Cambio di abitudine – 10

di | 9 de Dicembre, 2022

da Cesare

Continua… Durante l’incontro con la coppia Olivia e Miguel, ci siamo incontrati a casa loro per vedere foto e video di Olivia. Il desiderio era diffuso tra noi quattro e finimmo per fare sesso con le rispettive mogli, ma ebbi la rivelazione, che anch’io già sospettavo, che era così da tempo. D’ora in poi sarebbe stato tutto diverso…

Quando siamo tornati a casa il giorno dopo, mia moglie era in macchina molto preoccupata, le ho chiesto:

– Cosa ti affligge amore mio?

– Non c’è modo.

– Certo che ce l’hai, stai calmo, apri il tuo cuore.

– Sai qual è il mio amore, temo che ieri tu abbia detto tutto quello che hai detto motivato dallo stato di eccitazione in cui ti trovavi, ma ora a mente fredda puoi pensare diversamente.

– Non pensare nemmeno a una cosa del genere amore mio, ora ribadisco tutto quello che ho detto ieri, sono ancora più innamorato di te e non voglio che tu cambi nulla.

Sorrise ampiamente e disse:

– Beh, non sai quanto mi rende felice sentirlo.

– Ma a una condizione – insistetti – non voglio tardare a vederti con un altro, il tuo amante è d’accordo a vedermi?

– Gli ho raccontato del suo sogno e lui mi ha lasciato aperta questa possibilità, sì, gli parlerò.

– Yum, allora non perdere tempo.

Lunedì, appena arrivata in ufficio, ho detto a Silvia:

– Sei davvero fantastico con una donna.

– Perché tutte queste lodi?

– Perché questo fine settimana è stato ricco di rivelazioni per me, una delle quali hai accennato alla possibilità.

– E cosa ho detto che si è rivelato vero?

– Ti ricordi quando hai parlato della possibilità che io diventassi un cornuto, se non lo fossi già?

– Certo che mi ricordo, so come sono le donne, quando non ne hanno una in casa la vanno a cercare fuori.

– È vero, sono anni che tradisco Camila.

– Congratulazioni e come ti senti?

– Meravigliosamente bene, questo fine settimana l’ho vista fare un pompino al nostro amico.

– Wow quanti progressi eh.

– Ma ora voglio di più, voglio tutto ciò a cui ho diritto, voglio vederla scopare in tutti i modi, mi ha anche detto che ha un amante da tre anni, vedrà con lui la possibilità che io stia insieme . .

– Se è una bella scopata, e tutto indica che lo è, sono sicuro che l’accetterà.

– Ci vorrà.

È stata una settimana intensa e giovedì pomeriggio io e Silvia stavamo chiudendo alcuni fogli di calcolo quando mia moglie ha chiamato. Ho messo il telefono in vivavoce per poter continuare il mio lavoro:

– Ciao amore mio.

– Ciao, come stai ?

– Va bene amore mio e tu?

– Sto bene, a dire il vero sarebbe solo meglio se vedessi cosa sto facendo.

– E cosa stai facendo, tesoro?

– Sono seduto sul cazzo del mio amante.

Ho interrotto quello che stavo facendo e ho iniziato a spegnere l’altoparlante, ma Silvia non me lo ha permesso e ha fatto dei segni per incoraggiarla a parlare di più:

– Sul serio amore mio, va bene?

– Un amore delizioso, il suo cazzo è delizioso, molto più grosso del tuo.

– Come Rodrigo che ha mangiato Olivia?

– Non tanto, questo è enorme, ma voglio comunque provarne uno di queste dimensioni.

– Allora parliamo con Olivia.

– Te l’ho detto prima e lei ha detto che devo solo fissare un appuntamento e lui c’è, ma in questo momento mi sto divertendo con il cazzo di Cesare, è tutto infilato nella mia figa.

– Hmmm, buonissimo, torni a casa?

– Molto grosso e liscio, è così che mi spompina, vedi.

– Voglio amore.

– Anche César è d’accordo che tu mi veda con lui, ha detto che era solo questione di conoscersi, ma dobbiamo sistemare le cose perché anche lui è sposato.

– Tua moglie partecipa?

– No, è una bambola, ecco perché è un corno.

– Come se fossi diretto con te, non è il mio amore?

– È vero, per questo meritava di essere tradito senza saperlo, ma ora è cambiato tutto, vero?

– Con tutto il mio amore, quando può uscire Cesar con noi?

– Domani pomeriggio, puoi?

Silvia ed io abbiamo avuto un incontro con un fornitore. Stavo per dire di no, ma Silvia, a gesti, ha detto che l’avrebbe fatto da sola, allora le ho detto:

– Certo amore mio, sarò disponibile.

– Allora d’accordo, nel pomeriggio vi dirò i dettagli, ora tornate al lavoro e vado a godermi tutto il pomeriggio sul cazzo di Cesare, ciao.

Quando ho riattaccato il cellulare, Silvia ha detto:

– Olivia è quella di cui hai parlato, la tua madrina?

– Sì.

– Anche tu rendi cornuto tuo marito?

– Sì.

– Ma che meraviglia, ho bisogno di avvicinarmi a lei e Camila.

– Gli abbiamo anche parlato di te.

– Ha fatto il tuo stesso commento.

– Ottimo, organizzerò un incontro con loro, ma ora un’altra cosa, dubito che non sarai duro.

– Non puoi immaginare come.

– Fammi vedere.

– Qualcuno può entrare nella stanza.

Si alzò, andò alla porta e passò la chiave:

– Va tutto bene, adesso non entra nessuno, fammelo vedere.

Mi sono alzato, mi sono slacciato la cintura, mi sono sbottonato i pantaloni e li ho sbottonati. Ho tirato giù le mutande e il mio cazzo è salito forte. Lei guardò e disse:

– Il corno è lo stesso, André sembra esattamente lo stesso quando gli faccio questo.

– Di solito la chiami quando sei con un’altra persona?

– Certo, sono affari nostri.

– Wow, non riesco a smettere di pensare a lei seduta sul suo cazzo.

Lei viene da me, prende il mio cazzo e dice:

– Senti, se non lasci andare questa tensione, non riusciremo a finire questo foglio di lavoro entro domani.

Una cannuccia comincia a parlarmi all’orecchio:

– Voglio che tu ti diverta a pensare alla tua mogliettina… In quel momento seduto sul cazzo del tuo amante… Probabilmente dimenandosi come una puttana puttana… è così che la vuoi, non è cornuta… io sai cosa vuol dire… Tu sei come mio marito… Un docile cornuto per natura… E tua moglie come me, una troia per natura… Il tuo latte è cornuto nella mia mano… Lo credo anch’io Sono nella tua cagna dandogli il culo del suo maschio… Pensa che domani vedrai tutto da vicino… Fottuto sperma… sperma nella mia mano.

In quel momento non ce la facevo più e sono venuto, ma oltre alla mano ha toccato anche una parte del mio tavolo e quasi non ha toccato il taccuino. Mi tira il cazzo nel nostro bagno privato e prima di lavarsi le mani, scende sul mio cazzo e lo lascia pulito, poi dice:

– Era un regalo extra.

Ci laviamo e continuiamo il nostro lavoro.

Sono tornato a casa verso le sette e mia moglie non era ancora arrivata. Ho cenato con le ragazze e siamo andate in soggiorno a guardare la TV. Camila è arrivata verso le otto. Ha baciato le ragazze e poi me. Mi parlò all’orecchio:

– Andiamo in camera da letto.

Insieme alle nostre figlie:

– Aspettate ragazze, mamma ha bisogno di parlare con papà.

Non appena siamo entrati nella stanza, ha chiuso la porta. Senza dire niente, mi ha rimandato a letto e ha cominciato a spogliarmi. Quando ero nudo, lei ha fatto lo stesso con te e si è spogliata anche lei. Salì sul letto, si sedette sulla mia bocca e disse:

– Sentiti come un cornuto, senti il ​​sapore del maschio che mi ha scopato tutto il pomeriggio, sono venuto spesso, ma sono ancora eccitato e mi farai venire in bocca.

Ha parlato e ha strofinato la figa contro la mia faccia. Ho succhiato, leccato e annusato la fica usata della mia amorevole moglie. Non ci è voluto molto e lei ha iniziato a gemere e venire:

– Oh, sto venendo… Delizioso cornuto… Succhiamelo forte… Metti la lingua nella mia figa… Metti la lingua dove c’era il cazzo del mio maschio… Oh… Oh… io’ ll cumeeeeeeee.

È venuta e si è seduta sulla mia faccia. Poi si sdraiò accanto a me, prese la mia mazza e disse:

– Ora andiamo in cucina, voglio mangiare qualcosa, parlare un po’ con le ragazze, poi porto il mio cornuto.

Abbiamo indossato una vestaglia e siamo partiti. Sono andato con la mia amata in cucina e le ragazze sono andate in soggiorno. Mentre preparava i suoi panini, l’ho abbracciata, le ho messo la mano sotto il vestito, le ho toccato il sedere con un dito e le ho chiesto:

– Anche Cesare ti ha mangiato il culo?

Si volta verso di me e dice:

– Cosa ne pensi di un cornuto, ti ricordi quando hai mangiato il mio cazzo per la prima volta, come il suo cazzo è entrato senza difficoltà, sì, il suo cazzo è molto più grande del tuo, mi riempie completamente, adoro dargli il culo come oggi pomeriggio.

Wow, che colpo di scena è stata questa rivelazione. Continuò a preparare i suoi panini e poi ci sedemmo a tavola. Guardò mia moglie con gli occhi di un lupo in calore, desideroso di mangiare la sua femmina. Mangiò e si leccò le labbra, in una chiara dimostrazione di eccitarmi ancora di più. In uno di questi passaggi lei disse:

– Ho leccato così con il fottuto Cesare questo pomeriggio.

Mia moglie stava diventando una canaglia di prim’ordine e io approfittavo di questo privilegio. Finì il suo pranzo e andammo in soggiorno. Abbiamo parlato con le nostre figlie, abbiamo fatto loro domande sulla loro vita quotidiana, sulle loro faccende scolastiche, ma siamo stati fortunati ad avere due figlie che non ci hanno dato problemi. È ora che andiamo a dormire. Le nostre ragazze sono andate nelle loro stanze e noi nelle nostre. Siamo appena entrati e ci stavamo già baciando e strappando i nostri vestiti. Sale sul letto, si mette a quattro zampe e dice:

– Vieni cornuto, fanculo il culo della tua mogliettina, senti quanto è largo per te.

Ho leccato qualche leccata da quel culo gustoso e poi ci sono entrato. In effetti, il mio pene è entrato molto facilmente, prova che è stato usato spesso. L’ho messa su e lei gemeva, non mi ci è voluto molto per riempirle il culo di sperma. Sono caduto sdraiato accanto a lei. Dopo un po’ ho chiesto:

– Ehi amore mio, come faremo domani?

– Tutto è sistemato, c’è un motel dove vado con lui e che accetta sesso a tre e coppie, domani gli manderò via messaggio l’indirizzo e il numero della suite. Io andrò con lui e tu andrai più tardi, vai alla reception e dammi il numero della suite che ti darò.

– E’ la macchina?

– Il garage contiene due auto, è silenzioso.

– Wow, parli in un modo che sembra essere stato fatto molte volte.

– E l’ho fatto.

– Fa?

– César ha amici molto intimi ea volte porta qualcuno con sé.

– Wow e io pensavo di avere la moglie più pudica del mondo.

– Bene, amore mio, e continuerà così, la nostra vita parallela interessa solo a entrambi.

– Hai ragione, rimarrà così. Hai solo bisogno di amici?

– No, più volte lo abbiamo fatto con altre coppie.

– Coppie sposate?

– Sì, ma lo abbiamo fatto anche con amici e amanti, come lui e me.

– In questo momento, nessuno appartiene a nessuno?

– Esattamente.

– Dimmi una cosa, nei video di Olivia fa sesso con le donne, anche tu?

– Sì.

– Wow… Quante rivelazioni.

– Sorpreso amore mio.

– Non sorpreso, ma sicuramente sorpreso.

– Sorpreso positivamente o negativamente?

– Positivo amore mio, molto positivo, perché voglio partecipare a tutto questo, ora con te.

– Ma a una condizione, non giocherai mai con un’altra donna, io sono abbastanza per te.

– Certo amore mio, il mio bastone sarà il tuo cornuto.

Abbiamo finito quella notte e abbiamo dormito.

(Da seguire…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *