Il rituale dell’irrigazione del giardino della signora!

di | 9 de Dicembre, 2022

Dieci minuti. È ora che il dottor Arnaldo giochi con i cani da compagnia dopo aver varcato il cancello della villa ed essere sceso dall’auto guidata dal fedele autista Jarbas. Ci sono due pastori tedeschi, una coda e un minuscolo pinscher rumoroso, proprio come dovrebbe essere qualsiasi pinscher! I quattro ci saltano sopra, lo accarezzano, lo leccano, rotolano tutti sul prato del giardino, con il dottor Arnaldo in giacca e tutto il resto, con grande dispiacere della lavanderia.

Otto minuti. È ora che il dottor Arnaldo, dopo essere entrato in casa, prenda la sua doppia dose di whisky, rilassandosi sulla sua poltrona preferita in soggiorno.

Cinque minuti. È ora che il dottor Arnaldo esamini attentamente la corrispondenza che non arriva agli uffici delle società, separando quelle più importanti.

dodici minuti. È ora che il dottor Arnaldo vada in dispensa e in cucina a parlare con gli altri dipendenti della casa, a chiedere “com’è la vita” a ciascuno, a cercare di sapere se qualcuno ha bisogno di qualcosa, ad accarezzare il vecchio cucinare dalla villa e chiedere “Cosa c’è di speciale per cena?” ».

Un minuto. È ora che il dottor Arnaldo vada nella stanza della villa, entri nell’ascensore e prema il pulsante “su”.

Trenta secondi. È ora che il dottor Arnaldo raggiunga il primo piano del palazzo e prenda l’ascensore, alla porta della suite della coppia.

—————–Metà tempo…

Dieci minuti. Questo è il momento in cui il fedele giardiniere Bernardo, un ragazzo dai capelli rossi di 22 anni con un corpo atletico, deve succhiare la figa di Doña Beatriz, facendo scorrere la lingua attraverso tutte le pieghe e gli angoli con le sue piccole dita. la sua grande figa, massaggiando il punto “G” e succhiando la sua grande testa fino a quando non viene e solleva i fianchi, respirando velocemente e mordendosi un piccolo asciugamano sul viso per non urlare di piacere.

Otto minuti. Questo è il momento in cui Madame Beatriz deve riprendersi dal suo clamoroso orgasmo e affrontare il grosso cazzo grosso di 22 centimetri di Bernardo, che bacia e lecca più volte, annusa, gli colpisce la faccia con il cazzo, succhia solo la testa. Pioggia, sembra ipnotizzata e inizia avidamente, anche se si adatta a malapena alla sua bocca, ma succhia più che può, alzando gli occhi al cielo su Bernardo, succhiando con piacere e quasi venendo dal giardiniere desideroso.

Cinque minuti. È ora che il giardiniere e Madame Beatriz facciano un sessantanove, Bernardo succhia la fica di Madame fino in fondo al culo con un dito, provocandole un altro forte orgasmo, il cui gemito è questa volta attutito dalla cazzuola del giardiniere, che riempie una buona parte della bocca di Madame Beatriz.

dodici minuti. Ecco quanto tempo impiega il giardiniere Bernardo a mettere a quattro zampe la signora Beatriz, fotterle la figa, inserire e togliere il “palo” di 22 centimetri con spinte forti e rapide, come il pistone di una locomotiva, provocando alla signora due orgasmi, uno dietro l’altro, che quasi la facevano svenire, e tiene ancora quel cazzo enorme nell’anello di cuoio, lubrificatissimo di gel, arrotolandone le pieghe e facendoselo anche venire su per il culo, tra lacrime e mordicchi salvietta, per poi spruzzare rivoli e rivoli di sperma nel retto di Madame Beatriz.

Un minuto. È giunto il momento che il servizievole giardiniere Bernardo – da due anni e tre volte alla settimana in questa dimora – venga chiamato ad innaffiare le piante del giardino pensile di Madame Beatriz, appena sveglia dal suo sonno pomeridiano, al nello stesso momento in cui il dottor Arnaldo scende dall’auto guidata dal solerte Jarbas – si infila mutande, tuta e stivali, mentre la signora Beatriz, molto rilassata, entra nella vasca di acqua tiepida con i suoi sali tonificanti, aspettando il dottor Arnold!

Trenta secondi. È allora che Bernardo deve precipitarsi fuori dalla suite della coppia, nella stanza degli ospiti, e aspettare che il dottor Arnaldo esca dall’ascensore e entri nella lussuosa alcova, così può uscire e scendere le scale!

(LA FINE)

E-mail: leog0455@hotmail. Insieme a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *