Cinquant’anni e non mi sopporto

di | 12 de Dicembre, 2022

La mia predilezione per le corone esiste fin dalla pubertà, sono sempre stata più innamorata delle madri di mia conoscenza che delle mie e più innamorata delle maestre che di qualsiasi compagna di classe. Questa è la caratteristica principale della mia sessualità. Ho già frequentato due donne a 20 anni di distanza per soddisfare il mio appetito, ma sembra che questo limite non mi si addicesse e ancora una volta single ho potuto incontrare Ymar, che è delizioso sulla cinquantina.

Certo, l’età in sé non è tutto. Ammirare le forme femminili mi porta anche alla socializzazione maschile, e lei… Wow… Ce n’è parecchia. Piccola, paffuta, tettona, un culo molto carino e un dolce sorriso su una bocca deliziosa che non poteva mancare. Ci siamo conosciuti quando vivevo a Rio per studiare all’Università Federale e anche se lei viveva a SP… Durante una conferenza accademica ho finito per innamorarmi della sua città e abbiamo avuto tante soddisfazioni.

Salverò la storia di come ci siamo conosciuti su Internet, come ci siamo incontrati e altri dettagli personali per concentrarci sull’esperienza sessuale che abbiamo avuto. Ymar vive oggi, e non molto tempo fa, una vita amorosa liberale. Esci con 2 uomini contemporaneamente (uno, ex marito) con il consenso di entrambi. Volontario com’è, non le è stato difficile convincerli. La cosa più bella è che ha aperto il gioco per vivere così e ha fatto lo stesso anche con me in modo che mi avvicinassi e lo scoprissi. Sono andato lì, e sono andato molto in profondità!

La tara è diventata più forte con le calde conversazioni di Whatsapp e le foto e i video che hanno girato. Dalla bocca della mia piccola bionda, ho sentito solo che la gente mi chiamava bravo ragazzo. Si sentiva e si sente molto commossa dal mio colore, dal mio gas, e io… Da tutto questo caldo e dal vulcano che il mascalzone è a letto. Capirà questa storia e quando leggerà questa parte saprà: quando ricorderò la tua figa grassa che mi bagna tutto il cazzo mentre ti assaporo… La mia colomba vuole sentirti.

Ad ogni modo, nella mia seconda delle 5 notti in cui sarei stato lì, sono andato a casa sua per andarmene con le intenzioni più carnali che avevamo. Arrivati ​​lì, passammo ancora un po’ di tempo sul divano a guardare la televisione. È stata sola per un po’, quindi vedi… Ci siamo baciati molto forte per proteggerci dal freddo terribile e la verità è che stava quasi sudando per i baci che l’hanno lasciata senza fiato.

Rimasi senza fiato ma non mi tirai indietro, afferrandole le cosce ei seni enormi con piacere, succhiando persino i succulenti capezzoli della cagna bionda. L’ho fatta sedere sulle mie ginocchia e ci siamo sfiorati l’uno contro l’altro in modo animalesco. Era pazza a darmelo e io ero pazzo a mangiarlo. Abusando della giovinezza, l’ho sospesa dalle mie ginocchia in posizione eretta. Avevo le sue gambe tra le mie braccia e quella piccola figa calda protetta da mutandine e un vestito che adesso era alzato… Era già appoggiata al mio cazzo duro nei pantaloni, sbavando.

L’ho fatta sedere sul divano e le ho allargato le gambe. Ho lisciato volentieri il suo corpetto carnoso sopra le mutandine e ho comunque portato le mie dita sul suo fondoschiena, anch’esso coperto dal tessuto. Sfortuna! Con ciò, il nervosismo ha invaso la cornea e l’imminenza di qualcuno che arriva ha fatto impazzire tutto. Volevo davvero entrare nella bomba in questo momento, ma il trattamento della negazione della regina qui include un’eiaculazione sulle mie labbra carnose e sulla lingua. Quindi sono andato a succhiare gustoso.

Le ho tolto le mutandine e l’ho vista molto vulnerabile, tutta aperta. Che spettacolo delizioso! Il mio cazzo voleva invadermi proprio lì senza orale, solo la lubrificazione delle maniglie. Ma mi chinai e le misi le gambe sulle spalle e dal culo alla clitoride le diedi una leccata lunga e lenta. Era tutto così delizioso e profumato. Si è preparata completamente perché il suo ragazzo nero venisse a darle i multipli.

Con la lingua lassù nella sua figa, ho cercato meglio il bocciolo con le mani… Ho aperto di più la carne in modo che la mia lingua potesse strofinare ancora meglio. Era molto bello vederla a poco a poco diventare ancora più lussuriosa e il suo corpo contrarsi al ritmo di gemiti che risuonavano poco nella stanza. Si muoveva su e giù, da un lato all’altro, con movimenti circolari… dietro il modo in cui lei reagiva di più per poter esplorare. Non dirò quanto sia stato il miglior kk, ma quando ho tenuto il passo e ho aumentato il ritmo… Lei gemette più forte. Era così bagnato che stava raggiungendo il cielo.

Con 2 dita ho iniziato a stimolare le entrate della sua figa e del suo culo, e l’ho inserito molto lentamente. Quando ho toccato il suo punto debole con la lingua, ho scavato nel resto delle mie dita ed ho eseguito una mini DP sul suo sesso orale +. Venne così forte che dovette mettersi un cuscino sulla bocca per poter gemere più forte. non potevo sopportarlo. 2 pervertito da solo lo dà.

Mentre si stava riprendendo, mi sono tolto i pantaloncini e le mutande, vedendo di persona tutte quelle parti deliziose. Il suo cazzo era intrappolato quando le mutandine sono scese e ha visto quanto fosse difficile per lei. L’ho vista che voleva prenderlo. Vuoi succhiarmi Ma soprattutto voleva essere scopata da me. Ho esaudito il desiderio per l’aspetto da troia e l’ho impostato su un 4 per me stesso. Sperma. Il suo miele quasi scorreva. Ho dovuto indossare tutto, difficile per lei.

Con il mio piccione le ho forzato 2 entrate ma prima la testa della gatta si è gonfiata dentro e l’hanno spinta fino in fondo. Ero completamente coinvolto! Che calda delizia. L’ho tolto e ne ho messo dell’altro. Accelero sempre di più il ritmo, anche se a lei piace andare più piano. C’era così tanto miele che la mia borsa era appiccicosa. Le ho afferrato i capelli e il suo quadrilo con il suo jeitinho empurrei o piru nel lupo minha senza vergogna del suo jeito che le ha fatto chiedere “fode mais meu nego gostoso”. Il cazzo era già nella mia testa, ma volevo spremere un altro orgasmo da questa prelibatezza.

Problema che ad ogni rinforzo del suo gemito, mi eccitavo così tanto che volevo venire… Quindi ero un po’ in ritardo perché la mia corona di fuoco prendesse altro cazzo. Ho semplicemente lasciato cadere le sue ginocchia sul divano premendola contro il mio petto e la penetrazione è diventata ancora più forte. Ho afferrato le sue tette eccitate e ho detto che stavo arrivando… Mi ha detto di aiutarmi e l’ho presa subito e stavo per venire quando l’ho sentito anch’io… E poi il clic delle chiavi nella porta ha fatto fermiamo tutto e corriamo in camera tua. Sua figlia era arrivata.

Io, vestiti in mano e bastone in mano, l’ho seguita, ma le sue mutandine, che mi ero tolto e che erano per terra… l’ho presa a calci sotto il divano. Non ho scelta. All’interno della stanza abbiamo dovuto ricomporci e dopo pochi minuti siamo usciti come era stato il piano fin dall’inizio. Ovviamente abbiamo finito questa corrida poche ore dopo un buon inizio, bicchieri di vino e mani stupide all’interno del taxi. Ah, lupo… Hai fatto impazzire il giovane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *