Community Service – BDSM – Literotica.com

di | 5 de Agosto, 2022

A BUON MERCATO!

Il sedere di Verner Wasowicz gli faceva molto male e chiuse gli occhi. I suoi collant e pantaloni attillati gli ostacolavano le caviglie, ma ha mosso le gambe quando la cintura di Charyn è atterrata sul suo culo.

PAOLO!

“Adoro il tuo Frutto delle Lacrime, Vernie. Nome molto appropriato. FRUTTA.”

Charyn ridacchiò e Verner guardò sopra la sua testa per vedere i seni di Charyn rimbalzare nel vestito rosa caldo che sembrava finire appena sotto dove avrebbero dovuto essere le sue mutandine.

Charyn si tolse i riccioli scuri e diede un altro pugno a Verner.

Il suo sesso si indurisce contro il tavolo da biliardo. Perché non ha scelto di frustarlo a letto?

“Va bene, girati, sdraiati sulla schiena.”

È una BUGIA alle tue spalle. Ma non aveva intenzione di correggerla. La madre di Verner lo ha sempre scoraggiato dall’interazione con ragazze di classe inferiore come Charyn.

Successivamente, questi sono i più convincenti.

Verner si girò, mettendo le mani sotto il culo.

Charyn tirò fuori distrattamente una bottiglietta di olio minerale dal suo marsupio.

Charyn ha trasformato il cazzo duro di Verner nelle sue belle dita. Il suo dito indice gentile sfregò il glande viola in crescita.

“Guarda questo. Merda. L’ultima volta che sono stato beccato a raccogliere spazzatura sulla 148 è noioso, prima dovevo lavare le auto della polizia e pulire le gabbie dello zoo per il servizio alla comunità.”

Charyn scoppiò a ridere. Ha iniziato a strofinare il cazzo di Verner gradualmente più velocemente.

“Era per te, vandalismo per taccheggio… una volta per aver preso a calci i denti del professore quando ho fallito al college di bellezza.”

Le belle dita circondarono la punta del cazzo di Verner e lo avvolsero su e giù per l’asta in crescita.

“Questa volta? Preso con un’oncia d’oro da Acapulco, come lo chiamavano, ma so che è stato spedito dalla contea di Humboldt a Cali.”

Charyn strofinò più velocemente.

Scegliere tra un anno nella contea o cinquantadue fine settimana di servizio alla comunità?

Le dita di Charyn si avvolsero attorno al cazzo di Verner e lei ci versò sopra dell’olio minerale.

“Ero…” cazzo, non un anno a ripulire quelle maledette auto di pattuglia? Merda. Ma il mio amico mi ha detto di guardare alla fine dell’elenco dei volontari, e avevano questa cosa “Welts on Wheels”. Solo ragazze attraenti, disse.

“Sei tu, Charyn.” disse Verner sorridendole mentre strofinava l’olio attorno al suo cazzo e ai suoi testicoli.

“Sì, grazie, mostro. Mi piace. Non è difficile rovinare le tue vecchie valigie.”

Charyn si sfregò più velocemente, e Verner sussultò e sollevò i fianchi, e all’improvviso allontanò la mano.

I fianchi di Verner si abbassarono e iniziò a piangere.

“Va bene, alzati e spogliati, devo prepararti il ​​clistere. Puoi masturbarti dopo che mi sono separato, dato che non sei nel piano della castità.”

****

“Quindi come ci qualifichiamo per ‘Welts on Wheels?’ chiese Herbie O’Hara a sua moglie.

Odette gli rivolse uno dei suoi sorrisi enigmatici. “Pensi che siamo fuori dal circuito economico?

“Tesoro, i nostri guadagni combinati sono-“

“Beh, diciamo che conosco alcune persone in alto.”

La campana ha suonato.

Herbie rivolse a Odette un’occhiata severa. “Ti consiglio di andare in camera tua e prepararti, Odi.”

Odette guardò per terra. “Sì maestro.”

“In realtà, perché non ti spogli nell’armadio del soggiorno?” Sarà più divertente.

“Ma il mio trucco, Herbie…”

“Siamo in sessione ora.”

“Maestro, mio-“

“Mi dispiacerebbe dover usare il bastone prima di ammettere il nostro ospite. Forse potrebbe funzionare come un rossetto… far scorrere il sangue.”

Il campanello suonò di nuovo e si udì un urlo. “Ehi, sto aspettando qui! Vuoi che il tuo culo sia frustato o no?”

Herbie rise quando Odette entrò nell’armadio. “Sembra adorabile, vero?”

Nel disordine dei cappotti, degli sci e dell’attrezzatura da hockey di Herbert Jr., Odette si spogliò, cercando di non sbattere i gomiti contro le pareti dell’armadio.

Sentì delle voci fuori dall’armadio e si inginocchiò. Faceva caldo qui e sarebbe stato tipico di Herbie vederla aspettare e sudare un po’.

Altre storie erotiche  She's Into Denial Pt. 05 - BDSM

Una volta, infatti, Herbie chiuse a chiave la porta dell’armadio e se ne andò per un po’. Ma cosa poteva fare?

Ma ora la porta si aprì ed uscì Odette, strisciando sulle mani e sulle ginocchia, madida di sudore.

Alzò lo sguardo e impallidì. Da qualche parte riconobbe quella ragazza da quattro soldi con il luccichio rosa.

“È il mio maiale, Odi. Odi, è Charyn.”

«Non sei tu il giudice che mi ha condannato al servizio civile?

Oh no.

“Potresti sbagliarti mia cara… sei sicura?” Il sopracciglio di Herbie si alzò.

“Lei è la più grande puttana al J. Hornbake McKeldin Court all’angolo tra LeFrak e Buttermilk Boulevard. Mi sono trovata davanti a lei una dozzina di volte, tutti i miei amici…

Lei è anche un vero giudice. Giudice Raymer-O’Hara, sì.”

A Odi non era permesso parlare senza essere interpellato quando erano “in sessione”.

Ma non era buono. Farsi beccare e denunciare come masochista pur essendo un rispettabile magistrato municipale è una cosa; usa il servizio a cui hai condannato il criminale, era ben diverso.

Odette, in qualità di giudice, ha strizzato gli occhi su Welts on Wheels, un servizio per fornire BDSM alle persone anziane ea coloro che non potevano permettersi di pagare le prostitute. Ma dal momento che aveva a che fare con le prostitute nel suo cortile, cos’altro poteva fare con loro?

Inoltre, sembrava funzionare per altre ragazze e più di alcuni ragazzi. Odi si aspettava che oggi si sottomettesse a un uomo più giovane, dato che era una donna etero, ma… era sbagliato.

Herbie sembrava felice.

“Beh, è ​​interessante, Charyn. È così che lo pronunci?”

“Sì. Non Sharon, e non Karen, ma Cha-Ron. Il nome di mia sorella è Chorale, come i cantanti, ma è Corki in breve. Aspetta che le dia un mucchio di quella merda.”

“Mi dispiace davvero.” mormorò Odete. “Non dovresti-“

A BUON MERCATO!

Herbie si era tolto di nascosto la cintura e ora era atterrata sulle natiche di Odi.

“Non dovresti parlare adesso, Odette, cara.”

“Mi dispiace maestro. Ma è un problema…”

Improvvisamente la ragazza sporca ha preso a calci Odette sulla spalla con il suo stivale da cowboy. Stivali da cowboy con un vestito. Downgrade.

“Credo che quel tizio stesse parlando con te laggiù, Odor. Si chiama così? Odore?”

“N-beh, potrebbe anche esserlo. Odi è una puttana puzzolente, quindi puoi chiamarla così.”

L’ex accusata di Odette ridacchiò e la sua pettinatura gonfia, dello stesso rosa acceso del suo vestito, rimbalzava un po’.

«Sei molto carina, Charyn. Adoro i tuoi capelli e quel vestito… ti sta bene!

“Neanche tu sei male, nonno. Ma penso di essere qui per prendermi cura di te. Metti le spille lassù, Piggie.”

Odette si alzò e si fermò, un po’ imbarazzata, davanti al marito completamente vestito e, naturalmente, a Madame Charyn.

“Merda, hai dei seni che cadono lì. Mia zia Mirande è una fisioterapista? Più o meno, lavora in una sala massaggi, ma dice che tette del genere possono causare gravi mal di schiena.

Odette si stava guardando i piedi e all’improvviso sentì uno schiaffo in faccia al marito.

Alzò lo sguardo.

“Penso che la tua padrona del pomeriggio stia parlando con te, Slell.”

Herbie si voltò e disse a Charyn in tono pratico: “Devi davvero lavorare per mantenere l’attenzione di Odi”.

“Mi piace il modo in cui l’hai addestrata. Basta schiaffeggiarla, ok?

Odi iniziò a tremare, ma desiderava toccarsi il clitoride. L’umiliazione e il degrado erano fuori dal mondo.

Ma in realtà doveva finire. Questa donna può essere molto pericolosa.

“Beh, penso che ti lascerò in pace per qualche ora.” Herbi sorrise.

” Sì ? Ti fidi di me con lei?

“Sai, ovviamente se usa una password sicurezza…”

“Sì, certo. Sono stato controllato. Le prime volte sono uscito con qualcun altro. Non voglio tornare in prigione.”

“Beh, il tuo amico giudice ha una soglia del dolore piuttosto alta e ci sono molti giocattoli interessanti nel seminterrato per tenervi occupati.”

Altre storie erotiche  Making the Perfect Husband - Step 10 - BDSM

E Herbie se n’è andato.

Odi si sentiva molto vulnerabile in piedi di fronte a questa ragazza. Charyn era piuttosto piatta, capelli rossi naturalmente ricci e occhi azzurri luminosi.

«Quindi Herbie è una brava insegnante, Vostro Onore?» Charyn ridacchiò.

“S-sì, uh, signora.”

“Sta pensando a cose interessanti da fare con te?”

“Sì, cose molto umilianti a volte.”

“Come…”

“Beh, recentemente Herbie mi ha detto che dovevo, per una settimana, chiamare tutti i nostri amici ‘Signore’ e ‘Signora’, anche quelli che non sapevano della nostra relazione BDSM. È stato incredibilmente sconvolgente per me.”

“Serio?” Charyn entrò nel salone dell’atrio e si sedette su una poltrona, incrociando le lunghe gambe. Odette si voltò per seguirla.

“No, stai lì per un momento e parlami, proprio lì nel corridoio.” Non aspettare. Vai a fermarti in un angolo della stanza laggiù, vicino all’armadio.

Odi entrò goffamente nella stanza e si fermò in un angolo, di fronte a Charyn.

“No, gira la testa. Metti tutto il naso nell’angolo. Sei una stronza critica e conferenziera, nella tua aula ti vedremo farlo. NASO FACCIA AL MURO!”

“Sì signora.” Odi si voltò e premette il naso contro l’angolo.

“La mia amica Delfina era nella sua aula di tribunale, sono entrata e mi sono ricordata che la prendevi in ​​giro perché non sapeva leggere molto bene. Hai detto qualcosa su come nelle scuole dovrebbero riportare il berretto da somaro”.

Odette riprese a tremare un po’. Come poteva Herbie lasciarla sola con questo pazzo pieno di risentimento? Tuttavia, il suo clitoride stava iniziando a bagnarsi un po’.

“Sai, vecchia puttana, Delfie è dislessica. Non è colpa sua. E non aiuta il fatto che siamo cresciuti entrambi a Craddock-Childress Mobile Home Park. Pensi che ci sia una grossa bacca di lillà dentro? Troppe sterline?

Odette respirò in un angolo. Se solo indossasse dei vestiti.

“Mi dispiace signora. Io non-“

” Chiudi la bocca. Non devi parlare a meno che non lo dica io.

Odette ha pensato che avrebbe dovuto dire immediatamente la sua password e farla franca. Porta la ragazza fuori di casa. Forse abbandonare il programma “Welts on Wheels”…

Ma Odi era così eccitato che non poteva vedere dritto. Le sue gambe si sono piegate. Se avesse indossato le mutandine, il giudice Raymer-O’Hara l’avrebbe già bagnata.

“Allora cos’altro fa tuo marito per metterti in imbarazzo?”

“A volte Herbie mi ammanetta le mani per il fine settimana e devo prendere cose in bocca, come matite o mangiare da un piatto per cani. È molto imbarazzante”.

” Sì ? Ehi, posso fumare? »

“Siamo una casa per non fumatori. Mia zia è morta di enfisema…”

“Portami un piatto o qualcosa da usare come posacenere. No, meglio venire qui.

A Odette non sono piaciuti molto i successivi dieci minuti… la sua bocca era aperta e Charyn ha sbattuto la sua Marlboro Light nel piatto inferiore di Odette.

Odette era quasi nauseata, ma era ancora incredibilmente eccitata.

“Cos’altro le ha fatto Herbie, giudice?”

“Non c’è bisogno che mi chiami giudice, signora…”

Charyn si chinò in avanti sulla sedia e diede uno schiaffo in faccia a Odi, DURO.

“So che non dovrei chiamarti giudice. Ne ho voglia.”

Charyn tirò una boccata di sigaretta e si chinò, strofinandola contro il capezzolo sinistro di Odette. Odi cercò di non urlare.

Dio, ecco… Odi era spinto dal desiderio di toccarsi. Tuttavia, teneva le mani dietro la schiena.

“Cosa c’è che non va, vuoi toccarti?”

“S-sì, signora.”

“Vedo che hai qualcosa di bagnato che ti scorre lungo la gamba. Ho un’idea.”

L’idea era di essere costretto ad allungare la mano e di essere colpito da un righello, e Odi ha dovuto stringere i denti mentre Charyn si batteva il palmo più e più volte.

“Vedi, questo ti insegnerà a tenere le mani dove dovrebbero essere. Ho ricevuto questo trattamento quando sono stato sorpreso a rubare da bambino. Ho anche tenuto la mano su un fornello caldo, ma penso di aver vinto non facendoti passare questo.”

“Grazie signora.” Odette appoggiò i palmi caldi sulla schiena, desiderando che non facesse così freddo in casa. Il dolore era poi peggiorato. Ma voleva comunque giocare con il suo clitoride gonfio.

Altre storie erotiche  Bound and Caged Pt. 01 - BDSM

“È un dipinto o qualcosa del genere?” Charyn indicò un’impronta di una mano attaccata al muro.

“Sì, signora. Sono a dieta e Herbie mi dà trenta frustate con una frusta da allenamento se non perdo due chili a settimana.”

“Non sei qui da così tanto tempo, vero, Pudgy?”

“Ce l’ho da circa nove mesi, signora. Continuo a rompermi e ad andare al distributore automatico al lavoro.”

“Vuoi? Seduto sul tuo culo grasso dietro il podio, a sbattere il martello…”

“il mio martello”

” Chiudi la bocca ! Conosco un modo per farti andare via. Andiamo nel tuo giardino.

“Mi spoglio, signora…”

“Sì? Il tuo cortile è recintato. Vai ora.”

Nel giardino, Odi osservò sconsolato Charyn tagliare un ramo dal salice.

“Ora farai addominali, puttana grassa. Mettiti in forma per il maritino.”

Charyn iniziò a ridere e Odette si sdraiò sull’erba. Charyn mise il piede sinistro sulle caviglie di Odi.

“Lassù, figlia mia.”

Odette ha lottato per fare il suo primo crunch. Spinse forte e sollevò leggermente la schiena.

A BUON MERCATO!

Il palo di salice di Charyn atterra duramente sui seni cadenti di Odette.

“Più veloce, vecchia scrofa. Su e giù adesso.”

Quando Herbie tornò dal suo whisky e soda al Mastro Birraio, aprì la porta e vide Charyn seduta con calma sulla sedia.

“Ehi, signor O’Hara. Ho rinchiuso di nuovo il giudice nell’armadio. Ma lei correva per il cortile e faceva flessioni, addominali, quel genere di cose. Peccato che non abbia i posacenere.”

Charyn aveva in mano una targa data al giudice Raymer-O’Hara dalle Figlie della Confederazione, ed era ricoperta di mozziconi di sigaretta.

“Può mangiarlo più tardi se vuole, devo trasferirmi.”

Il sorriso di Herbie era ampio.

“Quindi hai messo in forma il nostro Odi, vero?”

“Ne ha bisogno ogni giorno. Ma non è davvero qualificata per Welts on Wheels, sai.”

“Mi ha chiamato dall’armadio del suo cellulare.”

“Aveva un cellulare?”

“Lo tengo nella sua figa e a volte lo uso per inviare vibrazioni. Odi si è divertito con te e ti ha chiesto di tornare per gli allenamenti.”

“Sì? Ma il mio tempo di volontariato è per-“

«Lei ed io vogliamo pagarti qualcosa, Charyn. Adesso lavori?

“Uh, sono tra, sai, situazioni.”

“Okay. Possiamo sistemare qualcosa, credo.”

“Mi stava dicendo cosa le stavi facendo. Non l’avrei lasciata fare pipì dopo l’esercizio… ne aveva davvero bisogno?”

“Dannazione, lei… può fare pipì nell’armadio.”

“No, l’ho spaventato e pregato, poi ho scritto cinque pagine di dizionario, una lettera a matita, una lettera a inchiostro, come se ci punissero a scuola?”

“Sì?”

“E poi l’ho lasciata fare la pipì in un secchio fuori e l’ho bevuta. Così mi sono seduta sulla sua faccia e sta bene!”

“Penso che potresti essere il suo primo mangiatore di tappeti.”

“Comunque, adoro le sue idee per umiliarlo, signor O’Hara.”

“No, chiamami Herbie.” Sta ridendo. “Dovresti provare a dargli il pollice in su… o a proibirgli di usare parole come ‘è’ o ‘il’.

“Sei così cattivo.”

“Odi mi ha detto che era estremamente entusiasta dei tuoi sforzi…”

“È una vecchia puttana arrapata.”

“Sì. Voleva masturbarsi. Ho rifiutato il suo permesso, ma le ho chiesto di riporre il cellulare sulla vulva nell’armadio e di metterlo in modalità vibrazione.”

” Hai già pensato di ficcarglielo su per il culo?

“Anche questo non è male.”

“Beh, devo andare. Ma sì, potrei iniziare domani, chiedendoti di fare un po’ di pulizia prima di andare in tribunale.”

“Questa è un’idea meravigliosa. Hai un futuro radioso, mia cara.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *