiese Jake, ora completamente confuso.

“C’è dell’altro nella storia qui. Sono sposata”, ha confessato prima di riprendere fiato.

Jake sobbalzò come se fosse stato punto dalle api. “Oh, mi dispiace,” iniziò, “non volevo davvero… avrei dovuto chiederlo.” Tutto è colpa mia. faccia per le risposte.

“Va tutto bene,” gli disse dolcemente.

“Sta bene?” chiese. “Come può andare tutto bene? Stai tradendo tuo marito! E io sono il ragazzo con cui lo stai tradendo!”

Janine non si aspettava una reazione del genere, ma è andata comunque avanti. “Sì”, ha risposto, “e mio marito ne sa tutto.”

“Chi?” rispose Jake con voce piatta e inespressiva. “Lo fa? E gli sta bene? disse Jake con voce piuttosto sorpresa.

“Sì”, ripeté Janine. “È più che d’accordo con quello. In effetti, è stata una sua idea”.

Jake rimase in silenzio per alcuni istanti mentre considerava la confessione di Janine. “Non sei felice a casa con lui?” chiese Jake subito.

“Oh mio Dio, sì! Walt rispose Janine.

“Allora perché mi hai permesso di venirti a prendere?”

Janine fu sorpresa dall’astuzia del suo amante. “È da molto tempo che parliamo di fare qualcosa del genere”, ha iniziato.

“Cosa, il bacio?” lo interruppe

“Sì, ora stai zitto e lasciami parlare. Sembrava davvero eccitato quando gli raccontavo storie in camera da letto sul cazzo di altri uomini e poi tornavo a casa per parlargliene e prenderlo in giro. a casa del nostro ultimo appuntamento , sono intervenuto e la sua libido è salita alle stelle”.

“Gli hai detto cosa abbiamo fatto?” ha confermato. “E questo ti ha eccitato?”

“Oltre ad essere eccitato. Aveva fame. Ma non è l’uomo migliore per abbellire la faccia della terra, vedi,” concluse dolcemente.

” Oh ? Come vi siete messi insieme? chiese Jacques.

“Ci siamo incontrati al liceo”, ha iniziato. “È iniziato con lui che mi è stato assegnato come tutore”.

“Oh, è intelligente, vero?” Jacques è intervenuto.

“Walt è un genio”, ha detto Janine. “Per tutto il tempo che siamo stati insieme al liceo e al college, ha sempre preso A, ma non l’ho mai visto studiare una volta. È stato grazie a lui che ho iniziato ad andare al college!” lei rise. “Mi ha insegnato a studiare e mi ha dato un senso della matematica quando gli insegnanti stavano solo confondendo le acque”.

“Oh sì,” pensò Jake. “Cosa ti ha spinto a sceglierlo come tuo ragazzo allora?”

“Era molto gentile nei suoi modi educati e senza pretese quando ha iniziato ad avvicinarsi.” Ha iniziato. I miei genitori l’hanno adorato dal primo giorno. È venuto a casa nostra, giorno dopo giorno, solo per aiutarmi, ma non mi ha mai rimproverato, non ha mai fatto un commento scortese. Prima che iniziassimo a frequentarci, era sempre lì per confortarmi quando stavo lasciando diversi fidanzati. Non una volta ha cercato di capitalizzare la mia debolezza mentre piangevo sulla sua spalla. Mi ha confortato, sinceramente preoccupato per i miei sentimenti e il mio benessere. Dopo aver rotto con l’ultimo ragazzo che abbia mai avuto, non vedevo l’ora che facesse la prima mossa, ma sapendo che probabilmente non l’avrebbe fatto, l’ho baciato e ho aperto una porta per il regno noto come Walt. Da allora siamo una coppia. Si è anche aperto sul fatto che la sua scelta come tutor non è stata proprio lasciata al caso”.

“Oh cos’è successo?”

“Apparentemente ha scaricato alcune righe di codice nel programma di selezione sul computer della scuola e ha creato il risultato che voleva. È riuscito a restare con me, ha poi confessato. Il tempo”.

“Wow, è una bella storia! Perché obbligarti a tenerlo ora? fu la domanda successiva sulle labbra di Jake.

Ci pensò un attimo prima di rispondere. “È l’uomo più gentile, più generoso, più sincero e più romantico che una donna possa avere la possibilità di sposare”, ha esordito. “È molto divertente essere in giro, è spiritoso, parla bene, educato e affascinante, ma il motivo principale per cui lo amo così tanto è che anche prima che iniziassimo a frequentarci al liceo, ha sempre messo da parte i miei bisogni.. Non l’ho fatto Fino a molto più tardi imparerò che gli ho raccontato dei miei nuovi fidanzati l”ha davvero rotto dentro, ma era ancora lì. So che mi ama cuore e anima e lo sento costantemente provenire da lui. Siamo spiriti affini se mai ce ne fosse stato una cosa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *