dare per due

di | 12 de Dicembre, 2022

Questa storia parla di quando ho compiuto 18 anni, non ho mai bevuto, quindi abbiamo deciso che il giorno in cui avrei compiuto 18 anni avrei bevuto il mio primo drink.

Io Aline, mora, 1,72 m, 50 kg, corpo atletico da palestra, petto medio e glutei sodi, appassionata di sesso.

Abbiamo pranzato al barbecue a casa, ho chiamato tutta la folla circa 20, uomini e donne, per lo più 18/19, e alcuni sulla trentina (mi piacciono gli amici più esperti), ognuno aveva un piatto e una scatola di birra e altro da bere, erano tutti pronti per ubriacarsi, la festa era a casa di un mio amico, un ragazzo di 30 anni è andato a prenderlo, la sua casa ha la piscina, un giorno adatto per una festa tutto il giorno, un sole per tutti, la mattina venivo a casa sua, per lasciare tutto in ordine e pulito.

La mattina presto, io e Michael abbiamo fatto sesso molto gustoso, mi ha messo a quattro zampe, mi ha mangiato ovunque, ha attraversato ogni curva del mio corpo, mi ha riempito di sperma, mi ha succhiato le tette, mi ha succhiato così gustoso , sono stato controllato. , (segni superficiali, niente di troppo grave e nemmeno graffiato). Mi ha fatto un pacco regalo, che era un vestito rosso, molto audace nelle scollature e un bikini bianco con spalline, mi ha detto che dovevo indossarlo durante il giorno, abbiamo fatto la doccia, abbiamo fatto un tuffo in piscina e noi siamo andati a vestirci ad aspettare gli ospiti.

Cominciarono ad arrivare i miei amici, tutti felicissimi, giocavamo a prenderci in giro tutto il giorno, giocavamo a pallavolo in piscina, chi vinceva nuotando o tuffi, giocavamo tanto, sembrava che fossimo adolescenti e non più adulti entrando nella vita, stavano tutti mangiando e bevendo quando vidi entrare in casa un giovane, alto, bello, sembrava sui 40 anni, era molto attraente, indossava pantaloncini bianchi, una polo verde, i suoi capelli erano ben pettinato e aveva la barba (ma comunque molto attraente), ho visto che stavo per incontrare Michael, sono entrati in casa, ho continuato in piscina con i miei amici, avevo paura di alzarmi e cadere, visto che non ero abituato a bere, ero molto turbato, erano circa le 18:00 ed ero soddisfatto di mangiare e bere ma i ragazzi si stavano divertendo così tanto che ho detto che mi sarei sdraiato un po’ e verso le 20 abbiamo cantato Congratulazioni erano tutti d’accordo così sono entrato e non ho visto Michael da quando l’uomo misterioso è apparso in casa. Sono andato nella sua stanza, ho fatto una doccia e mi sono sdraiato su un asciugamano, ero così ubriaco che dovevo essere svenuto non appena ho toccato il letto.

Altre storie erotiche  Io e mia cognata - Storie erotiche

Ricordo di essermi svegliato con l’uomo misterioso che mi succhiava le tette mentre Michael si stava masturbando, non sapevo nemmeno dove fosse, all’inizio ero spaventato ma mi stavo divertendo, quando ho capito che ero nella sua stanza e lui si è innamorato di me , l’uomo misterioso aveva il suo cazzo dentro di me, mangiandomi, ancora non rispondevo, ma ricordando quando l’ho visto entrare nella stanza della casa, ho provato a muovermi e non ci sono riuscito, mi chiedevo cosa stesse succedendo quando L’ho guardato, le mie mani, era ammanettato al letto.

Ho urlato.

Miguel, cosa sta succedendo qui? Che ore sono adesso, e i miei amici?

Michael ha risposto che erano le 19:13, che erano tutti in piscina a mangiare e bere.

Michael, perché sono bloccato? gliel’ho chiesto

La mattina ti ho dato metà del regalo, ora ti do quello che è rimasto, sono mesi che ho intenzione di scoparti con un altro ragazzo, sei sexy, voglio vedere se ce la fai a prenderne due mille dollari. colombe Michael mi ha risposto con una faccia birichina e si masturbava.

Ma devo essere intrappolato? chiesi di nuovo spaventato

Ora ti lascio andare, era solo per non spaventarti e colpire il mio amico Junior. Michele ha risposto

Michael mi ha liberato, mi ha baciato, l’uomo misterioso che ora si chiamerà Junior era ancora con il suo cazzo dentro di me, continuava a spingere e non ha detto una parola. Mi ha sollevato dal letto, con il suo cazzo ancora dentro di me, si è messo in mezzo alla stanza, ha messo le mie gambe sulla sua schiena, Michael si è seduto sul bordo del letto, Junior mi ha fatto sedere sul cazzo di Michael, il mio culo lui si adatta perfettamente al suo cazzo, all’inizio avevo le vertigini per il drink, ma sono tornato in me e sono rimasto stupito da questa follia, posso farne due contemporaneamente, l’ho sempre voluto, ma non ho mai avuto il coraggio.

Altre storie erotiche  In una notte fredda e piovosa

Michael mi ha mangiato il culo e mi ha massaggiato i capezzoli sui seni, che in quel momento erano già duri, mentre Junior li ha messi nella mia figa dura e mi ha leccato il collo, la bocca. Ho iniziato a gemere come una troia, mentre ricevevo i cazzi di due maschi lussuriosi, mi sentivo completamente riempita, Junior ha annunciato che sarebbe venuto e avrei dovuto succhiargli il cazzo, ha annunciato anche Michael, ho preso entrambi i loro cazzi, sono sceso in ginocchio e ho afferrato due piccioni, scopato due maschi contemporaneamente (buonissimo).

Junior mi ha adagiato sul letto, con il cazzo ancora duro e me lo ha messo nel culo, ha pompato per qualche istante ed è tornato, ora sentivo la sua sborra scorrermi nel culo, ero già inzuppato di sperma e tutto fottuto in piedi su, siamo andati in bagno i tre insieme, uno mi ha lavato i seni mentre l’altro la mia chaninha e il mio culo, intervallati fino a quando ognuno ha preso un seno e ha messo la mano nella mia figa, che a quel punto si stava di nuovo mettendo in mostra, Michael si è accovacciato di fronte a me, ha messo due dita nella mia caverna e ha iniziato a succhiarmi, ha speronato quella lingua calda, che lingua spessa, che pompino, i suoi pompini mi danno sempre tripli orgasmi, non sarebbe diverso, mi ha leccato la figa , la sua lingua, conosceva il percorso esatto del mio piacere, intanto Junior si appoggiò al muro, si aggiustò la schiena a lui, sollevò la mia gamba e mi mise il suo cazzo nel culo, io gemetti di piacere, risi e tirai i capelli di Michael che mi mangiò con la sua lingua, ho avuto un piccolo orgasmo per aver perso le forze per mordermi, Junior si è avvicinato, finimmo il bagno e tornammo tutti alla festa.

Altre storie erotiche  Safadinhas religiosi 4.1 - Josiane, l'inizio dell'autunno.

I miei amici erano tutti ubriachi, la festa è andata avanti fino a tarda notte, abbiamo cantato tanti auguri, abbiamo ballato, mangiato, giocato a Obbligo o Verità, abbiamo parlato, Junior e Michael hanno passato tutto il loro tempo insieme, conoscendosi meglio . , baciando, e quando gli ospiti se ne sono andati, abbiamo avuto tutta la casa per fare sesso, abbiamo passato la giornata a divertirci, è stato il miglior compleanno che abbia mai avuto, due di loro si baciano, due per placare la mia sete di sesso, una volta una settimana Noi tre usciamo e facciamo pazzie a casa o nei motel vicini, io non vedo l’ora di compiere 20 anni, Junior ha detto che questa volta è lui che mi sorprenderà.

Lascia che arrivino i 20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *