Cambio di abitudine – 7

di | 9 de Dicembre, 2022

da Cesare

Suite… Questo inizio di liberazione mi ha incoraggiato a raccontare a mia moglie il sogno che ho fatto con lei. Riceve la curiosa notizia, ma allo stesso tempo rivela cose che non avrebbe mai immaginato sui padrini di una delle nostre figlie…

Quando mia moglie ha detto che Olivia aveva ammesso l’idea di tradire il marito, non le ho creduto e dopo aver chiesto se fosse successo davvero, mia moglie ha detto:

– È successo, ma ha posto una condizione: solo lui sarebbe stato tradito, perché non avrebbe accettato di condividerlo con un altro.

– Ha accettato?

– Ha accettato, perché il suo unico desiderio era vederla con un’altra donna, non aveva intenzione di uscire con un’altra donna.

Non potevo credere a tutto quello che mi diceva mia moglie, il mio migliore amico stava già facendo tutto quello che sognavo. Ci ho pensato quando mia moglie appoggia il suo corpo contro il mio, mi bacia sulla bocca, fa scivolare il suo contro il mio orecchio e parla piano:

– Spaventato dalla rivelazione che il tuo migliore amico è un presunto cornuto?

Quando ho sentito di nuovo quella parola ho abbracciato mia moglie e come un animale rabbioso ho cominciato a metterla su di lei. Sono entrato e lui ha detto:

– Quel tesoro mette tua moglie di buon umore… Quindi tesoro… Pensa al cornuto del tuo amico… Pensa a come mangia Olivia dopo che lei ha infastidito un altro… Ui… Buonissimo… Questo mi rende sentirsi bene… Voglio il tuo piacere dentro di me.

Mi prende il viso con entrambe le mani, mi bacia la bocca, gli occhi che erano chiusi e dice:

– Apri gli occhi amore mio.

L’ho aperto ed eravamo gli occhi vicini l’uno all’altro, lei ha detto:

– Ti è piaciuto sapere che il tuo amico è cornuto?

Ho annuito con la testa, ma lei ha insistito:

– Senza testa, voglio che parli.

– Sì amore mio, mi è piaciuto molto saperlo.

– Quindi continui a giocare con me e ora pensi di essere lui.

Sentendo questo, non ho resistito ed sono entrato in mia moglie. Non ricordo di essermi divertita così tanto come questa volta, la mia eiaculazione sembrava infinita. Quando mi sono sentito come se fossi venuto, mia moglie si è strofinata contro di me come non aveva mai fatto prima, e subito dopo è venuta anche lei. Si è seduto sopra di me e, incredibilmente, il mio membro era ancora duro, ma il mio seme ha cominciato a fuoriuscire da dentro mia moglie. Ho detto che avrei sporcato il tappeto e lei ha detto:

Altre storie erotiche  Le persone cambiano e non se ne rendono nemmeno conto.

– Non preoccuparti, lo pulisco dopo, voglio godermi questo momento con te.

Ho abbracciato e baciato mia moglie. Dopo un po’ lei dice:

– Andiamo a letto?

– Andiamo caro.

Sono scesa a prendere il pigiama e lui mi ha detto:

– Lascia stare, vieni comunque, le ragazze dormono.

Mi ha afferrato il membro e mi ha portato nella nostra stanza. Una volta lì, si toglie la camicia da notte e la getta sulla sedia. Si avvicina al letto e io dico:

– Non fai la doccia?

– Né io né tu, vieni a letto.

Obbediente, mi sono tolto la giacca del pigiama e mi sono sdraiato accanto a mia moglie. Non conosceva me e tanto meno mia moglie, lei comandava il rapporto che avevamo appena avuto. È quella che è sempre stata così remissiva, soprattutto dopo che voleva qualcosa di diverso e io non la sostenevo. Questa è stata una grande notizia, ma estremamente piacevole. La sua testa era appoggiata sulla mia spalla e la sua mano scorreva lungo il mio corpo. Rimanemmo in silenzio finché lei ruppe il silenzio:

– Amore, eri spaventato da tutto quello che ti ho detto?

– Non lo nego, non avrei mai immaginato che Miguel e Olivia avrebbero avuto questo stile di vita.

– Sta a voi vedere come le apparenze ingannano, a volte le persone così eterosessuali nascondono segreti non confessati, a volte le persone apparentemente spudorate sono eterosessuali, non possiamo e non dobbiamo giudicare, l’importante è che la coppia sia felice.

– Hai ragione, tesoro.

– Allora dimmi una cosa, ti è piaciuto il nostro sesso in salotto?

– Il nostro amore vuoi dire.

– No mio caro marito, l’amore è quello che provo per te, ora voglio dormire con te, voglio dormire con te, voglio scoparti, voglio scoparti.

Le afferrai il viso per il mento, alzai i suoi occhi nei miei e dissi:

– Amore nostro, dove hai imparato a parlare così?

– Con Olivia amore mio, mi ha aperto gli occhi a questa nuova visione, a questo nuovo modo di essere, non ho praticato con te per ovvi motivi, non mi ha aperto a questo, ma ora tutto sarà diverso . , Corretta?

– Va bene, ma voglio che tu abbia pazienza con me, non ho avuto un insegnante come te.

Altre storie erotiche  Storia erotica diretta - Una nuova donna

– Non hai detto a nessuno del tuo sogno?

Mi sono bloccato, ma non avevo intenzione di mentire a mia moglie, quindi ho detto:

– In realtà ho detto di sì, perché stavo per impazzire tenendolo per me.

– Ah, non va bene, quindi dimmi con chi hai parlato.

– Mi giuri che non ti arrabbierai con me?

– Anche se ne avessi parlato con mia madre, smettila di fare lo sciocco amore mio, stiamo abbattendo le barriere.

– È vero, perché quello che sto per dirti sorprenderà anche te.

– Yippee, adoro le sorprese, purché siano buone, ovviamente.

– Un giorno ero arrabbiata in ufficio e Silvia se n’è accorta, mi ha messo così tanta pressione che ho finito per aprirmi con lei.

– Le donne sono cattive, otteniamo sempre ciò che vogliamo, cosa ha detto?

– Si è accorta che avevo il cuore spezzato così mi ha portato a pranzo e ha chiamato suo marito, chiedendogli di venire anche lui.

– Gentile da parte tua, avere un’opinione maschile sarebbe importante.

– Ma non voleva solo la loro opinione, l’obiettivo era che mi raccontassero la loro esperienza, André è anche il suo cornuto.

Sentendo questo, mia moglie si appoggia sul gomito, mi guarda e dice:

– Jura, che cosa interessante, ti rendi conto che è molto più frequente di quanto immagini?

– Assolutamente, e se oggi tocchiamo l’argomento lo dobbiamo a loro che mi hanno incoraggiato.

– Ho sempre amato Silvia, sono sicuro che d’ora in poi la amerò ancora di più.

– Ha anche suggerito che se dopo questa conversazione non fossi stato scioccato, potremmo uscire insieme per scambiarci le nostre esperienze.

– Ma dimmi una cosa, queste esperienze sono reali, esce con altri o è solo una sua fantasia?

– Sono reali, tanto che non ci potevo credere, così mi hanno portato a casa sua e mi hanno mostrato una serie di foto e anche video di lei che faceva sesso con altre persone.

– Wow, che bontà, hai visto il tuo manager fare sesso.

– Si l’ho visto.

– Olivia e Miguel hanno anche una considerevole collezione di foto e video.

– E l’hai visto?

– Tutto e più volte.

– Wow, che rivelazione per una notte.

– E cosa ne pensi?

– Più sollevato nel sapere che le persone così vicine a me si sentono come me.

Altre storie erotiche  Storia di gruppo erotica - Claudia

– E’ una confessione di mio marito?

L’ho guardata, ho sorriso e ho capito quanto fosse attenta ai dettagli mia moglie. Come se non avessi capito la sua domanda, ho detto:

– Confessione di cosa?

Ora è lei che sorride, mi bacia sulla bocca e dice:

– Giocheremo a parlare sempre con franchezza, senza fronzoli?

– Lo faremo.

– Ammetti che l’idea di essere un cornuto ti eccita?

Non c’era più modo di negarlo:

– Sì amore mio, ogni volta che ci penso mi emoziono e mi si indurisce il pene.

Afferrò il mio membro, lo strinse un po’ e disse:

– Amore mio, quando ho detto niente fronzoli, intendevo niente fronzoli e ti dirò una cosa, ogni volta che dici pene, vagina, membro, non puoi immaginare come va a finire con la mia erezione.

– Ma è sempre così che parliamo.

– È vero amore mio, stiamo ancora parlando, passato, ora cambieremo tutto questo, quindi non voglio più sentirti pronunciare quei termini.

Stavo per rispondere, ma lui mi copre la bocca con la mano e dice:

– Non pensare nemmeno a sollevare obiezioni, non lo accetterò. No.

Ho guardato mia moglie e ho visto un altro lato della sua personalità, prepotente. Vedendo che non cercava più di parlare, disse:

– Sono arrapato e il tuo cazzo mi dice che mi vuole fottere ancora, dai, fottiti tua moglie.

Era sdraiata sulla schiena e io mi sono posizionato tra le sue gambe. Il mio cazzo è entrato in questa grotta calda e umida come mai prima d’ora. Mi ha stretto al suo corpo e mi ha sussurrato all’orecchio:

– Vieni cornuto, scopa la tua bella mogliettina, divertiti nella sua figa.

Era troppo e non riuscivo a controllarmi, sono venuto. Apprezzato e ascoltato:

– Allora, mio ​​gustoso cornuto, dammi questo piccolo latte, voglio sentire tutto dentro di me.

Sono venuto e sono crollato su mia moglie. Fece scorrere amorevolmente le sue mani sul mio corpo. Siamo rimasti così finché il mio cazzo non si è ammorbidito e lui si è tirato fuori da lei. Abbiamo dormito così, abbracciati.

(Da seguire…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *