Fidanzata in viaggio con il suo amante pt.3

di | 10 de Dicembre, 2022

Continuazione della seconda parte…

Dopo tanto sesso ed estremamente umiliante per me, come visto nella parte 2 di questo racconto, la mia regina e il suo maschio hanno fatto la doccia insieme e si sono riposati per alcune ore.

Quando la regina si è svegliata, mi ha chiamato nella suite, mi ha detto che prima sarebbe andata in un ristorante di lusso, cenato come una regina, e poi avrebbe fatto una passeggiata a Jurerê con il suo uomo. Mi ha chiesto di aiutarla a scegliere l’abito da sera più sexy che avesse preso, io ho scelto, poi mi ha ordinato di aiutarla a vestirsi, io l’ho aiutata con tutti i dettagli, vestito, orecchini, trucco, profumo. Durante l’umiliazione verbale è stata intensa, cose come “Come ci si sente a lasciare la tua ragazza perfetta per godersi la notte con un altro uomo? Spazzatura, cornuto, idiota, non sei un uomo” ecc.

Poco prima di partire voleva urinare e mi ha ordinato di usare il suo bagno, mi sono sdraiato sul pavimento del bagno e la regina mi ha urinato in bocca, ma come fa a causa di tutti i fluidi umilianti (piscio, saliva, il suo fottuto alfa ), ne scarica sempre una buona quantità anche nel mio naso, dopo non mi lascia ancora asciugare così posso sentire l’odore della sua pipì per il resto della notte.

Poi mi ordinò di alzarmi, la faccia tutta irritata, senza seccarsi, ora dovevo scendere di sotto per riprendere la macchina e fare di nuovo l’autista della coppia.

Feci come mi avevano ordinato, in pochi minuti ero con loro sul sedile posteriore dell’auto, scambiandomi ancora tanti abbracci, carezze, baci. La reine a cette fois posé ses pieds sur mes genoux, passant ses jambes entre les sièges de la voiture, et a ordonné que chaque fois que je m’arrêtais à un feu rouge o quelque ha scelto comme ça, je devrais lécher la plante de ses tacchi alti.

Siamo arrivati ​​alla porta del ristorante, ho aperto la porta, sono usciti, mi ha chiesto di parcheggiare e di aspettarli. Non mi ero mai sentito così umiliato, stavo pagando un viaggio estremamente lussuoso per noi tre, ma non potevo godermi nulla, solo l’umiliazione, ma mi piace, sapevo già come sarebbe stato e mi sento enorme piacere, enormemente eccitato in tutto ciò che stava accadendo.

Avevo di nuovo fame, pagando una cena molto costosa per la mia ragazza e il suo compagno, e ancora, se avessi mangiato qualcosa da lì, sarebbero stati gli avanzi, freddi, strapazzati, solo pensando che stavo già iniziando a eiaculare attraverso la mia cintura di castità . .

Dopo pochi minuti, indovina un po’? Ecco un video umiliante di lei, che mostra i piatti, le bevande e dice: “Cornuto affamato? Non mi interessa… E la tua faccia, ha molto l’odore della mia urina secca? Non sei un profumo”. o “.

Lì ci hanno messo poco, perché andavano sempre in discoteca, quindi dopo un’ora, circa un’ora, mi ha mandato a cercarli.

Dato che c’era molto movimento, è stato difficile per me uscire dall’auto per aprire loro la portiera, hanno finito per aprirla ed entrare in macchina, la mia regina ovviamente non ha capito la situazione, e anche se Ho chiesto perdono. A lei disse: “Che razza di schiava sei? Non sei nemmeno brava a guidare bene? Sarai punita per questo, ma non mi dirò ancora come, lo sono. ” Penserò a qualcosa di molto crudele da fare. Figlio di puttana”. E nella sequenza, mi ordinò di fare una passeggiata.

Siamo arrivati ​​alla porta del locale, non ho ripetuto lo stesso errore, ho aperto loro la porta, ma ne ho fatto un altro: ho chiesto alla mia ragazza, visto che era un locale e che probabilmente avrei finito molto tardi, ho avevo già molta fame, ecc., decisi di dire: “Mia regina, signora. Lasciatemi tornare in albergo, riposatevi un po’ e vengo a prendervi. Quando mi chiamate?”

La sua risposta è iniziata con uno schiaffo fortissimo, lì in pubblico sono arrossita su entrambe le guance, una per lo schiaffo e l’altra per la vergogna, perché molte persone sono finite a cercarla. Poi cominciò a parlare: “E chi ha detto che uno schiavo ha diritto al riposo? vattene, corno codardo».

Ho cercato un posto, ed eccomi di nuovo in macchina. Anche il sedere mi faceva male per il tempo che ho passato in macchina senza fare niente tutto il giorno mentre la mia regina si divertiva. E l’odore della sua urina era lì, completamente impregnato sul mio viso, nel mio naso, che umiliazione!

Per fare una passeggiata, non c’è voluto molto, circa 2h30 dopo il loro arrivo, ho ricevuto un nuovo messaggio dalla mia domme: “Ciao, zerbino, vieni a trovarci”.

Mi sono fermato davanti alla porta del locale, ho aperto loro la macchina, lei mi ha ordinato di riportarli in albergo.

Quando arrivammo nella camera d’albergo, la regina mi ordinò di inginocchiarmi, sedermi sul letto e ordinarmi di pulire con la lingua le suole delle sue scarpe col tacco alto, che erano molto sporche per la ballata. Come un bravo schiavo ho obbedito e ho iniziato a leccarlo via, aveva un sapore orribile, anche un po’ di alcol, probabilmente ha versato alcol sul pavimento del club. Presto la mia lingua era nera. La regina disse: “Quello schiavo, sei bravo solo in questo, essendo umiliato da me e dal mio maschio, leccando il terreno su cui cammino, assaporando che ci deve essere un sacco di sostanze nutritive in tutta quella sporcizia”. E mi ha riso in faccia.

Poi mi ha chiesto di avvicinarmi a lei, mi ha schiaffeggiato più volte, alla fine mi ha sputato in faccia e mi ha detto di guardare il suo amante che rideva di tutto. Poi disse: “Lo vedi ridere di te, cornuto?” Dimmi come ci si sente ad essere umiliati dalla tua padrona di fronte a un vero uomo, che fa con lei quello che tu non hai mai fatto, dimmi come ci si sente ad essere dominati da una donna che è dominata da un vero uomo, completamente sottomessa, dimmi. Potrei solo rispondere: è meraviglioso! Poi lei e il suo amante risero, e la regina continuò: ‘Vedi? Sono molto bravo a fare quello che vuoi, perché ami davvero tutto. Guarderai il mio uomo scoparmi oggi, ricordi perché ti devi una sanzione per essere un povero guidatore di zerbini?” Mangiare molto, qualcosa contro la tua volontà, come punizione, avrai molti contatti diretti con il mio maschio. coda.

Non mi piace davvero avere un contatto diretto con il cazzo di un altro uomo, in situazioni normali in cui non sono punito dalla regina, il massimo che mi ordina è di baciargli la testa del cazzo in segno di gratitudine, ma quella notte ha presto ordinato, “Te lo darò.” Oggi cucinerai, cornuto, inginocchiati qui e inizia a succhiargli il cazzo, rendimelo difficile.” Detto questo, mi ha tirato i capelli vicino al suo cazzo. Ho protestato, “Per favore regina, non quello”, ma non ho usato la nostra parola di sicurezza (se l’avessi usata, sarebbe finita, ma quando mi fa fare qualcosa che non mi piace, è praticamente il suo momento più sadico, e ho caldo in questo sadismo).

Poi la regina si è arrabbiata, ha tirato con forza la mia faccia verso il suo cazzo, con l’altra mano ha preso il suo cazzo, che era già un po’ duro, e ha cominciato a sculacciarmi la faccia con questo cazzo dicendo “E’ quello che ti meriti, una sculacciata. ” , ora smettila di essere così figo, apri la bocca e inizia a succhiarglielo.” Ho iniziato a obbedire, con la più grande faccia di disgusto, ho aperto la bocca e il maschio mi stava già mettendo questo bastoncino in bocca, perché mi sentivo molto a disagio, non mi stava solo succhiando la testa, molto leggermente, il Queen ha quindi iniziato a spingere la mia testa contro il suo cazzo, finché non mi è andato in gola, ho quasi vomitato sopra di esso, e lei ha iniziato a muovere la testa avanti e indietro molte, molte, molte volte, quando l’ho visto. stava già rilasciando anche un pre-cum.

In quel momento, la regina mi ha strappato la testa e ha detto: “Guarda che frocio di prima classe, non conoscevo le tue capacità di succhiare, avido! Ma ora quel cazzo è mio”.

Mi ordinò di sdraiarmi sul letto e iniziò a tirarmela sopra, aveva le gambe piatte sul pavimento, sdraiata sopra di me con il resto del suo corpo, la mia faccia appena sotto la sua figa, il che era giusto in fondo, fuori dal letto, e hanno iniziato a fare sesso come pazzi. Mi ha maledetto, mi ha umiliato in modo estremamente verbale. Hanno cambiato posizione, mi ha detto Mi ha detto di succhiargli le palle (un’altra cosa che non mi piace, quel contatto diretto), ma io ho obbedito, leccando e succhiandogli leggermente le palle mentre lui mi picchiava la domme.

Quando stava per venire, lei gli ha ordinato di venire di nuovo nella mia bocca oggi. Ho resistito, ma non ho menzionato la parola di sicurezza. apri la bocca L’ho aperto, mi ha versato in bocca il suo latte direttamente dalla fontana.

La regina si è avvicinata, mi ha detto di metterle lo sperma in bocca, baciandola, è rimasta un po’ con lo sperma in bocca, poi me lo ha sputato in faccia, me lo ha spalmato molto con le mani su tutto il viso e disse: “Oggi non lo inghiottirai, te lo lascerai asciugare in faccia e sentirai l’odore di quella merda finché non ti dirò di lavarlo via.

Ora puoi fare la doccia senza bagnarti o pulire la tua fottuta faccia. Ti prendo qualcosa dal servizio in camera da mangiare dopo la doccia, devi essere affamato.

Mancavano ancora 4 giorni di viaggio, ma la storia finirà lì, perché da quel momento l’umiliazione e la tortura che Soffrivo diventassero un po’ ripetitivi, in pratica continuai ad essere il suo autista per il resto del viaggio, anche se pagavo assolutamente tutto, non andavo in una sola spiaggia, né camminavo sulla sabbia, non avevo pranzo o cena in qualsiasi ristorante che pagava, li spendevo mangiando la coppia. avanzi, non potevo sapere nulla della città se non dentro la macchina, dove passavo la maggior parte del mio tempo ad aspettare che la coppia andasse a fare una passeggiata, godersi le spiagge, i ristoranti, i locali, ecc., mandandomi sempre video umilianti intanto , e in albergo sempre piedi puliti, fottuti, privati ​​della regina, comunque… spero vi sia piaciuto, la storia è vera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *