Idea indecente – Parte 1

di | 10 de Dicembre, 2022

Gisele ha iniziato una nuova vita durante i suoi primi mesi come medico presso l’ospedale principale di Bairro Velho. Nel tempo ha conosciuto persone e stretto nuove amicizie. La sua vita diventava sempre meno solitaria e non trascorreva più il suo tempo libero da sola. Le feste e le ballate erano comuni, così come la sua attività sui social media, registrando tutto ciò che faceva.

Nonostante sia perfettamente ambientata nella sua nuova casa, la vita le riserva ancora delle sorprese. Durante una passeggiata senza pretese intorno alla piazza, vide un vecchio che correva lì, un volto familiare.

Bernardo, vicedirettore di alcuni lavori di riforma del quartiere, stava correndo per le vie della piazza quando una giovane donna lo salutò con la mano. Molto bello, ma lui non lo sapeva. Pensava di essere un elettore, anche se quel tipo di approccio non era comune. Tuttavia, non ha resistito al bel sorriso e si è fermata a chiacchierare.

Con sua sorpresa, questa donna era la figlia di un vecchio amico. Il peso dell’età lo colpì quando vide una donna adulta, truccata e che ricordava il figlio più giovane che lo visitava con suo padre. Fu sorpreso di averlo come vicino, ma Bernardo spiegò che non abitava a Bairro Velho. In effetti, visitava molto e in queste occasioni occupava sempre un appartamento. Fu una conversazione breve, ma molto piacevole per entrambi. I due si sono separati, ma si sono scambiati i contatti. Bernardo era pronto ad aiutare Gisele in tutto ciò di cui aveva bisogno.

I due hanno mantenuto qualche contatto, ma sui social. Bernardo non c’era sempre, e quando c’era era impegnato. L’interazione tra i due, quindi, è avvenuta a distanza. Gisèle aveva Bernardo come nuovo amico capace di darle consigli sul suo nuovo quartiere. Da lui emerse un comportamento curioso. Allo “zio” sono piaciute molte delle sue foto, comprese alcune leggermente più vecchie. In ognuna di esse, Gisèle era in bikini. Era normale che agli uomini piacessero queste foto, faceva anche bene alla loro autostima, ma lei non immaginava che questo signore l’avrebbe guardata con invidia. Con la maggior parte della sua vita in contatto con lui quando era più giovane, non l’ha mai visto come un uomo. Adesso, da adulto, era strano vederlo così, soprattutto per un uomo sulla cinquantina.

Gisèle trovava sempre divertente vedere uomini potenti, soprattutto politici, sposare donne molto più giovani, quando non erano coinvolti in scandali con amanti e prostitute. Bernardo era diverso. Nonostante non si vedano da molto tempo, le due famiglie sono sempre state amiche e, nonostante ciò, Gisèle non ha mai conosciuto uno scandalo. Bernardo era un altro uomo, o era assolutamente discreto. Forse Bernardo, nei pensieri di Gisèle, era più una testa calda, pazzo di avere una figlia minorenne, ma trattenuto nelle sue fantasie, manifestando le sue fantasie solo sotto forma di gradimento delle foto.

Ha pensato di confrontarsi con lui sulla sua attività nelle sue foto, ma ha deciso di non farlo. Sebbene apprezzi sempre le foto con meno vestiti possibili, in tutte le conversazioni non ha mai cercato di avvicinarsi, trattandola come la figlia del suo amico, e niente di più. Interrogarlo probabilmente lo spaventerebbe.

Altre storie erotiche  prova amministrativa 2

La sua vita ha continuato a essere movimentata, registrando sempre tutte le sue uscite sui social media. Ogni volta che scattava una foto si ricordava di Bernardo, con la certezza di essere vista da lui. Una volta ha scattato una foto da dietro, ancora con l’acqua della piscina che le copriva la maggior parte dei fianchi, ma dando una buona idea del volume dei suoi fianchi e della sua preferenza per un bikini con il cinturino. La stessa cosa è arrivata in poche ore.

L’idea di prendere in giro quest’uomo la divertiva. Ho comprato nuovi bikini e mi sono fatto delle foto a casa mentre li provavo. L’enorme numero di Mi piace e commenti non contava più, stavo solo aspettando i tuoi Mi piace. Fu allora che scattò la prima foto da dietro, senza che l’acqua gli coprisse il corpo. Non si era mai mostrato così tanto. La foto ha avuto successo, con molti più commenti e like rispetto alle altre, ma lei si è accontentata solo dei suoi like. Si chiese se questo signore fosse eccitato dalle sue foto.

Invitata a una festa nello stesso condominio nell’appartamento di Bernardo, Gisèle ebbe un’idea indecente. Confermata la presenza di Bernardo nel quartiere, la festa ebbe inizio, ma subito dopo aver salutato gli amici salì alcune rampe di scale.

Bernardo era solo nell’appartamento e guardava la televisione quando suonò il campanello. Fu sorpreso dalla visita della figlia del suo amico. Era irresistibile non guardarla dall’alto in basso con una gonna corta di jeans e un top scollato. Il suo sguardo colse ogni curva esposta del suo corpo, finendo, con sua sorpresa, nel suo sguardo interrogativo. Non rendendosi conto di ciò, la invitò a entrare.

Ha detto che è stata invitata a una festa in questo condominio, ma che sarebbe arrivata senza bikini. Erano nel suo zaino, ma doveva portarseli e decidere quale usare. Bernardo gli dice solo di usare la sua stanza come meglio crede e che sarebbe rimasto in soggiorno a guardare il suo film. Cinque minuti dopo, torna indossando un bikini nero.

“Signor Bernardo, cosa ne pensa di questo?” Non volevo un’opinione.

“Chiamami Bernardino. Ti sta bene, non credo che ci sia qualcosa che non va in te.

La frase era diurna senza il tono malizioso previsto. Gisele voleva scherzare di più e gli voltò le spalle.

“Anche la schiena è bella?

Il piccolo triangolo della schiena era inghiottito dalle natiche piene di Gisele. Bernardo guardò questa donna seminuda di fronte a lui, cercando di capire se fosse puramente ingenua. Fece un respiro profondo, ignorando la sua erezione per rispondere.

Altre storie erotiche  Il signor M e la mia introduzione al fisting

“Va anche bene.

Il breve commento delude Gisèle. Tornò nella stanza nascondendo la sua frustrazione, ma volendo strappare un po’ di emozione a questo signore. Nessun uomo, nemmeno a quell’età, poteva ignorarla così. Tornò nella stanza indossando un bikini rosa, un po’ più grande di prima. Stavolta era vicinissima a Bernardo, quasi appoggiata a lui.

“Bernardo, che mi dici di questo?” Va bene questo colore?

Bernardo la squadra da capo a piedi, aprendo un sorriso discreto.

“Si è rivelato anche carino.

Un altro commento poco divertente. Gisele cercò di girarsi.

“Questo va bene anche dietro?”

L’outfit copriva più natiche del precedente, ma qualcosa catturò l’attenzione di Bernardo.

“Come ho detto, va bene. È solo un po’ contorto.

Era un’opportunità per Gisele di stuzzicarlo ancora. Con le dita aggiustò i lati del bikini, girandole tutto intorno al sedere, sistemando il pezzo al posto giusto. Mentre Bernardo era ipnotizzato dal gesto, Gisele si voltò discretamente, notando l’espressione stordita del signore e l’insolito volume tra le sue gambe. Bernardo si controllava, ma era impossibile non accorgersene. Non era ancora soddisfatta.

“Sebe Bernardo, non so se dovrei usare questo o l’altro. Ho già un bel culo e questo sembra che lo renderà più grande. Uso questo o l’altro?

Gisele parlava di spalle a Bernardo, passandosi la mano sulle natiche. L’uomo seduto sul divano poteva solo ammirare quelle curve mentre cercava di rispondere a questa conversazione apparentemente inutile.

“Sei ossessionato dal tuo corpo. Il tuo sedere è perfetto, con indosso il bikini che vuoi.

Gisele si infila tutto il bikini nel culo cercando di simulare il perizoma del pezzo precedente.

“Allora, sto meglio così?”

“Resta. Anche perché è la parte che serve per usare.

Giselle sorride.

“Come fai a sapere che tendo a usarlo in quel modo?”

C’era un tono ingannevolmente innocente in quella domanda. Bernardo se ne accorse.

“Lo usi sempre nelle tue foto.

“E continui a guardare le mie foto in bikini?”

“Lo sai che.

“Ti sono piaciuti tutti, vero?”

“Troppi da godere, quindi ho scelto il meglio.

“Quindi stai spiando la figlia del tuo amico?

“Ammiro solo ciò che è bello. Non ho pubblicato le foto.

“Un uomo di questa età, un legislatore, sposato, non dovrebbe spiare giovani donne su Internet. Specialmente la figlia del tuo amico.

— Come uomo pubblico, tengo alla mia immagine, ma nella mia vita comprovata do libero sfogo ai miei desideri. Sembri troppo ipocrita per qualcuno che si infila le mutandine su per il culo proprio davanti alla mia faccia.

Giselle ride.

“Sembra che le foto ti siano piaciute molto. Decidi di farti vedere da vicino.

-Ci si sente molto bene.- Bernardo mette una mano sul corpo di Gisèle. -Siamo già giunti alla conclusione che non è necessario utilizzare questa parte.

Le sue dita le percorsero le cosce fino a raggiungere i lati delle sue mutandine. La stanza scivola, con sorpresa di Gisèle che non lo faccia Mi aspettavo una tale audacia. Era entrata in questo appartamento con l’intenzione di scherzare, ma era troppo eccitata per volersi fermare lì. Si lasciò spogliare, esponendo il suo corpo ai desideri di Bernardo. Gisele era incuriosita ed entusiasta di ciò che questo signore aveva da offrirle.

Altre storie erotiche  Racconto erotico di tradimento: mia sorella e mio cognato mi svegliano eccitati

Tenuto per il culo, fu tirata ancora più vicino a lui. Con carezze all’interno delle sue cosce, le allargò le gambe. Il calore delle sue mani le scorreva sul corpo, rendendola sempre più ansiosa di sapere cosa le avrebbe fatto quest’uomo. Le dita scivolarono tra le labbra umide della sua figa, mandandole un brivido attraverso il corpo. La sua reazione immediata fu quella di piegarsi in avanti, spingendo i fianchi, esponendosi maggiormente ai desideri dell’uomo. Un respiro caldo le percorreva gli angoli più intimi del corpo mentre le palpavano il sedere. Gisele gemette sommessamente con solo aria calda, immaginando cosa sarebbe successo dopo.

Quando la sua lingua le sfiorò le pieghe, Gisele quasi urlò. Bernardo aveva un’abilità unica con il linguaggio, esplorando la sua intimità. I gemiti di Gisele erano disperati. Con la sua lingua che vagava per il suo culo, due dita le invasero la figa bagnata con facilità. Gisele rotola, cercando il massimo piacere in questo contatto. Ha messo la mano sul suo clitoride e si è toccato mentre veniva succhiato e scopato.

Gisele si avvicinò, massaggiandosi la clitoride con una mano mentre con l’altra infilava la testa di Bernardo contro di lei. La forza nelle sue gambe era svanita, lasciandola crollare in grembo a Bernardo e al suo cazzo duro.

Seduta su Bernardo, Gisele si abbandonava ai suoi baci. Mani invadenti le presero i seni, provocandola con la loro rigidità. Si voltò di nuovo, strofinando il corpo contro il rigonfiamento dei pantaloni. Ha provato a sbottonarsi i pantaloni, esponendo il suo cazzo duro. Si mise a cavalcioni su di lui per roteare sensualmente i suoi fianchi. Oscillava a ritmi diversi, cercando di capire come far gemere più piacevolmente Bernardo. Si mise un seno in bocca, contorcendosi. Bernardo succhiava quel seno tenendo tra le mani il sedere di Gisele. Ha completato il movimento dei suoi fianchi sollevando il sedere. La gioia è arrivata in modo esplosivo. Bernardo emise un lungo gemito, stringendo con tutte le sue forze il sedere di Gisele.

Aggrappata a Bernardo sul divano, Gisèle quasi dimentica la sua festa con le amiche. Se n’è andata indossando il bikini scelto da Bernardo, con la promessa di rivederlo. Se n’è andata con la soddisfazione di chi ha strappato questo signore alle sue fantasie giovanili. Non avevo idea di quali storie contenesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *