Guarda barare.

di | 8 de Dicembre, 2022

Mia moglie Clarisse ha iniziato a chiedere che i nostri due figli stessero con i miei genitori tre volte alla settimana mentre io andavo a lavorare nel mio ufficio in un’altra città. Finora sta andando tutto bene. Ma un giorno preferisce restare a casa. Circa un’ora dopo, l’ho sentita entrare in casa dopo aver lasciato i nostri figli a casa dei miei genitori. Ovviamente non sapeva che ero in cucina. Mi sono spogliata e l’ho spaventato, ma prima che comparisse l’ho sentito parlare al cellulare.

– Certo cara, tutto è pronto per fare il mio solito gustoso servizio.

Il dialogo ha destato la mia curiosità, così dopo pochi minuti ho deciso di andare alla porta della stanza e ho potuto vedere Clarisse con un reggiseno di pizzo blu che le copriva il seno. Le sue mutandine viola erano un filo di seta inserito nella sua fessura vaginale. I toni dei suoi vestiti contrastavano sensualmente con il suo rossetto rosso pallido. Indossava una camicia da notte a sottoveste bianca, che rafforzava la percezione di pelle leggermente abbronzata, capelli biondi e tacchi neri. Ha terminato il look applicando tocchi di lucidalabbra. Ero pronto a presentarmi con il mio cazzo rivolto verso l’alto e scopare la bocca truccata di Clarisse.

Ma la mia eccitazione ha dovuto aspettare, perché qualcuno ha suonato il campanello. Tornai in cucina, posizionata in modo da poter vedere il soggiorno, e osservai Clarisse che parlava con un uomo sulla quarantina. Era alto facilmente un metro e ottanta e le dimensioni delle sue braccia indicavano che era in ottima forma fisica.

Il mio cuore è salito alle stelle quando hanno iniziato a baciarsi, per un momento ho pensato di imbucare la festa, ma sono rimasto sbalordito nel vedere l’audacia di Clarisse baciare un altro uomo a casa nostra.

Inoltre, c’era qualcosa di eccitante nei baci bagnati. Poi, subito dopo che il bacio fu interrotto, ci fu una dichiarazione esplosiva della stessa Clarisse.

“Andiamo. Devo prendere la mia dose di gala settimanale. Perché ho molto lavoro per schivare il cornuto di Albertinho.

Sono stato sorpreso di vedere Clarisse togliersi i pantaloni e la biancheria intima con tanta calma. Il gallo era flaccido e sembrava enorme. Ma forse l’atto scioccante di guardare la mia idolatrata moglie cadere in ginocchio e far scivolare le labbra sul cazzo di un altro uomo ha probabilmente esagerato la mia percezione delle sue dimensioni.

La mia amorevole moglie si è seduta sul divano e ha usato le mani per afferrare i fianchi dell’uomo. Lei morse il suo cazzo finché il suo mento non le toccò il pube e iniziò a ritmi costanti di impalamento, facendo gonfiare le sue guance rosee.

Certo, ho visto video di donne sposate che tradiscono i loro mariti, ma niente è paragonabile al marito nascosto che guarda l’esibizione di sua moglie dal vivo, divertendosi a succhiare un cazzo lussurioso. Poi l’uomo ha afferrato i capelli rossi della mia amata e ha iniziato a impalarsi.

Vedo lo spessore del pene circondato da grosse vene che vanno e vengono tra le labbra carnose e pompose della donna che ha accettato la mia proposta di matrimonio. La spudoratezza aumentò da parte della mia amata mentre cercava di parlare con la voce attutita dai ritmi forti delle impalazioni.

– È vero amico mio, la bocca carnosa di una donna sposata ci sta bene. Dannazione, dannazione, dannazione.

L’uomo doveva essersi sentito un macho, tanto intenso era il ritmo di entrata e uscita. Alla fine, ho potuto vedere fili di sperma gocciolare dalla bocca della donna che aveva giurato fedeltà all’altare. Ritirò le labbra e fece scivolare la bocca finché il suo cazzo non scomparve tra il suo rossetto e le sue labbra ricoperte di sperma.

Ero in soggezione nel vedere la mia amorevole moglie godersi l’intero carico, catturando abilmente il resto del liquido agrodolce tra le sue labbra amorevoli.

Dovrebbe essere molto arrabbiato per il tradimento. Dopotutto, ho baciato quelle labbra ogni giorno, tuttavia, devo ammettere che è stata la scena più spettacolare quando la madre idolatrata dei miei figli ha ritirato la bocca macchiata di sperma e ha permesso al suo pene di scivolare dolcemente tra le sue labbra. e denti lavati con lo sperma di un altro uomo.

“Amo mio marito, ma è passata quasi una settimana da quando ho provato questo”, ha detto Clarisse, masticando lo sperma. Quindi sollevò la camicia da notte per strofinarsi le goccioline di sperma sui capezzoli.

– Amo mio marito Alberto, ma così può baciare i capezzoli puzzolenti della lattaia.

Se potessi, giuro che le bacerei i seni non appena quest’uomo se ne va. Infatti, ho baciato e succhiato appassionatamente le areole rosa della mia lattaia.

Ma c’era un “maledetto empatico” Poi squillò il cellulare, era uno dei nostri figli. Clarisse ha detto che era impegnata a fare un duro lavoro settimanale mentre papà lavorava.

L’uomo, a sua volta, sembrava soddisfatto mentre accendeva una sigaretta e la offriva a Clarisse. Un altro narcotico, concordò.

“Oh, non mi hai nemmeno chiamato una donna facile o un pollo idiota e sai che mi piace,” si lamentò Clarisse, aspirando la sigaretta e nascondendo il cellulare in mano.

Tra sbuffi di fumo, ha staccato la mano dal cellulare, poi si è scusato.

– La mamma è impegnata, cerca papà se hai bisogno di qualcosa.

Poi ha spento il telefono e si è tolta la camicia da notte. Quando l’uomo guardò la fica, sembrò congelarsi per un minuto per la sua bellezza. Clarisse era pronta per l’occasione. Aveva una piccola striscia di pube marrone che le turbinava intorno alla vulva, il suo minuscolo clitoride che sporgeva a metà del cappuccio. Clarisse allungò la mano e schiuse le labbra grandi e carnose.

Usando i pollici, le aprì le labbra, esponendo il clitoride bagnato e gonfio che sporgeva in avanti.

– Lo leccherai, lo mangerai o vuoi solo guardare il grande tunnel?

– Io io…

– Cosa io ? Ho perso mio marito solo per farmi scopare. Ora mettimi qui in questa caverna dell’amore e chiamami puttana.

Hanno fatto un papà e una mamma.

Poi mi adeguo, lui abbassa lentamente quel cazzo, facendole espandere la figa per prendere tutta quella roba calda dentro. Clarisse fece scorrere le mani sulla schiena dell’uomo e lo tirò giù per ottenere più di quella cosa calda dentro di lei…

– Coraggio amico. Scopami, scuoiami la figa presto. Dai, cazzo, chiamami puttana. Clarisse sembrava irritata.

Ci sono state imprecazioni da parte di quest’uomo, ma ciò che ha attirato la mia attenzione è stata l’offerta del mio idolo Clarisse e la presentazione del suo viso per essere accarezzata sulle guance.

« »

– Non ti stai calmando, vero, donna?

“Ah, mia nonna colpisce più forte di così,” schernì Clarisse.

Dopo la sessione di tapas, l’uomo ha infilato il cazzo dentro finché i due pubi non si sono toccati. Clarisse emise ringhi acuti quando l’uomo cominciò a colpire. In quel momento, mi sono guardato allo specchio del soggiorno.

Il viso di Clarisse era in pura estasi mentre urlava frasi contenenti le parole maschio, cazzo, cazzo, fidanzata capezzolo, cornuto e tesoro cornuto.

C’era qualcosa di eccitante nelle sue parole, perché senza sapere che stavo guardando, Clarisse mi ha addomesticato con parole volgari ascoltate dal punto di vista di un marito come un docile guardone.

Inoltre, la dolcezza del mio voyeurismo mi ha incoraggiato a dare un’occhiata da vicino alla fica che si allunga il pene della donna che una volta ha giurato di essere solo mia. Quest’uomo ribolliva di rabbia contro Clarisse incoraggiando il suo lato mascolino.

– Immagino di essere una puttana sposata e non me ne vado senza la coda di un uomo…

In quel momento, ho visto che ero un marito fortunato ad assistere a un’esibizione così perfetta di mia moglie.

Comunque mi squillò il cellulare e corsi a toccarmi i pantaloni e rispondere, la chiamata era di uno dei miei figli, mi scusai e riattaccai, solo allora mi accorsi che la porta si era aperta un po’ di più, mi affrettai a chiudere un po’.

C’era ancora tempo per vedere l’uomo venire nella figa della mia amata.

– Sfrutta la volontà maschile all’interno di questo tunnel, rivestendo, intasando e impregnando la figa della moglie cornuta con una polvere viscosa.

– Posso davvero finire dentro? – Quest’uomo sembrava indeciso.

In risposta, Clarisse avvolse le gambe intorno alla schiena dell’uomo e strattonò.

– Certo tesoro, una donna come me si accontenta solo del gala, quindi vai avanti amico, versa il tuo gala sul fondo della sua figa.

Clarisse ha organizzato un talk show. Continuava persino a grattare la schiena dell’uomo come per tirarlo su di morale. Era anche sull’orlo di orgasmi multipli.

Chi Quello che seguì fu una frenesia esuberante, Clarisse non poté farne a meno e si mosse rapidamente per essere sopra di lui. La passeggiata è stata degna, ero molto orgoglioso, parlo dal punto di vista di un marito come guardone.

Dopo che entrambi sono venuti, hanno diminuito il ritmo dei suoi colpi. Allora mi stavo accarezzando il cazzo, ero ansiosa di vedere cosa sarebbe successo, magari se ne sarebbe andato, ma dopo pochi minuti è arrivato il picco del tradimento.

Sì, è così, Clarisse aveva intenzione di ribaltarsi, stava per prendere a calci in culo.

Clarisse si spostò per appoggiarsi al muro e si voltò fino a dargli le spalle, il suo culo stretto che gli sfiorava con forza il cazzo.

– Il cornuto di Aberto potrebbe restare qui in camera da letto a guardare.

Clarisse lo dice guardandosi allo specchio. Per un attimo ho avuto paura. Potrebbe avermi visto quando la porta si è aperta? Ho pensato di scappare, ma la scena che è seguita è stata così eccitante che ho deciso di rischiare tutto. Dopotutto, guardare mia moglie succhiare, recitare, muovere la figa sul cazzo, quindi perché non godersela e guardarla offrire il culo a quest’uomo?

L’uomo gli sputò nella mano e accarezzò l’ano viola di Clarisse, penetrando dolcemente con l’indice. Ci sono voluti alcuni minuti per espandersi completamente. Era possibile vedere le belle natiche della mia amata ondeggiare al ritmo delle spinte. L’uomo ha quindi diretto il pene verso il piccolo bersaglio posizionando la testa del pene all’ingresso. Clarisse a sua volta spinse nel suo sedere, spingendogli la testa più in profondità.

– Wow, il mio anello aperto, non c’è niente di meglio della moglie che tradisce il marito inserendo una deliziosa e grossa verga in profondità nel suo piccolo buco del culo. Clarisse si guardò di nuovo allo specchio.

– Ma stai entrando troppo in fretta. Quindi non ce la faccio più – disse l’uomo con uno sbuffo in risposta.

– Va bene, me ne vado, ma non ti fermerai finché non mi rompi il culo, voglio che ti goda tutto quello che c’è dentro.

Detto questo, Clarisse alzò il sedere, permettendo all’uomo di spingere a suo piacimento. Ho notato che l’atto denotava uno sforzo per rimanere ferma, forse con l’intenzione di sentire lo sperma depositato nel suo sedere grande e morbido.

Nella mia mente pensavo come la madre dei miei figli potesse sostenere così tanta attività nel suo culo? Ma si aggrappò al punto da usare le mani nude per allargarle il più possibile le natiche.

L’uomo accelerò e depositò il suo seme nel culo di Clarisse.

– Fa molto male mollare il culo, ma la ricompensa arriva quando senti i getti alleviare il dolore.

Mi sono guardato allo specchio e ho visto le espressioni facciali addolorate della mia amata moglie trasformarsi in espressioni di sollievo.

Poi Clarisse gli tirò fuori l’uccello e fumarono altre sigarette e parlarono mentre l’uomo si vestiva e pochi minuti dopo se n’era andato. Pensai di vestirmi e uscire dalla porta della cucina, ma non fu possibile perché Clarisse si sedette sul divano e mi chiamò.

– Puoi venire qui Alberto… E ti ho visto, a proposito, eri della costa, ma ti ho visto, quindi eri nudo, vai lì e vieni qui, parliamone.

Va tutto bene, cazzo.

Uscendo dal nascondiglio con un cazzo duro come la roccia, non mi sono mai vergognato così tanto in vita mia. Ma quando ho visto da vicino la faccia di Clarisse, non sono riuscito a fermare il mio cazzo che si contraeva e le ho iniettato sperma in faccia.

Clarisse era spaventata, si è asciugata sulle mutandine e mi ha baciato il cazzo.

– Vuoi dire che sei un cornuto docile? Sembra che tu abbia apprezzato il mio tradimento? Quindi completa il servizio leccando la figa scivolosa ora.

– Ma, ma Clarisse…

“Non aver paura, mettiti in ginocchio, perché ti amo,” disse Clarisse, usando le dita di una mano per aprire la sua fica gonfia.

Cosa potrei rispondere? Sapeva che non c’era modo di tornare alla persona prepotente che era ore fa. Dopotutto, era chiaro che il titolo di marito cornuto sottomesso meritava il mio elogio. Si è resa conto della situazione e l’ha espressa con tono buono.

– Per favore amore mio, non essere riluttante, voglio che tu mi lecchi la figa in modo che io sia molto rilassato e poi mi dai un mostro. Perché il mio amante è molto più piccolo oggi, quindi vieni a fare sesso come mai prima d’ora.

Se in precedenza ho omesso di descrivere l’aspetto fisico di Clarisse, solo allora è appropriato descriverla.

Sweetheart ha lunghi capelli rossi che le scendono sotto le spalle, occhi castani focosi, gambe proporzionate al suo corpo snello, bei seni che salgono bene senza reggiseno. Ho guardato i suoi seni impertinenti e ho ricordato le gocce di sperma che erano cadute sulle sue areole.

– Bacia il corno, bacia qui. Bacia i deliziosi seni della tua puttana.

Clarisse si sdraiò sul divano e allargò le gambe e io mi avvicinai così tanto che sentii un profumo agrodolce. Le mie labbra si sono tese e ho baciato le punte, poi ho succhiato avidamente le areole. Alla fine ho tirato fuori la lingua per assaggiare la miscela di sperma dall’apertura vaginale. Il gusto era buono e ho iniziato spudoratamente a leccarlo come un matto.

– Perché non hai detto che volevi essere cornuto? Se sapessi…

La reazione verbale di Clarisse ha mostrato che le piaceva la mia passività.

– Sì, sii un buon marito e continua a leccare il gemito coperto di sperma della tua bella moglie.

– Se avessi saputo che andava bene – provai a parlare mentre leccavo di nuovo.

– Quindi non fermarti, rendi felice tua moglie.

Non c’è dubbio che mi blocca. I suoi succhi che trasudavano dalla sua vagina e il suo gala ancora trasudante mi coprivano il mento.

Clarisse mi fece fermare, si voltò e aprì le natiche, rivelando l’enorme apertura anale capace di far passare una grossa palla.

– Hai sentito quando mi ha chiamato moglie puttana? E vuoi sapere? Sono un idiota e una stronza traditrice. Quindi torna da me, infila il tuo uccello nel profondo del mio culo rotto ora”, ordinò Clarisse con un tono disperato nella voce.

Sono entrato per primo nella grotta esposta all’aria di Clarisse, pompato per alcuni minuti. Ero così eccitato che non ho resistito a ficcarglielo nel culo. Non c’erano pieghe per raccontare la storia e il mio cazzo le è passato attraverso il culo molto facilmente.

e ho avvertito che si sarebbe approfittato di me.

Ho avuto un orgasmo forte, ma diverso da prima, perché era normale che il mio pene diventasse morbido e duro da solo dopo un po’. Questa volta è stato diverso, è rimasto duro e io ho violato la figa usata di Clarisse per venirle dentro.

– Allora d’ora in poi mi vendicherò, inzuppando tutto il tuo lecca-lecca con il mio seme di moglie infedele e puttana volgare.

Fu solo allora che si notò che la parola “traditore” veniva ripetuta costantemente, Clarisse voleva essere chiamata traditrice, cosa che non accadde mai nella nostra relazione sentimentale.

– Depravato traditore – gli dissi con tono buono – Io vado a lavorare e tu ne approfitti per succhiartelo, vero? Ora vieni sul mio cazzo, manine infedeli e senza valore che tanto amo – urlai in estasi.

Clarisse mi afferrò i capelli mentre il suo corpo tremava per il rilascio di sperma. Ho preso il cazzo e ci siamo baciati appassionatamente per minuti, poi Clarisse mi ha guardato negli occhi.

– Allora Alberto, vuol dire che hai un talento naturale per essere un cornuto addomesticato?

– Se è il nostro segreto, accetto di essere il tuo dolce cornuto.

Va detto che il mio consenso porterebbe a una vita da cornuti viziati. Clarisse rifletté per qualche minuto, come soppesando le conseguenze. Così ho fatto una richiesta disperata per convincere.

– Clarisse, voglio vederti bere sperma e dare figa e culo.

– Benissimo, d’ora in poi porta i nostri figli con i genitori mentre io gli metto delle corna succose…

Dopodiché, baciamo le nostre fedi nuziali e ci giuriamo il nostro amore. Ha giurato di essere una puttana e io ho giurato di essere il suo dolce cornuto. Beh, io amo Clarisse e sono d’accordo, dopo tutto, che problema c’è a prendersi cura dei nostri figli mentre la persona amata fa sesso?

Tuttavia, le ho detto di non portarla a letto, ma lei ha detto che non sarebbe stato divertente se non le avessi dato la figa e il culo nel nostro letto. Perché in quel modo poteva entrare e vederla sdraiata lì a guardarsi la figa rotta.

Quindi la prima volta che Clarisse ha mentito quando mi ha detto che aveva appena fatto sesso e quando sono tornato a casa ha avuto una sorpresa.

– Tesoro, sono Richard, anche lui è in città per lavoro…

“Signore, lei è davvero un uomo fortunato a poter tornare a casa da lei ogni notte,” disse Richard mentre mi stringeva la mano.

– Basta chiacchiere, ti succhierò il cazzo davanti a mio marito. siediti lì marito voglio scopare…

Così, lettori, ho scoperto i piaceri inebrianti di un ottimo marito, un uomo docile, assunto dalla mia infedele e idolatrata moglie Clarisse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *