Il segreto della cantina Monte Alto. 5

di | 12 de Dicembre, 2022

Ho dovuto essere duro con mio zio Chico, dopotutto aveva tradito mia zia Clarice con quella puttana del ristorante, ha mandato a casa mia sorella Luana e voleva ancora fare l’uomo serio e rispettoso, con la chiave della jeep nella mia Man , avresti dovuto ascoltarmi.

Poi zio Chico, un po’ ubriaco, ha provato a trascinarmi via, Lorena, sei troppo piccola per capire certe cose, amore mio, ridammi questa chiave e domani la sistemiamo con calma, è troppo tardi per discuterne, mio angelo. Non sono un angelo, zio Chico, sei geloso di me Lorena, non sei geloso, zio, sono molto arrabbiato con te, prima manda a casa mia sorella Luana, poi vedrò che la colpisci là. il tuo cazzo duro su quella puttana bionda, non parlare così di Joice, lei non c’entra niente.

E non è così che parla una ragazzina, ragazzina zio Chico, guardami, mi vedi ancora bambino, stupido, ingenuo e innocente zio Chico, sei il mio amore Lorena, sai quanto ti amo entrambi, loro sono le mie care nipotine, non mi sembra molto zio, certo che ero già nervoso e parlavo troppo, dai Lorena, ridammi la chiave amore mio, non ti darò niente zio dietro, ho aperto il finestrino della jeep e ho buttato la chiave, che Lorena sei impazzita piccola, vado a piedi e quando torno a casa racconterò tutto a zia Clarice, tu vedi l’angelo e il diavolo che posso essere zio Chico.

Ho aperto la porta e sono uscito nel buio più totale, zio Chico è sceso con la torcia del cellulare per cercare la chiave della jeep, non ho buttato via abbastanza la chiave, perché ho camminato per qualche minuto e ho visto la luce di la sua jeep mi raggiunse, io fui sollevato di non dover camminare al buio, zio Chico mi superò e si fermò circa 100 metri più avanti. Scese dalla jeep e si tolse la giacca grigio scuro, era così bello con una camicia bianca che gli andai incontro e non lo guardai in faccia avevo bevuto abbastanza e con l’emozione alle stelle ho quasi pianto di rabbia e anche la gelosia, sono stata sedotta e abbandonata da mio zio, mi sono avvicinata a lui, poi zio Chico mi ha presa sottobraccio e mi ha stretta nel suo abbraccio, mi dispiace Lorena non volevo ferirti amore mio, se tieni duro è un segreto Lorena farò quello che vuoi amore mio.

Accanto al suo corpo forte e in quel caldo abbraccio mi sono calmata, poi ho capito di avere tra le mani zio Chico, sapevo qualcosa che voleva nascondere a tutti i costi, era l’occasione che aspettavo, quindi ho gli disse con Stai molto calmo, ho bisogno di una prova zio Chico, certo amore mio, cosa vuoi Lorena, in questo buio l’ho guardato negli occhi e gli ho detto, un bacio zio Chico, voglio un bacio da te, lui mi ha guardato con sospetto e anche ´nito, volevo buttare via il mio bicchiere e cercare di allontanarmi, perché ora Lorena, bacia il mio angelo, sono tuo zio, non puoi chiedermi di questa ragazza, hai detto faresti quello che volevo zio ragazzo, voglio un bacio adesso, poi mi ha baciato molto teneramente e mi ha detto, Lorena è qui.

La mia rabbia e la mia indignazione sono tornate con tutto, quindi ho detto baciami come hai baciato quella finta bionda Joice zio Chico voglio un bacio con la lingua e molto cattivo è Lorena che sembri tua sorella £ Luana non è qui ora zio Chico sono io che chiedo un vero bacio, amico, cosa ho fatto per meritarmi questo? Lorena non è una brava ragazza, finirò per bruciare nelle fiamme dell’inferno, amico, non c’è niente che tu mi baci o no, non credo di avere scelta, sono Lorena.

Lo zio Chico, ovviamente, stava resistendo coraggiosamente al suo desiderio e alla sua spudoratezza, così mi ha guardato e poi mi ha detto, lo sai che non andrà a finire bene, Lorena, so benissimo come andrà a finire lo zio Chico, così mi disse, mi baciò con desiderio, un bacio con una lingua piacevole e molto bagnata, mordendomi le labbra e stringendomi i seni, le sue mani iniziarono a vagare sulle mie cosce e sul mio culo, provai un’eccitazione smisurata e volevo scopare lì, il prima possibile. Sentire il suo cazzo duro mi ha fatto arrapare di più e ho messo la mia mano su di lui e ho accarezzato il suo cazzo duro nei pantaloni con entusiasmo, no Lorena, no, è meglio che ci fermiamo qui tesoro, so quando fermarmi, zio ragazzo, stai zitto e baciami teneramente, vieni a cercarmi zio Chico.

Altre storie erotiche  Vicino…

Oh amore mio questo non può succedere ti ho sbottonato i pantaloni e ho messo la tua mano dentro e ho cercato il tuo cazzo duro con grande desiderio ho preso il tuo cazzo duro e ho provato un piacere immenso il nostro ragazzo sei eccitato che bello sentire il tuo cazzo duro zio Boy, so che si è allontanato e si è appoggiato sul retro della jeep, gli ho aperto i pantaloni e ho tirato fuori il suo pene duro, in questa totale oscurità e a quest’ora della notte nessuno ha attraversato questa strada solitaria, quindi prima che provasse a fuga, mi infilai il suo cazzo duro nella boccuccia e cominciai a succhiare quel gustoso pene eretto, era molto buio e solo la luce della luna ei fari della jeep illuminavano quel delizioso pompino.

Zio Chico non ha resistito e ha iniziato a gemere dolcemente, wow Lorena che gustosa amore mio, perché sta succedendo questo Lorena, stai zitto zio Chico, succede perché hai un cazzo grosso e ricco Zio Chico, lì il mio amore non parla così dico quello che voglio zio chico hai due nipotine birichine zio chico e ci fotterai le fighe zio chico ora corri nella mia boccuccia corri lì lorena è deliziosa seni amore mio molto bene, zio Chico non sopporta e lui è venuto con una forza enorme, in questa oscurità non riuscivo assolutamente a vedere niente, ero tutta ricoperta del tuo seme, solo dentro la jeep abbiamo visto che ero tutta imbrattata del seme del tuo cazzo duro su tutto il mio bel viso ha aiutato a ripulire il casino che ha fatto e poi siamo finalmente tornati a casa.

Prima di entrare disse, questo non può essere evitato Lorena, questo potrebbe porre fine al mio matrimonio amore mio, non preoccuparti per me zio Chico, certo ora dovrai esaudire i miei desideri zio Chico, certo amore mio, qualunque cosa tu voglia, chiedimelo, domani chiamerai Luana zio Chico, e poi vedrò cos’altro voglio Zio Chico, certo amore mio, è sceso dalla jeep, così l’ho fatto tornare indietro e gli ho baciato la bocca con desiderio e dispetto, zia Clarice stava già dormendo e non aveva idea della pazza notte che abbiamo passato.

Mi addormentai completamente soddisfatto della certezza di avere il controllo e il sapore della vittoria e anche il sapore del cazzo duro di mio zio Chico, la mattina dopo mentre prendevo il caffè in cucina zio Chico era con Almir e Cleusa, buongiorno amori miei. , zia Clarice dorme ancora, dorme fino a Lorena, quindi zio Chico, hai già chiamato Luana, vado a finire il mio caffè e risolverò questo amore mio, che bravo zio Chico, Almir se n’è andato e Io andavo ad accudire gli animali, Cleusa andava a pulire le stanze e io mi facevo una spremuta con mio zio Chico, ovviamente non potevo fare a meno di provare i miei nuovi poteri.

Mi sono seduto accanto a lui e sotto il tavolo gli ho messo una mano sulle ginocchia e ho sentito il suo pene, era morbido e con quel piacevole affetto si è svegliato subito, non qui Lorena, ragazza, rilassati zio Chico, non me ne vado. Non sto facendo niente qui, voglio solo vedere se ha bisogno di un po’ d’amore, wow Lorena, sei una ragazza cattiva e ti piace, non è zio Chico, certo che lo sono, ma devi stare attenta . con tua zia Clarice, non faresti mai niente per rendere triste zia Clarice, rilassati, il tuo pene diventava sempre più grande, così disse zio Chico, ora vado in cantina, amore mio, perché non lo fai fermati lì? Quindi, me ne vado dopo il mio caffè zio ragazzo, ti aspetto amore mio, zio ragazzo mi ha fatto l’occhiolino ed è diventato tutto cattivo.

Altre storie erotiche  Il desiderio di mia moglie: storie erotiche

Ho finito il mio succo e sono andato a sistemare un piccolo problema con Almir, si stava mettendo gli stivali quando sono arrivato e mi ha detto vieni qui Almir devo parlarti, certo principessa, Almir è salito nel fienile buio e io è salito proprio dietro di lui, la nostra principessa mi mancherà Lorena, l’ho spinto in una di quelle balle di fieno e gli ho detto, le cose sono molto diverse ora Almir, ho parlato con mio zio Chico e lui farà quello che vuole d’ora in poi devi solo sapere se mi guardi o mi ricatti di nuovo tu e la nostra principessa cleusa camminate per strada, perché basta con la bella principessa Almir, sei una pedina e devi comportarti come tale, e penso anche che Ti amerò di tanto in tanto, non toccarmi e non cercarmi più Almir, capisci, certo Lorena.

Quindi ora apri i tuoi pantaloni e lasciami succhiare il tuo cazzo duro, Almir ha aperto rapidamente i suoi pantaloni e felicemente, ho succhiato gustoso e si è rapidamente indurito nella mia bocca golosa, wow Lorena, fai schifo delizioso, stai zitto -Stai zitto Almir, non lo faccio Non ti sto chiedendo di commentare niente, ovviamente Lorena ora ha capito, quindi ho portato quel bastardo per soddisfare il mio fottuto capriccio.

Scesi da quel fienile buio e andai a lavarmi i denti, non volevo che zio Chico sentisse l’odore del cazzo duro di Almir quando l’avevo baciato, quindi dopo che sono andato in cantina, zio Chico mi stava aspettando con ansia, quindi Lorena già mi ha chiamato da Luana e viene domani dopo pranzo, bravissimo zio Chico, potrei chiamare io stessa mia sorella Luana, ma le ho fatto la telefonata per provare la sua ubbidienza.

La cantina ha un bel soppalco, dove c’erano le scorte, i tannini e gli enzimi e l’imballaggio del vino, oltre a un divano letto che usava zio Chico sonnecchiando a volte, era il posto dove godersi mio zio Chico, l’ho portato lì e gli ho fatto chiudere la porta, quindi zio Chico, da quanto tempo fotti questa troia bionda Joice, che fa la domanda più indiscreta Lorena, perché ora la mia angelo, voglio sapere tutto Zio Chico, mette sempre alla prova la sua obbedienza, da qualche mese Lorena, mi cercava e flirtava con me, non faceva sesso da molto tempo Lorena, tua zia Clarice a volte attraversa momenti di emozione instabilità, Joice è una donna incredibile, tuo zio Chico è innamorato, ovviamente non il mio amore, e quante volte ha scopato quella puttana di zio Chico, che ci siamo incontrati agli eventi a Lorena.

Quindi zio Chico non si fotterà mai più quella puttana, perché Lorena, perché sei già solo mia, l’ho buttato sul divano e gli sono salito sopra, gli ho baciato la boccuccia birichina, ho spogliato zio Chico, voglio fotterti ora, è troppo pericoloso qui amore mio, ecco perché voglio fotterti qui zio Chico, l’ho immaginato tante volte zio Chico, wow Lorena, visto che sei una ragazza cattiva, ti lascio Peladinha cara, Zio Chico mi tolse velocemente e con abilità i vestiti, mentre io lei gli apriva i pantaloni e manipolava amorevolmente il suo pene duro.

Tra baci maliziosi e carezze intime, finalmente ci siamo avvicinati, il mio sogno si è avverato, una ragazza nuda in ginocchio che si scambia baci e carezze, lo zio Chico voleva penetrarmi gustoso, il suo cazzo duro era molto eccitato, ma volevo farlo stare tranquillo , è stato un momento speciale per me, è stato molto difficile arrivare a questo, penso di essere stato fortunato a sorprendere il bastardo che scopava questa cagna bionda, ora potevo fare quello che volevo con lui, il ragazzo era il mio schiavo sessuale, Ho fatto scivolare delicatamente la mia figa bagnata su quel pene duro, nessuna penetrazione, andando su e giù e giocando con lui, zio Chico stava impazzendo con questo, ha cercato di penetrarmi e ho detto, calmati -tu zio Chico, lo voglio davvero per scopare quella bella figa adesso, angelo mio, zio Boy, certo, voglio anche il tuo cazzo duro dentro di me, ma devi essere romantico con me, amico.

Altre storie erotiche  Storia erotica eterosessuale - Ha visto il mio Cabacinho e si è innamorato

Zio Chico mordeva i capezzoli delle mie tette mentre gli facevo scivolare la mia figa calda in grembo, wow Lorena mi stai uccidendo con la lussuria ragazza lascia che ti fotta forte Lorena così mi sono arrampicato forte sul tuo cazzo ed eccitato la mia figa carnosa ha ingoiato la sua grande testa, Zio Chico ha cercato di penetrarmi con tutto, quindi gli ho detto, devi obbedirmi Zio Chico, l’ho già detto con affetto, certo amore mio, a modo tuo, amore mio, l’ho abbassato lentamente, guardandolo negli occhi . occhi e mordendomi le labbra, ho lasciato che mi penetrasse dolcemente, sentendo ogni centimetro di quel cazzo duro, molto calmo e cattivo, ero così eccitato che tutto il mio corpo tremava, poi la mia figa ha completamente inghiottito quel pene duro, mi sono tirato i capelli lunghi schiena indietro e gli afferrò il collo e iniziò a rimbalzare sul suo cazzo duro.

Il ragazzo baciò la mia piccola bocca e gemette piano, che troia sexy sei Lorena, che figa stretta Lorena, sei deliziosa angelo mio, mi scoperai ragazzo sexy Ragazzo, ovviamente amore mio, ogni giorno , certo che lo faccio, cara , quindi fanculo il bravo zio Chico, fanculo la tua puttana forte, afferrandomi forte il fianco, è entrato nella mia figa molto volentieri, ho comandato il ritmo, a volte lento ea volte frenetico e pazzo, zio Chico ha gemuto e ruggito di piacere e desiderio, dopo qualche minuto in ginocchio e in questo sesso selvaggio, zio Chico non ce la faceva più ed è venuto dentro di me, eiaculando tanto e disperato, ha cominciato a scusarsi vicino a me, che non poteva non Dai Lorena, non è niente, zio ragazzo, volevo scoparti zio ragazzo, l’ho voluto tante volte, ma sei ancora una ragazza Lorena, mia cara nipote, ora sono anche la tua ragazza, zio ragazzo, quindi lei mi ha baciato forte e ha finito di sborrare su mia madre. la mia figa carnosa

Dispiaciuto o no che sia stato fatto, zio Chico era il mio ragazzo e ha fatto quello che volevo, mi sono vestito e sono andato a parlare con mia zia Clarice, lei era in cucina come sempre, domani viene zia Luana, ho parlato con zio Io e Chico abbiamo risolto tutto, amore mio, come ringraziarti, Chico non mi ascolta mai, ma se riesci a convincerlo è perché sai come gestire questo fastidio, lo zio Chico è un uomo molto speciale, a volte un po’ sistematico. Zia Clarice, ma è molto gentile con me. Zia Clarice, ora vado a fare la doccia e poi andiamo a fare la spesa. Zia Clarice, solo io e te, voglio che tu dia un consiglio a zia Clarice.

Siamo usciti insieme per parlare e comprargli regali, quindi zia Clarice, com’è la tua vita intima con zio Chico, certo che non c’entro niente, va bene, tesoro, tuo zio Chico è un uomo molto bello, Lorena, Lo so. Attira l’attenzione delle donne, è vero, zia Clarice, quindi faccio di tutto per accontentarti e anche se siamo un po’ distanti, spesso fai l’amore, zia Clarice, una volta al mese amore mio, a volte più passa, penso Zia Clarice, poi finirà per saltare la staccionata, Lorena, tuo zio Chico non avrebbe il coraggio, non credo zia clarice, ma non puoi ancora permetterlo, devi essere più forte zia clarice, indossa cose più seducenti e poi sei ancora un pezzo di cattivo piombo, tutto qui ragazza, dopo il matrimonio ci siamo sistemati e ci siamo calmati un po’, dobbiamo cambiare questa zia clarice, gli abbiamo comprato diverse lingerie e vestiti nuovi e lui Ho anche dato consigli a diversi bambini per ravvivare la loro relazione, l’altro Un giorno finalmente andammo a prendere mia sorella Luana all’aeroporto, lo zio Chico voleva mandare Almir, ma io avevo altri piani molto più birichini per noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *