Domino

di | 8 de Dicembre, 2022

L’ambiente era illuminato da lunghe candele bianche, che creavano un’atmosfera di mistero e seduzione. Quando la coppia entra in camera da letto, lui la conduce, tenendosi una mano, sul bordo del letto morbido, accogliente e profumato di lavanda. Si baciarono come se avessero fame, i baci furono lunghi e caldi.

La avvolse tra le sue forti braccia, avvicinandola sempre di più al suo corpo muscoloso. Gli gratta la schiena e gli tiene stretto il collo baciandolo con più desiderio. A questo punto la coppia è stata eccitata sia dal clima circostante che dallo sfregamento dei loro corpi, si sono comportati come se non esistesse altro, hanno cominciato a spogliarsi baciandosi. Lo tiene per il mento come se stesse stringendo la sua bocca imbronciata e lo lecca come se soccombesse a quelle labbra calde. Erano entrambi eccitati, i loro corpi tremavano dalla voglia di soddisfarsi a vicenda, lei lo spinge sul morbido letto, gli prende le mani e lo ama. Cerca di rimuovere le sue restrizioni mentre la guarda spaventato mentre cerca di discutere qualcosa, ma viene interrotto da un lungo bacio. Suzy quindi esplora ogni angolo della sua bocca, mordendosi le labbra, leccando e succhiando allo stesso tempo. Era persino sconvolto per essere rimasto intrappolato nel suo letto. Totalmente vulnerabile, sente il suo cazzo pulsare così forte che si impasta tra le sue mutande e la figa calda di Suzy che cavalca e si strofina contro il suo fianco. Povero piccolo giocattolo umano, l’ha pregata di far entrare il suo cazzo dentro quella figa calda, lei ignora la sua richiesta, si limita a fissarlo e gli lecca il viso dandogli leggeri morsi e schiaffi in faccia. Gemendo di desiderio e sentendo quella figa calda sfiorare il suo cazzo duro, delirò, scendendo sottilmente fino a raggiungere il suo cazzo, Suzy aprì la sua bocca calda e bagnata lasciando gocciolare saliva e sudore dal suo viso delicato su tutto quel culo duro. A questo punto, lui si dimena mentre Suzy gli morde delicatamente la testa rosa e gonfia, la saliva inizia a gocciolare lungo quel cazzo duro, la sua lingua e la sua bocca si girano presto da una parte e dall’altra alla base, lei lo succhia con un’intensità che gli fa fare urli di lussuria. . Poi si lecca l’orecchio attraverso la bocca, si strofina la figa bagnata sul corpo e si toglie subito le mutande. Pazza di desiderio, continua a cavalcare questo cazzo duro, soffocandolo senza pietà con le sue manine intorno al suo collo mentre ansima, continuando a cavalcare quando si rende conto che il suo partner si sta indebolendo, gli toglie le mani dal collo e lo copre con baci. Guardandolo negli occhi e lei si alzò, lasciandolo ancora in trappola, non ebbe altra scelta che aspettare. Rapidamente, lei si alza e si alza rapidamente sul letto verso la sua testa, sedendosi e infilandosi quella figa liscia e sensuale nella sua bocca. Lei cavalca strofinandogli la figa calda e lussuriosa su tutto il viso e la bocca, lui succhia e lecca come un matto mentre lei gli tira i capelli. Quando si rende conto che sta per venire, lui si siede sul suo viso impedendole di respirare, così che ancora una volta il suo orgasmo viene interrotto dalla disperazione di non respirare. Rendendosi conto che lui non ha più le forze per mancanza d’aria, scende dall’alto e lo slega dal letto. Poi tira le corde che tengono ancora le sue mani maschili e lo conduce in bagno dove lo aspetta già una vasca di acqua tiepida e profumata. Lei gli dice di entrare nella vasca, lui si rilassa e le chiede di lasciarsi andare, ma lei si limita ad annuire.

Altre storie erotiche  Storia erotica diretta - Karina. Un nero bello e lascivo

Il panico le sale lungo la schiena quando vede di averlo picchiato. Un misto di eccitazione e apprensione le scorre lungo la schiena mentre l’acqua calda la calma. Fuori dalla vasca balla per lui dimenando quel culo tondo, tondo, lasciandolo di nuovo con un cazzo duro e così che se i gemiti e le urla vengono soffocati, lei mette la musica a tutto volume. Con la fermezza di una dominatrice lei va nella vasca da bagno e lui cosa ci fa lì in acqua con mani e piedi legati? Niente, lasciati trasportare dalla sua follia.

Lentamente Suzy lo cavalca come le Amazzoni sul suo cavallo lo cavalca con movimenti intensi ei due si baciano.

L’erezione in quel momento lo fa delirare e lei lo sborra senza battere ciglio. Questa piccola donna rotonda sapeva come comandare un uomo con raffinatezze sarcastiche. Cavalcava quel cazzo duro, con tale abilità che aveva bisogno di urlare, annegava in quell’acqua calda mentre veniva penetrata con quell’enorme cinghia dura. Gli tiene la testa nell’acqua, lasciandolo disperato e ormai quasi senza forze, lo domina in modo tale che il suo corpo trema e si indebolisce. Prova e prova a sfuggire alla situazione, ma in qualche modo Suzi lo porta in superficie per respirare e lo soffoca con lunghi baci sulla lingua mentre gli cavalca sulle ginocchia come un’amazzone maliziosa. E cavalcando quel cazzo duro, lei lo soffoca ancora una volta, la sua erezione dura mentre geme follemente. La dominatrice Suzy sente che la sua preda si sta indebolendo e lo spinge a respirare e lo bacia nuovamente, alleviando quel panico misto al desiderio che lo terrorizza. Cavalcandola e baciandola, sente quel cazzo pulsare dentro di lei come se avvertisse che il climax sarebbe arrivato, presto torna ad annegarlo. Lotta mentre lei si fa dura e impazzita ringhiando come un lupo feroce che lo tira per i capelli ed entrambi esplodono di lussuria che raggiunge l’apice. Esce dalla vasca e si veste. Lui si limita a guardarla, stordito dal piacere di essere dominato, totalmente in balia di questa piccola donna. Saluta soddisfatta, volta le spalle e se ne va.

Altre storie erotiche  Storia eterosessuale - Rafael: Anal con una giovane coppia in palestra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *