Cuoco dotato – Storie erotiche

di | 26 de Novembre, 2023

Vivevo da sola a Brasilia, venivo da Minas Gerais nel Distretto Federale perché ero separata e sono rimasta molto delusa, sono venuta per provare una nuova vita, appena arrivata nella capitale del paese, ho affittato un appartamento dove vivevo da sola per 2 anni, quando avevo 37 anni, ho pensato che avrei vissuto da sola, adoro cucinare e nell’appartamento di fronte vivevano due donne, una madre e sua figlia, la ragazza aveva 18 anni e ci vedevamo pochissimo ciascuna altro, ci siamo salutati. detto tra noi finché un giorno sono andato a fare una pizza, del resto amo cucinare, ho lasciato che lei cucinasse e sono sceso a comprare una bibita quando ho incontrato la mia vicina di casa di 18 anni e lei mi ha detto che profuma di pizza e sembra delizioso. Per l’odore ho detto che lo facevo e lei già mi chiedeva un pezzo, ho detto tutto

beh e che glielo avrei portato quando avesse finito e comunque ho bussato alla sua porta e le ho dato il pezzo che le piaceva molto e poi siamo diventate amiche e lei mi ha detto che sua madre era un’infermiera e qualche volta veniva lasciata sola per un po’ mentre la mattina sera, un pomeriggio lei ha bussato alla porta e ha chiesto se poteva entrare, io gliel’ho detto solo un attimo, visto che a casa amo il costume da bagno, sono andata a mettermi dei pantaloncini, lei mi ha chiesto perché Ci stavo mettendo così tanto tempo. tanto tempo e le ho spiegato, poi con mia sorpresa ha detto che se è un costume da bagno puoi tenerlo perché sono abituata a vedere uomini così in discoteca, l’ho detto meglio quindi ha insistito per vedermi in costume da bagno finché non sono andato in camera e mi sono tolto i pantaloncini, ho notato che lei guardava le mie cosce grosse e il volume all’interno del costume da bagno, dopotutto sto bene,

Altre storie erotiche  Racconto erotico diretto: un massaggio e un'eiaculazione inaspettata!

Abbiamo mangiato, siamo andati, e lei ha iniziato a parlare di sesso e ha detto che era evangelica e che non era mai stata con uomini, e continuava a dire che dovremmo avere molte donne al suo fianco, io ho detto che lavorava molto . e qualche volta aveva una ragazza perché non ne aveva una. Era di ferro, disse, vado a casa a farmi una doccia. Posso restare qui a guardare film finché non mi addormento? Dato che mia mamma oggi è andata a lavorare e non voleva restare sola, le ho detto che va bene, è andata a fare il bagno e anch’io ne ho approfittato e sono andata a fare il bagno anch’io, quando è tornata è venuta con una gonna bianca morbida e corta , il mio cazzo era mezzo paralizzato. Lui si è messo il costume da bagno e lei ha capito, stava scherzando, quanto era grosso, penso che mi ami, ero senza parole, quindi senza perdere tempo l’ho abbracciato e l’ho premuto contro il suo corpo e il mio cazzo pulsava così forte tanto. . e l’ho baciata come un matto, lei si è strusciata contro di me, ero pazzo di desiderio, l’ho portata in camera mia, l’ho buttata sul letto, le ho baciato il collo, le ho tolto la camicia e la gonna e ho visto il corpo. di questa giovane ninfetta e non ci potevo credere, mi ha guardato negli occhi e ha detto che sono tutta tua. Tutto quello che vuoi da me, le ho tolto il reggiseno e l’ho succhiata delicatamente e con forza. seno, sono scesa baciandole la coppa fino ad arrivare alle sue mutandine e ho morso il bordo delle sue mutandine e le ho tolte con la bocca, quando ho guardato la sua figa, la nostra era molto carnosa, con i capelli raccolti sembrava un pizzetto . Sono salito leccandole le cosce e le ho afferrato la figa, le ho lanciato la lingua con desiderio, ho continuato a succhiare finché lei non si è dimenata e ha gemito forte, mi era venuto in bocca, sono salito baciandole il corpo, l’ho baciata ancora. , un bacio appassionato, e le ho succhiato di nuovo il seno, l’ho messa a quattro zampe e le ho leccato la figa, le cosce e il culo, ho ricambiato il bacio, infine l’ho baciata con il francese, poi mi sono spogliato e quando ha visto il mio cazzo si bloccò e disse che è per questo che le donne ti amano, ho un bellissimo cazzo con una grossa testa rossa senza difetti, Carocinhos, senza alcuna deformazione, completamente rasato, ha iniziato ad allattare un po’ goffamente, ma ho imparato finché non ha iniziato ad allattare molto bene, lei mi ha guardato con quello sguardo da ragazza innocente e maliziosa e ha sorriso mentre mi divorava il cazzo, con mia sorpresa ha detto ti amo, vienimi in bocca quanto tempo ci vorrà per venire ho detto poi sono venuta e ne ho preso un po’ lubrificante e lo applicò sulla sua figa e continuò a strofinarlo fino all’ingresso e lo spinse dentro lentamente. Ha iniziato a piangere piano e io ho smesso, le ho chiesto se voleva che smettessi, ha detto che fa molto male ma ti amo davvero, quindi l’ho baciata e ho fatto dei movimenti lenti avanti e indietro finché non ho sentito il magnete rompersi e sono rimasto . Ancora dentro di lei per un po’, mi ha parlato all’orecchio, tesoro, puoi scoparmi adesso? Non fa più troppo male. Ho cominciato a scoparla forte e lei gemeva tanto, sono impazzito, l’ho messa a quattro zampe, le ho tenuto i capelli, le ho schiaffeggiato il culo e l’ho scopata forte, è venuta molto tempo dopo che lo abbiamo fatto in diverse posizioni, lei prende . Lui tirò fuori il cazzo, lei aprì la bocca e io entrai tanto in quella boccuccia e con mia grande sorpresa lei lo ingoiò tutto, andavamo a fare la doccia e restavamo lì a baciarci e da allora ogni due giorni lei veniva sempre a darmi. per me, finché dopo circa un anno ha trovato un fidanzato in chiesa e si è sposata. Se una ragazza o una donna desidera un uomo virile, di corporatura robusta e che sappia cucinare, 39 anni, bello ed esperto, mandami una mail, ti risponderò e ti manderò uno zap. [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *