Millville Ch. 15: TITANS VS COLTS – BDSM

di | 21 de Giugno, 2022

I TITANI CONTRO I puledri

(Nota dell’autore: mi scuso per il ritardo nella presentazione di questo capitolo. Il mio computer ha avuto problemi e mi sono perso! Se non conosci questo romanzo, ti suggerisco di iniziare dall’inizio. Tutto sarà più significativo. Spero che questa storia ti piaccia .)

*****

Suzie ed io abbiamo trovato il negozio senza intoppi, a dieci minuti di macchina a Knoxville dal ristorante dove avevamo appena cenato con tanti nuovi amici al meeting di Munch. “Ye Olde Pleasure Shoppe”, si legge sul grande cartello sopra la porta. Un cartello più piccolo accanto alla porta diceva “Adulti dai 18 anni in su, per favore”.

Ero stato diverse volte in librerie per adulti, ma ero interessato ai loro video porno e non ho passato molto tempo a navigare nei negozi per vedere cos’altro avevano. Non pensavo fosse roba da BDSM, ma potevo sbagliarmi. Per quanto ne so, Suzie non è mai stata in una struttura del genere. Non c’erano finestre per dare un’idea di come fosse l’interno, quindi eravamo entrambi un po’ nervosi quando abbiamo aperto la porta di metallo pesante.

Eravamo appena entrati dalla porta quando una giovane donna, un braccio coperto di tatuaggi colorati e alcuni piccoli anelli d’argento che apparivano in vari punti del suo viso, ci salutò felicemente. Ognuno di noi ha risposto timidamente: “Ciao”.

“Posso aiutarla?” lei chiese.

“No grazie. Non ora”, risposi. “Vogliamo solo dare un’occhiata”.

“Bene. Prenditi il ​​tuo tempo. Fammi sapere se hai qualche domanda. Mi chiamo Megan. E Jason è da qualche parte nel retro. Sarà lì anche per aiutarti.”

“Grazie, Megan.” Megane. Ero sicuro, mi ero già reso conto che eravamo dei neofiti, almeno in coppia, in un negozio di giocattoli per adulti. Il suo riferimento a Jason era probabilmente nel caso in cui non ci fossimo sentiti a nostro agio nel parlare con una donna di cose sessuali.

Abbiamo camminato per il negozio, facendoci un’idea del tipo di cose che avevano e siamo rimasti stupiti dalla varietà e dai tipi di gadget, strumenti, giocattoli e vestiti. Molta pelle, perlopiù nera. Dopo aver visto la varietà di cose, abbiamo iniziato a cercare seriamente le cose che pensavamo di poter utilizzare. Suzie ha suggerito di iniziare con le manette di pelle.

“Sembra che tutti li indossino”, ha detto. “Anche al Gala. Devono essere più comode di quelle manette che ti ha dato Bob.”

” Buona idea. Ora dove sono?

Per fortuna erano in una vetrina. “Penso che avremo già bisogno di aiuto”, dissi. Fortunatamente Jason si è presentato e gli abbiamo chiesto di aiutarci con le manette. Ci ha dato una breve lezione sui diversi tipi e abbiamo scelto un paio di polsini e cavigliere. Suzie li avvolse attorno alle rispettive nocche per assicurarsi che si adattassero. Pelle nera, foderata di pelliccia. Cosa potrebbe esserci di più comodo? O alla moda? È stato un inizio.

Jason ha afferrato un cestino per noi per portare le nostre selezioni mentre ci guardavamo intorno. Ci ha detto che avremmo avuto bisogno di moschettoni per attaccare le manette alle cose. Ricordando il consiglio di Len di acquistarli a un prezzo inferiore altrove, gli ho detto che ne avevamo già alcuni. Ho guardato la loro vasta linea di attacchi per l’impatto, tenendo, sentendo e persino schiaffeggiandomi il palmo. Nel frattempo, Suzie stava guardando attraverso i vestiti fetish, tenendo in mano dei vestiti molto sexy e studiando il suo aspetto allo specchio. L’ho vista portare cose a Megan allo sportello. Sospettavo che avesse scelto alcune cose con cui voleva sorprendermi. È stato un bene per me.

Ho scelto una racchetta in pelle con morbida imbottitura da un lato e dura pelle nera dall’altro. Misurava circa 3″ di larghezza per 12″ di lunghezza, esclusa la maniglia. Questo deve fare per i principianti. Mi fa ancora male la mano per i colpi di ieri. Ho pensato. La pala è andata nel cestino con le manette. Tutti questi articoli mi sembravano troppo cari, quindi ho deciso che per ora era abbastanza. Ho guardato il muro pieno di dildo e vibratori, ma dato che Suzie ne aveva già uno per ciascuno, non c’era motivo di guardarli. Ho chiamato Suzie per incontrarmi alla cassa (Megan). Suzie mi ha detto che ha scelto alcune cose, ma ha voluto sorprendermi con loro.

Megan stava aggiungendo il nostro assegno quando Suzie ha visto qualcosa nella cassa accanto a noi. “Oh guarda, Tom,” disse. Dev’essere quello di cui Leila ci stava parlando. Quello che usa su Len. Come li ha chiamati?”

“Si hai ragione. Gabbie per cazzi, credo. Sembrano un po’ complicati. Come stanno, mi chiedo?”

Megan, dopo averci ascoltato, si è avvicinata e ne ha tirato fuori uno dalla custodia. Lo ha smontato e poi ci ha mostrato come viene posizionato nei genitali di un uomo per impedirgli di avere un’erezione. Suzie sembrava imbarazzata nel sentire questo da un perfetto sconosciuto che le stava spiegando tutto come se fosse come lavorare con un apriscatole. Tutto in una giornata di lavoro. Megan ha chiesto se eravamo interessati ad acquistarne uno e ho subito detto di no.

Suzie disse: «Non ancora, comunque.

“Mai”, ho corretto.

Abbiamo lasciato il negozio con due borse di cose che avevamo scelto. Suzie indossava le sue “sorprese” e io indossavo le manette e la pagaia. “Era un negozio davvero interessante”, dissi a Suzie mentre ci avviavamo verso la macchina.

“E’ stato sicuramente così. Ho visto molte cose che mi interessavano. Dovremo tornare dopo che avremo più esperienza”.

“Sono d’accordo”, ho detto quando siamo arrivati ​​alla macchina.

Mentre tornavamo a casa, Suzie ha chiesto: “Hai parlato con Len delle cose che ha fatto per noi?

“Sì, l’ho fatto. Spera di finirlo entro questo fine settimana e ha suggerito di venire e può aiutare a sistemare le cose. Pensi che starai bene?”

Suzie ci pensò per un momento, poi disse: “Beh, sabato è la tua giornata di golf con Bob. Forse domenica”.

“Lo chiamerò domani e vedrò se lui e Leila stanno bene. Non vedo l’ora di farlo ora che abbiamo questa nuova cosa”.

Ho chiamato Bob il venerdì mattina successivo e lui ha detto: “Certo, Tom. La domenica funzionerà per noi. Sono sicuro che avrò finito con la panchina. La porteremo e ti mostreremo come funziona”. “assemblare. E forse possiamo trovare un modo per mettere insieme un modo per tenere prigioniera Suzie. Sai come ce l’abbiamo sulla porta del nostro armadio.

“Fantastico. Lo apprezzerei.”

“Oh aspetta un secondo. I Titans giocheranno domenica pomeriggio. Voglio davvero guardare la partita.”

” Anche io. Perché non vieni verso mezzogiorno e possiamo guardare la partita dopo che ci hai mostrato la panchina?

“Possiamo farlo, ma penso che dovremmo arrivare presto in modo che io e te possiamo andare al negozio di ferramenta per comprare alcune cose di cui avremo bisogno. egli è un negozio di ferramenta a Millville, giusto?

“Certo. C’è un Ace Hardware proprio accanto a noi. Allora perché non vieni alle undici? Suzie può prepararti qualcosa per pranzo e dopo la partita ordino una pizza. Va bene? “

“Perfetto. Ci vediamo domenica allora.”

“Fantastico. Non vedo l’ora di vedere cosa fai.”

Sono arrivati ​​puntuali alle undici di domenica mattina. Len e Leila stavano trasportando alcuni pezzi della panca per bondage che Len aveva fatto per noi. Sono tornato in macchina con Len per caricare le parti rimanenti. Dopo che ci siamo scambiati saluti, abbracci e baci, Len ha suggerito a lui e a me di andare al negozio di ferramenta di Ace in città per prendere le provviste necessarie. Abbiamo detto alle ragazze che saremmo tornati in meno di un’ora. Ero sicuro che si sarebbero scambiati domande e idee sul mondo BDSM in cui Suzie ed io stavamo entrando.

Len ha chiesto, mentre ci dirigevamo al negozio di ferramenta, “Allora, cosa avete comprato voi due al negozio per adulti a Knoxville l’altra sera?”

“Non molto,” risposi. “Abbiamo le manette ai polsi e caviglie e una racchetta di cuoio. Suzie ha una specie di vestito, ma non me lo mostra, quindi non so cosa abbia”.

“Oh,” disse Len. “Le sorprese. Le sorprese sono sempre buone. Quindi, se hai le manette, avrai bisogno di moschettoni per attaccarle a qualcosa. Prendiamole prima così non dimenticherai.”

Al negozio di ferramenta, Len ha chiesto dove avremmo trovato i moschettoni e l’impiegato in camicia rossa, “l’utile ferramenta”, ci ha portato nella parte posteriore del negozio dove apparentemente c’erano centinaia di taglie, per forme e tipi. di elementi di fissaggio. Len li esaminò e tirò fuori una dozzina di personaggi dallo schermo.

“Ecco quello che ti serve, Tom. Vedi, si aprono a entrambe le estremità, così puoi legare due cose insieme. Come una manette su una catena. Il che mi ricorda. Dobbiamo prendere una catena. Ah, ecco fatto. Len ha guardato a una dozzina di tipi e dimensioni di catene. Va bene. È quello che useresti per appendere una lampada al soffitto. È abbastanza forte e ha maglie abbastanza grandi da poter attaccare i moschettoni. Ha fatto tagliare un Pezzo di catena da 12 piedi. Ora solo un’altra cosa. Abbiamo bisogno di golfari da un pollice per tenere i pioli, i travetti, i montanti o la carta intestata. Ovunque troviamo il posto giusto nella tua casa per farti rinchiudere Suzie, come ha fatto Leila per io l’altra sera”.

“Certo che ricordo. Credi davvero che Suzie lascerà che la leghi in quel modo?”

“Lo farà se prende sul serio l’intera faccenda. Essere legati è un punto di partenza per il BDSM per la maggior parte delle persone. Ora andiamo laggiù così possiamo sistemare le cose e guardare la partita. Ho $ 25 sui Titans”. .”

La prima cosa che abbiamo fatto quando siamo tornati a casa è stata mettere insieme la panca bondage/sculacciata che Bob aveva fatto. L’abbiamo fatto in soggiorno, perché è lì che abbiamo lasciato tutti i pezzi e c’era molto spazio per farlo. Consisteva di soli sei pezzi di legno collegati da viti e dadi. Ci sono voluti meno di quindici minuti per metterli insieme, e questo includeva il tempo extra impiegato da Len per spiegarmi le cose. Len mi ha mostrato come potrebbe essere usato. Il sottomarino potrebbe sporgersi, perpendicolare alla parte superiore imbottita larga otto pollici. Questa parte superiore può essere alzata o abbassata a intervalli di due pollici per adattarsi all’altezza del sottomarino. Caviglie e polsi possono essere fissati a golfari vicino al pavimento in ogni angolo. La larghezza della panca era di circa trentasei pollici, in modo che le gambe potessero essere divaricate. Una seconda opzione prevedeva che il sottomarino si appoggiasse e si appoggiasse alla parte superiore imbottita longitudinalmente di lato. I polsi potevano essere attaccati in vari punti e le caviglie alle estremità della base.

“Vedi, Tom”, mi disse Len. “Il lato su cui deve appoggiarsi il sottomarino in questa posizione non è regolabile su e giù. Farò dei blocchi di legno su cui Suzie può stare in piedi, quindi quando si china in quel modo, sarà comodo. modella’ così Posso misurare le dimensioni che dovrebbero essere. Naturalmente, ci sono innumerevoli modi per mettere qualcuno su questa panchina. Ad esempio, Suzie potrebbe sedersi sulla parte della panca, arrampicarsi su di essa, i piedi tagliati sotto e le mani davanti, o dietro o addirittura sopra la sua testa. Quindi è vulnerabile a un sacco di gioco. Ti divertirai con questa panchina. Lo so. Leila si sta divertendo con me sopra.

“Sono sicuro che lo faremo entrambi. Hai fatto davvero un ottimo lavoro, Len. Dipinto di nero con rivestimento in pelle nera. Un sacco di golfari per fissare cose o persone. Ho notato che hai persino messo un cinturino di gomma sul fondo, quindi Non scivolo e non graffio il pavimento. Sembra che tu abbia pensato a tutto. Quanto ti devo?”

“Come ho detto. Solo il costo dei materiali. Era di circa $ 100.”

” È tutto ? Ho visto qualcosa di simile nel negozio per adulti, tranne per il fatto che non è andato in pezzi. Volevano quasi $ 500. »

“Lo so. Qualsiasi cosa relativa al sesso costa molto di più di quanto dovrebbe. Ma finché le persone sono disposte a pagarne il prezzo, perché no?”

“Hai ragione,” annuii.

“Ora abbiamo ancora tempo prima della partita per vedere dove possiamo inserire i golfari. Sai in quale stanza vuoi ‘giocare’?”

“In effetti, Suzie e io ne abbiamo parlato e abbiamo deciso che sarebbe stato meglio se potessimo usare la nostra camera da letto. Se mai avessimo bambini, possiamo comunque giocare di tanto in tanto se è nella nostra camera da letto”.

“Bene,” disse Len. Daremo un’occhiata”.

Siamo saliti in camera e Len si è guardato intorno. «È una stanza di buone dimensioni, Tom. Un sacco di spazio di archiviazione. Dovremmo essere in grado di riporre la panca lì una volta smontata.

“Pensavo forse in quell’angolo. Dov’è la scarpiera. È leggera e può essere spostata facilmente quando vogliamo giocare”.

“Sì. Dovrebbe funzionare. Ho il mio nastro qui. Misuriamolo. Come va la tua geometria?”

“Non sono mai stato molto bravo in matematica. Ho dimenticato la maggior parte di quel poco che sapevo. Perché?”

Lo faremo. Se misuriamo 5′ dall’angolo lungo entrambe le pareti, la linea diagonale tra questi due punti sarebbe di circa 7′. Ricordi il teorema di Pitagora? Il quadrato dell’ipotenusa di un triangolo rettangolo è uguale alla somma dei quadrati dei due lati. Quindi 25 più 25 e prendi la radice quadrata di quello. 7 al quadrato fa 49. Abbastanza vicino a 50, vero?

“Mi hai perso da qualche parte, amico. Sarebbe stato più facile se avessi appena misurato con il tuo metro. O stavi solo mettendo in mostra la tua abilità geometrica? Perché è importante comunque? ?”

“È importante perché è la distanza tra un golfare e l’altro. Quindi, se vuoi che i piedi di Suzie siano a 3 piedi di distanza, dovrai avere 2 piedi di catena su ciascun lato. Le braccia saranno attaccate. Tu’ Dovrà mettere un po’ più di potenza lì dentro perché i suoi polsi non raggiungeranno il soffitto”.

“Va bene,” dissi, un po’ confuso. “Penso di aver capito. Allora dove mettiamo i golfari?”

“A ben 5 piedi dall’angolo su entrambe le pareti. Vicino al pavimento sui plinti e gli altri vicino al soffitto sull’architrave sopra le travi del muro. Dovrebbero essere al sicuro lì.”

Guardando l’orologio, ho detto: “È ora di giocare. Scendiamo al piano di sotto. Possiamo mettere viti nei muri più tardi. Scommetto che le ragazze stanno cucinando il pranzo. Possiamo mangiare davanti alla TV. Sono un fan dei titani”. Ad ogni modo, ma oggi farò il tifo molto visto che hai soldi in palio”.

Abbastanza sicuro, le ragazze ci hanno preparato il pranzo e hanno portato i panini e le bevande nel soggiorno dove si trova la nostra TV a grande schermo.

Leila ha detto: “Mentre eri via, Suzie ed io stavamo parlando e abbiamo deciso di rendere la partita un po’ più interessante”.

“Cosa intendi?” Ho chiesto.

“Beh, so che Len ha una posta in gioco e conoscendolo, sono abbastanza sicuro che abbia scommesso sulla vittoria dei Titans. Giusto Leonard?”

“Sì”, rispose Len.

“Quindi ecco l’accordo”, disse Leila. “Dato che hai installato la nuova panchina e l’hai lasciata in soggiorno, abbiamo pensato che avremmo dovuto usarla. Perché non la portate qui in modo che mentre guardi la partita, puoi se i Titans sono indietro o in parità, Len può guardare il secondo tempo curvo sulla panchina e ogni volta che una delle due squadre segna viene schiaffeggiato dalla nuova pagaia di Tom e Suzie per un punto. quest’area. Ma sarò il giudice se i suoi pugni sono abbastanza forti. In caso contrario, io Li ripeterò io stesso, giusto?

Len ha risposto a questa domanda. “Sì, tesoro. Suona bene per me.” Potevo dire dalla sua voce che non vedeva l’ora, in realtà.

“Un’altra cosa”, aggiunse Leila. Se i Colts vincono, verrai battuto di nuovo. Uno per ogni punto segnato. Ma se la tua squadra vince, la tua ricompensa non sarà più una sconfitta. Tuttavia, poiché guadagnerai denaro, per compensare ciò, aggiungerò una settimana più un giorno per ogni punto guadagnato al loro tempo di castità”.

“No!” gridò Len. “Non è solo Leila. Stavi per farlo sbloccare stasera. Ricorda, dopo che Tom e Suzie se ne sono andati lo scorso fine settimana, hai detto che dovevo rimanere rinchiuso fino a stasera”.

“È vero. L’ho detto. Ecco perché ho pensato che avrebbe reso la partita molto più divertente da guardare per tutti noi. C’è molto da fare in questo momento, vero??”

“Sì. Ma continuo a non pensare che sia giusto. Non ti viene in mente nient’altro? Forse un’altra scommessa?”

“Leonard! Sai che è meglio non mettere in discussione le mie decisioni. Solo per questo, raddoppia i punti guadagnati. E ti consiglio vivamente di smettere di lamentarti, altrimenti ci vorranno settimane anziché giorni. Forse dovresti semplicemente iniziare a fare il tifo per i Colts .”

Con quella questione decisa, abbiamo iniziato a guardare la partita ormai importantissima (almeno per Len) e abbiamo pranzato.

Punteggio del primo tempo: Colts 14, Titans 10.

“Okay Len, togliti i vestiti!”

Con riluttanza ma obbediente, si alzò, si tolse tutti i vestiti, comprese scarpe, calzini e biancheria intima, e si avvicinò alla nuova panca sculacciata.

Suzie fu la prima a notarlo. “Oh guarda, Tom,” esclamò. Usa la sua gabbia di castità. Posso vederlo da vicino, Leila?”

“Certo, vai avanti. Gioca dentro di lui. Guarda come si sente. Gioca con le sue palle. Lo farà provare a crescere nella gabbia, ma ovviamente non può”.

Suzie è andata da Len e ha fatto proprio questo. Len gemette mentre giocava con lui. Non un gemito di gioia, ma un gemito di frustrazione. “Ascolta, Tom. Non è fantastico? Un giorno dovremmo comprartene uno.

“Non può succedere. Ti stai dimenticando? Io sono il dom e tu sei il sottomarino. E questa è stata tutta la tua idea, vero?”

“Hai ragione. Sta così bene su Len.”

“Beh, guarda bene, perché quello potrebbe essere l’unico sguardo che tu abbia mai avuto.”

“Oh, Tom,” disse Leila. Non sei affatto divertente. Se tu fossi mio, ti farei rinchiudere per mesi”.

“Beh, io non sono tuo, e questa è una buona ragione per cui non lo sono.”

Len, annoiato di stare lì e di avere la sua gabbia a discutere, ha detto: “Posso almeno rimanere alla fine in questo modo in modo che il mio corpo riposi lungo la panchina per il resto della partita invece di guardare a terra”.

Leila ha risposto. ” Certo. È giusto farti vedere il tuo destino svolgersi. Guardandomi, ha detto: «Tom. Ora possiamo usare l’hardware del tuo negozio per adulti, così come l’hardware del computer se per te va bene”

“Certo. Solo un minuto.” Sono andato di sopra a prendere le manette di pelle e la pagaia che Suzie e io avevamo appena comprato, poi mi sono fermato in cucina dove avevo messo l’attrezzatura. Elementi.

“Fantastico,” disse Leila mentre gliele consegnavo tutte. Ha messo i polsini e le cavigliere su Len, poi ha assicurato le caviglie alle estremità della base e i polsi al lato opposto della panca, usando i moschettoni. Ora aveva le gambe divaricate, il busto disteso sulla panca, le braccia tese in avanti e fissate a golfari sul lato opposto della panca. Almeno era di fronte alla televisione.

Suzie disse: “Non dormire, Len. Non voglio perdermi nessuna azione”.

Inizia il secondo tempo e presto i Colts stanno attraversando il campo, ma si accontentano di un canestro.

“Va tutto bene, Tom”, disse Leila. “Dagli tre colpi con questa nuova racchetta. E usa il lato in pelle, non il lato morbido”.

Ho preso la pagaia e ho dato a Len tre bei colpi in culo. Almeno pensavo fossero buoni. Len, tuttavia, rimase in silenzio.

«No, no, Tom», disse Leila. “Non essere un codardo. Dammi la pagaia.” Ha quindi proceduto a sferrargli tre pugni duri, ognuno dei quali suscitando un forte “ahi” da Len. “Non è più così. Nella prossima colonna sonora, vedremo che lo fai urlare così”.

Sfortunatamente (o fortunatamente, a seconda di come la guardi), i Titans hanno poi corso per l’intera lunghezza del campo e hanno segnato un touchdown. Punteggio in parità, 17 a 17. Altri sette successi. Non volendo sembrare una femminuccia, questa volta le ho davvero schiaffeggiato il culo. “Ahi! Ahi! Sempre più forte fino al settimo colpo.”

“Meglio, Tom. Adesso lo capisci. Il punto è far soffrire la tua sottomessa. Molto. Altrimenti, nessuno guadagna niente. Tu no. Nemmeno lui.”

Le squadre si sono scambiate punti avanti e indietro fino a un minuto dalla fine, i Titans avevano un vantaggio di 33–27, ma i Colts avevano la palla e stavano attraversando il campo. Len ha mostrato emozioni contrastanti. Voleva che i Titans fermassero i Colts da un lato, ma dall’altro voleva che i Colts facessero un touchdown. Improvvisamente, un passaggio a bordo campo vicino alla linea delle dieci yard è stato contrastato in aria dal ricevitore della Colt e intercettato da un Titano che aveva un campo libero di fronte a lui. Scegli 6! Tutti nella stanza urlavano. Tranne Len, che non riusciva a capire cosa volesse in questo momento. Tutto quello che sapeva era che era più ricco di $ 25. Ne e ‘valsa la pena?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *