The Photo Shop Ch. 08 – BDSM

di | 30 de Giugno, 2022

il negozio di foto di Candyman666©

Capitolo 8: Di nuovo bella

Linda ha chiamato per dire che aveva un appuntamento con Astrid e le ha chiesto se poteva vedermi il prima possibile.

“Sì, certo Linda, ma temo che dovrò aspettare fino a domenica, perché venerdì e sabato sono giorni molto impegnativi per me in negozio”.

“Oh, va bene,” disse Linda, “dove ci incontreremo?”

“Perché non vieni a prendere il tè domenica pomeriggio, diciamo le due e mezza?”

“Va bene, ci sarò.”

Poi, quella domenica pomeriggio, proprio alle due e mezza, suonò il campanello. Ho visto sul link del video della mia porta di casa che era Linda, quindi l’ho chiamata.

“Vieni, Linda,” dissi, e un minuto dopo apparve nella mia stanza. Ho potuto vedere che era impressionata. Era grande. Quando ho fatto i lavori di ristrutturazione del negozio, aggiungendo lo studio, anche l’appartamento sopra il negozio è stato completamente rinnovato, estendendolo, in parte, sopra lo studio, dandomi un ampio soggiorno con un enorme terrazzo aperto sul tetto dello studio .

Ok, c’era la cupola di vetro che portava la luce naturale nello studio, ma dato che era sul retro, c’era abbastanza spazio nella parte anteriore per ospitare l’enorme soggiorno con una grande finestra che si affacciava su un ampio giardino pensile con mobili da giardino e diversi impianti. Tutto sommato, questo ha creato uno spazio privato sicuro dove nessuno poteva sbirciare da terra o anche edifici vicini a un piano. Ideale per prendere il sole nudi o giocare nella vasca idromassaggio.

“Non mi aspettavo una cosa del genere Lew, hai davvero realizzato un appartamento molto carino anche con un giardino pensile.”

Quando Linda è entrata, sembrava appetitosa nel suo vestito estivo a fiori, anche se sembrava chiaramente stressata. Ho offerto il tè e l’ho invitata a sfogarsi sul grande divano che avevo accanto alla finestra che dava sul giardino sul terrazzo. Preparare il tè non ha richiesto molto tempo, dato che avevo tutto pronto in anticipo per poter raggiungere rapidamente Linda sul divano.

“Allora dimmi, cosa c’è che non va; sembravi un po’ stressato quando mi hai chiamato.”

“Beh, ora sto meglio, ma quando ti ho chiamato ero appena tornato da Astrid e la visita mi ha lasciato un po’.”

“Oh, era tornata alla sua solita personalità arrogante?”

“No, anzi, era totalmente diversa da come mi aspettavo dopo le voci che ho sentito in paese. Tutto è iniziato con il modo in cui era vestita”.

“Non stava usando una di quelle creazioni che cerca di inventare per i ricchi e i potenti del villaggio?”

“No, sembrava uscita da un film BDSM, in pelle nera e stivali alti, è stato davvero spaventoso!”

“Oh, capisco. È proprio l’opposto di come si è comportata con me, devo dire.”

“Cosa intendi?”

“Quando ho cenato con lei e sono andato a casa sua, potevo darle ordini e lei si è comportata come una schiava del sesso, godendosi la guida a compiere tutti i tipi di atti sessuali”.

“Ora è davvero l’opposto di come si è comportata con me. Voleva che obbedissi a ogni suo comando.”

“Bene, bene – Astrid la sottomessa quando è con un uomo, ma Astrid l’amante quando è con una ragazza vulnerabile.”

“Ora che hai passato tutto questo con lei, non vedo alcun motivo per non parlarti del suo piccolo club segreto BDSM.”

“Cosa stai dicendo? Astrid è un membro di un club BDSM segreto, dove? Qui nel villaggio?”

“Sì Linda, l’ho saputo solo dopo aver cenato con lei per convincerla ad accettarti come modello. Ecco perché sei stata invitata a conoscerla.”

“Non avrei mai immaginato che stesse interpretando entrambe le parti, sub e dom. Dimmi cosa è successo e, soprattutto, vuoi ancora lavorare per lei dato che ho anche Bethany a bordo per gestire i suoi requisiti di trucco e casting”. “

“All’inizio, quando sono entrata nel suo appartamento e ho visto come era vestita, ero spaventata. Mi ha subito assicurato che non c’era bisogno di essere spaventata, voleva solo vedere come avrei reagito al modo in cui si è presentata a me .”

Continuando con le stesse parole di Linda, questo è quello che è successo.

Astrid ha detto: “Ti stavo guardando ragazza e penso che tu possa oscillare in entrambi i modi”.

Poiché non ho risposto subito, ha insistito”Bene e tu?

“Non so cosa intendi Astrid?

“Penso che ti piacciano i ragazzi, ma c’è anche una parte di te a cui piacciono anche le ragazze. Sei mai stato innamorato di una ragazza?

Ho risposto esitante… “Uh… sì, avevo una cotta per quella bella ragazza al liceo.”

“E hai agito di conseguenza Linda?”

“Ci siamo baciati un po’ in bagno e mi piaceva quando mi toccava tutto il corpo con le mani”.

“Intendevo sul serio ed è stata l’unica volta che hai avuto un appuntamento dolce con una ragazza?”

“Avevo anche una cotta per una ragazza del club di nuoto”.

“E tu la conoscevi meglio della ragazza della scuola?”

“Un po’ ci siamo baciati nello spogliatoio a toccarci le tette e a baciarci”.

“Ti sei mai imbattuto in lei?

“No, no, niente di tutto questo, stava solo esplorando i corpi dell’altro.”

“Ti piacerebbe fare sesso con una donna?”

“Penso di sì, sono curioso di sapere come sarebbe e sono sicuro che sarebbe anche meglio che con un ragazzo perché a volte tendono ad essere un po’ duri”.

“Beh Linda, sei nel posto giusto. Sei assolutamente stupenda e mi piacerebbe davvero conoscerti meglio, soprattutto perché potremmo lavorare insieme. Lew mi ha detto che avresti fatto anche lingerie e/o bagno .mute?”

“Sì, non mi dispiacerebbe.

“OK, quindi iniziamo perdendo alcuni dei tuoi vestiti così posso giudicare se riesci a gestirlo.”

“… Tipo, in questo momento Astrid?”

“Sì tesoro, non c’è momento migliore del presente, quindi per favore togliti maglietta e jeans!”

Detto questo, Linda afferrò il fondo della sua maglietta e lo sollevò sopra la testa, rivelando il grazioso reggiseno di pizzo giallo che indossava. Poi ha slacciato i bottoni dei suoi jeans e li ha tirati sui suoi fianchi seducenti. Quando caddero a terra, ne uscì mostrando le sue mutandine gialle abbinate, poi si fermò timidamente di fronte ad Astrid, incerta su cosa fare dopo.

“Vieni qui davanti a questo specchio!” disse Astrid. “Girati e lascia penzolare le braccia al tuo fianco.”

Astrid era dietro Linda a guardare il suo bellissimo riflesso nello specchio. Afferrando le mani di Linda, le sollevò in alto, allungando il corpo di Linda.

“Tieni le braccia alzate Linda, voglio vedere che aspetto hai in lingerie o in bikini.”

Poi ha lasciato che le sue dita scivolassero lungo le braccia di Linda, solleticandole leggermente, poi fino al punto in cui il reggiseno di Linda le copriva i seni. Spostandosi al centro della schiena, si sbottonò i vestiti e fece scivolare le mani sotto il reggiseno, ora sciolto lo fece scivolare giù rivelando le tette succose di Linda e suscitando un piccolo gemito dalla ragazza esposta.

“Puoi arrenderti ora.” Linda lasciò cadere le braccia, lasciando cadere il reggiseno a terra.

Le dita di Astrid iniziarono una danza solleticante sulla parte inferiore del seno di Linda, disegnando lentamente dei cerchi intorno alle sue areole, avvicinandosi sempre di più ai suoi capezzoli che divennero duri come una roccia, facendo gemere Linda di nuovo più forte. Alla fine, afferrò i seni di Linda con entrambe le mani, stringendoli strettamente mentre pizzicava i capezzoli gonfi tra il pollice e l’indice. Li attorcigliò un po’, facendo strillare Linda. Per tutto il tempo si guardavano negli occhi allo specchio di fronte a Linda.

Poi, molto lentamente, le dita di Astrid solleticarono il ventre di Linda e il suo ventre tese le sue mutandine, afferrandole su entrambi i lati. Le mani esploratrici continuarono, facendo scivolare le mutandine sui fianchi caldi di Linda, rivelando la parte più intima del suo corpo eccitante mentre procedevano. misura, prima che le mutandine le scivolassero lentamente sopra le ginocchia e scendessero ai suoi piedi.

“Puoi uscire da quella Linda”, disse Astrid, guardando il corpo seducente di Linda riflesso nel grande specchio.

Le mani di Astrid si alzarono e le sue dita iniziarono a giocare nella regione inferiore di Linda, facendo gemere e gemere la giovane. Facendo scivolare un dito tra le sue labbra, sentì che Linda era un po’ bagnata, il che le rendeva più facile far scorrere il dito nel canale caldo dell’amore, cosa che le fece sfuggire un altro sussulto di sorpresa.

“Oh Linda, è troppo stretto lì, sei ancora vergine?”

“Sì Astrid.”

“Oh mio Dio, è ora che facciamo qualcosa al riguardo, o hai un ragazzo che vuole disperatamente raccogliere il tuo fiorellino?”

“Ho amici maschi, ma nessuno in particolare, e degli amici che ho, non ce n’è uno di cui mi fiderei per deflorarmi.”

“Sai che potrei conoscere la persona giusta per aiutarti con questo piccolo problema. Avresti problemi ad essere un po’ più grande di te per aiutarti?”

“No, no, in realtà preferirei qualcuno che sa cosa sta facendo, è gentile e comprensivo e si prende il suo tempo”.

“Conosco esattamente la persona, cosa ne pensi di Lew?”

Linda fu un po’ sorpresa da questa domanda. “Astrid sa del mio appuntamento con Lew e di quello che abbiamo fatto, o sta solo pescando?” Forse è meglio che tenga le mie carte vicino al petto.

“Lew di Photoshop, vuoi dire? »

“Sì questo Lew, conosci un altro Lew?”

“No, non proprio, ma pensi che lo farebbe?” Molti uomini non vogliono fare sesso con una donna per la prima volta, considerano queste donne indesiderabili se nessuno voleva fare sesso con loro prima!

“Penso che Lew sarebbe felice di aiutarti, soprattutto se glielo chiedessi, dopotutto mi deve per averti assunto come modella.”

“No, Astrid, no! Se voglio che sia Lew, glielo chiederò io stesso!

“OK, potrebbe anche essere meglio, non riesco a immaginarlo rifiutando l’opportunità di prendere la verginità di una bellissima giovane donna!”

“Ora ho un’altra domanda per te. Mi avevi detto che avevi una cotta per una ragazza al liceo, ma sei mai stato con una donna?”

“No… beh… ci siamo baciati e palpeggiati un po’, ma questo è tutto.”

“Vorresti che mi innamorassi di te?”

“Vuoi dire baciarmi la figa?”

“Bacio alla francese sulla tua bella figa!”

“Uhm, non lo so, adoro farmi mangiare la figa, ma mai da una donna.”

“OK, mettiamo alla prova questa donna e poi seguimi!”

Astrid prese Linda per mano e la condusse nel suo letto, chiamato anche la stanza dei giochi.

“Per favore, sdraiati sul letto Linda, glutei sul bordo, e allarga le gambe!”

Astrid si mosse tra le gambe di Linda e iniziò a massaggiare il suo corpo nudo. Cominciò dal seno, strofinando i palmi delle mani sui capezzoli eretti, prima di scendere e allo stesso tempo cadere in ginocchio. Increspando le labbra, inspirò nella figa di Linda, facendola contorcere e gemere. Piantare un bacio sulla figa di Linda ha provocato un sussulto di sorpresa da parte sua.

Astrid ha quindi iniziato davvero con la lingua piatta, ha iniziato a leccare su e giù le labbra esterne di Linda facendo rapidi colpi sul cappuccio nascondendo il suo piccolo fagiolo d’amore. Con i pollici aprì le labbra della figa di Linda, mettendo in risalto le morbide labbra rosa come una farfalla, e sotto di esse l’ingresso della caverna dell’amore vergine. Infilare la lingua dentro fece rabbrividire Linda e gemere di piacere. Con cautela, Astrid fece scivolare un dito finché non sentì la resistenza dell’imene.

Con il pollice dell’altra mano, fece scivolare il cappuccio sul clitoride di Linda e iniziò a leccarlo seriamente, mordendolo delicatamente. Linda gemette di piacere e iniziò a spingere il bacino contro il viso di Astrid. Sentì Linda muovere il dito nella sua figa accompagnata dalle grida acute della giovane donna.

“Dio mio!” gridò Linda. Il suo corpo si irrigidì quando il suo orgasmo colpì in un’esplosione.

Quando Linda ha smesso di tremare e masturbarsi, Astrid ha messo il palmo della mano sulla figa di Linda, facendola scendere lentamente dalla sua beatitudine orgasmica.

“Non avrei mai immaginato che una donna potesse darmi così tanto piacere.”

“Ecco la mia ragazza, un’altra ragazza ha bisogno di conoscere tutti i posti giusti per portarla ad altezze che la versione maschile della nostra specie proprio non riesce a trovare.”

“Mi permetterai di provare a darti lo stesso piacere che hai dato a me Astrid?”

“Pensavo che non l’avresti mai chiesto a Linda, se ti senti a tuo agio con l’idea che mi piacerebbe.”

“Dovrai essere paziente con me perché non ho assolutamente idea di cosa fare o come farlo”.

“Non preoccuparti tesoro, fai solo ciò che ti viene naturale e per il resto ti aiuterò e ti guiderò; non dimenticare mai, la pratica rende perfetti! Lasciami essere nudo come te.”

Astrid si spogliò rapidamente al suono seducente dell’ammirazione di Linda.

“Wow, sei bellissima, dovresti assistere alle loro sfilate di persona.”

“L’ho fatto in passato, ma come proprietario di una boutique, non posso più farlo.”

Una volta completamente nuda, Astrid abbracciò gentilmente Linda e French la baciò, condividendo con lei il sapore della figa di Linda.

“Ora sai che sapore ha la tua figa”, ha detto Astrid, “non sto dicendo che la mia abbia lo stesso sapore, ma sarà molto simile”.

“Ti ricordi com’eri sdraiato sul letto completamente aperto ed esposto, e dov’ero io, sì? Prendo il tuo posto e tu prendi il mio.”

Astrid si sdraiò sul letto allargando le gambe tenendosi le caviglie.

“Ora Linda mi sta baciando la figa.”

Linda guardò la figa calda e bagnata distesa davanti a lei. Anche se suonava allettante, esitò, ancora incerta sull’aspetto o sul sapore, anche dopo aver assaggiato la propria figa.

“Non essere timido, non ti morderà; potresti essere tu a mordere, ma non troppo forte, per favore.

Con cautela, Linda posò le sue labbra superiori su quelle inferiori di Astrid e diede loro un piccolo bacio.

Hmmmmmm,” lei ha pensato “è buono, ed è anche buono”.

Iniziando a baciare le labbra della figa di Astrid, Linda lo penetrò lentamente, cercando di tirare fuori la lingua e leccandogli le labbra bagnate, scivolando tra di loro.

“OK ora, lecca lentamente su e giù e quando sei in cima, presta particolare attenzione al mio clitoride.”

Come richiesto, non che avesse davvero bisogno che le fosse detto, Linda iniziò a leccare la figa di Astrid, alternando leccate e piccoli baci piumati. Arrivata in cima, succhiò delicatamente il clitoride di Astrid, tirandolo fuori dal cappuccio e provando piacere nel sentirlo crescere nella sua bocca. Premette la lingua nel foro appena sotto il bottone, e un forte gemito sfuggì dalle labbra di Astrid, dando a Linda più sicurezza di lei. Ha attaccato la figa di Astrid con più entusiasmo, traendo da lei gemiti più soddisfatti.

“Oh Linda, è così bello. Puoi far scorrere un dito per favore, ho bisogno di qualcosa dentro.”

“Mhmmmh,” rispose Linda, completamente occupata a succhiare e leccare la figa di Astrid.

Al comando, aprì le labbra gocciolanti con la punta delle dita e fece scivolare il dito medio nel tunnel caldo in fondo alla regione inferiore di Astrid. Sentendo la facilità con cui un dito penetrava, fece scivolare dentro anche il dito indice, sentendo come la figa del suo amante si strinse mentre si muoveva. Ha fatto un movimento di venire qui, che ha attirato seri grugniti e urla da Astrid e le ha fatto produrre volumi ancora maggiori di succo di figa, non abbastanza per affogare Linda, ma chiaramente vicino poiché la faceva ingoiare a fatica.

“Il gusto è molto buono alla fine”, pensò Linda, “Voglio di più”.

Astrid spinge il bacino sempre più forte contro il viso di Linda. Il suo respiro accelerò, dando a Linda il segnale che il suo orgasmo era in arrivo. Linda catturata uno dei seni di Astrid con la mano libera e iniziò a sculacciare, pizzicare e far rotolare il capezzolo tra il pollice e l’indice. Più forte pizzicava, più forte si lamentava Astrid, indicando che in realtà si stava godendo il maltrattamento del suo pizzicotto.

Astrid ricambiò il favore, afferrò uno dei seni di Linda e iniziò a pizzicarlo seriamente, facendo strillare Linda. È stata un’esperienza completamente nuova, il dolore ha causato il piacere. Astrid ora stava stringendo le cosce attorno alla testa di Linda, avvicinandosi sempre di più al suo orgasmo. Anche i muscoli della sua figa si contrassero, stringendo le dita inserite di Linda mentre i suoi succhi di figa scorrevano copiosamente, finché all’improvviso fu come se una diga fosse scoppiata. Astrid ha spruzzato la faccia di Linda con quelli che sembravano galloni di liquido, abbastanza sorprendentemente che Linda avesse difficoltà a respirare.

Linda se ne andò, ma Astrid rimase rigida mentre il suo orgasmo continuava, e la chiara eiaculazione che produceva continuava a spruzzare il viso di Linda.

“Wow, smettila di pisciarmi addosso!” gridò Linda.

“…mi dispiace… Linda,” rispose Astrid con voce soffocata, eiaculando ancora, “ma non ti sto facendo pipì addosso, sto spruzzando.”

Linda non ne aveva sentito parlare,”spruzzando” lei ha pensato.

Ci vollero altri cinque minuti prima che Astrid si alzasse e spiegasse a Linda che questo era qualcosa che alcune donne facevano quando stavano avendo un orgasmo molto forte.

“Hai mai sperimentato questa Linda? Nemmeno mentre ti stai masturbando, cosa che immagino tu faccia?

“Sì, certo che mi masturbo, ma no, non ho mai fatto pipì o schizzato come dici tu.”

“È qualcosa che non vedi l’ora per Linda. Quando squirti, arriva con l’orgasmo più potente che puoi avere. Ti suggerisco molta pratica! Sono sicuro che Lew sarebbe troppo felice se tu aiutassi a realizzarlo. dormi con lui due volte.” So che è un maestro nel portare le donne al loro apice”.

Ora quasi tornate alla normalità, ma entrambe ancora molto nude, Astrid e Linda si guardarono, una chiaramente completamente soddisfatta, mentre l’altra stava ancora riflettendo sullo sguardo di Astrid. cum.”

“Benvenuto a bordo di Linda, nella mia piccola squadra di modelle! Ti ripuliamo sotto la doccia.”

Prendendo la mano di Linda, la condusse nell’ampio bagno, aprì l’acqua calda e la fece scendere. Ha spruzzato, non sborra questa volta, ma gel doccia, dappertutto, iniziando a pulirla. Fece scorrere le mani sul giovane corpo nubile di Linda, prestando particolare attenzione alle parti più morbide nel processo. Passandogli un morbido accappatoio, iniziò ad asciugarlo, mentre ne indossava un altro.

Dopo qualche altro bacio e abbraccio, Linda raccolse i suoi vestiti, si vestì e se ne andò.

Questa è la storia che mi ha raccontato Linda.

“Quindi, vedi Lew, è stato il mio appuntamento con Astrid l’altro giorno.”

Dopo aver ascoltato la storia piuttosto eccitante di Linda, tutto ciò che ho potuto dire, quasi senza fiato, è stato: “Deve essere stato davvero travolgente per te, Linda!”

“Sì, è stato Lew, travolgente e anche molto istruttivo. Avevi assolutamente ragione sul fatto che Astrid avesse una vena BDSM in lei ed era Sub e Dom allo stesso tempo.”

“Devo ammettere che nella mia storia ho omesso alcune cose confidenziali che Astrid mi ha detto su di te. Beh, mi ha detto di aver avuto una sessione SM con te, con lei che interpretava il ruolo di Sub.”

” Oh ; eri tu quello che chiacchierava alle mie spalle? dissi strizzando l’occhio.

“No, non ti preoccupare, non ha detto altro che cose carine su di te, anzi ha quasi cantato le sue lodi, consigliandomi di passare più tempo con te così da imparare una o due cose.”

“Oh sì, probabilmente sul posare e esibirsi su una passerella, immagino. Sicuramente non sul BDSM dato che sono nuovo quanto te.”

“Sì, sì esatto, il tuo intuito è assolutamente giusto,” disse Linda, lanciandomi uno sguardo leggermente strano di traverso.

“Quindi alla fine hai ottenuto il tuo contratto come modella per Astrid. Ha detto qualcosa su un prossimo servizio fotografico per la prossima stagione?”

“No, non ancora, beh, sì, ma senza specificare una data. Ha detto che sarebbe stata tra poche settimane.”

“Eccellente, c’è qualcos’altro che posso fare per te adesso?” »

“Beh, pensando ad alcune delle cose che Astrid mi ha detto su di te, potrebbe esserci una piccola cosa con cui potresti sicuramente aiutarmi…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *