Metti tutto nel cagnolino!

di | 8 de Dicembre, 2022

Così ha scritto, Regina, non la conosco. Sa a malapena chi sono. Tuttavia, vedo raramente i suoi commenti sulle mie storie.

Elegante, raffinata, una donna Balzac nel pieno della sua vita, cioè bella e affascinante. Le poche foto rivelano la sua raffinatezza più che la sua sensualità. Dai, non tutti…

Ma nei racconti che scrive si vede la fermezza, l’abilità e il desiderio di una donna piena di piacere. Non tutti possono scrivere come lei. Il limite è lo sperma sul viso dell’amante o il suo su di lei.

Frank, non a tutti piace quello che pubblico. Segnala errori, affitta economicamente. Ma quel commento era su una foto.

Ciò che incuriosisce è l’esclamazione. Rabbia, gelosia o invidia? Come qualcuno che è arrabbiato con il suo amante. Ovviamente non sono stato io, e non ho influenza neanche per quello, ma la fantasia di un’impiegata le ha fatto inventare la scena in cui esplode con il fidanzato.

Nel caso qui, per qualsiasi uomo che naviga nella storia, immagina di essere tu. Per quanto riguarda le donne, spero che si accontentino dell’orgasmo e non del tradimento…

L’hai colpito? Metti tutto nel cagnolino! Non sei una brava mora. Che idiota!! Bella mora, senza dubbio. Ho visto le foto, me ne hanno mandate due. Tutto quello che devo fare è liberarti per un momento e presto troverai un posto dove infilare il bastoncino, vero?

Ha un amante, te l’ho detto. DOÑA, merda! No, non fermarti, non voglio saperlo. Sono arrabbiato con te, davvero arrabbiato. Voglio gettarti in mare in modo che i piranha ti divorino tutto.

Questo è quello che pensi, ci sono piranha ovunque. E denti davvero grandi per morderti il ​​culo. Ehi!!

Che cosa?

È inutile chiedere scusa, è inutile inventare. So che hai scopato la ragazza, ho visto, ho visto. Sei un imbecille! Pensi che sembro uno sciocco, ingenuo? Sono giovane, ma non sono stupido!

Hmmmm! Sei ridicolo. Lo so, lo so che non eri tu ovviamente! Sono pazzo, incasinato. Pensi che non riconosca il tuo pene, solo il tuo… in quella figa? Dai, non è troppo giovane per te? Hai deciso di rilasciarlo per crearlo, giusto?

Non è niente del genere, non è niente del genere, merda! Ovviamente è! Era dell’umore giusto per una nuova figa, una figa calda, non ce la fai, LUI non ce la fa. Devi dimostrare che sei un macho, non vedi l’ora di accontentarti di me, solo di me… di me?

Non ti basta? Parla dannatamente!

Malizioso! Stai tranquillo signore, non solo a te piacciono le ragazze, anche io ho avuto le mie esperienze con le ragazze. E ho insegnato ad alcuni ragazzi a comportarsi da uomini. Storie, storie! Pensi che tutto sia invenzione. Non l’ho mai dato, l’ho dato ai miei compagni, ai miei amici. Pensi che non abbia mai baciato una ragazza? Che non ho mai succhiato una figa… un barbecue?

Pacchetto vestiti!

Hammm… otto pollici, sì! Sciocco, pensi che non sappia misurare? Lo so, sono stato mangiato da un cazzo molto più grosso del tuo, sai? Rodolfo, poi Nando! Wow, ero posseduto fino in fondo, invaso sì. Mi manchi, mi manchi tanto.

E poi è entrato dentro di lei, la ragazza delle feste? Era solo nella figa o se l’è mangiato… Puoi dirmi, ora che l’ho visto, che lo so. Era sabato, vero? Al barbecue del tuo amico, il pagodeiro? Chi ha scattato la foto?

TRESSI!! Ho fatto una pulizia con la ragazza, questa troietta ti ha fatto venire addosso. Chi era l’altro Moreno, chi era? Non lo so, è stata Marcinha a mandarmi la foto, qualcuno l’ha mandata a lei. Non voleva dire niente.

Che assurdo! Scommetto che era Flávio, scommetto! Il cagnolino che li dà entrambi insieme. Cattiva, sembra una santa. Fai una doppia penetrazione con la ragazza. I due scopano la ragazza insieme. Hai mangiato il culo, vero? Dimmi solo se hai mangiato. Era buono, stretto?

E la pepeca, bagnata, più della mia? Ehi?

E se l’hai fatto tu, non posso? Non rimani quando leggi le mie storie? Quindi mettiti in ginocchio e te lo mostrerò, te lo lascerò togliere. Per terra… striscia… Vieni qui… se lo apro, così. Ti è piaciuto… il colore? È nuovo, l’ho comprato al centro commerciale. Ieri.

Nudo. Autorizzo.

Quindi.

Scusarsi. Vedi come sta? Bagnato, caldo, dolorante… hmmmmmm… davvero… palpitante, qui. Questo punto. È molto difficile! Nessuno che ti dia una carezza, un bacio.

E ci pianti lo stelo. In piedi, leccandosi la figa aaaiiiiii Mor… ateuuuu e lei alzando il culo aaa…

AAAaaiii! Succhia, succhia la griglia, lammbeeee… aaaiiii dannazione!! Sei molto cattivo, sai? Bastardo e spudorato Moreno!

Non il dito, non il dito! È diabolico aaaaaiiiiii… aaaaaiiiiii… Che stronza!! Quindi ne approfitterò.

Aspettare!! Aspettare!

Provalo, prova la melma. Hmm… ti piace, tesoro? L’ho fatto per te, mmmm delicato, cremoso, sai? Leccami, leccami il dito aaaaiiii… Non fare così, toglimi quel dito da memmm… sto tremando! Quindi piccola, apri la bocca e io verrò Proprio in gola… aaaahhh!! È il mago!

Prendilo! Aaaaiii!! Dolcezza!! Aaaaaaaaa!! Aaaaa, dannazione!

Gesù!! Oh! Uff!

Cos’è? Quindi tiralo fuori. È appiccicoso, piccola!!

Ho visto di meglio, molto meglio, più grande.

Comune.

Unnffff!! Cos’è questo odore? odore di figa? So che ogni donna sa che odore ha. Hai fatto una cazzata!

Lo indosso quando voglio. Preferisco solo la testa, uuuiii il porridge è delizioso, caldo uuuummm… Adoro la tua testa di piccione, l’odore macho che ha.

Uuuummmmm… nooooo…

Scommetto che la puttana non può farlo… somm… sai? Sarà? Graffiare le palle, le unghie, aaaiii sono dure, piene… e poi, poi il bacio sulla punta lì… aaaa… così… con la lingua, unnnhhh… mi piacesuuuu. . . uuummmmm. ..

Ora scuotilo, scuotilo davvero forte, yeah yeah yeah, aaaiiiiieee!

Merda! Brucia Moreno! Gemiti, gemiti deliziosi gemiti. Quell’urlo!! Sono assetato! Sono molto affamato!! Quello, quello, quel suuuuu! Riempi, riempi… la boccuccia di Reginanha. Uuuuiii… Cos’è?

Sperma! Nooo!! Aaaaiii!! Noaaa!! Unnn… uunnnnnnnmmmm… ooooohhh!!

Quanti!! Hai ancora tutto lì? Volume? Che brigata.

Delizioso. Guardia ora.

Non a letto, no! Lui viene! Sono ancora arrabbiato con te. Lasciare. Hai ancora molto da pagarmi. Era solo l’inizio.

Tienilo e vai, ragazzo. Parliamo più tardi. Non oggi, chissà domani? Vattene, non voglio parlare con te.

Ciao!!

Beh, non so se questo fa venire qualcuno. Ma è tutto ciò che ho potuto inventare, all’istante, per una storia di una frase.

Spero che Regina non si senta offesa, sminuita. O chiunque altro legga la storia.

Chiaramente Regina meritava di meglio, molto meglio. Ma è pur sempre un omaggio, anche se lei non lo legge mai.

E tu, spero ti sia divertito, almeno un sorriso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *