Kali and Claire, A Spanking Story – BDSM

di | 28 de Giugno, 2022

Kali si sedette sul lato del letto mentre Claire giaceva in grembo. Poteva sentire il calore della pelle liscia della ragazza contro le sue gambe nude. Claire si spostò un po’ quando trovò la sua posizione e Kali mise la mano sinistra sulla schiena del suo amante, sfiorandogli delicatamente i lunghi capelli e facendo scorrere lentamente le dita tra le sue spalle e lungo la sua spina dorsale. Sentì Claire rabbrividire un po’ sotto il tocco. Kali guardò la pagaia che era sul letto accanto a lei, poi posò l’altra mano sull’interno della coscia della ragazza. Pollice dopo centimetro, lo fece scivolare, sentendo la forma e il calore del suo amante. Quando raggiunse la parte superiore della coscia, fece scorrere le dita attraverso il cotone delle mutandine della ragazza, premendo delicatamente contro il tessuto. Claire si spostò leggermente mentre la mano di Kali si spostava lungo la curva del suo culo e si fermava sulla sua guancia. Kali la lasciò lì a lungo, premendo delicatamente contro la carne elastica, sollevandole un po’ la guancia, poi la sollevò. Claire girò la testa per guardare il suo amante e per un momento i loro occhi si incontrarono. Il viso di Claire sfoggiava un sorriso timido, timido e innocente, ma sensuale allo stesso tempo.

Kali posò ancora una volta la mano sul culo di Claire, trovando la sua posizione. Alzando la mano, accarezzò delicatamente la ragazza, poi si spostò sull’altra guancia e fece lo stesso. Parlava a bassa voce, ma con il tono autoritario che usava sempre per picchiare Claire. “Sei pronta per la punizione, signorina Greenwood?”

Ci fu una pausa prima che Claire rispondesse, la sua voce morbida e remissiva, ma ancora con un tocco giocoso. “Sì, signora. So che me lo merito.”

“Quindi iniziamo.” Mentre parlava, Kali alzò la mano e la lasciò sospesa in aria per un momento, assaporando il momento di suspense, poi la sbatté forte sulle guance del suo amante da dietro. Il suono dello schiaffo riempì la stanza e Claire sussultò piano. Kali non si fermò, il suo prossimo schiaffo le colpì l’altra guancia e sentì la ragazza sussultare un po’. Continuò lo schema, schiaffeggiando una guancia poi l’altra, schiaffi duri che riempirono la stanza di suono. Sentì Claire piegarsi contro le sue gambe, contorcendosi sotto i colpi. Man mano che l’intensità aumentava, la ragazza iniziò a sussultare con ogni schiaffo che echeggiava contro il suo culo. Kali non rallentò il passo, la sua mano iniziò a pungerle e immaginò la puntura che sentiva Claire. Il ritmo continuava ei sussulti delle ragazze diventavano piccoli gridi di dolore, sfumati dal lato familiare del piacere. Ad ogni carezza, sentiva il corpo del suo amante flettersi contro le sue gambe, i suoi seni nudi le sfioravano il lato della coscia. Kalie diede gli ultimi due schiaffi a tutta forza sul secondo colpo prima che l’urlo affannoso di Claire lasciasse completamente la sua bocca. Sentì il peso delle ragazze mentre la tensione lasciava il corpo di Claire e si sdraiò sulle ginocchia di Kali, respirando pesantemente.

Con una mano tenera, Kali accarezzò la schiena delle ragazze, l’altra strofinandole delicatamente le natiche, una guancia poi l’altra, sentendo il calore della sua pelle attraverso il cotone sottile delle mutandine di Claire. Claire girò la testa per guardare Kali, il suo viso era arrossato e stava cercando di sembrare sottomessa ma non riusciva a nascondere il suo sorriso. Kali sapeva che la sua personalità severa non poteva sopportarlo mentre fissava quel bel viso. Rimasero così per quello che sembrò molto tempo, gli occhi fissi mentre Kali accarezzava il suo amante. Era Claire a parlare, il respiro di nuovo regolare e la voce morbida.

“So di essere stato davvero cattivo, mi punirai di più, signora?” Kali sorrise, poi si costrinse a sembrare severa, rispondendo nel suo miglior tono imperioso.

«Abbiamo appena iniziato, signorina Greenwood. Penso che quelle mutande ti abbiano protetto abbastanza. Mentre parlava, allungò una mano e fece scivolare le dita nelle mutandine di Claire, sentendo la carne calda e morbida al di sotto. Lentamente li fece scivolare indietro rivelando la pelle arrossata dei suoi amanti. Li tirò giù dalle cosce della ragazza e li lasciò cadere, poi iniziò a far scorrere le mani verso l’alto, accarezzando le cosce di Claire e lentamente tornando indietro. La sua mano destra scivolò tra le gambe della ragazza, le lunghe dita di Kali scivolarono delicatamente sulla sua pelle e sfiorarono il cazzo del suo amante. Claire emise un piccolo gemito fusa al tocco. Kali poteva sentire la sua eccitazione e con un tocco gentile iniziò a massaggiare, sfiorandole le labbra e circondandole il clitoride. Claire allargò un po’ di più le gambe e Kali sentì i suoi brividi. Per alcuni istanti le sue dita si accarezzarono e accarezzarono e Kali sentì i suoi amanti respirare più forte. Cominciò a ritirare le dita, facendole scorrere tra le labbra della figa di Claire, allargandole delicatamente. Il suo dito medio scivolò dentro per un breve momento mentre passava. Sentì la ragazza rilassarsi contro di lei mentre la sua mano si ritirava, il ritmo del suo respiro rallentava.

Kali non esitò, lo schiaffeggiò forte e forte che risuonò con il suono della pelle contro pelle. Claire emise un grido di sorpresa e dolore seguito da un gemito. Kali stava lavorando più lentamente ora, il secondo schiaffo colpì l’altra guancia solo con un tocco più forte del primo. Assaporava il suono del sospiro di Claire e la sensazione del suo amante mentre si piegava contro di lei. Con un ritmo costante, iniziò ad accarezzare ogni guancia, portando un nuovo bagliore sulla pelle rossa. Claire sussultava e gemeva a ogni schiaffo duro e intenso contro la sua pelle nuda. Kali non si muoveva, ad ogni colpo applicava più forza e man mano che l’intensità aumentava, anche il suono delle urla di Claire aumentava da gemiti a piccole grida di dolore. La ragazza si contorceva e si fletteva. La mano di Kali bruciava, il suo palmo era rosso, assaporava la sensazione mentre assaporava il suono delle grida di piacere del suo amante.

Dopo vent’anni, ha accelerato il ritmo, i suoi colpi duri facevano un ritmo di schiaffi e piccole grida e ha schiaffeggiato la pelle morbida di Claire, vedendo la forza incresparsi attraverso la sua carne. Le urla della ragazza iniziarono a fondersi, il suo respiro era rapido e pesante e Kali poteva sentire il proprio respiro aumentare di conseguenza. Dopo altri venti colpi, il suo ritmo riprese a salire. Bussando con tutte le sue forze ora, forzava le urla fuori dalla bocca del suo amante ad ogni schiaffo. Claire si contorceva per i colpi, la sua pelle scivolava contro le gambe nude di Kali. La mano sinistra di Kali la teneva in grembo mentre la sua destra le dava uno schiaffo dopo l’altro. La coppia finale, come al solito, è stata veloce e dura. Il loro rumore riempì la stanza e Claire emise un lungo grido che si trasformò in un gemito soddisfatto quando il ritmo delle percosse finiva e la ragazza si accasciò contro Kali, il suo respiro rapido e pesante.

Kali strofinò il culo di Claire, il suo tocco morbido contro la sua pelle luminosa. Quando Claire ha girato la testa questa volta, aveva le lacrime agli occhi, ma il suo viso era illuminato da un sorriso luminoso. I capelli della ragazza le ricadevano sul viso, sciolti dalle sue contorsioni, e Kali li scostò teneramente da parte e accarezzò la guancia del suo amante. Quando lo fece, l’altra mano smise di strofinare il culo di Claire e scivolò di nuovo tra le sue gambe. Con le sue dita sottili, Kali iniziò ad accarezzare la ragazza, sfiorandole il clitoride e aprendole delicatamente le labbra. Questa volta fece scivolare il dito più a fondo all’interno di Claire, che gemette e rabbrividì, il respiro di nuovo accelerato. Mentre le dita di Kali si accarezzavano e si stringevano, la ragazza allargò le gambe, offrendo se stessa al tocco del suo amante. Claire iniziò ad ansimare, uno schema sonoro crescente, sempre più forte mentre le dita di Kali entravano in lei, si tiravano indietro per circondarle il clitoride, quindi entravano di nuovo in lei. Claire girò la testa e Kali incontrò il suo sguardo, leggendo il piacere sul viso del suo amante, guardandola mordersi il labbro e gemere in un’estasi a malapena contenuta. Mentre le sue dita si facevano strada tra le gambe del suo amante, poteva sentire il calore che saliva tra le sue. Kali sapeva leggere bene Claire e proprio mentre la ragazza si stava avvicinando al suo climax, tirò indietro le dita e si schiaffeggiò delicatamente la figa, rilasciando un grido giocoso e uno sguardo di finta indignazione. Il respiro di Claire rabbrividì mentre rallentava e quando si calmò, parlò, la sua voce allegra.

“Ora sarò punito di più, signora?” Kalì non rispose. Invece, diede un’altra pacca gentile tra le gambe della ragazza, uscendo emise un altro piccolo grido, poi raccolse la pala che giaceva accanto a lei sul letto. La pagaia era di plastica trasparente, lunga e spessa, in grado di colpire entrambe le guance contemporaneamente. Sentì il suo peso nella sua mano mentre la posava sul sedere di Claire. Spingendo delicatamente in modo da sollevare le guance dal sedere della ragazza, poi parlò.

“Questa sarà la tua vera punizione, Miss Greenwood. Ne riceverai quindici. Sei pronta per loro o per loro?”

Claire non esitò, anche se diede la sua risposta con voce tremante, dando a Kali la sua migliore impressione con uno sguardo implorante. “Sì signora. Mi dispiace di essere stato cattivo e sono pronto per essere punito.” Quando ebbe finito di parlare, Claire girò di nuovo il viso in avanti e si aggiustò un po’ la posizione.

Kali tirò indietro il remo, sentendo Claire tesa in attesa del colpo, ma non riuscì comunque ad atterrare, accarezzando delicatamente il sedere della ragazza, allineando i suoi mirini. Dopo un altro momento bussò di nuovo e quando sollevò la paletta di quel rubinetto lo riportò indietro e diede il primo colpo. Non è stato difficile, ma ha fatto un forte rumore colpendo il sedere sollevato di Claire, e ha causato un urlo di dolore mentre la ragazza si contorceva per l’impatto. Il respiro di Claire accelerò mentre si riprendeva dal colpo, quindi si sistemò di nuovo al suo posto con un leggero sospiro. Di nuovo, Kali la accarezzò dolcemente e quando il secondo colpo fu più forte, il grido di Claire fu più forte, eguagliando lo schiaffo della pagaia contro la sua pelle. Non ci fu colpo fino al colpo successivo, di nuovo Kali colpì più forte di prima e ancora una volta Claire urlò mentre si fletteva, l’urlo si trasformava in un gemito esitante mentre cadeva sulle ginocchia del suo amante. Con ogni colpo che seguiva, Kali aumentava di intensità.

Le grida di dolore di Claire, i gemiti di piacere che li seguirono e lo scricchiolio della pagaia riempirono l’aria. Il decimo colpo fu ancora più forte e Claire resistette, lanciando un grido di dolore in gola. Kali si fermò, posando la pagaia e strofinandosi delicatamente dietro i suoi amanti. Il respiro di Claire era pesante, mentre si girava a guardare Kali, i suoi occhi erano pieni di lacrime ma il suo viso brillava di un sorriso soddisfatto e, spezzando il suo carattere solo per un momento, mormorò “Ti amo”. Kali sentì un tenero calore alle parole silenziose e anche lei lasciò che la sua personalità scivolasse via, rispondendo con un tenero sorriso. Ma quando ha parlato, ha usato il tono più duro del suo personaggio.

“Altre cinque prima che abbiamo finito.” Riprese il remo. Questo colpo era più forte, il grido di risposta di Claire era a gola piena, un grido esitante di inconfondibile dolore e piacere. Kali non si fermò prima di sferrare il colpo successivo e l’urlo di Claire si alzò ancora una volta mentre si fletteva contro le gambe di Kali. Ancora una volta Kali attaccò, il colpo ancora più forte, Claire interruppe il suo urlo mentre ansimava, ma urlò ancora più forte quando il quarto colpo la colpì alle spalle con un sonoro schiaffo. Il quinto colpo arrivò con tutta la sua forza e l’urlo di Claire fu quasi un urlo. Crollò contro Kali, ansimando e gemendo. Girò la testa ancora una volta e ora Kali vide le lacrime rigarle le guance arrossate, si chinò e le asciugò delicatamente, allontanando i capelli arruffati delle ragazze dal suo viso. Mettendo giù la pala ancora una volta, iniziò a strofinare il culo di Claire, era caldo sotto il suo tocco mentre accarezzava la pelle arrossata, e immaginò il doloroso calore lussuoso che aveva inflitto. Quando il suo respiro si calmò, Claire allargò leggermente le gambe e Kali fece scivolare la mano tra di loro. L’eccitazione di Claire era chiara, la sua figa calda e bagnata. Le sottili dita di Kali scivolarono su di lui, trovando il suo clitoride con un tocco esperto e girandolo delicatamente mentre Claire gemeva di aperto piacere e rabbrividiva al tocco. Le dita si attorcigliarono, scivolarono indietro, poi due scivolarono dentro. Claire parlò tra i suoi sospiri di piacere

“Grazie signora.”

Kali non si fermò quando rispose: “Sarai una brava ragazza d’ora in poi, Miss Greenwood?” Mentre parlava, i gemiti tremanti di Claire si fecero più forti e la sua risposta fu interrotta da piccoli sussulti mentre le dita di Kali continuavano il loro lavoro.

“Lo farò… Signora… lo farò… Bene!” Quando ebbe finito di rispondere, la voce di Claire si levò in un vacillante grido di piacere. Kali ora stava usando entrambe le mani, tre delle sue dita scivolavano dentro e fuori dal suo amante mentre accarezzava il clitoride della ragazza con l’altra mano. Claire fece un respiro profondo ed emise un altro grido, il dolce suono del suo piacere riempiva le orecchie di Kali. Sentì il calore di Claire contro le sue gambe e tra le sue dita mentre portava la ragazza all’orgasmo. Il lungo e tremante grido di piacere di Claire quando trovò sollievo riempì la stanza e poi, quando Kali tirò indietro le dita, sussurrò attraverso il suo respiro tremante.

“Ti amo signora, grazie per avermi punito.” Rimasero così per molto tempo, il peso di Claire appoggiato sul grembo del suo amante mentre Kali gli accarezzava dolcemente i capelli.

Dopo un po’, Kali mise una mano sulla spalla della ragazza e la aiutò gentilmente ad alzarsi. Claire la guardò negli occhi mentre si alzava e si toglieva le mutandine che le stavano ancora appese alle caviglie. Era nuda, il petto ancora gonfio per il respiro affannoso, i capezzoli eretti e il viso arrossato. I suoi occhi brillavano, ancora bagnati di lacrime. Lentamente, scese di nuovo, questa volta per sedersi in grembo al suo amante. Kali la prese tra le sue braccia e le loro labbra si incontrarono in un lungo, dolce bacio. Ancora chiusi nell’abbraccio, si ripiegarono sul letto. Kali ora sentiva le dita di Claire. Scivolarono lungo la schiena nuda fino all’inguine del reggiseno. Con un movimento esercitato, la ragazza lo raccolse e, staccandosi un po’ dall’abbraccio, lo gettò da parte. Poi posò la mano sulla coscia del suo amante e Kali sentì la sua mano calda scivolare sotto l’elastico delle sue stesse mutandine. Poteva sentire il calore tra le gambe, ma il tocco era ancora caldo quando quelle dita scivolarono verso il basso e iniziarono ad accarezzarla. Gemeva, ma Claire attutiva il suono con un altro bacio, feroce nella sua intensità.

Mentre si baciavano, le dita di Claire trovarono il clitoride di Kali ei suoi movimenti mandarono brividi di piacere attraverso il suo corpo. Le sue labbra si aprirono e ansimò in cerca d’aria e gemette ancora una volta mentre le dita di Claire scivolavano dentro di lei. Kali si chinò e fece scivolare le mutandine lungo le cosce, le dita esperte di Claire non la lasciavano mai mentre lo faceva. Ancora una volta, il suo amante mise a tacere i suoi gemiti con un bacio e Kali rabbrividì mentre il piacere palpitante la percorreva. Le dita si ritirarono, tornando al suo clitoride. Le sue labbra si aprirono ancora una volta ed emise un lungo, dolce grido di piacere. La sensazione era intensa adesso, sentiva il petto alzarsi e abbassarsi mentre ansimava in cerca d’aria, ma soprattutto sentiva il tocco del suo amante, il calore dei suoi seni dove sfioravano i suoi, la spazzola dei suoi lunghi capelli mentre lui il suo viso si sporgeva aspetta un altro lungo bacio e il calore delle sue dita delicate mentre inviano ondate di piacere attraverso di lei.

Il bacio finì ma Claire tenne il viso vicino, Kali lo guardò negli occhi mentre il piacere la inondava. Lo sentì a malapena piangere quando l’orgasmo la colpì, ma vide lo sguardo dolce in quei profondi occhi blu mentre tremava e sussultava, sprofondando nel morbido letto. Claire era sdraiata accanto a lei e per un lungo momento si guardarono negli occhi, poi si abbracciarono, tirandosi e condividendo il loro calore. Kali sussurrò all’orecchio del suo amante

“Ti amo Claire Greenwood.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *