Not Quite “Free Range” Beef – BDSM

di | 21 de Giugno, 2022

Hefty si chiedeva se, ora che aveva rinunciato al sesso penetrativo, Vevina avrebbe cambiato il suo soprannome, ma questo avesse più a che fare con la sua abilità nel rugby, quindi forse no.

Ora stava guardando il timer. Il ragazzone non doveva venire fino a quando l’orologio non avesse ticchettato, e si sentiva un po’ sciocco, inginocchiato in mezzo al pavimento, toccandosi.

Vevina, completamente vestita, leggeva “Mirabella” sul divano. Negli ultimi quarantacinque minuti lo aveva guardato una o due volte e aveva riso, ma era finita.

Non è stato così male come il mese scorso – Vev lo ha messo su un Humbler e ha insistito affinché si arrendesse. Sembrava insormontabile perché non riusciva a raggiungere la schiena per farlo, e anche sdraiato sulla schiena e tirando giù era quasi impossibile toccare il suo cazzo bloccato.

Alla fine, Beefy ha strofinato il suo cazzo da dietro contro una porta fino a quando non ha ottenuto un “disordine”, quindi Vev ha insistito per girarsi e leccarlo.

Ma era stato esilarante e umiliante. Il mese prima, Beefy deve essersi strofinato guardando Vevina baciare il suo ragazzo sul divano.

Ad un certo punto, il ragazzo di Dexter ha deciso che aveva bisogno di fare pipì e Vev ha insistito affinché Beefy smettesse di masturbarsi per aprire la bocca e accettare la pipì di Dexter!

Quindi, ovviamente, ha invitato degli amici circa quattro o cinque mesi fa? Novembre? per le tue rate mensili…

Era stato qualcos’altro, belle donne in abiti da cocktail, lunghe gambe incrociate, che ridevano, fissavano il rossetto.

E dicendogli “Okay, smettila ora, muscoloso” o “Cambia mano”

Trenta giorni in metropolitana e poi la sua “giornata divertente” è stata sempre dura… ma wow!

Era stato tutto commovente, umiliante e straziante, sì, tutti e tre.

Cosa è successo all’adorabile specializzazione in relazioni internazionali al Peasemark Conservatory?

Vevina, che ha flirtato in modo così civettuolo quando Beefy è arrivato al mixer come BMOC con la squadra di football Buttermilk U?

Ora Beefy guardò Vev, che lo guardò sulla sua rivista.

“Cosa c’è che non va, ragazzo arrapato?” Sorrise civettuola.

“Non so se riesco ad arrivare al cronometro, Vev.”

“Questa è la regola questa volta. A gennaio, la regola era che dovevi venire in cinque minuti, usando la mano sinistra, e ti lamenti anche di quello.”

“Ma… ma è passato così tanto tempo, io… odio i timer da cucina… e non posso andare avanti così a lungo. Sono troppo, troppo caldo per venire, e sono passati ventinove, trenta giorni.”

Vevina tirò fuori un seno dalla sua parte superiore e lo salutò con la mano, stuzzicando il capezzolo rosa.

“Non mi aiuta a procrastinare, ma è molto bello.” Beefy cercò di sorridere.

Alleviò ancora di più l’attrito del suo cazzo e si morse il labbro, cercando di arginare l’onda che sapeva stava arrivando. Gesù, erano solo altri dodici o tredici minuti.

“Ho un’idea.” Vev tirò indietro il petto e si alzò, e i suoi talloni ticchettarono mentre girava intorno a Beefy e prendeva un grazioso piccolo interruttore di vimini.

“Metti le mani dietro la schiena. Ti calmerò, Beefy.”

“Oh, per favore non…”

“È molto meno doloroso di quello che ti farò se vieni prima che scada il timer.”

Beefy sapeva che era, ovviamente, vero. Ha messo le mani dietro la schiena e ha cercato di masturbare il suo cazzo.

FOTOGRAFIA! A BUON MERCATO!

Oh, fa male.

TUTTO!

Beefy si morse l’interno della guancia. Non voleva urlare. Poteva ridere di lui senza pietà, oh, come giocava quando piangeva.

“Okay, sembri un po’ più calmo. Ha lasciato un segno sulla punta del tuo Willy.”

“Sì grazie.”

“Solo altri nove minuti, tesoro.” Vev si è chinata e ha mostrato la sua scollatura, che ha rovinato tutto il buon lavoro con il raccolto. Poi si alzò, girò le natiche e si sedette.

Beefy iniziò a strofinarsi timidamente la punta del suo cazzo mentre Vevina controllava il suo telefono. La sua faccia era luminosa, quindi questo significava chi era il ragazzo…

…Il sapore del mese probabilmente la stava contattando.

Ma in realtà non era un uomo. La migliore amica di Vev, Faith, che l’ha aiutata nella prima eccentricità di Beefy, le ha inviato una foto di suo marito, che sembrava sbalorditivo con un tutù da ballerina rosa e un lucidalabbra.

A quel tempo, era così strano. Beefy, che Vevina adorava appena, ha chiesto a Vev di sculacciarla più di una volta, e lei lo ha beccato a strofinarsi la pipa sul naso mentre si masturbava.

Era così diverso dalla folla muscolosa – barzellette sporche, rutti, vittorie nei tornei di freccette, e non era sicura di poter gestire il cambiamento allora, povera Vevina.

“Ma Vev, tesoro, puoi trovare ragazzi così ovunque e scoparli, ma chi ha bisogno di una cagna maschio a tempo pieno?” La fede era inevitabilmente pratica.

Mettere la “carne” di Beefy in una piccola gabbia e solleticarlo e stuzzicarlo in nuove abitudini ha davvero trasformato il loro matrimonio!

Ora Beefy e Vev facevano yoga insieme, facevano lunghe passeggiate ed erano nel coro della chiesa. E la casa generalmente era immacolata, anche se spesso nasceva un bravo chef, non fatto, quindi Vev si occupava sempre dei pasti.

Ora Vev ridacchiò, guardando suo marito che lottava per non schizzare prima. È passato ancora un mese per lui.

Vev teneva Beefy nudo a casa e si divertiva costantemente a giocare con il suo povero membro in gabbia. Farlo espandere e diventare blu nelle sbarre di contenimento è stata un’esperienza gloriosa.

Aveva una collezione di lingerie che probabilmente rivaleggiava con quella di Madonna all’epoca, e in qualche modo il poveretto era così eccitato per la maggior parte del tempo che non ne aveva davvero bisogno.

Beefy diventerebbe viola e inizierebbe a emettere precum se la vedesse in tuta!

E Vev amava che Beefy non la penetrasse più e si addormentasse. Nessuna frustrazione per questa ragazza! Poteva passare ore tra le sue gambe quando non la massaggiava.

E ogni tanto, per divertimento, Vev prendeva la salsiccia di Beefy in bocca, nella gabbia, ovviamente, e faceva scorrere le labbra carnose su e giù, solo per sentirlo sussultare, perché non sarebbe venuto, nemmeno con questo squisita provocazione.

E Vevina aveva un sacco di cazzo tra l’altro. E a Beefy veniva spesso ordinato di servirli, motivo per cui sapeva davvero qual era il “sapore del mese”, personalmente!

Al lavoro, i colleghi di Beefy erano a bordo e, quando non c’erano clienti, insistevano perché fosse più forte anche lì.

Beefy ha mangiato tutte le ragazze dell’ufficio, dall’addetto alla reception di 19 anni al contabile di 70 anni, e ha mantenuto le sue prestazioni “critiche” piuttosto alte.

Dopotutto, era sempre pronto a divertirsi dato che poteva venire solo una volta ogni trenta giorni, giusto?

Ora era il momento, il timer della cucina stava per suonare e Beefy sembrava speranzoso.

“Non strofinare troppo in fretta, penso che ti darò altri quindici minuti, capito?”

Vevina sorrise a Beefy, che sembrava sul punto di piangere, ma poi disse: “Qualsiasi cosa, Vevina, ti amo davvero!”

Il matrimonio non è straordinario!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *