Sibling Revelry – BDSM – Literotica.com

di | 21 de Giugno, 2022

La moglie di Lombard Londergan è stata chiamata “Grappa alla menta” Smythe dai suoi genitori ubriachi. “Peps” in breve, dopo che si è calmata molti hanno pensato che fosse l’abbreviazione di “Pepsi-Cola”.

Lombard amava Peps. Era un diavolo di presa in giro.

È stato così difficile per Lom quando Peps ha afferrato il suo cazzo nello spogliatoio della piscina del clubhouse. Peps indossava un bikini nero che contrastava così tanto con la sua gelida criniera bionda.

Le unghie scarlatte di Peps tirarono il costume da bagno di Lom, accarezzandogli il cazzo duro.

“Lommy, ti piace, patetico finocchio, ti piace quando la mamma strofina quella pallina che chiami pene?”

Lom non riusciva a scopare Peps molto spesso, ma ogni volta che lo beccava mentre si masturbava, attivava il suo cazzo e lui si eccitava terribilmente, e allo stesso tempo se ne pentiva profondamente.

Qui, nello spogliatoio, con la porta chiusa a chiave, Lom è rimasto incantato dal corpo snello della sua bellissima moglie, così femminile…

Tutto tette e culo, e tutto naturale. Spesso Peps indossava pellicce e abiti esotici. Dargli piacere potrebbe essere un compito arduo se Lom non fosse stato in guardia.

Peps era aggressivo, impaziente, e quando era davvero di cattivo umore, usava il suo bastone con una precisione mozzafiato sulle natiche nude di Lom e occasionalmente sul suo cazzo.

Di tanto in tanto, Peps accarezzava i capezzoli di Lom e poteva far cadere il povero idiota a terra e urlare.

Ma ora Peps aveva voglia di ridere e Lom si stava godendo la masturbazione, ma oh era così frustrato. Gli baciò il collo e l’orecchio e le sue lunghe unghie rosse fecero un lavoro fantastico sul suo cazzo gonfio e allungato.

“Come stai bellezza?” la voce roca raggiunse l’orecchio di Lombard.

“Quando ero con Derek ieri sera, ho pensato a te a casa a guardare ‘The Daily Show’ e cercare di infilare le dita in quella piccola gabbia.”

Lom ha implorato Peps di metterle una cintura di castità, ma la fantasia ha superato di gran lunga la realtà, il che è stata un’esperienza un po’ triste.

Lom ora si contorceva e respirava affannosamente mentre le dita di sua moglie giocavano intorno alla punta del suo glande. Pep strofinò le tette del bikini contro il petto di Lom mentre si muoveva, ei suoi abbracci erano così narcotici.

Lom voleva che Peps gli fosse leale, ma come faceva spesso notare sua moglie, quanto sarebbe stato divertente?

Ovviamente doveva capire perché si stava divertendo con ragazzi alti e belli come Derek.

Lom era un fornitore relativamente buono, ma in realtà, cos’altro? Scelto per ultimo al parco giochi per il kickball, Lom era un bambino malato che aveva bocciato la scuola di biblioteca del college e doveva andare a lavorare con suo padre all’ufficio postale.

Essere un nerd era già abbastanza brutto, ma essere inutile era peggio, commentò una volta Lom. “Se fossi un secchione di scienze e matematica, almeno farei un sacco di soldi, ma i secchioni della letteratura vengono picchiati a scuola senza ricompense future!”

Lom aveva sempre avuto serie fantasie sulle donne dominanti, ma credeva che la maggior parte delle ragazze sexy che volevano punire gli uomini sposassero i ricchi, o almeno le ragazze attraenti.

Le ragazze con cui Lom ei suoi amici uscivano erano grasse troie che avevano incontrato ai gruppi di Dungeons and Dragons, alle convention di fantascienza e al negozio di fumetti.

Lom ha incontrato Peps al negozio di articoli da regalo Dungeonopolis, dove è andato a noleggiare video provocatori.

In questo periodo, Peps usciva con Barthomelew Wicks. “Batty” era un sottomarino relativamente ricco, ma un po’ di tipo “top-down”.

Lom e Peps hanno avuto conversazioni divertenti sul BDSM al negozio di articoli da regalo, che vendeva attrezzatura da bondage e cose del genere.

Peps ha scoperto che Lom la faceva ridere. Quando Lom ha trovato Batty e Peps che litigavano nel parcheggio, ha cercato di intervenire e Batty, sebbene sottomesso alle donne, non ha avuto problemi a sbarazzarsi dell’idiota salvatore di Peps.

Peps ha scaricato Batty (dal momento che aveva comunque svuotato il suo fondo fiduciario) poi ha portato Lom a casa e si è presa cura del suo occhio nero e del naso rotto da quando era un’infermiera…

E la loro relazione è cresciuta da lì. Lom era un sottomesso migliore ed era così colpito da Peps che raramente offriva alcun tipo di “critica costruttiva”.

E sicuramente era un benedetto cambiamento rispetto alla strana ragazza che aveva visto alla Fiera del Rinascimento… che sembrava, in cotta di maglia, come un camion della spazzatura.

La grappa alla menta piperita Smythe era, nuda, uno spettacolo glorioso!

Peps ha convinto Lom a lasciare l’ufficio postale e ad occuparsi della casa per lei, ma poi ha bevuto un bicchiere di champagne a una festa, volendo essere “Deliziosa per una notte”, il che ha portato alla guida in stato di ebbrezza e alla frode delle prescrizioni.

Entrambi disoccupati, Lom e Peps hanno iniziato a filmare le loro sessioni BDSM e anche Peps ha preso clienti con cinture di castità come portachiavi.

E alcuni dei clienti di Peps erano piuttosto ricchi. Uno di loro, Theo, aveva un costume costoso a cui Peps partecipava regolarmente. Theo stava facendo una grande festa, molto formale, e Peps gli si avvicinava in abito da ballo e chiedeva a Theo di spogliarsi.

Theo la pregò di non umiliarlo, ma poiché era implacabile, si spogliò lentamente davanti ai suoi ospiti ridenti. Quindi Peps lo ha colpito, prima con la coda e poi con la coda davanti agli spettatori esultanti…

Dopo un po’, a Theo sarebbe stato ordinato di girare l’angolo e fare sesso orale con alcuni uomini, mentre tutti gli altri continuavano a bere champagne ea divertirsi.

Gli amici di Theo lo hanno tollerato solo una volta, quindi Theo dovrà assumere attori e attrici per interpretare i ruoli dei suoi amici “sorpresi” che lo hanno umiliato.

Lombard avrebbe filmato questa esperienza e Theo avrebbe guardato e masturbato fino a dover ripetere l’intera elegante esperienza di umiliazione.

Peps ha anche tenuto seminari alle mogli dominanti interessate su come violentare correttamente i loro mariti con una stecca e per quanto tempo una moglie poteva appendere il marito per i capezzoli forati.

I soldi scorrevano, ma non avevano bisogno di spendere molto, perché Peps aveva le chiavi della castità dal proprietario del supermercato e dal gestore dei servizi pubblici della città…

Ora, negli spogliatoi del country club di appartenenza, Peps stava strofinando ancora un po’ il cazzo di Lom, sussurrandogli altri insulti all’orecchio febbricitante.

“So che pensi che ti lascerò venire presto, Lombard, ma stasera ti porterò a casa e ti frusterò la pipì finché non urlerai per il dolore.”

Lom gemette in una combinazione di paura e desiderio. Era pronto a sgorgare, ma sapeva che se si fosse imbattuto nelle sue belle mani, sarebbe stato un inferno per pagare proprio lì negli spogliatoi.

Forse potrebbe anche prendere una pagina dal libro di Theo e portare fuori Lom e punirlo di fronte agli altri membri del country club!

Oh, annusa il suo profumo, il profumo stava cominciando a ipnotizzarla.

La voce di Peps tornò. “Potrei portare quel bagnino laggiù e violentarti la bocca e il culo. Tyrone può afferrarti le orecchie e fotterti…

Che altro usi, sei solo una puttanella piagnucolona, ​​e lo sai, povero marito?

Lom pensò a Tyrone, che si chiamava “T-Bone”, un bagnino nero alto e muscoloso ea come l’uomo fissasse spesso le tette di Peps nel minuscolo bikini.

Sebbene Peps alla fine sia tornata in riabilitazione e abbia smesso di bere e drogarsi di nuovo, spesso usciva con i bagnini mentre bevevano, si mettevano in fila e la palpeggiavano.

“Per favore, oh Peps. Non tradirmi di nuovo. E per favore non lasciare che T-Bone…”

“Lascia che T-Bone Tee-bone il tuo culo magro?” Ride crudelmente. “Perché no?”

Lom ora stava cercando di spingere il suo cazzo nella sua mano, il che aveva rallentato l’attrito. il tuo cazzo Fammi creare attrito.

Non voleva venire per errore, ma un po’ più di stimolazione non gli avrebbe fatto male, vero?

Peps scoppiò a ridere. L’ha strofinata tutta scollatura sul viso di Lombard… i suoi seni morbidi erano stupefacenti.

“Forse mi metto le mie mutandine bianche a balze, la roba francese che mi hai comprato, con le giarrettiere e le calze e i tacchi alti, e ti prendo in giro mentre ti fai inculare…

Sì, per due o tre soccorritori. Potremmo filmarlo e venderlo al negozio di articoli da regalo di Dungeonville”.

Lom ci ha pensato e ha iniziato a piangere piano, ma il suo cazzo ora era come un missile MX.

“Potrei farti indossare le mutandine e fare un pompino serio. Tuo cugino Loeb mi ha detto che al college eri usato dai tuoi fratelli della confraternita come un buco sessuale itinerante e questo è il vero motivo per cui hai rinunciato, non fumare erba.”

Lom abbassò la testa per la vergogna. Il suo cazzo ora gocciolava prima dello sperma. Sapeva che anche Peps avrebbe fatto quello.

Lombard e Peppermint Schnapps andavano alle feste a tema BDSM, e mentre beveva champagne con altre dominanti, la povera Lom veniva lasciata nuda e incatenata al muro, da cui penzolavano le manette.

Era come le feste di Theo, tranne per il fatto che Theo organizzava sempre le sue feste “finte” che finivano dopo un piccolo pompino traumatico, ma le feste vere duravano tutta la notte, con il povero Lom e le altre sottomesse che succhiavano fino ad avere una mascella dolorante.

Servire un cazzo dopo l’altro mentre Peps rideva di lui e continuava a bere champagne e collo con altri bei ospiti.

“Cosa c’è che non va piccola?” chiese Peps dolcemente.

“Pensate a tutti i cazzi che dovevi succhiare, o ai cazzi che le mie labbra carnose succhiavano, mentre guardavi tutto geloso e sconvolto…

Sì, succhierò qualsiasi cazzo tranne il tuo. e il tuo cazzo stanotte sarà rinchiuso in questa piccola prigione mentre io vado a una festa di pompini… io succhierò e tu puoi succhiare e poi verrò mentre i ragazzi mi fottono!”

Lom, singhiozzando, poteva solo immaginare.

“E io vengo, ma quando i ragazzi ti entrano nel culo, il tuo cazzo verrà frantumato in quella gabbia di castità. Questo ti eccita, vero?”

Lom doveva essere d’accordo. Non è mai stato rinchiuso per più di poche settimane, ma sapeva che Peps aveva pianificato di dargli più tempo, sperando che lo avrebbe aiutato a diventare un sottomesso.

“Lo terrò sempre più a lungo. La voce di Peps riecheggiò i pensieri di Lom.

“Il suo cazzo sarà sempre rinchiuso in questa piccola prigione o verrà fuori per giocare con me, o per STOMP-” qui gridò la parola “Stomp” prima di tornare a toni dolci e sprezzanti.

“E pensa, mi facevi pompini, anche se sapevo che schiavo, che potenziale sottomesso potresti essere.”

Lei ride raucamente.

“E ora sto iniziando a scoprire che omosessuale sei. Ti piacciono le donne, ma sei molto più utile come bocca ambulante.”

Lom sapeva che doveva andare piano. Peps ha trasformato il suo primo marito in una puttana travestita, poi gli ha congelato le palle nel ghiaccio e le ha tirate fuori…

Cosa farebbe se lei volesse fargli questo?

Ora, il primo marito di Peps era sposato con un ex detenuto che aveva un cazzo delle dimensioni di una mazza da baseball, sembra dalle cose che Peps guardava su Skype.

Ma l’ex marito, che ora era moglie, sembrava felicissimo.

Improvvisamente Peps smise di strofinare. “Sono annoiato. Rendi il tuo cazzo morbido e togli la faccia dalla mia scollatura. Smettila di fissarlo.”

Lom ha cercato disperatamente di pensare a qualcosa che gli avrebbe tirato giù il cazzo. Segna nel Superbowl, o porta fuori la spazzatura, ma il suo schlong era piuttosto consumato dall’apprezzamento della sua gloriosa moglie.

Digrignando i denti per la rabbia, Peps prese una gruccia metallica da un armadio aperto e accarezzò il cazzo di Lom tre o quattro volte finché non divenne soffice e morbido, e iniziò a piangere piano.

Ora era di nuovo difficile, con il pensiero di tutto quel dolore e quell’umiliazione.

Ma fortunatamente Peps era un po’ distratto.

Qualcuno bussò alla porta dello spogliatoio. In realtà, essendo una coppia relativamente operaia, Peps e Lombard non dovrebbero essere membri di un posto così esclusivo.

Ma Peps era la chiave per le cinture di castità di diversi anziani del consiglio, e lo ammisero e lo misero persino in borsa… era gratis!

Peps aveva persino convinto i suoi casti membri del consiglio a consentire finalmente a ebrei, neri e transgender di entrare nel club con uno sconto, e ora stava iniziando a essere un’organizzazione vivace.

Peps aveva trovato un lavoro per lo spreco fratello minore di Lom, Launceford Londergan, come addetto agli asciugamani negli spogliatoi (era ubriaco a guardarli dal suo stand)

Tutto quello che Lancey doveva fare era rimettere a posto gli asciugamani, che non aveva nemmeno piegato bene, e bere un po’ di Night Train Peach Chablis.

Poche ore dopo, Peps stava visitando il più giovane dei Londergan, Levi.

Quando si avvicinò a Levi, che stava lucidando la sua Harley-Davidson, lui la guardò con un po’ di disprezzo.

“Allora come stanno i secchioni e i pigri?” Significato, ovviamente, secchione lombardo e Lancey ubriacone.

Levi non era il più carino dei fratelli Londergan (che erano molto semplici), ma aveva più attitudine.

Disoccupato, Levi sentiva di avere diritto alla vita e ne ricavava quello che poteva.

Sua moglie Dascha, era un’ex modella israeliana, ma lui la frustava crudelmente abbastanza spesso e spesso lo pregava di leccarle gli stivali e di succhiarsi le dita dei piedi… e dato che aveva il suo negozio di cosmetici, Levi non lo faceva. notevolmente.

Peps sorrise esitante. “Beh, Lancey ha ancora l’asciugamano al country club, e Lon sta producendo i miei film. Come stai?”

“Non sto ingrassando.” disse Levi con calma, mentre esaminava sua cognata.

Peps guardò le sue scarpe. Cercò di non far tremare il labbro inferiore.

“Ho cercato di non ingrassare, signore, ma ho attraversato una situazione molto stressante…”

“Voi mucche avete sempre delle scuse. Grandi, grandi, due per quattro, non potete passare dalla porta della cucina.”

“B-ma signore, io-“

“Sempre scusa, vero Chubbo? Gemiti, gemiti, puttana, gemiti.”

A un metro e ottanta, Peps pesava circa cento libbre, il che non era un’esagerazione, ma era grande come una ragazzina e Levi lo sapeva.

“Non indossi un reggiseno, vero, Pudgie?”

“N-no Levi. Mi avevi detto di non farlo.”

“Alza la maglietta, fammi vedere quei capezzoli di mucca.

Ha fatto male molto rapidamente, perché la maggior parte degli uomini sbavava sul supporto Peps. Ma con riluttanza indossò il suo top rosso attillato, che aveva comprato solo per Levi.

Mentre mostrava i suoi seni pieni con lunghi capezzoli rosa, pregò che lui le fosse grata.

Levi guardò e scosse la testa. Si frugò in tasca, tirò fuori un elastico e lo tirò nel petto destro di Peps.

Lei urlò e Levi sorrise. Prese una scatola di fiammiferi, accese un fiammifero e lo agitò contro il petto sinistro, e Peps fece del suo meglio per rimanere fermo.

Si stava bagnando molto, però. Levi era così sexy.

“Impara a prenderlo, vero, Piggie?” »

“S-sì, maestro Levi.”

Levi rise, andò in un cespuglio vicino e tagliò un lungo ramo spinoso.

“Stamattina stavo frustando i seni di Dascha. Avresti dovuto sentirla urlare. I vicini ci stanno guardando.”

“Levi, girerò più tardi e non riesco a sfregiarmi il seno-“

“Volevi che ti incoraggiassi a lavorare sulla tua perdita di peso. Più piccolo è il tuo seno, meno dovrò martellare, non credi?”

“Ma-“

“Devi perdere circa quindici, forse dieci libbre. Dascha pesa solo quaranta libbre ed è più alta di te, circa un metro e mezzo.

Come Peps odiava Dasha. Si è divertita quando Levi le ha permesso di frustare il culo nudo e la merda di Dascha nella bocca di Dascha.

Ma sapeva che a Levi piaceva di più Dasha. Dascha era una sottomessa migliore, soffriva in silenzio, era molto più carina e naturalmente ricca.

“Perché mangi come un maiale arrapato, Peppermint Grappa?”

“Non sono davvero-“

“Stai zitto e tira fuori quelle tette.” Levi si fermò e agitò in aria il ramo di biancospino. “Metti le mani dietro la schiena. Tieni la maglietta arrotolata su quelle tette di anguria. Come fai ad alzarti, ti giri mai?”

Levi scoppiò a ridere. “Non potevi andare a scuola di trapezio perché eri troppo giovenca, e anche la tua insegnante di danza pensava che fossi una Tubbette da due tonnellate, giusto?”

Come avrebbe voluto Peps non aver mai detto a Levi quello che gli aveva detto Madame Wisdom.

A BUON MERCATO!

Peps sentì un dolore lancinante ai capezzoli. Oh, quel ramo fa male. Strinse i denti e si chinò. Non poteva urlare.

«Raddrizzati, Paula Plumpie. Non ho bisogno dei tuoi grugniti e inchini come un coolie ubriaco.

PAOLO! Di nuovo sui tuoi capezzoli.

Peps iniziò a singhiozzare. Il dolore era intenso, ma era più perché sentiva di non essere impressionante e di soddisfare il tuo Maestro.

Era una situazione molto insolita, essere Dominante per un fratello e Schiavo per un altro, ed era esacerbata dal fatto che Peps fosse così innamorato di Levi, anche se amava molto Lombard, e avesse suonato una o tre pipa a Lancey.

Levi distolse lo sguardo disgustato ora.

“Piangendo, è così disgustoso. Ti sei truccata e ora il tuo mascara e il fondotinta ti scorrono sulle guance come lava vulcanica. Come una bolla fusa di non so cosa.”

Peps voleva davvero inginocchiarsi e masturbarsi… e voleva succhiare il cazzo di Levi.

Ora Levi agitava più e più volte il ramo di biancospino mentre il povero Peps si chinava, afferrandole i seni.

Le sue mutandine erano inzuppate, l’avrebbe scopata oggi? Era passato un po’.

Levi era l’unico uomo che non l’aveva messa su un piedistallo, la trattava come la mascalzone che credeva di essere.

Ricordava a Peps di inseguire Madame Sagesse, la sua insegnante di danza dopo le lezioni.

PEPS iniziò a singhiozzare.

Wisdom era una donna piuttosto arrogante con i capelli neri corti e dopo che Wisdom aveva criticato spietatamente la goffaggine di Peps al bar…

La saggezza spesso prendeva un bastone e ordinava a Pep di tirare giù il body e di essere picchiato prima del resto della classe.

Le giovani donne sui vent’anni potevano essere piuttosto crudeli e Peps spesso si sentiva terribilmente imbarazzato, ma allo stesso tempo si eccitava così tanto.

Ha davvero capito cosa hanno passato Lom, Theo e gli altri sottomessi quando li ha umiliati davanti a una folla. Così intenso!

Una volta che la classe si era dispersa, Peps portava spesso Wisdom in un motel vicino per un’adorazione orale approfondita.

E tutto era andato bene… Peps era stata una ballerina per un po’, e la sua grazia e la sua buona forma le avevano fatto guadagnare diversi spettacoli come modella fetish.

Ma non vedeva Wisdom da un decennio, ed era un’ottima cosa che adesso Levi si prendesse cura di lei, nessun ego gonfiato per lei!

Ora Levi ha lasciato che Peps si tirasse dolorosamente la maglietta sui capezzoli selvaggi.

“Sei fortunato che ho smesso di fumare. Mi piacerebbe mettere un po’ di culo in una di quelle borse divertenti.” disse Levi ridendo.

“E adesso, signore?”

“Penso che mio fratello perdente stia cercando di chiamarti sul cellulare, Cow Breath”

Ed era vero.

Levi si voltò ed entrò nella sua spaziosa casa, pagato dal magnate dei cosmetici Dascha. Peps ha visto Dascha nuda in un angolo vicino alla grande finestra ed era sicuro che avrebbe passato una lunga notte.

“A proposito, Peps, gioca con il tuo dinkie e pensa a me!”

Il permesso di Levi è stata una gioia per Peps. Quella sera non avrebbe festeggiato con i bagnini, era solo una presa in giro per Lombard. Ma ora poteva andare a casa e strofinare il clitoride contro la gamba di un tavolo e pensare a quanto fosse spregevole.

Prima di mettersi il corsetto di pelle e andare a torturare di nuovo Lombard!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *