l’ex è sottomesso

di | 8 de Dicembre, 2022

La mia storia è vera e un po’ folle…

Sono stata sposata per 12 anni, la mia relazione è stata piena di alti e bassi e anche se amavo molto mio marito, non riuscivamo a capirci.

Ci siamo lasciati e quando ci siamo lasciati per un mese c’era una voglia irrefrenabile di stargli vicino, di voler fare sesso con lui. Lui invece era sempre di quelli che provocavano, insinuavano e io accettavo le sue provocazioni.

Un bel giorno, senza fare niente, mi sono fatta una foto in mutande e l’ho spedita…

Sicuramente ha soddisfatto le mie aspettative.

Quando ho capito che stavamo già organizzando un incontro romantico ricco di dettagli, mi ha fatto una richiesta e io ho accettato, l’accordo era che ognuna di noi prendesse qualcosa di nuovo da indossare.

Dopo questo affare le cose hanno cominciato a cambiare nella mia testa, i film erotici mi hanno sempre eccitato, ho detto erotico e non porno. Adoro il romanticismo con il trucco… Come 50 sfumature… E così ci imbarchiamo in una pericolosa e deliziosa storia BDSM.

Ero ancora indeciso, pensavo che non ce l’avrei fatta, abbiamo preso appuntamento. dal mio.

Il giorno dell’incontro, ho atteso con impazienza gli ordini mentre mi preparavo per l’incontro. E arrivò l’ordine, mi ordinò di uscire di casa vestito e senza mutandine, e così feci, senza esitazione mi sistemai e salii in macchina vestito e senza mutandine, pensando che sarebbe stato facile, che Salivo in macchina e scendevo alla porta del motel. Siccome ero ingenua, me ne stavo all’angolo, in centro, in abito e senza mutandine, era il secondo ordine, dovevo vedere se ero davvero pronta per essere la sua sottomessa. Tutto era nuovo per noi. E lì mi ha lasciato. Sembrava che tutti sapessero che non aveva le mutandine. In quel momento rabbia e paura mi hanno invaso e con loro un desiderio incontrollabile, il mio desiderio era quello di ucciderlo e allo stesso tempo di essere fottuto con tutte le forze che avevo.. Mi ha lasciato lì per un po’.. Nella mia testa per circa 20 minuti, ma è stata solo un’attesa di 5 minuti.

Quando ha fermato la macchina e mi ha detto di salire, le mie parti intime erano già bagnate e arrapate.

E non è finita qui, ho superato la prima prova, ma il meglio doveva ancora venire…

mi ha sorpreso ancora di più…

La tensione e la lussuria crescevano sempre di più. Arrivato al motel arrivò il terzo ordine. Sono dovuto rimanere in macchina finché non mi ha detto di salire. Un misto di paura ed eccitazione ha preso il sopravvento. . Quando il mio padrone di casa mi ha permesso di entrare nella stanza, mi ha regalato amorevolmente un braccialetto e mi ha bendato. A questo punto le mie gambe erano deboli e ansiose per quello che sarebbe successo, mi ordinò di inginocchiarmi sul letto, mi sollevò il vestito, acconsentì a due parole di sicurezza che se avessi ceduto avrebbe detto queste parole. conta fino a 10 ad alta voce e ad ogni numero una sculacciata nel culo.Questo misto di eccitazione e rabbia non mi usciva dalla testa, ad ogni sculacciata mi sentivo più arrapata e bagnata, e ovviamente ne volevo di più.. mi accarezzava con il ghiaccio, che era così caldo che mi scioglievo nello stesso momento in cui lui mi toccava la pelle, inserì il ghiaccio nella mia calda vagina.Era un misto di piacere e dolore, incontrollabile, e volevo di più, anche se avevo paura di quello che doveva venire, volevo di più.. Così mi ha dato di più, mi ha legato le mani e con una frusta ha iniziato a frustarmi e ad accarezzarmi allo stesso tempo. Ero già totalmente dominato dalle punizioni che il mio padrone di casa mi infliggeva, ma non si fermò lì, ancora bendato, mi versò lentamente del vino sul corpo nudo, e mi ordinò di aprire la bocca mentre mi dava da bere del vino. Mi ha spinto da parte e mi ha messo del cioccolato sul pene e mi ha detto di succhiarlo, succhiarlo, con piacere, ho succhiato e leccato le palle, il mio desiderio era di morderle così eccitato.

In quel momento abbiamo fatto sesso, come se fosse la prima volta, in un modo mai visto prima, e con un’intensità mai vista prima. Quando tutto fu finito, il mio padrone di casa mi fece un bagno, accarezzò il mio corpo e si prese cura di me. Da quel giorno il mio ex marito divenne il mio Dominatore e io la sua sottomessa. Ho molto da imparare in questo mondo BDSM, ma la mia prima esperienza è stata fantastica, sono stati creati nuovi ricordi. E io sono una nuova donna…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *