Fottendo la bionda nella foresta

di | 10 de Dicembre, 2022

Mi identificherò come Kadim, ho 35 anni, sposato, attualmente vivo a Fortaleza

Nel 2013, dopo molte conversazioni con Laninha, una finta bionda snella, gambe grosse, seno prosperoso, aveva 5 anni più di me, al momento ci eravamo appena lasciati e scherzando abbiamo iniziato a chattare su Facebook dopo una passeggiata che lei ha fatto. Io sulla sua moto e le ho detto che ero molto interessato a lei dal 2008 quando era sposata e uscivo insieme, ma non mi ha mai prestato attenzione, era molto sexy, molti ragazzi erano pazzi per scopare una bionda così sexy.

Dopo molte discussioni abbiamo deciso di uscire di sabato perché c’era musica dal vivo in un bar di una sua amica vicino al nostro. Siamo arrivati ​​lì e abbiamo iniziato a pomiciare, bevendo una birra e lei ha iniziato a fare un rotolo estroverso indicando già che questa serata sarebbe finita molto bene.

Fatti dei buoni propositi siamo partiti in fretta e furia, c’erano con noi sua nipote e il suo fidanzato, abbiamo preso la moto e siamo andati “a casa”, perché dentro c’è un bel po’ di sottobosco da una parte all’altra siamo entrati in una piccola carrozza sulla strada e non c’era casa o altro vicino, chiunque passasse per strada non ci avrebbe mai visto, a meno che non facesse come noi.

Ho fermato la bici e proprio lì sono iniziati i baci e quando ho allungato la mano dentro le sue mutandine, tesoro, ho denunciato quanto fossi eccitato, l’ho afferrata da dietro e l’ho baciata sul collo afferrandole le tette e toccando quella figa calda mentre si impennava, tirando fuori le dita dalla sua figa e leccare quel delizioso miele, finché non si gira e inizia un fantastico pompino. Ora, senza niente addosso, era sdraiata sul sedile della bici mentre io cadevo in quella figa succosa, morbida e molto vigorosa.

Questa donna si dimenava e mi tirava la testa premendo la mia lingua nella sua figa, che non voleva lasciare così presto, ma mi ha chiesto di prenderla perché voleva venire sul mio cazzo.

Si è messa a quattro zampe e io ho inserito il mio cazzo nella sua figa che presto era tutta dentro, con tutta quella lubrificazione non c’era resistenza ad entrare. Le ho tirato i capelli mentre li mettevo, più forte li metteva, più si contorceva e gemeva, siamo rimasti in questa posizione per un po’ finché non ha chiesto di cambiarsi.

Siamo passati dall’essere a quattro zampe a una gamba sul pavimento e io tenevo l’altra mentre entravo e succhiavo quelle meravigliose tette, la sentivo solo che mi chiedeva di entrare e succhiare, acceleravo il movimento e la sentivo solo dire : – Mi divertirò, riempimi la figa di sperma… Non ci è voluto molto e ho riempito quella figa di sperma.

È stato il primo sesso che abbiamo iniziato a frequentare, spero ti sia piaciuto, se vuoi ti racconto dopo come alcuni cacciatori ci hanno sorpreso nel bosco durante la notte, la bottiglia d’acqua che gli ho preso e molte altre puttane che abbiamo avuto .

Puoi lasciare il tuo messaggio sull’e-mail: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *