L’arte di servire e di essere un docile cornuto.

di | 8 de Dicembre, 2022

Una realtà che è diventata la mia vita e quella di mia moglie dopo l’arrivo di Dom Negro, un dominatore africano alto più di due metri e con un’enorme colomba nera, infatti la sua pelle nerissima contrasta molto con quella di mia moglie I love Alexandra, lei è una bionda siliconica statuaria e molto carina, è diventata la sua cagna e, come dice lui, è la sua schiava del sesso e non posso più toccarla senza che lui ordini e venga in alcun modo. Ebbene, come saprai dopo il mio ultimo racconto e anche dai tuoi racconti (sposato con un cornuto) sono sempre stato un cornuto come mi ha confessato una volta mia moglie anche quando non accettavo di esserlo, ho già sofferto di cuckolding e ora ho tradito mio fratello, amici, vicini, capi e colleghi.Mia moglie, oltre ad essere bella e molto calda, era sempre molto desiderata da tutti i maschi sulla via di casa e si dava a cantare ogni volta che io poteva e ne aveva voglia, vale a dire, ha sempre sofferto per la quantità di corna che aveva lì dopo tanto tempo ho deciso di lasciarmi andare e accettare le corna e stare con lei wow l’ho vista molto con due lei con tre e contemporaneamente anche cinque maschi ben dotati, cioè lei. Approfittò di me trasformandosi in un cornuto mansueto e lo diede a tutti. Già mi prendevano in giro i miei amici, i parenti, non è difficile sentire battute come questa (a cosa serve avere una moglie grassa? di queste ed essere il re delle corna) o del tipo (si vede che è insomma non l’ho mai capito) tutto si è risolto ecco perché è un cornuto) così mi ha convinto che era davvero il re dei cornuti e io sono sempre stata mia moglie lei è una stronza anche nella mia famiglia e nella sua famiglia lo sanno tutti lei è lei era una puttana e io ero un cornuto non mi hanno mai rispettato a volte si strofinavano la mano sul viso o dicevano che ero sexy di fronte a me. Ma il tempo è passato e io e lei abbiamo deciso di firmare un contratto e diventare la proprietà di una Black Dom BDSM Dominator e le nostre vite hanno cambiato completamente la sua autorità, il suo accento africano e il suo enorme corpo atletico che camminava nella nostra casa hanno cambiato tutto, mia madre – in legge. Law abita lì vicino e ci ha seguito fino a casa nostra, si è accorto che qualcosa non andava e quando ha visto ancora Dom Negro in casa nostra, un sabato pomeriggio Dom Negro e Alexandra erano in piscina, faceva caldo e per la presenza della mia madre. I suoceri si sono fatti una doccia tranquilla come amici per nascondersi. Sono andato a fare il succo per tutti (lei serve quello che so fare meglio) e mia suocera mi ha seguito in cucina e mi ha detto “guarda André, voi due, tu e quella stronza Alexandra pensate che io sia stupida ma io sono no, ogni volta che vengo qui c’è questo nero africano gigante, quello è il suo partner, cornuto? E tu, come sempre, li accetti e ti prendi sempre cura di loro, è così? La suocera è l’uomo di Alexandra, il suo amante , il suo padrone”, rise, scosse Scosse la testa, prese un bicchiere di succo e disse “comunque sei sempre stato un codardo, ora lascia che la cagna porti a casa un nero quello che gli hai dato e accetta ancora che sia il proprietario di tua moglie è il più assurdo che ho visto e funziona comunque per loro sei un uomo di merda comunque” prese il vassoio del succo e disse “da qui vado a servirti la tua banana dopotutto se è il ragazzo di mia figlia , voglio conoscere il vero proprietario del cane di Alexandra, che fottuta ragazza ho partorito, non so chi avesse” e sono uscito e sono andato in piscina con il vassoio del succo preferito del mio Du Ragazza e quello su Alexandra, sono rimasto in cucina per uno scaffale poi sono tornato, quando sono arrivato li ho visti parlare tutti e tre Dom Negro è molto istruito e Alexandra sa di più come comportarsi con sua madre quando mi ha detto che visto mia suocera mi ha chiamato e mi ha detto “chiariamolo, io vengo qui quasi tutti i giorni e so che Alexandra non è mai stata brava e tu l’hai sposata sapendo che sicuramente sarebbe stata tradita” così i due se ne andarono la piscina e Alexandra non era più timida perché la storia era ovviamente e mi ha detto “mamma amo il mio Black Dom, lo amo davvero e sono devoto André non mi tocca più è solo la domestica della casa e vedere Dom che mi usa come vuole, questa è la realtà sai… Quindi va bene così! di lei seduta su una sedia davanti alla suocera dice “non ti capisco, sei sposata con uno ma hai sempre avuto degli amanti, perché” disse Alexandra “mamma sei sposata con io sono sono ancora un uomo di colore, il mio patrigno sa di cosa parlo e il mio è sicuramente molto più grande” disse la madre “l’altezza non ha importanza ma sei sposata” Alexandra, già masturbando il Black Dom nel bagno del suo costume da bagno, all’improvviso esce fuori il cazzo nero, che è enorme anche semiduro, la suocera lo vede e si spaventa e cerca di allontanarsi da Alexandra così dice “volevi sapere la verità quindi guarda la verità” e lei mi tira giù i pantaloncini e dice a sua madre di guardare e lei ha detto “dai mamma guardali entrambi” mia suocera è arrossita per l’imbarazzo ma li ha comunque guardati entrambi quello nero 28 cm molto spesso ma sembra il mio braccio ed io con il mio pulcino morbidissimo e poco visibile in mezzo alle palle, poi disse “questa è davvero una bella differenza per sua figlia, ma la vita non è solo questo. E poi Alexandra ha detto “ma hai lasciato mio padre bianco e hai sposato un uomo di colore, giusto? Non mi separerò da Andre e lui adora vedere il vero sesso che faccio con il mio negro e adora essere il nostro servitore. Sono felice che possa essere felice e anche il nostro Black Dom lo è” e guardò il Dom che l’abbracciò e la baciò. in bocca e disse “sicuramente la mia Alexandra, solo mia) mia suocera, ancora un po’ triste, li vide baciarsi Ho messo via la mia nonna, il Dom nero ha messo via il suo cazzo gigante ed è andato in piscina Alexandra si è seduta accanto a sua madre e hanno iniziato a parlare Penso che stesse spiegando di più su come le nostre vite sono cambiate ma siamo ancora così felici oh Black Dom mi ha guardato e ha detto cameriera mettiti il ​​grembiule e fai un brindisi a noi e a mia madre in legge lui la guardò e disse “accetta la suocera” e lei sorrise disse “sì, penso che apparecchierò la tavola con lui- disse Dom Negro- suocera, non farlo qualsiasi cosa a un servitore in questa casa ed è André che fa tutto lui, inoltre puoi ordinarlo anche tu e metterlo al suo posto, è per servire con calma” lei sorride e lui dice “non è una cattiva idea, Dom, questo verme è stato mai utile a niente, è sempre stato come se non mi prendessi mai cura di mia figlia a letto e non toglierò la sua ragion d’essere alla tua, perché c’è È ridicolo, non è un cazzo che si vede”, e tutti risero e Alexandra Disse: “Tesoro, mia madre ha ‘finito’. Ho detto che guardando Dom, sono andato a preparare il caffè per apparecchiare la tavola e ho indossato il grembiule rosa che dice la frase (moglie cornuta e zerbino) dalla stanza mentre indossavo il grembiule attraverso Dom Negro ora nel bacio con Alexandra in piscina e la mia matrigna che sfoglia una rivista seduta su un lettino deira… La vita è davvero cambiata dopo Dom Negro con la mia matrigna sapendo la verità presto tutta la famiglia avrebbe conosciuto Dom e quanto sono sottomessa ho anche pensato di non mettermi il grembiule on mia suocera l’avrebbe letto e avrei riso ancora di più ora che ho una richiesta per più dom nera quindi l’ho indossato e ho pensato grazie al cielo che poteva mandarmi a mettermi una parrucca, tacchi e un vestito, mi sono vestita in giro (sarebbe peggio) così sono scesa, mi sono messa sul tavolo e sono andata in piscina per invitarli al caffè Alexandra baciando Dom la suocera mi ha visto e ha riso tanto nel grembiule e Dom ha detto “c’è ancora di più su questa fanciulla che non conosci” e ha fatto una risata bellissima, bellissima che ha fatto risaltare i suoi denti bianchi S. Mia suocera ha riso e ha detto “cameriera, posso già immaginare di vedere quel grembiule rosa” poi Alexandra mi ha ordinato di porgere loro l’asciugamano “porta il verme degli asciugamani, cammina veloce inutile” poi la bella mamma ha riso ancora di più e anche Dom prese l’asciugamano che avevo preso, mi voltò le spalle e disse “asciugami la schiena, servo”. Doveva essere così, se tuo padre era così, sarei sposata con lui fino ad oggi e con il mio nero logico” Poi Alexandra ha detto “guarda mamma, sapevo che mi avresti capito” e loro hanno sorriso. Mia madre -la suocera poi, apposta, ha immerso i piedi nella piscina e ha detto “vieni ad asciugarmi il piede perché l’ho bagnato per sbaglio” e si è messa a ridere, il Dom si è limitato a salutarmi guardandomi con gli occhi come per dire vieni e guardami. Sono uscito per una corsa e mi sono inginocchiato per terra e ho iniziato ad asciugarmi i piedi di mia suocera dopo che erano asciutti. Sono andato ad alzarmi e lei mi ha detto “mettiti in ginocchio e apri le gambe di più, non ho capito, ho visto quando mia suocera ha buttato indietro la gamba e senza darmi il tempo di pensare, mi ha preso a calci le palle fortissimo”. occhi, poi ha detto “non sei un uomo per essere un uomo per tua moglie e nemmeno mangiarlo così non ti serve in mezzo alla gamba” e tutti loro hanno riso e Alexandra ha detto: “Oh mamma, questo è così cattivo con la cameriera e lei ha detto: ‘H Erano anni che volevo farlo con questo verme, non perderei l’occasione’ e tutti risero e andarono in cucina. mi stavo riprendendo alzando le braccia mi sono seduto sulla sedia e ho pianto un po’ per il dolore e un po’ per mia suocera ora lo sa e si vendicherà sicuramente per tutti i litigi che ho avuto con lei per tutta la vita. Poi sono andato in cucina, stavano prendendo il caffè e mia suocera ha chiesto “è meglio”, ho detto di sì, poi Dom Negro ha detto “inginocchiati qui sotto al tavolo e succhiami il cazzo fino a che non beviamo il nostro caffè”. Si bloccò io servivo il mio padrone di casa così di più con mia suocera lì e ora obbedisco o no… il mio padrone di casa si rese conto che devo tremare perché ho rivelato a lui la mia bellissima mamma le cose che fa per me le trovavo anche forti, guardavo Alexandra che mi guardava con aria di pietà ma mi diceva ancora “dai cornuto, obbedisci alla cameriera” frocio tuo, so che era derubato, me l’ha detto mia moglie, so chi sei ed è per questo che sono disgustato dalla tua faccia, quindi mettiti sotto il tavolo così non devo vedere la tua faccia marcia” a Dom e disse ad alta voce ora a voce alta “Dai puttanella, cosa aspetti? Lo sai che ho appena cenato o prendo il caffè con te o quella puttana di Alexandra che me lo succhia, sbrigati” mi sono inginocchiato e mi sono infilato sotto il tavolo. Non sono mai stato così umiliato. Sono andato tra le gambe di Dom e mi sono inginocchiato tra le sue. gambe, ho preso il suo enorme cazzo palpitante e ho iniziato a succhiarlo, leccarlo e godermelo come piace al mio padrone di casa, lui gemeva e diceva “matrigna, questa femminuccia succhia bene”. Hanno riso tutti e lei ha guardato sotto il tavolo e mi ha visto succhiare e sbavare sul cazzo nero di Dom e lui ha detto “è Dom, a quanto pare hai preso una puttana e hai fatto un bel cervo con essa” poi Dom ha detto “quelle due puttane si sono perse qui , in questa casa mancava un vero uomo, credo addirittura di vivere qui, cosa ne pensi- la mia bellissima mamma – sorrise – sai che è una buona idea perché alexandra non è mai valsa niente ha sempre avuto bisogno di un uomo con mano ferma, qualcosa che non ha mai avuto come possiamo non vederlo sotto il tavolo, con lei deve essere come se mio figlio fosse al guinzaglio corto, fallo sottomettere anche a te” il Dom sorrise e disse “mi piaci perché è proprio così quello che faccio con lei “puoi vedere che non parla nemmeno se non te lo dico puttana” l’ho detto guardando Alexandra e lei ha risposto “sì signore mio padrone di casa” la matrigna-legge ha sorriso e ha detto “ti amavo troppo Dom nella mia famiglia una donna si piega solo se ha una mano ferma al suo fianco, non ci piace un uomo debole come questo s solo per servire” © ero lì che cercavo di succhiare il cazzo nero di Dom Negro, era delizioso, così buono da succhiare il mio padrone di casa, quindi mi ha detto di andarmene e se ne sono andati. Tornati in piscina si sono seduti sulle sedie e lì la conversazione è continuata, ho pulito tutto e messo tutto in ordine ho lavato la tavola, ho preso un caffè in cucina da brava serva poi sono andata in piscina a vedere se avevano bisogno qualsiasi cosa Quando sono arrivati ​​in piscina, ho notato che Alexandra stava facendo un pisolino sulla sedia. Dom stava parlando con mia suocera, loro hanno sorriso e lei ci ha raccontato come ci ha trattato e che stavamo bene ea quanto pare le ha anche raccontato dei suoi viaggi e della sua professione e della sua università. Quindi dopo aver parlato molto, mia suocera va da Alexandra, le dà un bacio e le dice: “Lascio mia figlia, ho adorato questo pomeriggio e grazie per esserti fidata di mamma e aver detto la verità, non è male”. . come i neri. E nemmeno la madre ha mai voluto indossare un dolcevita nero” ed entrambi risero, salutarono Dom e dissero “è stato molto bello conoscerti meglio, non credo che questo genere di cose sia la vita comune che fai ecco ma so che Alexandra ha davvero bisogno di un vero uomo come te Dom e per realizzare il suo sogno di essere madre e il mio di essere nonna e quando vorrai darmi un nipotino nero lo amerò perché quella Merda, Ali non sono mai riuscita a mettere incinta Alexandra” ha salutato Dom e mi ha detto di accompagnarla alla porta, sono rimasto sorpreso ma ho continuato mentre mi diceva “André Alexandra ama quest’uomo, l’ho visto in faccia e quest’uomo lo ama , quindi servi tutti bene, sei due come dipendente, il che è giusto in quanto sei bravo a non farti prendere a calci in culo e lasciato solo con una ragazza del genere, ne dubito. prendi un’altra moglie “poi mia suocera si è fermata in soggiorno e ha detto” spero che metta incinta Alexandra in modo che tu possa vedere come un figlio nero e prendersi cura della famiglia rideranno molto di te non lo so non devo nemmeno dirti che sei come anche se già tutti sanno che penso che di più con un figlio nero sarà meglio” e se ne andò ridendo e prima di scendere mi disse “abbi cura di succhiare il cazzo a tua moglie beh quando dice che sei frocio” e se ne andò sorridendo e dicendo che avrei voluto dirlo a María e Ana e lei se ne andò ridendo, riferendosi alle sue amiche. Quando venne la notte, preparai la cena, servii a entrambe e dopo il mio padrone di casa guardava la televisione con Alexandra, il suo cane preferito, mentre pulivo tutto, siamo andati in camera trascinati, ha riferito della conversazione con mia suocera e che non era nei suoi piani, ma lei era molto intelligente e L’avevo già visto lì diverse volte e comunque era meglio che lo sapesse perché chissà in futuro nemmeno un figlio per Alexandra. è stato risolto ed entrambi le abbiamo baciato le mani e l’abbiamo ringraziata per la collana e per il modo in cui ha condotto le nostre vite, sono andati in bagno insieme e io ho pulito il suo letto e gli asciugamani attraverso il vetro della scatola. Li ho visti baciarsi più appassionatamente del solito, ho osservato quanto fossero intimi ogni giorno e mia suocera aveva ragione si amavano, sono usciti dal bagno baciandosi, li ho asciugati entrambi come una brava schiava e si sono sdraiati giù baciandoci nudi e sono andato in bagno bagno sono sceso e mentre stavo per entrare nella scatola ho notato Dom ha messo Alexandra a quattro zampe e le ha schiaffeggiato il culo enorme e ha sbattuto il cazzo nero nella sua figa ho aperto un piccolo crepare e masturbarsi guardandolo mentre se la mangiava per davvero come un vero uomo mangia una puttana come non ho mai fatto io perché non ho mai avuto un cazzo così e non ho mai fatto gemere e piangere così tanto una donna di piacere e dolore…. Il la scena era così bella che l’ho sentita chiedere “mangiami uomo mio uomo mio tutto me ti amo così tanto mangia la tua cagna Dom spezzami” e lui ha detto “cagna idiota” e le ha schiaffeggiato il culo e così n corpo nero così bello nero con quella pelle bianca e bionda, che si rotola sul suo bel culo caldo… Vine per vedere il suo bel corpo a quattro zampe scopato duramente da Dom Negro, l’uomo che possedeva le nostre vite adesso.Poi sono andato in bagno dopo aver fatto un bagno attraverso la fessura. L’ho vista cavalcare il Dom e sedersi fino al bancone e rimuovere tutto ciò che avrebbe reso inutile la mia ragazza. Sono uscito da lì, mi sono seduto su una sedia e ho iniziato a masturbarmi, ovviamente con il consenso del Dom. Ha cavalcato magnificamente su quel grande e bellissimo nero. Mi piace molto guardare questi due che si amano in azione. È la scena più bella che vedo. . Poi Dom, in un atto di sadismo, mi ha chiesto il tappo per la coda e mi ha detto di mettermi del gel sul sedere. Ho obbedito, mi ha chiamato più vicino mentre Alexandra lo montava e mi ordinava di girarmi e mettere la spina senza pietà. Faceva più male. beh, ha colpito un altro dildo nero che aveva sulla pancia nella mia bocca e mi ha detto di restare sul pavimento a giocare con entrambi e a masturbarmi e ha detto “Voglio vederti entrare in una cagna e bere il tuo sperma dopo” Ho obbedito e lui ero sul pavimento a guardarla sedersi e sborrare sul suo enorme cazzo allo stesso tempo e avevo un dildo in bocca e il plug seppellito e si masturbava di nuovo poi lui le ha riempito la figa di sperma lui è venuto fino in fondo e lui ha detto “ti vengo dentro fino in fondo così possiamo esercitarci ora per metterti incinta, puttana mia”, gemette e disse: “questo, il mio padrone di casa mi riempie di sperma, mette il figlio del suo padrone di casa dentro di me” Dom, dopo un po’ ancora con il suo cazzo dentro se lo tolse e disse ora puliscimi il cazzo la mia cagna e Alexandra cominciò a succhiarlo e pulire le palle tutto il cazzo tutto, mi sono avvicinato per vederlo venire su di lei e ho preso il mio sperma nella mia mano e l’ho ingoiato mentre il mio p lo ha ordinato al proprietario (non mi è piaciuto, preferisco quello del mio proprietario) poi me l’ha ordinato dormi ho staccato la spina ho spento le luci e con solo una minima luce che proveniva da sotto la piscina ed è entrata nella cabina del bagno mi sono addormentata (dopo tutti i fine settimana lavoro molto pulire la casa lavare i panni è il mio lavoro) Alexandra passa solo a letto a darlo sempre lei viene a fare l’amore ea fare la puttana mentre io sono la serva. Mi sono svegliato nel cuore della notte stavano facendo sesso anche Dom Negro ha mangiato mia moglie non come un sottomesso questa volta di più quando sua moglie l’ha baciata sulla bocca e l’ha scopata senza pietà più affettuosamente si sono baciati e hanno dichiarato con parole come detto per lei “Ti amo Dom, che bello essere tuo e che bello essere ben fottuto da te” e lui ha risposto “Ti amo puttana, agitati bene così delizioso con amore per il tuo padrone di casa, che è venuto dall’Africa per farti felice “Entrambi in un amore delizioso meraviglioso bellissimo lei geme contorcendosi e lui l’ha detto molto bene a quanto pare poi hanno cambiato posizione e lui l’ha presa dal suo fianco il suo viso era vicino al mio sdraiato sul pavimento ho potuto vedere il suo viso felice e ho visto l’amore che Alexandra le ha dato ha Dom quando ‘la spingono con affetto ma allo stesso tempo senza pietà e l’ho sentita dire’ ehi proprietario così sul lato va molto in profondità “ha detto” vuoi che smetta cagna? “Poi lui le ha tirato i capelli con forza e lei mi ha visto sveglio e mi ha chiesto ‘solo la fottuta stronza?’ ha risposto guardandomi negli occhi ‘non solo il fottuto proprietario, il cazzo di nessuno amico, non ci sto dentro, sono solo tua”. ?Per favore, voglio essere tua moglie per sempre, metti un figlio africano nel mio padrone… regalo” a parte, mi sono reso conto che soffriva perché era tutto Entrando nella figa di mia moglie, per un secondo ho capito che era suo marito, ma visto che sembrava così felice di essere mangiato amorevolmente da Dom Negro, il proprietario di mia moglie, gemeva sul suo cazzo, lui su di lei con la sua stazza enorme e lei. La bambina con le gambe spalancate ha ricevuto tutto il suo cazzo senza pietà, che a colpi rapidi l’ha penetrata fino in fondo al suo utero, ha pianto forte e attraverso la vita del suo cazzo, tutto dentro di lei, riempiendola di sperma, poi ha detto: “Ti amo, mio ​​Dom, sono così felice perché sono l’uomo migliore del mondo e anche l’uomo più talentuoso che abbia mai visto, amo tutto di me, amo piangere sul tuo cazzo, amo essendo il tuo padrone”, ha rilasciato così un cazzo enorme dentro di lei e lei ha preso il cazzo in bocca e ha detto “pulisci il mio bello” ha leccato e asciugato la merda che stava ancora uscendo e ha giocato con il gigante nero già masturbato il mio inutile piccolo piccione ed io siamo diventati così orgogliosi di essere così cornuti e così felici… Amo mia moglie e amo Dom Negro per averla resa così felice e spero che le permetterà di non prendere più droghe e un figlio per lei o due dopotutto non ho mai avuto un figlio con lei perché non era previsto e poi si sono addormentati entrambi baciandosi io stavo ancora guardando quelle due bellezze I nostri bellissimi corpi perfetti sono nati entrambi l’uno per l’altro, spero che il mio dono nero di un figlio o due e che Alexandra scopi ancora come merita. J’aime servir Dom Negro J’aime tout ce que Le a fait de nos vies et tout ce qu’il veut de plus J’aime le voir aimer ma femme et la manger comme elle le mérite et je vois son bonheur et après que ma belle-mère a découvert que tout a augmenté mon travail et la vieille femme me fait la servir aussi et ensuite je vous raconterai ce que la vieille femme m’a fait l’autre jour quand j’ai aporté la chatte de son mari pleine de sperma et demandé à mon propriétaire s’il pouvait m’ordonner de la nettayer (j’ai détesté cet ordre) mais j’ai obéi et léché le vieux piranha, maintenant je sais qui a suivi Alexandra et je doute que ce putain soit suo marito. Spero ti sia piaciuto l’abbraccio.

Altre storie erotiche  Prima volta al motel con mia moglie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *