LifeMates Ch. 03 – The Probation Period – BDSM

di | 30 de Giugno, 2022

Capitolo 3. Il periodo di prova

Durante i miei primi passi in questa nuova posizione, Myrna mi ha chiaramente indicato che voleva che mi concentrassi sul problema del reclutamento e della formazione di sostituti per soddisfare esigenze specifiche. Solo spargendo la voce attraverso i propri contatti, aveva già trovato sei potenziali clienti che avrebbero avuto partner adatti non appena avremmo potuto offrirli. C’era:

• Un politico omosessuale con un amico, compagno e amante per tutta la vita che ora prestava servizio in pubblico come addetto stampa. Infatti, senza saperlo, erano già compagni. Tutto ciò di cui sembravano aver bisogno era di essere svegli e istruiti sulla natura della loro relazione. Il delegato potrebbe aver bisogno di formazione come sottomesso; l’Alfa potrebbe aver bisogno di addestramento in Punizioni Corporali (CP) o altri aspetti della Dominanza, ma solo se vogliono guidare la loro relazione in quella direzione.

• Un CEO divorziato da poco alla ricerca di una segretaria privata che soddisfi anche le sue esigenze personali; gli abbiamo offerto Petra, ma non gli piaceva, anche se aveva chiarito che preferiva una donna.

• Un ricco dominante che cerca un sottomesso bello ed esperto, in gran parte come un braccio morbido, per pubblicizzare la sua ricchezza, posizione e desiderio nella comunità BDSM; voleva che gli trovassimo questa ragazza, dopo aver descritto a Myrna le sue specifiche ideali e il suo margine di tolleranza per ognuna. Questi erano impegnativi, e non si proponeva (diceva) di perdere tempo a cercare il mare aperto (parola sua). Quando l’abbiamo trovata, ci ha detto di quale formazione aggiuntiva aveva bisogno.

Non avevamo ancora accettato quest’ultimo come cliente; e Myrna l’ha arrotolato. Da un lato, sarebbe denaro facile e grande pubblicità se organizzassimo un concorso ben pubblicizzato (per il quale il nostro cliente pagherebbe) offrendo premi alla “piccola sorpresa” vincitrice (sic), o chiunque ci abbia chiamato una ragazza che ha incontrato le loro esigenze. D’altra parte, Myrna disprezzava il ragazzo e non voleva alcuna responsabilità per una relazione del genere, se e quando si fosse sviluppata. Alla fine, ha deciso (e io ho accettato) che gli affari erano affari e la nostra coscienza poteva gestirli.

Altri tre clienti sarebbero molto più difficili:

• Un autore vedovo e di successo che ha bisogno di un amico e di un amante che legga e discuta anche le sue bozze e serva come correttore di bozze ed editore;

• un neurochirurgo gay sulla cinquantina che si aspettava un protetto/assistente, una versione più giovane di se stesso; e

• il proprietario/CEO di diversi negozi di alimenti naturali a Montreal e Ottawa che sperava di espandersi in diverse altre città canadesi, ma temeva l’aumento del carico di lavoro e desiderava un partner stretto con formazione di design ed esperienza nella gestione organizzativa e di vendita al dettaglio.

Questi tre, e in particolare gli ultimi due, hanno esposto quella che sapevamo essere una questione critica per l’intero concetto di compagno: la richiesta di sottomessi con abilità e conoscenze altamente specializzate. Tutti vorrebbero un proxy che condivida i propri valori ma li integri in modi essenziali. Il nostro successo dipenderebbe dalla nostra capacità di trovare e reclutare queste persone – come Myrna, con il supporto di KI e l’aiuto di uno dei loro appaltatori, è stata in grado di trovarmi e reclutarmi. Il problema sarebbe difficile, ma non impossibile. La sua soluzione, Myrna e io eravamo d’accordo, era quella di cambiare l’accettazione pubblica della cultura D/s e del ruolo di sottomissione, al punto che persone di alto calibro con desideri e tendenze sottomesse sarebbero venute fuori dall’armadio, desiderose di avanzare nella loro carriera incontrandosi i loro bisogni Interessi I D/i accettano di imparare dai compagni.

* * * * *

La vita a casa a Westmount divenne presto una routine. Dopo una colazione servita ogni mattina da Guido, passai le ore successive a lavorare alle memorie, con il contratto ancora in corso. Poiché tutte le interviste, le ricerche e molti scritti erano già stati dedicati a questo, cinque settimane di lavoro part-time hanno prodotto un manoscritto pronto per la revisione del mio cliente. Ti ho inviato la tua copia elettronicamente via e-mail e anche in copia cartacea per posta e ho aspettato i tuoi ordini di modifica. Questo mi ha lasciato libero di studiare lo stato attuale di LifeMates e iniziare a fare il mio nuovo lavoro.

Tra noi, Myrna e io abbiamo deciso che la mia prima priorità dovrebbe essere quella di far sapere alla comunità BDSM che stavamo cercando sub qualificati per ricoprire posizioni di alto livello e come formarli. Il secondo sarebbe scrivere un manuale di filosofia e pratiche di LifeMates. Il primo era un compito sociale che potevo svolgere da solo, ma meglio con Myrna quando aveva tutto il tempo per farlo. Il secondo era un incarico solitario che richiedeva lunghe discussioni – a cena, alla presenza di Bernice e Petra, o con Myrna dopo che aveva corretto le mie bozze. Entrambi i compiti potrebbero essere affrontati immediatamente: potrei iniziare compilando un elenco di club da visitare e riviste e siti Web di Scene che accetterebbero i nostri annunci; Potrei scrivere alcuni articoli, da pubblicare su una rivista di lifestyle maschile come Esquire, un equivalente femminile come Cosmopolitan, e blog appropriati sul web, sull’azienda LifeMate, la sua filosofia e il suo prodotto umano; Potrei preparare una bozza del manuale e dei suoi punti principali e iniziare a discuterne con Myrna. Inoltre, io (o entrambi) potremmo iniziare a visitare club e altri eventi BDSM, incontrare sub e potenziali clienti, per farli pensare e parlare di noi.

Myrna approvò questo piano generale, aggiungendo i propri suggerimenti. Quindi per le prime settimane, ogni mattina a colazione, ha rivisto i miei programmi per la giornata, a volte cambiandoli, prima che andassi in ufficio e iniziassi. Di solito trascorreva la mattinata in ufficio con Petra, pagando le bollette e svolgendo altri compiti amministrativi, fissando appuntamenti futuri e pianificando il resto della giornata. Trascorreva molto tempo al telefono e presto avrebbe avuto bisogno di un altro assistente per rispondere, monitorare le chiamate e ricevere messaggi. Petra aveva già un lavoro quasi a tempo pieno facendo la posta, anche se all’epoca eravamo a malapena in affari!

A meno che non stessimo viaggiando o incontrando persone, la maggior parte dei pomeriggi all’una del pomeriggio, noi quattro – Myrna, Bernice, Petra e io – sedevamo insieme per quello che di solito era il nostro pasto principale. Il cibo veniva preparato da Guido sotto la supervisione di Bernice o portato da loro da un ristoratore, ma poi disimballato e riscaldato da lui. Guido ha servito e si è seduto con noi al tavolo, partecipando alla conversazione, esercitandosi ad essere amichevole e disponibile allo stesso tempo.

Bernice gestiva e dirigeva i vari servizi domestici, ma faceva poco del suo lavoro da sola. Il suo vero dominio era l’area del “dungeon” dove puniva i sottomessi KI che avevano in qualche modo vinto una sessione con la sua cintura; inoltre, ha impiegato le sue abilità su alcune sottomesse paganti che sono venute (o inviate) da lei per punizione o addestramento. Abbiamo reclutato alcuni di loro per addestrarli come compagni; e ha portato un reddito che ci ha aiutato a coprire le nostre spese di soggiorno.

Dopo pranzo, Myrna e io lavoravamo spesso insieme per qualche ora. All’inizio, parlavamo principalmente delle cose che dovevamo fare, prendere appunti e fare progetti provvisori. Successivamente, siamo diventati più coinvolti nella lettura delle richieste dei clienti, nei rapporti di formazione e nel lavoro di gestione man mano che l’azienda cresceva e assumevamo subordinati. Il resto dei pomeriggi di Myrna è stato occupato da riunioni, appuntamenti programmati e colloqui, o con la pianificazione del proprio lavoro e l’organizzazione del marketing e della formazione dei clienti. Quest’ultimo è stato un problema interessante di cui abbiamo discusso a lungo. Tutti sapevano come addestrare i sottomessi (supponendo che avessero il temperamento per il ruolo), ma poco si sapeva sull’addestramento dei dominanti oltre alle abilità nell’uso dei giocattoli. Come dovremmo addestrare i nostri clienti a :

a) ottenere il massimo dal tuo (considerevole) investimento in un compagno ben addestrato? e

b) rendere quel partner un cercatore intimo e soddisfatto e un compagno di vita che sarebbe felice di rimanere nello stress di una vita frenetica e impegnativa e, idealmente, nella relativa solitudine della pensione?

In termini di sensibilità e intelligenza umana, il cliente ideale assomiglierebbe a Lady Myrna, o sarebbe una sua versione maschile; ma se ci affidassimo alla scoperta di queste persone, il caso sarebbe sicuramente fallito. Peggio ancora, ci aspettavamo che la maggior parte dei clienti non si sentisse come se avesse bisogno di molta formazione, ma tenderebbe a trattare i presentatori come se i dipendenti fossero pagati per apportare le modifiche necessarie. Abbiamo dovuto insegnare loro a vedere il loro rapporto con il partner non come un rapporto personale con dipendenti che potevano essere assunti e licenziati, ma come una sorta di matrimonio combinato con promesse di fedeltà reciproca e, si spera, o eventualmente con un po’ di amore reciproco. Potremmo spiegare il concetto; potremmo offrire a ciascuna coppia un periodo di prova gratuito di tutoraggio prima che finalizzino il loro “matrimonio” e rimangano soli (oltre a riassunti o servizi di tutoraggio acquistati in seguito). Basterebbe?

Probabilmente non in tutti i casi. Per addestrare i nostri clienti “difficili”, ho suggerito di mantenere alcuni “sostituti dell’addestramento” nel personale che potrebbero essere designati come antipasti temporanei per i clienti che avevano bisogno di esperienza pratica nell’arte di gestire i sottomarini prima di scegliere un sottomarino. In questo modo, trasformeremmo in una virtù il noto vizio BDSM di “conquistare dal basso”. Molti sub in erba hanno addestrato con successo un partner per il loro sogno Dominant. Potremmo sistematizzare la pratica del “topping dal basso” come strumento formativo efficace ed economicamente vantaggioso, formando “docenti sottomessi” professionisti che potrebbero essere assunti da clienti inesperti o testardi, o da clienti che volevano un assaggio di relazione con compagno di vita. prima di impegnarsi.

Myrna ha pensato che fosse un’idea brillante, dicendo: “Spero che ti rendi conto che questo sarà il primo di quegli insegnanti di sub, prima di formare qualcun altro per questo lavoro”. Mi sono inchinato sfacciatamente ed è entrato a far parte dell’elenco dei nostri servizi pubblicizzati.

La formazione dei pubblici ministeri era un’altra storia. Sono stati proposti molti standard diversi per un sottomesso ben addestrato e molti sistemi di addestramento; e LifeMates aveva il diritto di svilupparne uno proprio. In pratica, tuttavia, c’era un consenso approssimativo su come dovrebbero comportarsi i sottomessi ben addestrati, con qualche disaccordo solo sui dettagli. Per i nostri scopi, questi erano del tutto insignificanti; potrebbero essere lasciati al gusto e al giudizio del cliente Alpha. Al contrario, non saremmo in grado di offrire avvocati a candidati che non sono dedicati, rispettosi e sessualmente versatili e competenti – con limitazioni specifiche, documentate in anticipo. Danneggerebbe la nostra reputazione se lo facessimo. Per questo motivo, prima di poterli offrire, dovevamo selezionare o formare i nostri candidati a livelli accettabili in ciascuna area critica. Se i clienti ci portassero i loro sottomarini, potremmo progettare un programma di addestramento su misura per i loro desideri. Potremmo richiedere ai candidati avvocati di investire nella loro formazione, e lo faremmo. Ma ci sarebbero inevitabili “costi di produzione” per i candidati tenuti in “inventario”: come minimo, dovrebbero essere testati. Pertanto, se i pubblici ministeri desiderabili non fossero disposti o non fossero in grado di pagare per la propria formazione, potremmo chiedere loro di pagare il costo della loro formazione in lavoro non retribuito, o offrire loro una sorta di “borsa di studio”, e ci prenderemmo a carico del costo della tua formazione

Oltre alla questione dei costi, c’era un problema organizzativo. Indipendentemente da chi pagava, la nostra formazione doveva essere organizzata in moduli ben pianificati e consegnata a classi molto piccole di studenti che potevano essere osservati e giudicati dai loro singoli istruttori. Abbiamo deciso che nella maggior parte di queste classi, gli studenti potevano a turno essere i Dominanti l’uno dell’altro. In questo modo, acquisirebbero esperienza nel sottomettersi a una varietà di stili e temperamenti diversi e acquisirebbero una certa comprensione della relazione di coppia dal punto di vista di un Alpha.

Infine, affinché la formazione specialistica soddisfi le esigenze dei singoli clienti, dovremmo iscrivere i nostri studenti a programmi di formazione esistenti (trasferendo il costo di questi al cliente) e/o organizzare tutor e corsi per soddisfare le loro esigenze individuali. Ad esempio, se i clienti desiderassero un barbiere, uno chef o un contabile privato residente, i loro iscritti potrebbero essere iscritti a corsi preesistenti i cui costi sarebbero trasferiti su di loro. Tutto ciò richiederebbe pianificazione e amministrazione e farebbe parte dei nostri costi operativi. Ho elaborato questi requisiti in dettaglio e li ho scritti per l’approvazione di Myrna. È stato quasi il primo lavoro significativo che ho fatto come partner e avvocato di Myrna.

* * * * *

Guardando indietro, la mia nuova vita aveva due facce: il mio lavoro con LifeMates e il mio servizio personale a Myrna. Questi erano strettamente correlati, ovviamente, ma non la stessa cosa. In qualità di “Vicepresidente” responsabile delle sottomesse – del loro reclutamento, selezione e formazione – potevo e talvolta non sono stato d’accordo con la mia Signora. Come obbediente sottomessa alla Sig. Myrna, farei tutto quello che mi ha detto di fare, dalle faccende che mi ha assegnato ai servizi sessuali a letto. Alla fine, ovviamente, il mio ruolo in LifeMates è stato solo un servizio speciale che ho svolto per loro; e lei potrebbe ignorare le mie decisioni in qualsiasi momento. Ma lei non ha microgestito e non mi avrebbe sopraffatto senza una buona ragione. Si aspettava che io guidassi quell’aspetto della nostra attività; all’inizio mi ha anche punito più volte quando sono andato da lei per istruzioni che non voleva dare, o con domande che voleva che risolvessi da solo prima di riferire quello che avevo fatto.

Infine, si aspettava che mi assumessi la responsabilità ultima della formazione dei singoli candidati, sebbene gran parte di questo sforzo fosse delegato ad altri. Il mio ruolo con Guido e Petra ne è stato un esempio. Entrambi furono reclutati e addestrati a lungo prima del mio arrivo; Guido ha lavorato ed è stato formato da Bernice, mentre Petra ha lavorato ed è stato formato da Myrna; ma la sua formazione era ancora in corso e la sua corrispondenza con i clienti era ancora da fare. Myrna ha deciso che non sarebbe stato male coinvolgermi nella sua formazione, se non altro per essere in grado di consigliare i clienti sulla sua collocazione.

* * * * *

Petra è tornata a casa dalla visita dei suoi genitori, pochi giorni dopo il mio trasloco. Era una ragazza di 24 anni sottomessa, delicata, affascinante e studiosa con un orientamento lesbico, che si aspettava di essere la procura di qualcuno quando avrebbe potuto indossarlo, ma era ovviamente innamorata di Myrna in quel momento. Myrna ha restituito quell’amore meravigliosamente, vedendo in Petra il potenziale che ha cercato di sviluppare per il bene di Petra, al di là di qualsiasi interesse personale o lavorativo nel farlo. Abbastanza spontaneamente, attraverso spiegazioni ed esempi personali, ha insegnato alla giovane donna ad essere orgogliosa sia della sua sessualità che della sua scelta di vita.

Era davvero necessario. La famiglia di Petra non riusciva a capire la scelta di vita della figlia e ha fatto del suo meglio per farla vergognare. Al servizio di Myrna, ha imparato ad essere orgogliosa della sua sessualità come lo era della sua collana. Fare sesso con Myrna e sapere che la sua stessa padrona era a sua volta la sottomessa senza colletto di Mistress Amanda, CEO di Keyholders, le ha dato la sicurezza che in precedenza le era mancata nella propria sottomissione.

Quasi non appena Petra è tornata, ci ha chiamato entrambi nella palestra, ci ha presentato e ha detto a Petra che oltre ai suoi doveri attuali avrebbe dovuto prendersi cura dei miei bisogni maschili, tutto aiutandomi a imparare a essere un Dom. . “In questo modo,” disse, “voglio che vi allenate a vicenda. Tu, Richard, imparerai fare richieste a un partner sottomesso – ma con delicatezza, senza mai spingerla oltre il possibile. La tua esperienza con gli uomini non è stata buona in passato. Imparerai a servire un Maestro competente che può essere fermo, ma mai umiliante o crudele.

“E tu Petra”, continuò Myrna, “devi imparare a sottometterti a un uomo e a rispondere ai suoi bisogni senza perdere la tua dignità o sentirti minacciata dai tuoi ordini e desideri. Avendo imparato a soddisfare le mie richieste, scoprirai che gli uomini non lo sono così diverso – molto più facile, infatti, per una donna abile ed esperta.”

“Ora Richard, l’ascendenza di Petra è greca, e ho prenotato per voi due in un ottimo ristorante greco informale a Saint-Denis per le 19:00 di stasera. Voglio che porti Petra a cena fuori e te la porti. incontrare.” , mentre ti conosce. Immagina, voi due, che Petra stia facendo pubblicità su un sito di incontri D/s per un padre generoso. Hai risposto al suo annuncio e hai organizzato un incontro. Dipende da te. Vuoi per invogliarla aiutandola a sentirsi a suo agio e al sicuro, mentre è ansiosa di “resistere” a te, ma è anche ragionevolmente cauta. Esci, voi due, e buon divertimento! Domani mi dirai com’è andata.” Ha scaricato Petra, mi ha tolto la gabbia del pene, poi ha scaricato anche me.

Era la prima volta nella nostra relazione. Non solo Myrna mi diceva che come procuratore, dovevo anche essere un Dom quando l’occasione o la relazione lo richiedeva; Mi stava anche lasciando andare – come parte del mio lavoro, come parte del servizio che le offrivo – per fare sesso con un’altra donna.

Sono andato in centro presto, ho fatto un po’ di shopping e sono arrivato al ristorante poco prima che Petra mi incontrasse. Era in ritardo di qualche minuto ed è stata condotta dal maggiordomo al tavolo dove ero già seduto. Mi sono alzato quando è arrivata; il cameriere tirò fuori la sedia e ci sedemmo entrambi. “Il dottor Livingston, immagino,” sorrise spudoratamente.

“No. Più simile ad Aladino per il tuo genio”, risposi. Quando mi strofinerò, obbedirai a ogni mio comando!”

“Davvero”, disse. “So chi sei e tu sai chi sono io. Possiamo davvero fingere di essere estranei?”

“Tranne che siamo entrambi sostituti di Mistress Myrna, non sappiamo molto. Sappiamo che dovremmo aiutarci a vicenda. Mi aiuterai a fingere di essere un Dom. Ti aiuterò a fingere che ti piacciano gli uomini.”

“Non mi piacciono molto gli uomini”, replicò Petra. La signora stava esagerando. Ho avuto brutte esperienze con uomini che sono venuti da me troppo in fretta e sono diventati cattivi quando ho cercato di rallentarli. Da allora, mi sento più al sicuro con le donne. Ma so che gli uomini possono essere buoni. Sembri essere.”

“Forse quello che l’amante vuole che tu riconosca è che come sottomarino stile di vita, non puoi rallentare nessuno”, le ho detto. “Dovrai fare come ti è stato detto o rifiutare. Verrai abbinato a un’altra donna.” , come richiesto; ma (a meno che tu non lo abbia espressamente escluso) se la tua Alpha vuole offrirti a un uomo che conosce, o vuole vedere un ragazzo fare quello che vuole con te, cosa hai intenzione di fare? “

Il cameriere si avvicinò e ordinò Bloody Caesars per noi senza chiederle cosa volesse. Gli ho anche detto di darci 15 minuti prima che venisse a prendere il nostro ordine.

“Ci ho pensato”, ha risposto. “Non mi stai dicendo qualcosa che non so. So di essere una sottomessa. Posso ottenere di più ed essere più felice lavorando con una donna forte come Mistress Myrna che da sola. Da sottomessa come me, capirà, so anche che potrei avere il mio accordo di matchmaking affermando che non sarò dato ad altri (maschio o femmina) senza il mio consenso Myrna me lo ha spiegato ma per qualche motivo vuole che consideri di vivere senza questa protezione. non so perché.

“Forse vuole che tu pensi di più a cosa significa per te l’obbedienza. Non importa quanto sia dettagliato il tuo contratto, non importa quanto pensiero ci vuole per scriverlo, a volte ti verrà detto di fare cose che non vuoi fare. ” – forse hai una vera antipatia o paura di fare. Come farai a gestire questo?”

Il cameriere è venuto con i nostri drink. Petra ha aspettato che se ne fosse andato e io ho bevuto un sorso prima di continuare. Poi mi ha risposto. “Obbedirò,” disse, guardandomi con fermezza. “La Padrona non mi ha dato ordini su di te, a parte quello che hai sentito. Ma se mi ordini di andare a letto stasera, o se la Padrona lo fa domani, farò questo. quello che mi è stato detto.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *