Lo hanno tradito e hanno bevuto merda a Curitiba

di | 10 de Dicembre, 2022

Sono di Curitiba e ho conosciuto una coppia che chiamerò Isa e Jef, hanno entrambi 30 anni e il sogno del marito era quello di dare la moglie a un altro uomo. Abbiamo iniziato a parlare all’inizio della pandemia e, con tutto chiuso, stavamo solo alimentando la nostra immaginazione.

Isa, ero molto preoccupata, temevo di rovinare la relazione, cosa normale per ogni nuova coppia, il tempo passava e nell’agosto di quest’anno ci siamo incontrati al Parque Tanguá a Curitiba.

Sono arrivato per primo e ho anche visto un’auto bianca parcheggiata un po’ più in là, e Isa e Jef sono scesi dall’auto, sono entrambi una coppia carina, ma lei è una tettona mora, con le tette piccole, i capelli lunghi, indossava jeans e tacchi per valorizzare i glutei.

Sono stato subito accolto e Jef è tornato alla sua macchina, lasciando Isa e me soli per farla sentire più a suo agio e rilassata. Siamo saliti in macchina, ho iniziato a giocare per farla rilassare, ho notato che indossava un top, ma niente reggiseno dove i suoi seni erano duri.

Cominciai a lodare Isa, così vicino al suo viso che le strappai il primo bacio dalla bocca e andai a baciarle il collo e le spalle. Lei tremava, mi chiedeva di controllarmi, perché era una principiante, ma non le ho obbedito, ho continuato con i baci e ho detto che avrei smesso se davvero non fosse stata eccitata, quindi mi ha preso la testa e ha ordinato me. continua a baciare

Ben presto raggiunsi i suoi seni, dove era facile uscire senza reggiseno, erano piccoli ma durissimi, succhiai, mordicchiai, leccai e le misi una mano tra le gambe, a poco a poco le aprii la cerniera dei pantaloni. e la sua figa era tutta rasata e molto bagnata ha detto “guarda cosa mi hai fatto” le ho detto che volevo provarlo lei ha detto che non l’aveva fatto in nessun modo ed era troppo pericoloso quindi le ho fermato i pantaloni. Non mi piace mancare di rispetto a nessuno, l’ho lasciata ai suoi tempi.

Ma non abbiamo smesso di baciarci, è allora che mi ha detto che voleva ringraziarmi per i baci, passandomi la mano sul cazzo, se l’è tolto dai pantaloni ed è caduto sulla mia bocca. Le ho tenuto i capelli fuori mano, sapeva cosa stava facendo, succhiava bene, sapeva come sbavare su un cazzo e cavalcava su e giù con controllo, dopo avermi succhiato per un po’ le ho chiesto se potevo venire in bocca, ha detto di sì, qual era l’obiettivo di tornare nell’auto di suo marito con il sapore dello sperma di qualcun altro, ed è quello che ho fatto, le ho messo lo sperma in bocca, l’ho ingoiato quasi tutto e ho succhiato il testa del mio cazzo finché non l’ho lasciata tutti sono scesi, lei mi ha guardato e ha detto che era tornata, è scesa dalla mia macchina, è andata al finestrino della macchina di Jef e l’ha baciato, ho visto il suo sperma sbavante nella sua bocca, quando lei è tornato alla mia macchina e mi ha ringraziato dicendo che la prossima volta che vado a scopare gli è piaciuto ma doveva uscire era sabato e c’era un pranzo in famiglia l’ho preso e siamo andati nei nostri angoli separati.

Quello stesso giorno di notte Jef mi ha inviato diverse foto durante il giorno di Isa con la sua figa bagnata a causa mia e di notte cavalcando il suo cazzo dicendo il mio nome.

Passarono due settimane e ci accordammo che sarei andato dalla coppia, il giorno e l’orario stabilito in cui arrivai, Jef mi salutò e mi portò nella sua stanza dove trovai Isa con solo un perizoma bianco e una camicia da notte trasparente, Jef guardò me e lui mi ha detto “goditelo, ora è tutto tuo, vado a sentirmi libero”!

Sono andata da Isa, che si è alzata ed è venuta a baciarmi, le ho passato la mano sul corpo e l’ho adagiata sul letto, questa volta ho potuto ammirare meglio la gioia di questa mora, l’ho baciata sul collo, sono salita a le sue spalle, le ho succhiato le tette, le ho mordicchiate, le ho lasciate molto dure, sono scesa sulla sua pancia, la mia lingua voleva assaggiare ogni parte di questa donna, ho infilato la mano nelle sue mutandine e lentamente l’ho tirata fuori. Ho iniziato a baciarle l’inguine, non sono andato dritto al punto, ho mordicchiato leggermente la sua figa che già gocciolava, la mia lingua ha giocato con la sua figa, fino a quando ho iniziato a leccarle leggermente la clitoride, la sua figa rasata era sulla ragazza tutta bagnata, ho succhiato a poco a poco e ho mantenuto un ritmo frequente succhiandole il clitoride, Isa gemeva e poi si contorceva mentre aumentavo il ritmo e ricevevo una bella sborrata da questa mora, che ha persino alzato i fianchi per tremare mentre veniva Isa She mi guardò e mi disse che il suo clitoride era sensibile dopo il primo orgasmo, le chiesi se voleva di più, lei disse di sì ma normalmente non poteva. In quel momento ho ricominciato a giocare con la sua figa, la leccavo dappertutto, ma sulla sua clitoride andavo piano, non succhiando lingue dure o veloci, ma dolcemente e lentamente, senza fretta, godendomi solo quella dolce figa, quando Isa era lì che tremava e rilasciava un altro seme.

Isa si è alzata, è venuta a baciarmi e mi ha detto ora il mio turno, e mi ha fatto anche un bagno di lingua, diritto a un bel succhiamento profondo della gola, il mio cazzo era tutto sbavante.

Ha preso un preservativo, se lo è messo in bocca, è venuta sopra di me, ha messo il mio cazzo nella sua figa e si è seduta facendolo scivolare tutto dentro di lei. Isa ha fatto entrare tutto, ha cominciato a girarsi, sapeva cavalcare, la mia mano stringeva quel culone tondo e lo alternava a qualche schiaffo. Isa mi ha morso il cazzo con la figa, mi ha baciato, la sua figa era bagnata, dopo un po’ le ho chiesto di mettersi a quattro zampe, volevo vedere quel bel culo rotolare.

Ho abbassato la testa e lui è entrato facilmente, ho iniziato a camminare avanti e indietro, e presto lui stava martellando forte, con una mano avvolta nei suoi capelli e l’altra che le schiaffeggiava il culo e la chiamava puttana, che voleva ingannare, quindi io preso un duro pestaggio… Isa ha detto, mangia la mia figa, fottimi deliziosamente, che cazzo delizioso, tradisci mio marito, con e sua moglie, i miei colpi stavano diventando più forti, quando abbiamo sentito un rumore alla porta ed era Jef che arrivava e vedeva la sua bellissima moglie di quattro anni con dentro il cazzo di un altro uomo.

Le ha chiesto se stava bene, lei ha detto che non era mai stata così bella ed era così felice di darmelo, ora era un cornuto e avrei dovuto tifare per lui. Jef si avvicinò e guardò il mio cazzo entrare e uscire, fece delle foto e lo filmò, tirò fuori il suo cazzo e lo diede a Isa perché lo succhiasse. In questo momento Isa stava parlando, ha visto le dimensioni del cazzo di mio marito, piccolo, vicino al tuo, sono tutta in punizione, non credo che sentirò il cazzo di mio marito.

Ho girato Isa in avanti, le ho alzato le gambe e ho continuato a spingere, e spingendo, ha detto a suo marito di allontanarsi da lei, perché voleva che la bagnasse con lo sperma, l’ho colpita di nuovo e quando stava per venire, io mi tolsi il preservativo e schizzai di sperma sui miei seni, sulla pancia, sulla faccia di Isa, che mi afferrò il cazzo e insistette per succhiarmi fino all’ultima goccia di sperma. Isa si sdraiò sul letto e disse a suo marito: “Ora cornuto vieni a pulirmi, porta via tutta la fottuta merda dalla mia sala da pranzo, fai il tuo lavoro da cornuto di bere il fottuto macho che è uscito dal tuo Jef ha obbedito, Isa ha tenuto il suo capelli facendoglielo leccare ea volte schiaffeggiandolo in faccia chiamandolo corno, becco, se era quello che voleva prendeva un sacco di corno, perché gli piaceva darlo a qualcun altro.

Isa è andata in bagno e mi ha invitato, ha detto al marito di aspettare, in bagno abbiamo ricominciato a baciarci, il mio cazzo era già di nuovo duro. Eravamo pieni di schiuma, quando Isa mi ha voltato le spalle alzando il culo e ha detto “mangiami il culo, a questo cornuto non piace mangiare!” Me lo sono tolto perché faceva male, le ho chiesto se era sicura che fosse non la posizione giusta comoda per mangiare il culo, di nuovo il suo culo, ora con meno pietà, le stavo invadendo il culo, Isa ha iniziato a piangere, ma lei mi ha chiesto di non fermarmi, è lì che è andata la sua testa, il resto è entrato lentamente , il suo culo era molto stretto, l’ho lasciato abituare un po ‘dentro, quando ho raggiunto il suo orecchio e gli ha detto, ora perderai la zucca di quel culo e sarai tutta la mia puttana , e ho iniziato a dirlo, con leggeri colpi di pugno, ma poi batteva forte, i suoi gemiti e le sue urla erano forti, Jef è persino venuto in bagno per chiedere cosa stesse succedendo e ha sentito solo Isa dire, si rompe Muovi il mio fottuto culo cornuto , non vuoi mangiare, ora ce n’è un altro che fa scoppiare la mia zucca, ho picchiato e picchiato finché non ti ho riempito il culo di latte.

Abbiamo finito il bagno e Jef ha chiesto a Isa di stare a quattro zampe sul letto per vedere i danni, il suo cazzo era rotto, rosso e trasudava sperma.

Siamo tornati insieme, finché non sono uscito da casa sua, Isa assomigliava più a mia moglie che a Jef, non smetteva di baciarmi e afferrarmi per umiliare suo marito.

E così mi sono divertita e ho stretto amicizia con una nuova coppia, sono di Curitiba e chi vuole realizzare le proprie fantasie mi contatti, sono castano chiaro, 38 anni, 1.90m 96kg 19cm.

dimostrari@hotmail. Insieme a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *