Mi ha fatto venire nel bel mezzo del matrimonio!

di | 9 de Dicembre, 2022

Ciao ragazzi! Sono molto felice dei commenti e delle e-mail che ho ricevuto. È molto bello incontrare persone e fantasticare. Mi hanno chiesto di continuare la storia di “Pulizia a Seu Francisco”, ma questo è tutto. Ricordi quando ho detto che stavo per trovare un altro lavoro? Sì, l’ho fatto e ora non faccio più i lavori di casa, quindi non sono mai più andato a casa sua e non lo vedo così spesso.

Sembra proprio che il destino abbia voluto che tornassimo insieme e vi dirò perché.

Era il giorno del matrimonio di Clara e Vitor. Ricordo che indossava un abito di seta color carne, un po’ corto, il che ha fatto subito a Rodrigo questa retorica sessista su di me che cercavo di attirare più attenzione della sposa. Ah che rabbia!! Il fatto è che indosso quello che voglio! Mi sono messa dei sandali col tacco alto e tanto per prenderlo in giro mi sono messa questa catenina che mi aveva regalato Seu Francisco.

Siamo arrivati ​​in chiesa e salendo le scale ho notato che forse mi ero allargata troppo nel vestito ahahah. Lo capivo dagli sguardi beffardi degli uomini e dalla furia delle loro donne. Rodrigo, scontroso, non ha detto niente, ma sapevo che era arrabbiato. Dopo aver salutato alcuni amici, ci siamo seduti nell’ultimo banco, e io ho incrociato le gambe e ho visto papà quasi cadere all’indietro mentre passava. Si è fermato, è venuto a salutarci e ovviamente sapevo benissimo perché. Il bastardo non l’ha nemmeno nascosto e peggio ancora, Rodrigo l’ha notato e io l’ho adorato! Lol Wow, come mi piace farlo impazzire quando mi dà sui nervi.

Con il braccio attorno a quello di Rodrigo, aspettiamo l’inizio della cerimonia e quando guardo verso la porta vedo Seu Francisco. Era vestito con una semplice camicia bianca, pantaloni e scarpe. I nostri occhi si incontrarono presto, io aprii una sottile risata e lui venne verso di noi.

Ha salutato Rodrigo poi mi ha guardato e ha detto – mi manchi Taiane… – e si è chinato per salutarmi. E ragazzi, vi devo confessare una cosa: solo la sua presenza con quell’odore di colonia mi ha bagnato le mutandine! Quando mi baciò, fui così audace che lasciai che le sue labbra toccassero in parte le mie.

Vedo che indossi la catenina che ti ho regalato – disse sedendosi accanto a me.

Seu Francisco è bellissima, la amo – risposi guardandolo negli occhi.

Accanto a me l’ho visto irrequieto che mi guardava le gambe e tanto per prenderlo in giro, ad un certo punto ho sciolto le gambe e mi sono tolto i sandali andando a piedi nudi. Sapevo che era innamorato dei miei piedi, perché quando ero a casa sua ho visto come li guardava. Incrocio di nuovo le gambe, lasciando che il vestito scopra anche un po’ le mie mutandine bianche.

Non mi ci volle molto per sentire la mano di Seu Francisco scivolare lentamente lungo la mia coscia, facendomi tremare. Il figlio di puttana mi ha persino tirato giù il vestito un po’ più spudoratamente e anche se non stava guardando ho pensato che le mie mutandine dovessero essere molto più esposte a quel punto e questo mi ha eccitato molto perché ho un lato esibizionista molto forte .

Rodrigo continuava a guardare dritto davanti a sé, imbronciato e ignorandomi. Oh, l’uomo duro ha visto! Ma è stato un bene che l’ho visto, perché poi Seu Francisco ha messo la sua mano aperta sulla mia coscia e l’ha stretta volentieri mentre il dorso delle sue dita mi ha sfiorato la figa sopra le mutandine.

La sposa entrò e tutti si alzarono. Seu Francisco tolse la mano dalla mia coscia e io mi alzai. Abbiamo visto entrare la sposa ed era bellissima! E mentre i nostri occhi la seguivano lungo il corridoio, fui colpito dall’audacia più deliziosa e inaspettata che avessi mai provato.

La mano ruvida di Francisco ha iniziato a scavare tra le mie cosce, sollevando parzialmente il mio vestito fino a quando le sue dita hanno iniziato a strofinare la mia figa nelle mie mutandine, facendomi impazzire! Pensai che potesse esserci qualcuno dietro di noi, ma sperai che Seu Francisco avesse curato quel dettaglio e, fidandomi di lui, allargai un po’ di più le gambe per facilitare il suo attacco.

Il bastardo ha messo da parte le mie mutandine e così in fretta ho sentito due dita, due dita! Scivolando sulla mia carne bagnata. Lo spudorato non poteva che volermi fare impazzire anche solo penetrandomi così. Ma ho resistito, tuttavia le mie gambe irrequiete hanno tradito il nostro cane. Cominciò a spingere più intensamente e io mi mordicchiai la mano di nascosto, fingendo di essere entusiasta del matrimonio. Ed è così che quel bastardo mi ha fatto entrare in chiesa! E quasi, quasi, emetto un gemito forte e gustosissimo.

La cerimonia volgeva al termine e Seu Francisco aveva già smesso di flirtare con me e mi aveva gentilmente lasciato kkkk mutandine. Ad un certo punto, eravamo tutti fuori dai banchi, pronti a formare un corridoio di coppie. Seu Francisco era lontano da noi, ma mi guardava sempre e io cercavo di nasconderlo. In piedi su una porta accanto alla chiesa, mi ha dato un segnale sottile e ho capito immediatamente. Pochi minuti dopo ho detto a Rodrigo che dovevo andare in bagno e mi sono allontanato da lui.

Superata questa porta, sono uscito in uno stretto corridoio che conduceva ai bagni. Poco più avanti, il signor Francisco mi guardò con la sua faccia perversa. Dentro la chiesa il prete ha recitato le sue ultime parole alla coppia e divertente, proprio mentre iniziava a parlare di fedeltà mi sono ritrovato tra le braccia di Seu Francisco che lo baciava con la lingua in mezzo al corridoio.

Due dita signor Francisco… peccato – gli sussurrai all’orecchio. Lui ha solo sorriso e ha detto – Voglio le tue mutandine, toglimele e dammele – mentre mi stringevo il sedere, ho risposto dicendo – Ma andiamo lo stesso in sala da ballo… – ma lui ha risposto – Lo so, sì è per questo che ti voglio lì senza mutandine…

Ho appena sorriso e ho sollevato un po’ il vestito, tenendo le mutandine per i lati e facendole scivolare lungo le mie cosce fino a quando non si sono staccate dai miei piedini e le ho consegnate a lui. ero fradicio! Lo annusò davanti a me e fece un rumore simile al nitrito di un cavallo ahahah, poi se lo mise in tasca.

– Taiane, mi dispiace, ma non ce la faccio più… – Mi tirò per la vita e mi baciò con fervore. Poi, prendendomi una mano sulla vita, mi condusse in uno dei bagni, era anche un po’ sporco. Si appoggiò alla porta, ma la sua disperazione era tale che finalmente la porta si aprì.

Dandogli le spalle, si è arrampicato sul mio vestito e poi ha infilato il suo cazzo nella mia figa. Ah che delizia! Lì non riuscii a trattenermi ed emisi un bellissimo gemito che pregai nessuno avesse sentito. Ha iniziato a mangiarmi così forte che il mio corpo si è inarcato che mi ha fatto impazzire! Spinse con grande intensità, le sue mani sui miei seni che li stringevano volentieri.

In piedi contro le pareti, ho twerkato sul suo cazzo, stuzzicandolo. La paura di essere scoperti lo rendeva solo più difficile.

E così è stato finché non è esploso, ha eiaculato dentro di me e mi ha fatto venire quasi all’istante, lasciandomi la figa piena di sperma. Si raddrizzò rapidamente e disse che mi avrebbe lasciato.

Ma ci siamo ancora baciati, ci siamo baciati e poi se n’è andato. Ho dovuto passare più tempo a pulirmi perché c’era così tanta merda addosso, ho usato tutta la carta lol Ma sono contento di avercela fatta, eh? LOL

Sono comunque arrivato in tempo per vedere la sposa lanciare il bouquet. Rodrigo non se ne accorse e con calma ci dirigemmo verso la sala da ballo. Durante la serata, Seu Francisco non mi staccava gli occhi di dosso, sempre a distanza e con la sua faccia maliziosa. Ciao ragazzi, ora sono sposato e innamorato di un uomo sulla fine degli anni ’70. Beh, non ho mai chiesto la sua età, ma ascolta, è vero che è più nel coro che molto giovane fuori lol

Che hai pensato?

taianefantasia@gmail. Insieme a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *