Matrimonio di un Dom con la sua Sottomessa

di | 8 de Dicembre, 2022

Mi chiamo Dom Negro (il mio nome in BDSM) vengo dal Congo / Africa sono molto alto con 2.05 e atletico perché oltre ad essere giovane di 25 anni sono uno studente di giurisprudenza giocatore di basket con una buona esperienza di vita perché ho giocato e vissuto negli Stati Uniti Stati da due anni e ormai da quasi 5 anni in Brasile, vivo e frequento l’università più precisamente a Porto Alegre/Rs Brasile. Il luogo da cui provengo è il luogo con la popolazione più nera dell’Africa e anche la popolazione degli uomini più dotati di tutto il paese e rappresento bene la mia famiglia essendo molto nero, molto alto e molto ben dotato con 28 cm molto grandi. gallo nero che è stato il successo più grande qui in Brasile non so negli altri stati ma nei due stati del sud dove ho vissuto Santa Catarina e Rio Grande do Sul tante bionde pazze per un nero e non è una leggenda è un dato di fatto donne qui si innamorano di un uomo di colore, né io né i miei compatrioti africani abbiamo carenza di donne qui, almeno per me, sono sempre fortunato con le bionde e le rosse qui.

Quello di cui vi parlo è il mio matrimonio con la mia sottomessa, la mia bellissima rossa Alexandra, andiamo in Africa, il mio paese d’origine ha preso lei e il suo ex marito, che è diventato anche il mio schiavo bianco, sono entrambi miei sottomessi ( come hai visto in una storia precedente) ho trasformato in uno zerbino il cornuto André, frocio e totalmente obbediente a me e alla sua ex moglie che ora mi sposerà, su mio ordine ho divorziato da entrambi per poter sposare Alexandra tutto a portata di mano e poter dare ai suoi figli qualcosa che il cornuto non le ha mai dato e anche così uniamo l’utile al dilettevole perché quando la sposo ottengo la doppia nazionalità e così potrò in futuro sostenere l’esame OAB visto che sposerà un brasiliano.

Bene, andremo in Africa dove la sposerò e faremo la luna di miele in un grande paradiso per 15 giorni dove probabilmente rimarrà incinta come il suo ex marito lo prenderemo come dipendente (gay) quindi presentiamolo a tutto mondo lì quindi, penso che la tua umiliazione sarà maggiore quando vedrai il nostro bellissimo matrimonio e incontrerai i nostri familiari, parte del mio dominio è l’umiliazione che faccio con il corno. Dopo il matrimonio passeremo 15 giorni da soli in un bell’albergo, probabilmente il cornuto dovrà stare nella nostra città dove darò l’ordine di accudire i membri della mia famiglia che sicuramente lo maltratteranno perché non hanno mai visto un omosessuale nella regione e soprattutto un bianco corto e molto delicato (io l’ho lasciato così) indosserà anche una collana rosa con la scritta schiava e sono sicuro che la mia famiglia la userà bene in diversi modi (ride) la mia futura moglie Alexandra è felice e soddisfatta perché questa volta si sposa con un uomo vero e ben dotato che, oltre al suo padrone, sarà suo marito, in luna di miele voglio metterla incinta perché ha già smesso di prendere le pillole e il cornuto non l’ha toccata per mesi e non le è venuto addosso in nessun caso.

Il cornuto è già terrorizzato prima di venire in Africa perché ho molti cugini e la nostra città è dominata quasi interamente da uomini, penso che lo usassero in un modo che non dimenticherò mai, ti ho già detto che gli uomini di lì tutti le brave persone sono molto perverse (come si dice in brasile) e dovranno servire senza lamentarsi e fare quello che gli viene detto in mia assenza perché sarò molto impegnato per 15 giorni a prendere la donna incinta che in 11 anni non l’ha raggiunta e nemmeno Lui non è nemmeno l’uomo per questo. Stiamo per salire sull’aereo e sono molto contento di quello che il BDSM mi ha portato qui in Brasile. Amici, questa storia è solo per comunicare la nostra felice relazione tra Dom e la sua coppia di schiavi. presto ti dirò di più…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *