Letter from West Whitacre – BDSM

di | 28 de Giugno, 2022

Cara scarpa di fiori

Una notte di qualche anno fa tornai a casa tardi dal lavoro e all’epoca avevo un inquilino, Pilcher.

Pilcher aveva sempre avuto una cotta per me, era solo un amico per molto tempo, poi ho scoperto che aveva due missioni: una veniva fuori dalla cantina dei suoi genitori e l’altra era un profondo interesse per il BDSM.

Una volta avevo condiviso la mia casa di gruppo, un’eredità di mia madre, con sette donne nere dominanti, e loro mi hanno dato il valore dei miei soldi, ma i tempi erano duri per questa mucca sottomessa.

Sono molto bisessuale, quindi ho parlato a Pilcher delle mie inclinazioni, e lui mi ha detto che mi aveva visto in vari club, ma era stato troppo educato per “smascherarmi”.

Gli ho detto: “E ho bisogno che tu ti prenda cura di me, perché ho davvero bisogno di regole e struttura”.

Ed era molto disoccupato (penso che avesse una grossa traccia cartacea), quindi gli ho detto che poteva trasferirsi con me, vitto e alloggio a posto.

E la pulizia: le donne nere dominanti mi hanno insegnato a strofinare e strofinare TOTALMENTE.

Quando una sera sono arrivato dal mio lavoro molto presuntuoso, Pilcher ha alzato lo sguardo dalla sua graphic novel (Pilcher è un po’ debole; una Xbox può farlo divertire per ore) e mi ha detto nella sua stupida balbuzie:

“Tesoro, non dovresti lavorare così tardi. Stai iniziando a stancarti.

«Lo so, Pilcher» dissi goffamente. “Ho lasciato cadere la mia borsa sul tavolo.”

“Avevamo un accordo, un accordo che avresti chiamato se dovessi lavorare troppo duramente.” disse Pilcher cupamente. “Voglio dire, se uscissi a bere con i tuoi amici, lo approverei, ma sei troppo stressato.”

“Pilcher, vai a farti scoppiare i brufoli. Leggi di più ‘Batman’. Ho una carriera.”

“No. Hai promesso di dire al cliente che avevi bisogno di tempo per te.”

Guardai Pilcher, la creatura balbuziente che era. Mi chiedevo cosa avrebbe fatto. Mi chiedevo anche cosa avrei fatto.

Un tale secchione può essere il mio padrone?

Ho bisogno di un ragazzo che mi metta i calzini su e giù.

Ho bisogno di un uomo che suoni le mie campane.

Ho bisogno di un ragazzo che mi controlli.

Pilcher fece un respiro profondo. “Aaa-penso che tu debba andare a prendere la racchetta Puh-Ping-Pong e portarmela, adesso.”

Sorrisi tollerante a Pilcher. “Ho passato una bella giornata, Pilcher. Ordiniamo da asporto…”

Ma Pilcher ha tenuto duro. Potrei dire che era più che un po’ nervoso perché, dopotutto, era un ragazzo debole e pensava che fossi bella, anche alla mia età avanzata di circa quarantasette anni.

“Io-non voglio dover contare dieci, tesoro…”

Avrei potuto andarmene. Avrei potuto mandare Pilcher. Avrei potuto usare una parola sicura, chiamare la polizia se necessario. Sono un esperto di judo e Pilcher, sfortunatamente, deve portare una bombola di ossigeno.

Ma mi sono ricordato che i miei anziani stavano “contando dieci” e mi ha ipnotizzato.

Sono andato nell’armadio, recuperando la vecchia racchetta da ping pong in cui avevo fatto dei buchi per non resistere al vento quando ho iniziato a essere punito dal mio coinquilino laureato.

Tremando un po’, presi il remo verso Pilcher.

Sono un po’ più vecchio di Pilcher, ed è passato così tanto tempo da quando ho avuto la pagaia, che avrebbe potuto essere più grande di lui. Penso che una ragazza l’abbia usato su di me per distogliere la mente dalle cose dopo che “Challenger” è esploso nel 1986.

Il buon vecchio Tootles, ha usato la pagaia nel mio culo quando ho perso le chiavi della macchina o ho dimenticato di fare il bucato.

Quindi il mio ex marito ha caricato la pagaia nel vano portaoggetti della sua Audi, poi della sua Nissan “Sentra”, facendomi riparare le lampadine sul ciglio della strada quando non potevamo arrivare a una latrina di una stazione di servizio.

E anche nello spogliatoio di Niemen Marcus quando abbiamo avuto quella vecchia discussione sul fatto che la minigonna di pelle che volevo fosse troppo costosa.

Ora Pilcher si sedette sul divano e mi guardò. Qui è dove la gomma incontra la strada.

Fece una breve boccata dal suo inalatore per l’asma. (Un inalatore E una bombola di ossigeno? E di notte doveva prendere aria extra da una macchina per l’apnea notturna? Davvero?)

Pilcher una volta mi aveva visto nudo al Whitacre Township Consequence Club, dove un maestro prepotente mi aveva ordinato di togliermi l’abito da sera per picchiarmi, ma questo era davvero il consiglio per il geek Pilcher.

A quanto pareva Pilcher stava pensando di togliermi i pantaloni da solo, ma non poteva. Forse la prossima volta.

“PP-Lasciati cadere i jeans, tesoro, Y-imparerai che quando ti voglio a casa alle sei, ci sarai.”

Non dovrei ridere in faccia? buttarlo? Ma mi sono sentito dire “Sì signore” e mi sono sbottonato i pantaloni e li ho tirati giù, seguito da quello con le mie mutandine.

Pilcher ha respirato pesantemente (e di più con l’inalatore) alla vista del mio clitoride rasato, trafitto e tatuato, ma si è raddrizzato e mi ha tirato su un ginocchio.

È stato davvero imbarazzante. Essere parzialmente nudo davanti a PILCHER. Mio gentile!

Pilch si fermò per un momento. Potrei dire che si stava godendo il mio grosso culo sexy. Ce l’aveva fatta per anni a rimbalzare davanti a lui in pantaloncini e minigonna.

Ero stato amico intimo della giovane zia di Pilcher e di una delle sue ragazze alla pari quando era giovane. A ventitré anni era ancora innamorato.

“Vieni, Pilch. Vai avanti.” Non potevo fare a meno di essere sfacciato. Era ridicolo!

Pilcher sollevò il remo e si abbassò dolcemente sulle mie natiche indifese.

Ho riso mentre ero lì. “È il meglio che puoi fare, Pilcher?” Ho dovuto incoraggiarlo.

E Pilcher si è arrabbiato e ha iniziato a prendermi a calci in culo davvero forte e mi ha colpito tipo 50 volte anche dopo che ho iniziato a piangere.

Ha chiesto una volta, nel mezzo di un colpo “Hai bisogno di usare la tua safeword?”

“No signore…” gridai, piangendo. “Posso sopportarlo…lo-so che me lo merito.” Ora, chi stava balbettando?

Alla fine mi ha ordinato di togliermi di dosso e mi ha detto di restare nei paraggi mentre ordinava del cibo.

Ed ero, sì, completamente bagnato. Soprattutto per aver subito un tale shmeil. Ho pensato che potesse essere preoccupato che fossi arrabbiato perché è andato troppo oltre.

Alla fine mi ha invitato a mangiare e poi abbiamo guardato Netflix insieme.

Ma più tardi quella notte sono entrata nella stanza di Pilch e gli ho chiesto con gli occhi bassi se voleva che gli facessi un pompino.

E la notte successiva, quando Pilcher tornò dalla sua band di Dungeons & Dragons, ero a casa (presto). Ero nudo in ginocchio, ad aspettarlo con la pagaia seduto davanti a me a terra, accompagnato da un bastone.

Pilch davvero preparato per il prossimo anno. La sua balbuzie è scomparsa, e alla fine ci siamo lasciati e lui ha trovato un lavoro e si è trasferito a ovest, anche se sono sicuro che gli sono piaciuti i ricordi dei momenti strani che abbiamo passato insieme.

Ma recentemente Pilcher ha ricevuto una lettera da una mia amica, Lady Thora, che la invitava all'”umiliazione annuale di Sub Darling”

Come ho detto, sono sulla “scena” da molti anni e ho servito molti maestri, dame e dee.

Alcuni li ho finiti dopo un po’. Altri mi hanno scaricato, ma ogni anno do a tutti la possibilità di riunirsi e vendicarsi di me.

E le mie vecchie conoscenze mi danno una seduta per ricordarmi quanto posso essere triste.

Non riesco a immaginare cosa deve aver pensato quando ha ricevuto la lettera. Pilcher adorava picchiarmi e torturarmi, dilettante qual era, ma aveva conosciuto e sposato una brava ragazza e ora aveva topi da tappeto in periferia.

A questo punto avevo avuto le mie sessioni di tortura multiple annuali Master/Miss per diversi decenni.

A volte ho servito fino a nove o dieci dominanti che hanno fatto parte della mia vita.

Si va da professionisti assunti per torturare, coinquilini, ex coniugi (ne avevo tre) e persone con cui ho lavorato che hanno lottato quando hanno scoperto che potevano spingermi…

Segretari, receptionist, assistenti legali, sicurezza… sono tornati Dammi un’altra possibilità…

Per rendere la sfida interessante e mantenere la mia sottomissione suprema, sei settimane prima dell’evento, Thora, che era stata il mio dono quando vivevo a San Francisco, si sarebbe fatta fare il piercing al clitoride.

Per un mese e mezzo ho potuto servire chi volevo con la mia bocca o con il mio ano, ma non sono riuscita a farla finita. felice.

La sera dell'”umiliazione annuale”, avrei fame di essere rilasciato!

I giocatori cambiavano ogni anno… la gente si ritirava, ne entravano di nuovi, ma la notte dell’evento principale, molti sarebbero stati lì.

Spesso finanziavo i trasporti e le sistemazioni in hotel per coloro che non erano finanziariamente benestanti.

Ho guadagnato molto come consulente, ereditato ancora di più e brevettato qualcosa di necessario, ma le spese associate a questo gala erano spesso piuttosto elevate.

Per la maggior parte delle persone, sarebbe stato rovinoso, in realtà.

Poiché avevo servito cittadini di tutto il mondo, alcuni provenivano da Maputo, dall’Africa, dall’Arabia Saudita o da Madrid.

E ho dato un’intera notte. Ricorda, ero super eccitato in quel momento, essendo stato privato per un mese e mezzo.

Il gioco era, se potevo sopportare tutte le punizioni e soddisfare tutti con le mie capacità orali… gratificarli ancora e ancora…

Entro la fine della notte Thora si toglieva il piercing della castità e io potevo masturbarmi in ginocchio davanti a tutti i miei “signori e signore” assortiti.

Se avessi esitato durante la notte o usato la mia safeword più di due volte durante le partite, mi sarebbe stato negato l’orgasmo alla fine della notte.

Thora non voleva aprire il mio piercing, non importa quanto l’avessi implorata.

In effetti, non mi ha fatto uscire fino a novanta giorni dopo che tutti erano tornati a casa.

Inoltre, dato che ho organizzato una festa per i miei amici, se avessi deluso tutti o qualcuno, sarei stato chiuso in un armadio mentre tutti si divertivano a bere, mangiare e divertirsi.

Spesso mi ricordava che dovevo arrivare presto e andare a letto mentre gli altri bambini erano ancora fuori.

E siccome io avevo uno stomaco sensibile ed ero figlio di fanatici della salute, dovevo prendere la farina d’avena in polvere da mangiare alle feste di compleanno, mentre gli altri si godevano torte e gelati.

E ovviamente i miei amici hanno riso di me senza pietà!

Quindi essere privato ha avuto un pungiglione speciale!

Un’altra punizione che Thora mi aveva dato ultimamente era mangiare porridge freddo e inginocchiarsi per terra mentre i miei ospiti mangiavano bistecca alla tartara, salmone e foie gras e altri piatti sontuosi con il mio penny, seduti al tavolo della mia festa.

Questa orribile umiliazione mi fece piangere amaramente, dato che avevo quasi cinquant’anni, ma l’insulto mi eccitava tanto.

E ovviamente, per novanta giorni dopo questo evento, tre lunghi mesi, non sarei stato in grado di masturbarmi fino all’orgasmo ricordando tutto questo.

Certo, mi stavo mordendo febbrilmente pensandoci, ma quello sarebbe cessato prima della gloriosa esplosione.

Se non avessi “preso nota” servendo i miei precedenti dominanti, Thora mi avrebbe nutrito di nascosto del porridge e poi mi avrebbe lasciato provare a superare gli altri, isterico nella mia frustrazione per il fatto che il piercing, così crudele, fornisse stimoli ma non lo fosse. non facendo. ‘tenero.

Tutte le persone attraenti che venivano a prendermi in giro con i loro genitali, e mi chiedevano se pensavo di meritarmi qualcosa, essendo il piccolo strumento ingrato che ero…

I miei ex amici mi lanciavano addosso lattine di birra vuote o dardi d’erba e io mi abbassavo e cercavo di schivare, graffiandomi le ginocchia sul pavimento di legno duro.

E, dopo che il mio porridge è stato consumato, mentre guardavo tutti mangiare il pasto costoso e delizioso per cui avevo pagato, e le mie mascelle erano insensibili per averli serviti tutti comunque…

Fui mandato, singhiozzando, nell’armadio, persino nel seminterrato per inginocchiarsi e ascoltare le risate e la musica dall’alto.

Ma non fraintendermi. Mi è piaciuto farlo a un certo livello. E tutto, compresa la credenza, nuove fruste e utensili…

alloggiare i miei amici in buoni alberghi (il Ritz Whitacre, per esempio) costava dieci o quindicimila dollari.

Per stasera, mia cara, anche se contorta.

Ho vissuto per questa bellissima esperienza… soprattutto durante il mio mese e mezzo di castità!

Non sono l’unico masochista abbastanza pazzo da sopportare questo genere di sciocchezze.

Thora ha un altro ricco schiavo che ha la sua festa di umiliazione.

Soaky ha un tutore per le gambe per la poliomielite giovanile. Si è unito molto tempo fa con i bulli della scuola e li assume per prenderlo a calci e scoparlo…

E Soaky ingaggia bellissime modelle ventenni che vengono indossando i loro vestiti importati e ridono di lui dopo che i bulli hanno tolto il giubbotto di Soaky e gli hanno fatto provare a ballare…

A volte le modelle gli fanno pipì addosso!

Quindi non sono l’unico pazzo qui.

Quindi di solito alla mia festa riesco a finire le punizioni e le faccende orali e alla fine della serata posso vestirmi e godermi la festa, e ovviamente mi tolgo il clitoride!

A volte uno dei miei dominanti mi portava in una stanza e “va d’accordo” con me in un modo molto soddisfacente, se stavo andando abbastanza bene, perché non avevo un orgasmo da così tanto tempo…

Ma alla fine ho detto a Thora che avevo bisogno di una sfida più grande.

Quindi ora, dopo aver passato sette o otto ore di umiliazione, fustigazione e servizio orale… se avessi fatto bene senza brontolare…

Non mi qualifico per un orgasmo e per unirmi alla festa, solo per tirare fuori una biglia da una ciotola mentre sono bendata.

Thora aggiungerà due punti neri per ogni ospite dominante presente e un punto bianco.

Se prendevo una pallina nera, sarei relegato in una pappa fredda, a volte con mozziconi di sigaretta, che dovevo mangiare in ginocchio.

Quindi sono costretto a incontrare oralmente ogni membro della festa un’altra volta e farli venire almeno una volta, il che può essere difficile se mi sborrate in bocca e nel culo tutta la notte.

Chiunque non abbia un orgasmo finale può darmi un ultimo pestaggio prima di gettarmi nell’armadio freddo.

E ovviamente sto vivendo i miei novanta giorni di celibato orgasmico. Inoltre, se non riesco a far venire più di tre persone per l’ultima volta, verrò frustato e Thora non restituirà la mia chiave per sei mesi!

Ma, se avessi la possibilità di disegnare un pallino, non solo mi sarebbe permesso masturbarmi o scegliere un membro della festa che mi scopasse fino all’orgasmo, ma potrei travestirmi e godermi la mia festa!

Quindi sono stato entusiasta di invitare Pilcher quest’anno, il mio ex compagno di stanza geek. Non era stato uno dei miei insegnanti più memorabili, ma aveva lavorato sodo per i nove mesi in cui lo avevo servito.

Era stata una grande distrazione!

Ovviamente, Pilcher non aveva molti soldi: lui e sua moglie gestivano un minimarket 7-Eleven con i loro suoceri.

Così ho finanziato i suoi viaggi qui e Pilcher sarebbe andato nella stanza con il Maestro Duolton, un Maestro che avevo servito sull’Isola di Wight.

Duolton ha aiutato Thora a creare il gioco a cui sarei stato sottoposto.

“Oh, hai un sette? Tesoro, dovresti aprire la bocca e offrire il seno e la pancia nuda come un posacenere umano ai fumatori – e poi i mozziconi andranno nel tuo porridge per dopo.”

“Signora Tilden, ha un sei? Significa che puoi fare pipì nella bocca di Darling, o se non hai bisogno di canticchiare, puoi farle un clistere freddo.”

“Tootles, hai tirato un undici? Dadi, sii gentile! Puoi dare a Darling venti con il cracker serpente nero e tre con il flagello. Non un suono, Tesoro, o ti daremo davvero qualcosa per cui piangere.”

Poi, dopo aver tirato un po’ i dadi, c’era la “Fun Box” che conteneva piccoli messaggi spiacevoli.

Il soprintendente al mio edificio di lavoro, che viene ogni anno, può scegliere…

“Tesoro deve darti tre orgasmi in quindici minuti o il tuo culo verrà messo nel trapano dildo per un’ora mentre il resto di noi uscirà per Margaritas a Scully, dove ha un conto.”

La mia istruttrice di Pilates, una piccola puttana con diritti, ha raccolto un messaggio sulla sua manicure francese che diceva: “Lega Honey alla recinzione elettrica del tuo giardino e lo annaffiamo”.

Mistress Chrysanthemum, con la quale ho seguito un corso di cucina italiana nel 2001, potrebbe dire: “A mezzanotte, quando ci si aspetta che i tuoi vicini dormano, puoi correre Honey nuda per l’isolato mentre segui sparando a BB nel culo con un pistola ad aria.”

Auden “Gopher” Prairie, il mio meccanico stranamente osceno e secondo marito, sceglie “Metti Honey in un passamontagna e portala al Whitacre State Park e lasciala ubriaca in bagno per mezz’ora”.

Quindi sappiamo che Pilcher avrà un sacco di tempo stasera. Sì, stasera è notte.

Se mi qualifico per un orgasmo, penso che glielo lascerò fare da dietro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *