Julia: IL NUOVO SCHIAVO – PARTE I –

di | 8 de Dicembre, 2022

– PARTE I –

Questa storia è una storia non realizzata, ma presto la realizzerò. Questa storia è dal punto di vista del mio nuovo cane, che presto le darà il tanto meritato COLLARE, anche se virtualmente, e spero che presto glielo daranno in modo reale, fisico, in una sessione adeguata. In questa storia ho apportato le necessarie correzioni grammaticali e gli accordi, ma ho mantenuto il contenuto che Julia mi ha dato.

Dai, sono giovane di età, ma con una mente sviluppata e molto aperta al PIACERE, ti racconterò della prima volta che sono stato con colui che mi ha favorito per essere uno SCHIAVO/ZARRA in tutta la sua pienezza, il MASTER DOM GRISALHO, uomo di grande cultura, e che non aveva mai incontrato qualcuno simile nella conoscenza del SADO/BDSM, non è giovane, ha 65 anni, ma con una vasta esperienza di vita, ritualistica nella nobile filosofia che professiamo. Qui e prima di raccontare come è avvenuta la mia iniziazione, vorrei parlare un po’ di me, non posso dare molti dettagli per non rivelare la mia identità, quindi userò il nome fittizio di Julia, vivo in un piccolo paese di Minas Gerais. Con meno di 40.000 persone, mi piacciono e preferisco gli uomini più anziani che hanno esperienza e sanno dare PIACERE alle donne, odio gli uomini più giovani che non sanno come trattare una donna. Ho solo 26 anni ma mentalmente molto più in sintonia, fisicamente la mia pelle è bianca, misuro 1,70 e 74 kg, ho un bel corpo e un bel viso come ama dire il mio SIGNORE, con il seno piccolo e il culo grosso, ho ho i capelli neri e gli occhi castano scuro, i capelli lunghi fino alle spalle, di solito mi rado completamente, lasciando la mia figa e il mio culo senza peli, tra l’altro, come il mio PROPRIETARIO richiede e ama.

Fin da giovane, all’inizio della mia vita sessuale, sono sempre stata molto eccitata dalla condizione di sottomissione, anche se non riuscivo a discernere quali fossero le mie reazioni di piacere quando ricevevo un ordine, ho avuto esperienze con pochi fidanzati, solo il uno che conoscevo, meraviglioso, fino ad oggi mi manca molto, era molto birichino e sapeva sfruttare un po’ di più quel lato di me. Mi piaceva quando ero in una relazione con lui, perché era qualcuno che mi dominava e per la prima volta ho scoperto delizie come essere colpita nel culo, in faccia, come piace a me. Il mio ragazzo aveva quasi 50 anni, ci siamo fidanzati, ma per queste cose nella vita non stavamo insieme, con lui la mia vita sessuale ha cominciato ad evolversi, hanno cominciato a schiaffeggiarmi in faccia e in culo, e quando è successo sono impazzito e ancora di più quando mi ha messo a quattro zampe, mi ha tirato forte i capelli e mi ha colpito fortissimo il culo, ho avuto un’allucinazione dalla lussuria ho scoperto che era la mia posizione preferita perché il mio fidanzato aveva il controllo totale su di me, e io ho anche provato il sesso anale, ho ingoiato lo sperma e adoravo sottomettermi a lui anche se non mi piaceva esattamente il sesso anale e lo sperma, non lo facevo quasi mai, e di solito lo facevo solo quando questo uomo delizioso me lo faceva fare, sapeva come farlo comandare, dominare e pretendere questo, quindi non ho potuto resistere ho iniziato ad amare sottopormi a cose come questa per ordine del mio ex fidanzato ma purtroppo si è allontanato dalla mia vita. . Peccato fosse così difficile trovare persone come lui o più di lui, con il tempo mi sono reso conto che ne sapevo poco, ho cercato di informarmi e ho visto più cose su internet e sempre di più la volontà cresceva ancora di più in me essere un fermo da un altro usando me, voglio servire quella persona e sottomettermi alla sua volontà, per quanto umiliante e dura possa essere. Ho imparato un po’ di BDSM e anche se non mi identificavo completamente con le pratiche, ho visto che era tutto ciò che avrei sempre voluto essere. Mi sono imbattuto in articoli sugli SCHIAVI nel BDSM e ho capito perfettamente che una vita del genere era ciò di cui avevo bisogno.

Altre storie erotiche  Addio fare sesso con un amico pescatore

Ho trovato diversi casi su internet in cui ragazze venivano trattate come oggetti dai PROPRIETARI, usate, maltrattate, soggiogate, umiliate e maltrattate, alcune trattate come animali, e ancora non so perché mi sono interessata ancora di più ad essere una delle loro. loro, ogni momento mi veniva in mente di essere una CAGNA e con una voglia assurdamente folle di vivere una relazione del genere. Ho iniziato a cercare un SIGNORE che mi desse questa vita di piacere. L’ideale sarebbe incontrare questa persona nella vita reale, quotidianamente, ma ho capito che sarebbe praticamente impossibile, perché dove vivo nessuno ha la minima idea di cosa sia il BDSM/BDSM, il plus è che alcune ragazze l’hanno visto nel film 50 TONS e per pura curiosità volevano essere sottomesse, io invece sapevo che per mia natura ero una SOTTOMISSIONE che voleva solo trovare il mio PADRONE, volevo essere una VERA DOMINATRICE PUTTANA. Ho iniziato a fare ricerche, leggere storie e rapporti e ho scoperto in pochi mesi che sarebbe stato ancora più difficile di quanto pensassi trovare la persona giusta, la maggior parte voleva solo giocare d’azzardo su Internet e non aveva mai fatto nulla di reale, volevano che io apparire nuda su internet e quelli che hanno provato la cosa vera, solo alla ricerca di sesso facile, non hanno mostrato di sapere cosa fare, nonostante tutto quello che ho detto su di me, sembravano non capire cosa stavo cercando. Dovevo comunque cercare di essere il più discreto possibile, perché nonostante questi sentimenti nessuno della mia famiglia o vicino a me aveva la minima idea di questi sentimenti che mi appartenevano, mi sono sempre mostrato in società come un corretto, ragazza normale e riservata, con solo due relazioni serie, ma era pura facciata per le persone. Non potevo nemmeno pensare di espormi alla mia famiglia in quel modo e dovevo essere il più introverso possibile, ma nonostante tutte le difficoltà ei rischi intrinseci, ero pronto a buttarmi un po’ per trasformare questa fantasia in realtà. , avevo in mente che quando avessi incontrato la persona giusta ed ero davvero sicuro, mi sarei dato completamente a loro fintanto che fossero disposti a mantenere la mia privacy. Avevo bisogno di donarmi completamente nel corpo e nell’anima, per essere totalmente oggetto del possesso del mio MAESTRO. Ma ovviamente bisognerebbe discutere e conoscere molto bene il candidato prima, iniziando da internet, poi per telefono, scambiando foto e video con una webcam, per essere il più sicuri possibile di aver trovato quello giusto. persona. Fino ad allora, nessuno si era avvicinato a questo… Fino allo scorso fine settimana, quando ho avuto il privilegio di trovare chi stavo cercando…

Altre storie erotiche  storia erotica

Dopo tanto tempo, ho finalmente incontrato un vero DOMinatore, quello che cercavo e desideravo, esattamente quello che avevo previsto di trovare, il noto scrittore MESTRE DOM GRISALHO. È stato forse il giorno più bello della mia vita quando ho potuto entrare in contatto con questo MAESTRO. Diventare schiava è, ed è stata, una vita meravigliosa per me, e ti assicuro che ho trovato la persona di cui avevo bisogno. Il mio PROPRIETARIO era il Signore della mia obbedienza, della mia servitù e della mia sessualità. Ho fatto quello che voleva, lo adoro senza esitazione e con la mia piena accettazione. Mi sottomettevo ai suoi capricci, feticci, desideri, in totale abbandono. Sono completamente orgoglioso di essere stato scelto da Lui, onorato di essere accettato e felice di appartenere a DOM GRISALHO.

Appena abbiamo iniziato a conoscerci, sia tramite facebook, sms ed e. Messenger, ero sicuro che appartenesse a lui, così potevamo parlare al telefono, ho comprato un nuovo chip apposta per lui. Il mio PROPRIETARIO ha parlato di molte cose a cui sarei stato sottoposto come suo servitore e sebbene non mi piacesse esattamente tutto, ho sentito un enorme desiderio di sperimentare questo, e sapevo che oltre a quello che aveva detto, ci sarebbe stato ancora molto di più a venire… quando ero nelle sue mani. È stato molto didattico, mi ha spiegato e mi ha inviato dei video esplicativi un sabato, pochi giorni dopo aver avuto il primo contatto. Le lendemain, dimanche, je n’ai plus pu résister et je me suis montrée nue à lui, toujours sans montrer mon visage, mais montrant tout mon corps comme il l’avait ordonné et j’avais déjà l’impression qu’il était al. Nel secondo ero sicuro, volevo essere suo il prima possibile, abbiamo parlato quella notte ed ero completamente nudo, non credevo in me stesso, conoscevo i rischi di esporsi su internet, ma senza sapere perché Mi fidavo di lui, dopo tutto quello che gli avevo già visto in faccia, sognavo che il mio PROPRIETARIO mi trattasse come una pietra preziosa, avevo tutto quello che uno come me poteva cercare in un MAESTRO.

Altre storie erotiche  Mi sono sposato sapendo che sarebbe stato Corno

Successivamente dirò come è stata la mia iniziazione come schiavo, per ordine del mio PROPRIETARIO, cercherò di descrivere tutte le fasi. Man mano che si avvicinava il giorno dell’incontro, più diventavo ansioso, se mi avrebbe cancellato o mi avrebbe chiamato davvero, se avessi saputo come accontentarlo adeguatamente, ah. Mille pensieri mi sono passati per la testa. Ogni momento che passava diventavo sempre più ansioso di essere usato da Lui, io che lo consideravo già il mio MAESTRO e SIGNORE. Ero perseguitata dal desiderio di stare con il mio PROPRIETARIO, anche senza vederlo da tanto tempo in webcam, ma il desiderio che provavo era per qualcosa di speciale: volevo essere usata da Lui, strisciare e baciare i tuoi piedi. Vivo pensandoci ossessivamente, tanto da non godermi più le relazioni convenzionali. Mi ha mandato un messaggio sul cellulare e ha confermato il nostro incontro. Ero e sono pienamente consapevole che devo essere sempre a disposizione del mio SIGNORE e lo faccio con piacere di conoscerti.

Il martedì successivo, per ordine del mio MAESTRO, ed io, impazzito di lussuria e forza di volontà, ci preparammo ad obbedire, che presto ci saremmo incontrati, e che finalmente mi sarei donato completamente a lui, mio ​​nuovo ed unico PROPRIETARIO, perché gli altri io dormito con erano inutili davanti a lui. Aveva già precisato che da quel momento sarei stato oggetto del suo possesso per fare di me quello che voleva, non potevo sfidarlo e dovevo essere sempre disposto a servirlo anche a distanza, confermò che avrei saputo come separare la mia vita personale e che non mi esporrei mai alla mia famiglia, ai miei amici o ai miei cari. Mi ha dato istruzioni su come dovevo andare, quali vestiti indossare, come pulirmi e dove ci saremmo incontrati, insomma una serie di dettagli e requisiti e ovviamente corretti secondo me, se voglio essere un TROIA Dovevo comportarmi così… Pensavo che me ne sarei pentita, ma non potevo, perché Gli appartenevo già, morivo dalla voglia di stare con Lui. Anche giovedì il mio SIGNORE mi ha chiamato di notte, credo solo per essere sicuro che andassi, fossi totalmente ipnotizzato e dominato e facessi quello che volevo, dicevo e non mi opponevo a niente, gli appartenevo e così sarebbe stato.

– Continua così “”

??

Se desideri ricevere altri miei lavori, contattami via email. E-mail: dom_grisalho@live. Com, a cui sarò felice di rispondere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *