The Babysitter – BDSM – Literotica.com

di | 25 de Ottobre, 2022

Molte grazie a MissJenny54. Il tuo supporto e le tue modifiche hanno notevolmente migliorato questa storia.

***

Mi chiamo Sam, ero un disastro quando mia moglie è morta lasciandomi con i miei due bellissimi bambini. avere bambini, i nostri i bambini mi confortavano, ma dovevo aiutarli ad affrontare il loro dolore oltre al mio. Non è stato facile, ma ho dovuto andare avanti a causa loro.

Ho chiesto aiuto a mia sorella; è sposata e ha figli della mia stessa età. Ho pensato che non sarebbe stato molto più difficile per lei prenderne altri due. Beh, dipende dai bambini, ma i suoi e i miei vanno d’accordo. Sembrava una buona idea perché avrebbero avuto qualcun altro con cui uscire invece di discutere o annoiarsi a casa. Per la maggior parte, questa disposizione ha funzionato molto bene.

La decisione più semplice è stata quella di lavorare da casa, dove potevo prendermi cura dei miei figli e alleviare il peso di mia sorella. Li portavo a scuola, a volte mi fermavo per un po’ al mio posto di lavoro, poi li riprendevo dopo la scuola. Era più comodo per tutte le persone coinvolte e, dato che ora ero il loro unico genitore, volevo esserci il più possibile per loro. Li amavo e mi mancavano quando erano via.

I miei colleghi mi hanno invitato ad uscire con loro perché non ci vedevamo spesso. Invece di fidarmi di nuovo di mia sorella e di non interrompere il programma dei bambini, ho assunto una tata per stare con loro per alcune ore. Un buon amico ha consigliato Beth, una studentessa laureata che usava lavori di babysitter per guadagnare soldi extra.

L’arrivo

Quando ho aperto la porta sono stata accolta da una bellissima signorina, in qualche modo bella in un modo unico ma non classico. Era forse un po’ dura; atletico, con vene poco visibili sugli avambracci e di media altezza. Mi ricordava più un maschiaccio che una classica donna liscia.

I miei figli venivano spesso lasciati soli anche se lavoravo da casa. Non erano selvaggi, ma hanno avuto i loro momenti di cattivo comportamento. Quando la loro madre morì e io avevo meno tempo per correggerli, tendevano a essere scortesi e sprezzanti con le persone che non conoscevano. Speravo che Beth sarebbe stata in grado di instillare in loro un po’ di rispetto per quello che avevo realizzato, anche se solo per poche ore.

“Ciao! Sono Beth,” si presenta.

“Ciao Beth, sono Sam, ma sono sicuro che l’hai già intuito”, dissi ridendo. ” Ben arrivato ! Sono felice che tu sia qui. Apprezzo il tuo aiuto stasera! »

Ho sentito un forte grido dalla mangiatoia, quasi a tempo per dimostrare la necessità dell’ultimo commento.

Avevo fretta di partire e non avevo tempo per prendermi cura di loro. Certo, hanno dovuto scegliere ora di recitare, perché stavo per partire.

“Sono già in ritardo,” sospirai esasperato a Beth. “Di solito sono abbastanza bravi, ma stasera, come puoi sentire, hanno deciso di litigare… o qualcosa del genere.

Ho subito pensato, perché non lasciarla agire, in modo che io possa valutare le sue capacità di affrontare loro e la situazione. Se sta bene, non dovrò preoccuparmi di loro.

“Devo ancora farmi una doccia. Che ne dici di vedere cosa sta succedendo e se riesci a risolvere il loro problema? Questo ti darà la possibilità di presentarti. In fondo al corridoio, terza porta a sinistra.”

Beth mi sorrise calorosamente. “Non preoccuparti, mi piacerebbe conoscerti!” Non essere così sicura, signorinaHo pensato e sono corsa in bagno mentre cercava la loro stanza.

Quando sono uscito dal bagno, non ho sentito alcun rumore dalla stanza dei bambini. Mi sono vestita, poi, curiosa, sono andata in camera loro. I miei bambini erano sdraiati felicemente per terra con un libro da colorare e pastelli, divertendosi in silenzio. Beth era comodamente seduta su una sedia e leggeva.

Sono rimasto stupito! “Come hai fatto a calmarli così in fretta?”

Beth non alzò lo sguardo dal libro che stava leggendo. “Ruota intorno.”

Mi voltai confuso e, non vedendo nulla, la guardai di nuovo con curiosità.

Sospirò: “Girati! Farai tardi. Vai!”

All’inizio mi rifiutai di voltarmi. Sono abbastanza grande per sapere cosa dovrei fare e dove dovrei essere, quindi ho resistito solo per dimostrare che non avrei ceduto alle sue richieste. Ho deciso di ascoltarla e ho notato che stava indicando l’orologio sul muro. Lei aveva ragione; io era farà tardi.

Ho detto la buona notte ai bambini prima di partire e ho detto di nuovo a Beth che sarei tornato alle 10:30 come concordato in precedenza. È stato un incontro interessante e strano, Ho pensato mentre mi dirigevo verso la mia festa di fidanzamento!

La serata social con i miei colleghi è stata divertente. Per molto tempo sono stato impegnato a essere ‘Mr. Padre’ e non ha partecipato agli affari sociali con amici o colleghi. È stato bello avere un po’ di libertà e interagire con gli adulti. Molto presto, la notte stava finendo, e poiché la maggior parte degli altri aveva deciso di tornare a casa, li seguii. Guardando il mio orologio, era più tardi di quanto pensassi, ma il tempo trascorso con loro valeva ogni minuto.

Sono tornato a casa alle 23:00 e ho trovato Beth seduta sul divano, che leggeva in soggiorno. Si era tolta le scarpe e sembrava a suo agio con le gambe distese.

Beth non alzò lo sguardo. “Sei dietro quello che avevi detto che saresti stato”, annunciò.

Ero incazzato per essere punito da questa giovane donna per cui stavo pagando il tempo. “Scusa, ma ho solo mezz’ora di ritardo e ho chiesto i tuoi servizi…”

“Risparmia il fiato,” mi fece tacere con un gesto della mano. «Non dire qualcosa di cui ti pentirai, ragazzo. Senti, potrei avere dei progetti stasera, e il tuo ritardo li avrebbe rovinati. Hai detto che saresti a casa alle 22:30.

soffocai un sorriso; Non sono più così giovane, ma quale uomo non ama sentire un complimento del genere da una giovane donna adorabile?

Si è girata verso di me. I suoi piedi lasciarono il divano e li posò sul pavimento. Lentamente, allargò le gambe, assumendo una posizione sicura e senza paura.

“A proposito, volevi sapere come ho calmato i tuoi figli prima? Questo si chiama essere un’autorità naturale. Se ti vedono solo come un leader, faranno ciò che suggerisci. vorranno anche conoscere il tuo desideri perché vogliono farti piacere. Questo è tutto il segreto, e sembra che l’ho già capito. Non c’erano problemi prima di coricarsi. Volevano mostrarmi come potevano comportarsi. Sono due adorabili bambini. Penso che abbiano ereditato dal loro padre”.

Mi guardò negli occhi per un momento, confondendomi. “Ogni uomo ha dei punti deboli e io sono molto brava a trovarli”, ha detto in modo suggestivo. “Ora, per favore, pagami così posso andarmene.”

Era assertiva ed esigente. Gli ho dato i soldi pattuiti.

Guardò i soldi, poi mi guardò con disappunto. “Hai detto che ti dispiace per il ritardo?” Non credo di crederti.

Sono arrossito e gli ho dato più soldi per un’altra ora. Ovviamente aveva ragione, e forse la stavo annoiando.

Beth si alzò, si avvicinò a me, la incontrò negli occhi e mi posò una mano sulla guancia. Sembrava bruciare come fuoco sulla mia pelle, e la sensualità all’improvviso trasudava da lei. Che diavolo…?

“Bravo ragazzo,” disse come se parlasse a un bambino.

Si diresse verso la porta, ma si voltò prima di andarsene. Avrei voluto nascondere la tenda che cresceva improvvisamente nei miei pantaloni, ma non osavo muovere le mani per nasconderla. Non credo che l’abbia visto. L’ha fatto? Beth si diresse verso la porta con un sorriso che sono sicuro fosse solo una normale reazione al dire addio. Speravo che non fosse il risultato di vedere la mia erezione. Tuttavia, devo ammettere che l’idea che lei potesse vederlo mi ha eccitato.

dopo stasera

Dopo la morte di mia moglie, le donne non mi interessavano molto. Per un momento, ho sentito come se il mio interesse per l’intimità sessuale fosse morto con lei. Non ero asessuale e qualche volta mi masturbavo, ma non significava molto. Era solo un modo per alleviare un po’ di tensione.

Andai a letto e non potei fare a meno di pensare a quanto fosse diversa quella notte. Ho ricordato più e più volte il nostro breve incontro. Ho immaginato che Beth guidasse i ragazzi in un modo amichevole ma rigoroso a cui obbedivano. Stranamente, mi ha svegliato. Ho pensato a come mi aveva affrontato nella stanza dei bambini, chiedendomi che mi girassi e guardassi l’orologio. Sono rimasto sorpreso quando mi sono ritrovato a seguire i suoi ordini.

Ero indignato dal suo atteggiamento, che è andato fuori strada, poiché tecnicamente ero il suo datore di lavoro. La sua richiesta era ragionevole per ricordarmi l’ora, e sarebbe stato ridicolo da parte mia non ascoltarlo solo perché era un ordine.

E, naturalmente, c’era questa visione di lei sdraiata sul divano; disinteressato ma sicuro. Il modo in cui mi parlava era inappropriato, rifiutandosi di guardarmi ed essendo così sprezzante mentre parlava. Si è comportata come se non fosse necessario rivolgersi a me direttamente. Mi sentivo come un ragazzo che ha commesso uno stupido errore, e riflettendomi ho scoperto nel profondo che non volevo che si arrabbiasse con me.

Ricordai il modo in cui mi mise la mano sulla guancia. C’è stata un’elettricità improvvisa che non sentivo da molto tempo. Ho fantasticato su che lei prendesse la mia camicia, slacciando un bottone dopo l’altro. Questo è seguito da lei che mi ha tirato giù i pantaloni e mi ha masturbato con una mano mentre mi guardava con un atteggiamento di sfida, sfidandomi silenziosamente: “Guarda cosa posso farti, e non stai nemmeno cercando di fermarmi! “

Gemevo rumorosamente mentre andavo verso l’orgasmo mentre mi masturbavo a letto, sperando che i miei figli non mi sentissero ed esplodessero come non facevo da anni. Il letto era disordinato, ma le lenzuola dovevano comunque essere lavate!

Non vedevo l’ora di rivederla presto, scoprire perché ero così attratto da lei e conoscerla meglio.

il secondo appuntamento

I miei figli chiedevano sempre di Beth e non vedevano l’ora di passare un’altra serata fuori con la loro nuova fantastica “sorella”. Così lo chiamavano dopo una sola visita. Ho cercato una scusa per vederla, confusa dal suo impatto significativo su di me. Dovevo sapere se sarebbe successo di nuovo. Fortunatamente per tutti noi, non passò molto tempo prima che avessi bisogno del suo aiuto con la babysitter.

Quando è arrivata l’ho salutata felicemente, ma con mia grande delusione è andata direttamente nella stanza dei bambini subito dopo il suo arrivo. Non c’erano conversazioni, chiacchiere… niente, quindi l’ho salutato in fretta, promettendo di essere a casa per le 23:00. Non ho osato entrare nella stanza dei bambini dopo il primo episodio; Non volevo una ripetizione di Questo situazione imbarazzante. Mi sono appena ricordato di come mi ha lasciato confuso e senza parole. Inoltre, ero in ritardo come al solito, quindi dovevo partire in fretta.

La cena con il mio manager e sua moglie ha richiesto più tempo del previsto. Volevo andare a casa ed essere puntuale; tuttavia, ero curioso di sapere cosa avrebbe fatto se fossi di nuovo in ritardo. Ero il suo capo, quindi mi sono scusato, le ho spiegato il perché e le ho dato dei soldi extra come l’ultima volta.

Ero in ritardo di circa mezz’ora quando sono entrato in casa. Come prima, era sdraiata sul divano a leggere. Sono stato momentaneamente distratto dai suoi piedi nudi perfetti, ma mi sono ripreso prima di offrire i miei rimpianti.

“Scusa, Beth, ci è voluto più tempo del previsto. Il mio manager e sua moglie continuavano a parlare, e io…”

“Non mi hai chiamato. Non ti sei preso la briga di controllare se avevo altri programmi per stasera. Avresti potuto dire al tuo manager e a sua moglie che non potevi restare più a lungo a causa dei tuoi figli. Un periodo di tempo concordato. ” disse guardandomi.

Ho provato a spiegare. “Come ho detto, stavamo parlando e non volevo interromperti…”

“Non sprecare fiato,” mi interruppe. “Ancora una volta, non dire qualcosa di cui ti pentirai. Pagami e lo farò.”

Sospirai frustrato. era No come volevo che finisse. Gli ho dato i soldi per qualche ora in più per cercare di fare ammenda.

Improvvisamente annunciò: “Voglio vederti senza i tuoi figli a casa… domani pomeriggio.

“Sì, saranno con mia sorella”, convenni, chiedendomi perché volesse incontrarmi quando se ne andò. Avevo alcune fantasie su come sarebbe stato il nostro appuntamento, ma ero abbastanza sicuro che quelle fossero solo le mie fantasie sessuali. qualcosa di simile non poteva verificarsi. Poteva?

il pomeriggio successivo

Come previsto, è arrivata in tempo, è entrata nella stanza e si è seduta su una sedia senza il mio invito. Indossava una camicetta bianca e una gonna nera sotto le ginocchia. Si tirò i capelli scuri in una crocchia severa sulla nuca. Sembrava fantastica, ma aveva un atteggiamento molto prepotente, il che era inquietante.

«Vieni qui» ordinò Beth.

Ho fatto come mi ha detto. Beth mi afferrò saldamente per la vita per attirarmi più vicino a lei. Ora la sua bocca era alla stessa altezza del mio inguine. Si leccò le labbra sensualmente.

“Sei stato di nuovo cattivo. Pensi di farla franca perché sei ricco? Devi essere più rispettoso del mio tempo”, ha detto, rivolgendosi al mio inguine.

Dopo il nostro primo appuntamento, è stato come un sogno bagnato. Non potevo fare a meno di avere un’erezione.

“Capisco, ha detto guardando la mia tenda crescere, non presti attenzione a quello che dico. Cosa devo fare con te, ragazzino?

Mi sbottonò la parte anteriore dei pantaloni, poi li aprì lentamente. Si è tolta le mutandine e mi ha accarezzato dolcemente il cazzo con le mani. La sensazione era paradisiaca e non volevo che finisse. Adesso ero di fronte a lei con un’erezione furiosa. Porca puttana, questa ragazza sta andando a fuoco, Ho pensato. Non so cosa abbia trovato interessante di me, ma non l’avrei chiesto per paura di rovinare la magia del momento.

“Non credo che tu abbia imparato l’importanza di rispettare il tempo degli altri, ma tu andare impara a rispettare la tata. Piegati sulle mie ginocchia così ho pieno accesso al tuo culo. Ho bisogno di colpirti.”

ho pensato era uno scherzo ma ho subito immaginato cosa sarebbe successo dopo e ho dovuto scoprirlo. Sapeva dalla mia eccitazione che ero sessualmente attratto da lei. Cosa c’era da perdere vedendo dove questo avrebbe portato? Ho messo con cura il mio inguine in grembo, presentandole il mio culo non protetto. L’ho preso come una specie di preliminari. Sospirai; se è quello che voleva, perché non cedere?

È stato No uno scherzo. All’inizio ha iniziato a picchiarmi giocosamente, il che è stato molto eccitante.

“Non ha niente a che fare con il piacere”, mi rimproverò. “Dovrò colpirti duramente per farti imparare la lezione.”

Ha aumentato la potenza che ha messo nelle sculacciate, che hanno iniziato a farmi male, facendo scomparire la mia erezione.

“Beth, smettila,” l’ho implorato, ma lo schiaffo successivo mi ha fatto soffrire ancora di più.

“Stai zitto!” Sibilò e io smisi di parlare.

Aumentò di intensità e presto iniziai a singhiozzare e la pregai di smetterla di nuovo. Non mi è mai venuto in mente di combatterlo per farlo smettere. Mi spinse giù dalle ginocchia e io caddi a terra, completamente esausta e umiliata. Quando ha finito, ero un disastro urlante.

“Ora, ragazzino, spero che tu abbia imparato ad apprezzare me e il mio tempo in futuro. Chiama se hai bisogno di me.” All’improvviso si è alzata, ha afferrato la sua roba e mi ha lasciato sul pavimento come quello che è successo era normale. È stata un’esperienza struggente e intensa. Lentamente mi sono ripreso abbastanza per alzarmi e ho capito che era ora di andare a prendere i miei figli da mia sorella.

il pomeriggio dopo

È stata una notte normale per i miei figli. A prima vista, ero un tipico padre che trascorreva del tempo a casa con i suoi figli. Tuttavia, ero distratto dagli eventi del giorno prima. Dentro, mi sentivo umiliato e vergognoso.

Dopo averli messi entrambi a letto, ho afferrato il mio telefono e mi sono ritirato nella mia camera da letto, sdraiato su un fianco cercando di evitare lo sfregamento del mio culo ancora caldo.

Il mio orgoglio è stato ferito più del mio culo. Avevo lasciato che una giovane donna, che avevo incontrato solo due volte prima, mi picchiasse fino a farmi male il sedere. Non ho nemmeno provato a fermarlo. Perché? Era come se avesse il diritto di farlo, ma non aveva il diritto di essere così inappropriata, e gliel’ho permesso. Singhiozzando ed esausto, mi addormentai.

Mi sono svegliato nel cuore della notte massaggiandomi e strofinando il mio cazzo duro contro le lenzuola. Mi fa ancora male il culo. Ho pensato a Beth, una bellissima visione di forza e controllo. Ho afferrato il mio cazzo e ho mosso furiosamente le mie mani su e giù, ricordando la mia impotenza mentre mi picchiava. Esercitava un grande vigore nella sua sculacciata, prendendo sul serio l’intera faccenda. Gemevo piano mentre la mia eccitazione cresceva, ma presto si rafforzava man mano che progredivo verso l’orgasmo.

Il mio telefono ha squillato all’improvviso indicando un messaggio di testo. Era insolito; nessuno mi scrive nel cuore della notte! Il mio cuore ha perso un battito, sperando che non fosse un’emergenza familiare.

“Smettila di masturbarti.” Era suo. Un brivido mi percorse la schiena. Come poteva saperlo? Ho smesso subito. Dopo un po’ sono caduto in un sonno disturbato, ma mi sono svegliato più volte con un’erezione. Ho strofinato il mio cazzo contro le lenzuola ma ho ceduto al suo comando nel testo.

Al mattino, ho trovato macchie di sperma su tutte le lenzuola. Non avevo idea di quando sarei arrivato, ma era ovvio che stavo avendo un orgasmo nel sonno – a massiccio l’orgasmo, pensai, guardando il letto.

Un nuovo messaggio è arrivato da Beth. “Sei una delusione.”

Potrebbe essere stata scaltra, sicura di sé e intelligente, ma non era sensitiva e non riusciva a capire cosa fosse successo durante la notte. Mi sono guardato intorno… per cosa? Macchine fotografiche? Difficilmente. È stato mia Struttura ricettiva.

i prossimi giorni

I messaggi di Beth mi stavano facendo incazzare e mi giravano nella testa. I suoi messaggi mi hanno infastidito, ma ho cercato di lasciarli andare. Ho dovuto ricordare a me stesso che logicamente non poteva saperlo, ma mi ha fatto comunque mettere in discussione le sue capacità. Probabilmente aveva fatto una buona ipotesi. Tuttavia, quando sono andato a letto, mi sembrava che mi stesse guardando. Mi sono subito ricordato che poteva essere nella mia stanza mentre ero via. Guardai la cassettiera di fronte al letto su cui mi trovavo dall’altra parte della stanza.

Stavo diventando ossessionato e ha iniziato a farmi diventare un po’ matto. Ho deciso di ispezionare il comò più da vicino; qualsiasi cosa. Mi sono spaventato, poi arrabbiato – la paranoia si è insediata, spingendomi a esaminare la mia stanza. Ho cercato di convincermi che non sapeva cosa stessi facendo nell’intimità della mia stanza.

Alcuni giorni dopo ero a letto e ho ricevuto un nuovo messaggio da lei.

“Masturbarsi.”

Nonostante le mie precedenti apprensioni, pensai, Perché no? Fa un caldo da morire prendere ordini da lei. Ho iniziato a masturbarmi, ricordando il nostro ultimo appuntamento. Ero vicino all’orgasmo quando sono stato interrotto da un suo messaggio.

“Fermare.”

Gemevo per la frustrazione e mi ci è voluto un po’ per calmarmi.

“Masturbarsi.”

Sono passati solo pochi secondi prima che mi esercitassi fino a quando stavo per venire di nuovo.

Un altro testo. “Fermare.”

Che diavolo? Mi sono fermato con rabbia.

“Masturbarsi”, altro testo.

Questa volta ignorerò il suo ordine. Andrò…

“Sperma!” Lei chiese.

Sono esploso in un enorme orgasmo e sono ricaduto sul letto, riprendendo fiato.

“È stato carino. Bravo ragazzo”, mi ha scritto un’ultima volta.

Non potevo credere che potesse leggermi nella mente o sapere cosa stavo facendo. Nessuno può leggere nel pensiero!

Il giorno dopo l’ho trovato nell’armadio accanto: un vecchio smartphone collegato a una presa. Poi mi è venuto in mente che gli avevo dato la chiave per accedere alla LAN wireless. Deve aver installato un software di monitoraggio o qualcosa di simile.

Ero abbastanza sicuro che non ci fossero altri dispositivi dopo la ricerca, ma mi stavo ancora chiedendo. Ora sapevo che Beth poteva sentirmi, ma pensava che non me ne fossi accorto finché non gliel’ho detto.

“Ho trovato il tuo smartphone nella mia stanza”, ho gridato, “ma lo lascerò lì.”

“Grazie mio animale domestico”, mi ha scritto. Pensavo di averlo sentito ridere quando ho letto il tuo messaggio. Nonostante il mio conflitto interno, ero orgoglioso di essere elogiato per averlo soddisfatto.

un regalo straordinario

A Beth piaceva fare i suoi giochi dominanti con me, e ho dovuto ammettere che pensare a lei mi ha eccitato. Ero interessato ad altre idee che avrebbe avuto con il suo spirito deliziosamente malvagio. Un vantaggio inaspettato è stato il modo in cui si è presa cura dei bambini, cosa che non mi aspettavo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *