Malu dà un grosso cazzo allo studente universitario

di | 9 de Dicembre, 2022

Malu dà al ragazzo del college un grosso cazzo.

È successo tutto così in fretta e inaspettato che mi sono reso conto di quello che era successo solo il giorno dopo mentre ero sdraiato a letto, perché nel pomeriggio avevo i preliminari e la sera è andato tutto bene perché è successo tutto in modo pazzesco, cosa che non ho Non lo so nemmeno La più forte delle immaginazioni potrebbe Non ha funzionato per me, ma è successo a me, durante il pomeriggio ho fatto sesso inaspettato con un ragazzo e di notte con un altro.

Non era quello che avevo in mente, ma sono successe delle cose.

Come al solito per un appuntamento, mi ero già rasata, sistemata unghie e capelli, ma mia sorella aveva bisogno di aiuto, così sono andata a casa sua e mi sono ritrovata sola con una sua allieva e per farla breve abbiamo finito per dare . un colpo veloce, ma vi ho già raccontato questa storia e ora vi dirò cosa sarebbe successo quella notte.

Ho lasciato la casa di mia sorella, ho lasciato la chiave di casa sua a mio padre e sono tornata a casa per prepararmi.

Entrai in camera mia euforica e andai dritta in doccia e dopo essermi lavata e rinfrescata andai a separare i miei vestiti con cura e buon gusto, un tacco abbastanza alto, un micro perizoma di pizzo nero, una minigonna nera a vita alta, attillata. in un tessuto come se fosse un twill con lycra, una blusa rosa con spalline sottili con un piccolo scollo davanti, ma che lasciava intravedere metà scollo dietro, a completare una deliziosa crema idratante e una gradevole profumazione dolce.

Quello che è successo prima mi ha lasciato con un’erezione diversa, perché sapevo che sarebbe successo anche a questo ragazzo, e anche l’euforia di essere con 2 persone diverse lo stesso giorno mi ha davvero eccitato perché continuavo a immaginare le dimensioni. del suo membro e se fosse stato più dolce con me del sesso che ha fatto quel pomeriggio, una cosa era certa: me lo sarei goduto il più possibile e avrei cercato di venire molto.

All’ora concordata sono uscita di casa e sono andata a incontrare le ragazze nella mensa che avevamo concordato, era un posto dove andavamo sempre perché era un punto di ritrovo per la gente della Scuola e tanta gente che aveva voglia di divertirsi.

Appena sono arrivato il ragazzo mi stava già aspettando con un largo sorriso stampato in volto e quando mi ha visto tutto sistemato per lui non si è fermato e mi è venuto incontro, mi ha salutato con un lieve bacio sulla labbra.

Lo conoscevo già, era sempre con noi al nostro Happy Hour, ma non l’avevo mai visto con nessuna delle ragazze, era molto simpatico e anche un po’ timido, era già al terzo anno di agronomia, ma qualche giorni fa abbiamo iniziato a parlare di più finché non mi ha chiesto di uscire.

Era alto quasi la mia altezza, un po’ più alto di me, nonostante portasse i tacchi alti, bello, per niente sportivo, un po’ paffuto, era già all’università, ma sembrava comunque allegro e timido, era ben vestito perché aveva una buona gusto nei vestiti e gli stava molto bene.

I miei amici avevano già programmi per la notte, quindi ci siamo seduti con loro e abbiamo parlato un po’ e abbiamo deciso di andarcene, anche perché volevamo stare soli e in pace.

Siamo usciti da lì e dentro la macchina abbiamo cominciato a baciarci e le nostre mani si sono toccate, il nostro desiderio è solo aumentato fino a quando mi ha invitato a casa sua dato che viveva in una casa tipo repubblica per studenti universitari, lui e 3 amici ma siccome era il fine settimana stavano viaggiando lasciandolo da solo, quindi ho accettato, ma sono andato in macchina e l’ho seguito a casa sua.

Nella mia macchina, seguendolo in giro per la città, non riuscivo a smettere di immaginare le dimensioni del suo cazzo e come sarebbe stato durante il sesso, la mia erezione mi stava uccidendo di curiosità e desiderio perché sarebbe stata la prima volta che sarebbe successo me.

Dopo un po’ ha fermato la macchina, è entrato in un garage e mi ha mostrato dove potevo parcheggiare, la sua casa era un vecchio edificio, ma era stata ristrutturata da poco, con una struttura ampia e rustica, mi sono stupita di essere lì pulita come 4 degli uomini che ci abitavano kkkkk entrammo e lui spiegò velocemente com’era la casa, ma io non capii bene neanche perché poco dopo ci baciammo e le sue mani corsero su tutto il mio corpo.

Contrariamente a quanto era successo prima a casa di mia sorella, abbiamo avuto tempo e lui è stato affettuoso con me, mi ha spogliato con cura e mi ha fatto sedere su un grande divano e mi ha fatto un orale che mi ha fatto impazzire facendomi venire più volte.

Non ce la facevo più, sono andato a restituire il favore ed è stato allora che ho avuto una grande sorpresa, era già senza maglietta, ma indossava ancora pantaloni e scarpe da ginnastica, quindi sono andato a dirgli che anche se erano solo i due di noi. noi lì lui era lì piuttosto timido e preoccupato, cercando di nascondere la sua erezione.

Prima gli ho tolto le scarpe poi i pantaloni e lui con 2 mani sopra il cazzo nascondeva la sua erezione, la cosa mi è sembrata un po’ strana, perché già qualcun altro voleva mettermi tutto il cazzo in bocca volendo ingoiarlo tutto a una volta, ma non ha mosso le mani da dove erano.

Quando sono andato a togliergli le mutande sono andato a vedere perché il suo cazzo era molto grosso ma davvero grosso non era la taglia che mi spaventava ma lo spessore era da medio a grande e duro come l’inferno pieno di vene per avere una sensazione io ha dovuto mettere entrambe le mani per avvolgere il suo cazzo era così grosso che mi ha detto imbarazzato che aveva paura che non potessi prenderlo e mi avrebbe fatto male ma non dovevo aver paura che tu fossi sensibile con me l’ho pensato è stato gentile da parte tua e mi sono emozionato ancora di più dopo le tue parole.

Era davvero molto grosso, ma non era il più grosso che avessi mai visto, avevo già un ragazzo che era molto più grosso e grosso, degno di un attore porno, ma non così grosso, quindi ho provato a metterlo nel mio bocca, ma niente, la mia bocca era troppo piccola per tutto questo, avevo già esperienza, quindi ho fatto quello che so fare, l’ho spalmata con molta saliva e con le mani l’ho accarezzata da cima a fondo, Ho baciato e fatto scorrere la lingua partendo dalla testa e scendendo fino alle palle alternando velocità e dopo qualche minuto di questo gioco ho deciso di infilare il suo cazzo tra le mie tette, facendo uno spagnolo bollente, perché le mie tette sono grosse e mi piace sentire un cazzo in mezzo a loro ho spruzzato ancora di più tanta saliva e ho messo il suo cazzo in metà delle mie tette andando su e giù e baciando la sua testa mostruosa, l’ho guardato dal basso verso l’alto molto eccitato, mi ha preso la testa avvicinandosi alla mia bocca molto vicino al suo sesso ha fatto un movimento m come se mi stesse mangiando 6 volte molto velocemente. o Potevo sentire il suo cazzo gonfiarsi e gemere e quando ha spinto la mia testa vicino al suo cazzo è diventato caldo coprendomi la faccia e le tette con il suo sperma.

Dopodiché mi ha guardato in modo diverso e noi due lì in salotto seduti sul divano nudi e ancora arrapati mi sono alzato e sono andato a pulirmi in bagno e quando sono tornato lui era nello stesso posto nel allo stesso modo, mi sono seduto accanto a lui e ho iniziato. Aveva già un cazzo duro, era chiaro che voleva penetrarmi a tutti i costi, ma l’uomo innocente aveva paura di farmi del male e io volevo solo godermi il suo grosso cazzo.

Mi portò nella sua stanza, c’era una grande scrivania con sopra un computer e diversi libri, un vecchio armadio di legno e un grande letto matrimoniale, mi condusse e lentamente mi adagiò davanti a lui, mi baciò e mi fece scendere Poi le tette si sono alzate e mi hanno baciato forte e ho potuto sentire il suo cazzo all’ingresso della mia figa che lo costringeva. Mi ha gentilmente chiesto di indossarlo e poi mi sono rilassato e ho allargato le gambe per lui. Con la sola mano ho indicato la direzione e il suo cazzo è entrato lentamente nella mia deliziosa figa.

Il suo cazzo era davvero grosso, ma siccome era molto eccitato, prima ha avuto un leggero fastidio dopo che la sua testa è entrata, ma a poco a poco, già rilassata e molto eccitata, tutto è entrato, si è aperto e c’era un delizioso, ho sentito il suo cazzo è venuto. fino in fondo e mi ha riempito dappertutto, mi ha guardato con ammirazione e io l’ho guardato profondamente negli occhi e gli ho chiesto di renderlo forte.

Dopo è impazzito, si è trasformato, ha perso la paura di farmi male perché si stava divertendo, ha cominciato a mangiarmi volentieri e senza vergogna, ha preso e messo il suo cazzo dentro e ha aumentato la velocità ea volte ha preso il cazzo. in sottofondo per riposare e non mi sentivo stupida, ero venuta diverse volte prima perché era esattamente quello che volevo e ogni volta che venivo gemevo forte e gli chiedevo di non fermarsi e allargavo ancora di più le gambe per lui poi, senza rendermene conto, mi stavo uccidendo di piacere.

Volevo qualcosa di diverso e mi sono alzato e mi sono girato verso di lui a quattro zampe che anche dopo tutto aveva ancora paura di farmi male e mi ha detto che se voleva farmi del male avrebbe smesso, ma io volevo e il mio sedere è uscito ancora di più e lui lo chiamo.

Mi afferrò per la vita e mi spinse molto lentamente finché non fu a metà strada, io gemetti e lui si fermò, poi mi voltai e tirai indietro il mio culo ingoiando tutto il suo cazzo e non mi fermai finché non iniziò lo scherzo e stava arrivando. È come piace a me, senza fronzoli, mi piace molto questa posizione e lui mi ha fatto venire, le sue avance mi eccitavano ogni volta ancora e dopo qualche minuto mi ha spinto da parte con il culo davanti a sé, mi ha sollevato una gamba e ho sentito tutto il suo cazzo dentro di me e lui è venuto e anche io.

Il suo sperma era denso e in grande quantità, spalmato su tutta la mia figa, siamo rimasti lì a lungo, finché non ho ripreso le forze, mi sono alzato e sono andato in bagno a pulirmi, è arrivato poco dopo con gli asciugamani in mano e abbiamo fatto la doccia insieme, e già sotto la doccia con l’acqua calda che cadeva sui nostri corpi, io ero in piedi con il culo davanti a lui il suo cazzo indurito e premuto contro il muro mi ha scopato senza sosta per qualche minuto e gli ci è voluto molto tempo per goderselo Il che mi ha fatto tremare la gamba due volte, dovendo essere aiutato da lui ad alzarsi e con il suo cazzo tutto annegato nella mia figa già maltrattata kkkkkkk.

Uscimmo dalla doccia soddisfatti, mi vestii e parlammo e lui si congratulò con me dicendo che non era mai stato con qualcuno che lo sosteneva così e quando andava a fare sesso con le ragazze, loro facevano sesso cercando di preservarsi, ma non l’hanno mai fatto, se ne sono andati perché lui voleva soprattutto metterli in 4, quindi le ragazze, vedendo la taglia e la circonferenza, hanno rinunciato e sono finite solo sega e pompino, ed è passato molto tempo da quando ha aveva dormito con nessuno.

Lo consolai e gli dissi che ci saremmo potuti vedere più spesso, ma neanche io volevo impegnarmi, lui accettò, non capendo bene, e dopo mi raccontò alcune sue avventure frustrate e io le mie con un ragazzo. che era più alto di me, suo ma non grosso come il tuo, e stava solo ridendo e chiedendosi come avrebbe potuto davvero gestire tutto questo, ho risposto che quando il desiderio si mescola alla lussuria, può succedere di tutto e che aveva molto.

Dopo tante conversazioni ho salutato e me ne sono andato, già in macchina con la testa solo pensando a quello che è successo in quel giorno insolito, essendo uscito con 2 ragazzi lo stesso giorno ed è stato pazzesco, qualche tempo dopo ci siamo rivisti ed è stato di nuovo molto piacevole, ma questa è un’altra storia che vi racconterò in seguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *