Con lui nel mio letto.

di | 9 de Dicembre, 2022

Sono tornato con un’altra storia emozionante e questa volta è stato bellissimo quello che mi ha fatto il mio negro. Dopo lunghe conversazioni e provocazioni su WhatsApp, un giorno abbiamo litigato e lui ha deciso che non ci saremmo più visti, io ho deciso di accettare, ma non del tutto, sono rimasta sulla difensiva ed ho evitato di chiamarlo, ma lui non ha Lasciami dire che ciao per seconda intenzione.

Sa che donna calda e sporca sono e ha sempre voluto rompere con me.

Ho smesso di inviare foto e ho inviato un racconto breve, su un pompino molto provocatorio, gliel’ho inviato in modo che potesse leggerlo anche lui e dare la sua opinione.

Quello che non immaginavo nemmeno era che lavorasse dietro l’angolo e quando l’ha letto era già arrapato e voleva che gli facessi un pompino come quello della storia.

Mi ha chiamato all’alba e mi ha svegliato Non riesco a sentire la sua voce senza eccitarmi Sono come una cagna arrapata che vuole sentire il suo cazzo che mi fotte.

Ha acceso il video e io ero molto arrabbiato, ho mostrato come la mia figa rosa gocciolava come piace a lui, e il mio culo stretto ingoiando il suo cazzo arrapato, l’ho fatto apposta per dimostrargli che mi sarebbe piaciuto che fosse lì per mangiami molto, dato che sono stato più di 2 mesi senza sesso.

Mi ha fatto ridere di lui e mandare un video da guardare, sono molto dipendente dal suo cazzo, non so come spiegare cosa ha, ma ogni volta che fa sesso con me sembra che mi trasformi.

Ha iniziato a prendermi in giro mostrandomi il suo cazzo che si masturba e mostrando la sua faccia arrapata. Non lo sopportavo e mi sono avvicinato, è l’unico uomo che mi fa bagnare dall’emozione.

Cambio quando inizia a comandarmi, è un uomo molto dominante, con lui non so mai cosa verrà dopo e non riesco nemmeno a immaginarlo perché ha già programmato tutti i passaggi.

Mi ha detto che dovevo dargli l’indirizzo di casa mia, e ha detto che avrebbe mangiato qualcosa e avrebbe aspettato che tornassi a venire per lui, gli ho dato l’indirizzo e, naturalmente, speravo di non farlo deludere il mio uomo. , il mio padrone, il mio maschio. Quando mi ha chiesto l’indirizzo, credo fosse già nella mia città.

Altre storie erotiche  Mio cugino è insaziabile - Storie erotiche

Mi ha detto di aprire la porta perché stava arrivando, erano già le tre e mezza del mattino, mio ​​marito sarebbe rientrato dal lavoro alle cinque, non potevo credere che fosse lì… ci sono andata da sola in pigiama . e mutandine… Non mi importava della luce così i vicini non potevano vedere che è troppo arrabbiato, ce lo meritiamo, mi ha tirato fuori le tette e me le ha succhiate così eccitate che mi faceva male morderle, ma mi piaceva sentire quella bocca succhia, oggi, otto giorni dopo, i miei seni sono ancora neri per i segni della sua suzione. Sono venuto a portarlo nella mia stanza nel mio letto un altro non mi ha mai mangiato a casa mia e nel mio letto ero molto eccitato la mia figa si contorceva non pensavo a niente o pericolo e volevo che tutto finisse.

Mi ha abbracciato forte e mi ha messo in ginocchio e si è alzato e mi ha messo tutto il suo cazzo in bocca e l’ho succhiato molto forte mi ha schiaffeggiato in faccia e me lo ha messo in bocca con forza Ho dimenticato che era la mia stanza e l’ho succhiato lui come una puttana arrapata, qualche volta sono riuscita a succhiarlo così perché abbiamo sempre poco tempo.

Ma sentivo la taglia enorme, che c’è anche in gola… Lo feci sedere e cominciai a succhiare ancora più volentieri. Delizioso ed esce un liquido eccitante che mi fa impazzire, perché il tempo era poco e il cornuto sarebbe arrivato presto, mi sono buttata su di lui e mi sono seduta sul suo cazzo, l’ho cavalcato con tanta voglia… l’ho baciato e scopato come un cane che chiede sempre di più… Mi ha buttato a terra e mi ha detto di stare a quattro zampe per lui e mi ha cavalcato come un cane che mangia una cagna mi ha colpito forte nella figa io gemevo e gemevo tanto! ! Mostrando chi sa davvero come scopare la loro cagna e arraparsi:

Altre storie erotiche  Storia puramente erotica - Il viaggio a Buenos Aires

Solo lui conosce i punti che posso apprezzare pisciandogli addosso, con lui sono la migliore puttana. Mi piace quando mi dà ordini, mi accarezza il sedere e mi chiede cosa voglio che faccia… Dice di chiedere al suo proprietario di leccargli il culo ora. Chiedere!!

L’ho pregato di mangiarmi il culo e gli ho montato il cazzo che era ancora nella mia figa, gli ho chiesto per favore mettimi il dito nel culo per favore mettilo!

Essere scopata nel mio letto da un nero sporco e incazzato è stato un dono degli dei, ammetto di averlo desiderato molte volte, ma non avrei mai immaginato che mi sarebbe stato presentato un regalo così bello e delizioso.

Certo, anche per lui mangiare una figa come la mia è stato un regalo perché gli vengo addosso con tanta eccitazione e voglia e io sono quasi troppo porca e fottuta per lui, mi godo ogni mossa e carezza che mi fa. E gli faccio sentire quanto la mia figa ami il suo cazzo che deglutisce tutto bagnato e piscia eccitato. Ma quello che mi piace di più è dargli il culo, sentirlo entrare e stringergli il cazzo mi lascia al settimo cielo mi fa delirare, gli ho chiesto di mettermi un dito dentro, mi dà una sensazione di eccitazione. Non era ancora soddisfatto, l’ho pregato di mettergli il cazzo addosso, chissà cosa vuoi mia puttana, dillo al tuo padrone di casa!

Ho spalancato il culo e ho implorato di mangiarmelo per favore e mi sono mosso perché lui lo mettesse dentro, ha iniziato a mettere la testa del cazzo dentro, faceva così male sentire l’enorme cazzo spesso, il mio culo è stretto ma io già sentiva che stavo pisciando arrapato e gemendo in modo incontrollabile, mi ha messo una mano sulla figa, mi ha chiamato la mia cagna e ha detto di chi è il culo birichino la mia cagna, twerka per il tuo maschio, twerka la mia cagnolina.

Altre storie erotiche  Uno di questi giorni!

Mi tirava i capelli come se mi stesse domando e dovevo obbedire ai suoi ordini. Ho intenzione di spaccare tutto questo culo. Non riuscivo nemmeno più a controllarlo. Ero grondante di lussuria. Mi sentivo come se stessi per svenire. si stava facendo a pezzi finché non è venuto tutto intero… ho ruggito di lussuria e ho riso della schiuma sulle mie gambe ho sentito il mio cazzo tutto dentro e le sue palle si sono strofinate sulla mia figa mi ha dato un’eccitazione pazzesca ho perso il controllo ha preso a calci il mio culo e ha detto che lui era l’unico proprietario di me e che il mio culo sarebbe stato tutto suo, e che tornerò sempre a fotterti, puttana mia…

L’ho sentito eiaculare nel mio culo. sentirlo scoparmi nel mio letto… spero che torni presto!

Mi ha già detto che non vorrà che mi masturbi per qualche giorno, so che lascerò le mie cosce lavate dal pisciare… Mi è piaciuto molto essere divorato e ingoiare il suo cazzo in questo modo, poi voglio per avere il tempo di succhiare fino a farmi venire in bocca, e continuare fino a quando non si indurisce di nuovo e mi fotte la figa, che sarà già tutta bagnata e il mio culo lampeggiante di desiderio. Ogni volta che entro in camera sento il suo odore maschile, ha un odore unico, un mix di eccitante che mi fa girare la testa. Spero che questa breve storia vi piaccia e per favore votate e commentate! Buona lettura con tanta febbre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *