Cuckolding mio marito con il dentista

di | 9 de Dicembre, 2022

Racconterò la mia storia di come ho inconsapevolmente tradito mio marito, volendo hahaha. Sono una donna di 31 anni di spalle, madre, molto felicemente sposata, lavoro ancora come dentista in BH, sono marrone chiaro, proprietaria di un sedere affilato e solo filo interdentale.

Come ho detto, ho visitato lo studio del dentista e c’è un dentista di nome Vitor che la prima volta che l’ho visto si è avvicinato a me baciandomi sulla guancia e fissandomi.

Non gli ho prestato molta attenzione, anche se continuava a guardarmi, dopotutto sono molto felicemente sposato.

Alla seconda visita è stato più scortese dicendo che non poteva vedermi a quell’ora, che potevo tornare dopo le 17:30 visto che ero l’ultimo paziente. Sono tornato all’ora concordata, era solo, si è subito scusato per essere arrivato prima e ha detto che ora possiamo stare tranquilli.

Ho fatto la mia parte professionale e Vitor ha iniziato a farmi domande sul matrimonio, se a mio marito non importava che lavorassi fino a tardi, ovviamente stava cercando di conquistare un cliente e rispondeva alle sue domande in modo innocente. Quando è stato il momento di andare ho detto addio mi ha guardato e non mi ha nemmeno baciato gli ho detto mentre gli diceva in faccia oh sì sono tornato e ho capito che stava cercando di darmi un pugno all’angolo del labbro .

Sono uscito, due giorni dopo ero in un altro ufficio, ho ricevuto un messaggio dalla segretaria di Vitor che diceva che dovevo fare degli ordini e ho chiesto di venire in ufficio dopo le 17:30, questa volta senza nessuno.

Mi sono sempre pettinata, ma quel giorno faceva molto caldo e indossavo una gonna molto elegante e tacchi alti.

Ammetto che durante la giornata pensavo a Vitor, se me lo chiedeva davvero o voleva solo coccolarmi, pensavo al professionista, ma sapevo che era un bullo.

Alle 17:30 ero in ufficio, è arrivato Vitor e mi ha chiesto un bacio sulla guancia, eravamo solo io e lui. In realtà ha ordinato, ma gli ho detto che quando ne aveva bisogno urgentemente poteva persino inviarmi un’app di watt e avrei potuto prendere l’ordine. Mi ha detto, quanto è divertente proporre e non poter vedere una donna così bella, mi piace che tu venga qui così posso vederti. Ho detto, basta, già alzandomi come se stessi per andarmene. Quando mi sono girata per mettere la mia roba nella borsa ho sentito Vitor fermarsi dietro di me, ho cercato di allontanarmi da lui ma lui mi ha afferrato per la vita e mi ha sussurrato all’orecchio, sei bellissima e deliziosa con questa gonna. Ho detto che non potevo restare, dovevo andare a casa, ma lui ha iniziato a baciarmi il collo, il collo, ogni donna sa che ti fa tremare le gambe. Ho provato a resistere e mi sono girata, in quel momento mi ha baciato, già con la mano sul sedere, sapevo che era sbagliato, ma la mia figa mi aveva già bagnato le mutandine.

Altre storie erotiche  Ho scopato la mia matrigna in macchina!

Vitor mi ha tolto i vestiti, ero già una facile preda, è stato felicissimo quando mi ha visto in un completo di lingerie rosa, indosso solo biancheria intima abbinata.

A poco a poco ero completamente nudo, mi ha adagiato sul suo tavolo e mi ha fatto un bagno di lingua, la sua lingua è passata sui miei seni, dove ha morso, leccato e succhiato. Si è mosso lungo il mio inguine, facendo scorrere la lingua, fino a raggiungere la mia figa rasata. Ha preso dei morsi leggeri facendomi gemere, mi ha succhiato il clitoride, mi ha leccato dolcemente e piano piano aumentando il ritmo, sapevo che lo faceva, ma la sua lingua aveva un ritmo ed era facile per lui rilasciare una sborrata nel suo bocca.

Si è tolto i vestiti e ho visto un gallo lungo circa 19 cm, ma grosso, molto grosso.

Era ancora sdraiata sul tavolo. Ho sentito la testa toccare la mia figa. Ho parlato del preservativo, ma ero così bagnata e mi divertivo che senza che lui spingesse, ho sentito il grosso cazzo scivolarmi dentro.

Che bel cazzo, mi ha sollevato le gambe e ha cominciato a muoversi da una parte all’altra lentamente, a poco a poco ha preso il ritmo e ha colpito forte, quel cazzo mi ha fatto desiderare di più e ha spinto, spinto, spinto questa delizia. Siamo stati un po’ con lui a mangiare a tavola, quando mi ha detto di mettermi a carponi sulla sedia degli ospiti, ho obbedito, mi sono inchiodato bene il culo, poi è entrata questa testolina e poco a poco il suo cazzo era già tutto dentro di me, mi chiamava puttana, puttana, mentre una mano mi si aggrovigliava nei capelli e l’altra mi colpiva il culo, mentre lui spingeva forte, sentivo quel cazzo nella pancia. Vitor sapeva cosa stava facendo, mi ha mangiato per farmi davvero male alla figa, è il tipo di ragazzo che picchia forte, alle donne piace sentire un cazzo penetrare in profondità, il suo andare e venire lo faceva gemere sempre di più, finché non l’ho sentito gemere e rilasciare il suo sperma caldo dentro la mia figa, eravamo sudati, il mio culo era rosso per gli schiaffi e un dolore nella mia fica piena di sperma.

Altre storie erotiche  La scivolata di Larissa, 6

Mi sono ricomposta e sono andata a vestirmi, dovevo uscire, erano già le 8 di sera e avevo dei messaggi da mio marito. Vitor è arrivato da dietro e voleva di più, ho detto che sarei tornato la prossima settimana, ma dovevo andare, mi ha dato l’ultimo bacio ed è corso a casa.

Arrivato a casa, guarda il destino, mio ​​marito è venuto subito a prendermi, mi mancava ed ero emozionata, ho provato a dire che ero sudata, che avevo bisogno di una doccia, ma lui mi ha buttato sul letto e mi ha tolto le mutandine , all’inizio non sapeva di averlo notato ma quando è andato a mettere il suo cazzo dentro di me si è presto seduto sulla mia figa diversa ha tirato fuori il cazzo e ha visto uscire un sacco di sperma ammetto che pensavo di aver chiuso con i miei matrimoni mi ha detto chissà cosa fosse, balbettando e con la voglia di piangere gli ho detto che ero andata a letto con un’altra e sono caduta sul letto chiedendomi scusa, in quel momento mio marito mi ha rimesso il cazzo dentro e ha cominciato a picchiarmi chiedendomi cosa era come se non toccasse a me piangere e lui stesse ancora sognando ad occhi aperti sapendo che lei lo stava tradendo. Ero sbalordita, non sapevo se stesse usando una scusa o se stesse davvero dicendo la verità, mi sono messa in vena pensando che fosse davvero una sua fantasia, e gli ho raccontato tutto, quando ho finito di dirlo a mio marito, mi ha lasciato. Ha emesso un gemito che non aveva mai fatto prima e si è davvero goduto lo sperma dentro di me.

Altre storie erotiche  Massaggio tantrico

Alla fine ho scoperto di essere una donna molto fortunata, mio ​​marito fantasticava davvero di essere un cornuto e aveva paura di dirmelo, sapevo già che aveva un matrimonio meraviglioso, ma ora ne ho ancora di più, perché posso fare sesso. con un’altra persona, infatti, Vitor è diventato il mio amante stabile, torno sempre a casa con la merda, ma Vitor non sa che a mio marito piace, solo io e mio marito siamo confidenti, è passato più di un anno ormai ordine. Ho deciso di scrivere di mio marito, e confesso che quando scrivo la mia figa è bagnata dall’essere felicemente sposata e dal poter sentire il cazzo che voglio, baci a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *