Dai la corona a Internet

di | 9 de Dicembre, 2022

Bene gente, penso che la mia prima stagione come scrittrice di racconti stia per finire perché ho approfittato di alcuni giorni liberi per scrivere le mie buffonate, ma ora quei giorni tranquilli sono tristemente finiti.

Ci sono ancora cose brutte di cui parlare, ma forse puoi stancartene. Proprio come i fattorini della pizza, quella non è stata l’unica volta che ho fatto un pompino a uno di quei ragazzi, conto tutte le volte? Ancora oggi ricordo che non ho ancora parlato di una certa trasformazione che ho visto in Rodrigo. Riesci a credere che uno di quei giorni mi ha chiesto di andare a prendere la pizza, ma dovevo essere scalza e con un vestitino?! Non è successo molto quel giorno, ma ora ho molta paura di sapere che in realtà è uno di quei cornuti, o meglio un docile cornuto. Giuro che non era mia intenzione, non mi entusiasma per niente.

Ma comunque, c’è qualcos’altro. Ero un po’ arrabbiato per qualcosa, il che mi fa pensare se valga la pena continuare a scrivere. Pensavo che avrei incontrato nuove persone con cui giocare e immaginare scene cattive, sai? Ma la maggior parte di loro commette l’errore di volere una foto o di inviare una foto di un cazzo e soprattutto insistono nel volermi incontrare di persona. Pensi davvero che la maggior parte delle donne qui invii foto reali? O accetteranno semplicemente di incontrare qualcuno che non conoscono solo perché hai un bel cazzo?

Ma ammetto che una volta sono andato online con un ragazzo che scriveva anche grandi storie erotiche. Era poco prima del mio matrimonio, ma ero già fidanzato con Rodrigo. Questo ragazzo su Internet, era un uomo che mi faceva impazzire a fantasticare, ma guarda questo, solo dopo 2 anni, che ci eravamo già incontrati, ho avuto il coraggio di trasmettere il mio contatto personale ed è stato allora che ci è voluto anche più di un anno per organizzare questo incontro.

Altre storie erotiche  Sesso con l'editorialista sexy

È stato molto strano per me incontrare qualcuno del genere su Internet, ma qualunque cosa. Ricordo che avevamo prenotato in un ristorante all’interno di un centro commerciale qui a San Paolo. Bruna, la mia amica dell’università, mi accompagnava e osservava da lontano.

Era già a tavola quando sono entrato nel ristorante. Dato che ci eravamo scambiati le foto, sapevamo già chi eravamo. Ammetto di essermi sentito un po’ più tranquillo quando l’ho visto, almeno non ha mentito a riguardo. Mi sono comportata bene per questo incontro, in jeans attillati, top con spalline sottili e tacchi alti, anche se ho beccato quest’uomo che mi fissava non appena sono entrata.

Per me, che all’epoca avevo 25 anni, era un vero vecchio sulla sessantina. Si chiamava Osmar e non era un vecchietto guarito, anzi, aveva pure la pancia pruriginosa ahahah. Solo che era molto gentile e faceva buone conversazioni.

Mentre stavamo parlando, è successo qualcosa di molto divertente e nonostante tutte le cose brutte che abbiamo fatto su MSN, ci è voluto un’eternità per entrare in una conversazione accesa. Forse entrambi si sono un po’ bloccati.

Dopo aver bevuto vino e mangiato pasta, siamo usciti dal ristorante e sembrava che fosse finita. Non sarebbe successo niente e non ero particolarmente attratto sessualmente da lui. Ma allora perché sono andato alla riunione? Ti starai chiedendo. Non è così? Ore, perché pur avendo già visto la tua foto, giudico chiunque solo in base all’aspetto, anche gli uomini con la pancia sono quelli che mi fanno venire di più.

Sempre davanti al ristorante, si offrì di accompagnarmi a casa. Ho risposto dicendo che ero con un’amica al centro commerciale e che l’avrei incontrata. Ma poi all’improvviso mi è venuta un’energia così buona, non lo so, non riesco a spiegare molto bene cosa fosse, forse era Cupido intelligente. Allora gli ho detto – Ma possiamo parlare un po’ in macchina, se vuoi – ha aperto un sorriso e ovviamente ha accettato. Mi sono solo assicurato che mi vedesse mandare messaggi alla mia amica, facendole sapere tutto.

Altre storie erotiche  Dogging intenso nel cinema porno

Sulla strada per la macchina, la conversazione è diventata un po’ più birichina, abbiamo ricordato i giochi che abbiamo giocato prima e questo mi ha eccitato di più.

L’auto era al piano G3, siamo saliti e abbiamo passato qualche secondo a scambiarci sguardi. Non ha anticipato il segnale, quindi l’ho fatto io. Ho avvicinato il mio corpo al suo e ci siamo baciati in un modo molto gustoso. Ben presto l’ho sentito scavalcarmi il top mentre me lo stavo togliendo e siccome ero senza reggiseno, il bastardo ha avuto il piacere di essere il primo a vedere i miei nuovi segni sul bikini.

Mi succhiava volentieri i seni, mi mordicchiava i capezzoli facendomi arrapare tantissimo e sentivo le mie mutandine bagnarsi sempre di più. Abbiamo abbassato le panche e lui ha tirato fuori il cazzo, non era un cazzo ma era come piace al peccato. Ho iniziato a succhiargli e masturbargli il cazzo e l’ho visto alzare gli occhi al cielo con tanto piacere lol.

“Ahi…. Sarei dovuto venire con un vestito”, pensò kk mentre lo guardavo aprire lentamente la zip e abbottonarsi i pantaloni per rivelare le mie mutandine di pizzo rosso. Ha iniziato a mettersi i pantaloni e io l’ho aiutato. Vedendomi così, solo in mutande sul sedile della sua auto, mi ha chiesto se poteva farmi una foto. Quindi ho fatto una risata maliziosa e ho detto di sì e mi sono persino offerto di fare un video! kk Non ho davvero alcun talento, quindi non posso uscire per incontrare estranei, finisco per fare una bella battuta molto facilmente. Ma per fortuna era una brava persona.

Ha preso una di quelle telecamere cyber-shot Sony dal vano portaoggetti, ricordi? Kkk E facendo il bene di una puttana birichina, mi tolgo le mutandine molto lentamente, molto sensualmente e registro tutto. Poi ci siamo baciati e ho ricominciato a succhiargli il cazzo molto gustoso e poi gli sono salito sopra. Seduto sul suo cazzo con una risata molto birichina, gli ho lasciato registrare tutto.

Altre storie erotiche  Ragazzo con un cazzo enorme. Sono stato derubato !

Ascolta, ho cavalcato quel cazzo così forte che penso di essere venuto un paio di volte prima di sentirlo finalmente inondare la mia figa. E solo allora ho capito che avevamo scopato senza preservativo, avevamo fatto l’amore sulla pelle! So che fa più caldo ma è troppo pericoloso, lo sapevo a malapena e potevo ancora rimanere incinta! Ma dopo aver preso la pillola, ho pregato un po’ e tutto è andato bene kkk

Ci siamo scambiati ancora baci e carezze maliziose per un po’ e credetemi, il vecchio mi ha anche mangiato il culo! Poi mi sono vestita, ci siamo salutati e poi sono andata a cercare Bruna. Oh, e ovviamente ho dovuto lasciargli le mie mutandine come souvenir.

Non ci siamo più rivisti e questo incontro ha in qualche modo condizionato le nostre fantasie online, perché a poco a poco abbiamo perso i contatti e oggi non ci parliamo più. E ora ripensando a questa storia, ascolta, penso che salirei di nuovo su quella macchina lol

Ed è stato così, è stata l’unica volta in cui sono uscito con qualcuno su Internet e sono ragazzi super onesti. Ma oggi, con così tante persone cattive, cattive, non credo di avere lo stesso coraggio.

Brava gente. Potrei non smettere completamente di digitare, ma la frequenza non sarà certamente la stessa. Spero che le mie storie finora vi siano piaciute e vorrei ringraziarvi di cuore per tutti i messaggi e i commenti, anche perché, grazie a Dio, ci sono ancora uomini che riescono a scrivere qualcosa di più di “Oi Gostosa, manda una foto” . €. Anche con questi manterrò un contatto più intimo, dato che mi piace parlare sporco e giocare.

Abbi cura di te! Baci.

taianefantasia@gmail. Insieme a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *