nessuna dentiera

di | 12 de Dicembre, 2022

Il mio corpo si rilassò quando mi abbracciò da dietro e mi afferrò il collo, attirandomi più vicino a lui. Corpo caldo, mani ferme e respiro delizioso nel mio orecchio.

CÃÂntia, come la chiamerò io, era una donna determinata e pazza. Ma quel giorno è stata l’ultima goccia.

Le sue labbra morbide scivolarono dolcemente lungo il mio collo e io rabbrividii, su tutto il corpo. Le sue mani corsero lungo le mie braccia, mi strinsero lo stomaco e la sua bocca mi morse il collo. Era tutto ciò che volevo e di cui avevo bisogno in quel momento, è successo tutto così in fretta.

I miei capezzoli si indurirono e sembravano voler penetrare nel tessuto della mia camicetta, la mia biancheria intima fu immediatamente e abbondantemente inzuppata, il mio cazzo iniziò a sbavare e trasudare, tutto il mio corpo prese fuoco e il mio cuore corse all’impazzata.

Tenendomi stretto, mi sussurrò all’orecchio parole dolci e maliziose:

– Continuavo a pensare a te, ero entusiasta di stare con te. Mi fai impazzire!

– ME? Non ho fatto niente ! – risposi sarcastico.

– Santinho – mi disse – sei un’illusione, anche fingendoti innocente. Dalla prima volta che ho letto le tue storie ho deciso di farti piacere Dom, ne sono rimasto affascinato ed ero sicuro che saresti stato mio. Come sai, ho frequentato molte donne nella mia vita e da lì scrivo le mie storie, ma ognuna ha uno stile diverso e CÃÂntia era una di queste.

– Non sono innocente, ma ci sono alcune cose che vanno preservate!

– Per esempio?

– Il rapporto tra capo e dipendente!

(CÃÂntia mi aveva invitato tramite un blog che ho come marito inquilino a fare le valigie a casa sua a Taquaral a Campinas, andavo ogni lunedì e venerdì da circa 15 giorni a fare le valigie).

– Sì, so cosa stai pensando!

– No, non credo. Mi sono comportato così solo con te, ma sono quasi morto dentro! Perché sono sposata da 28 anni e non ho mai tradito mio marito, ma dopo aver letto le tue storie ho preso una decisione.

Quel giorno, quando ho letto la tua storia sull’editorialista, quella con l’annuncio sul giornale e così via, ho escogitato questo piano per vedere se potevo lasciarmi andare. Quando ho premuto il pulsante dell’interfono e sono salito di sopra, non avevo idea che avrei incontrato una donna così meravigliosa. Pensavo fossi solo un altro capo scontroso. Ma quando hai aperto la porta, il mio cuore ha perso un battito. A differenza degli altri, sei stato estremamente gentile e amorevole con me. Poi ho iniziato a lavorare e ho visto che avevi altre intenzioni, vestiti corti, pantaloni corti ahahah. Tuttavia, il giorno in cui ho aperto quella porta e ho visto le valigie sul pavimento di quella stanza e suo marito che diceva che sarebbe andato in viaggio per lavoro, mi sono emozionata e il mio corpo pulsava di formicolio ahahah. Mi dispiace che la signorina Cântia si apra con me così perché mi hai dato questo buco e ora qui, tenendo il mio corpo con le tue morbide braccia, voglio poter realizzare tutti i tuoi sogni. Non te l’ho mai detto, ma mi sono già masturbato un paio di volte guardando la roba nella tua camera da letto quando sono andato a pulire il tuo bagno, wow! Ha detto che non sapevo che fossi così cattivo Dom la mia figa perde ed è passato un po’ da quando si è comportata così mi ha messo sul divano e si è seduta di fronte a me e ha detto che voglio parlarti per un po’ seduto il tuo grembo sente il tuo enorme cazzo che mi infastidisce, poi voglio sdraiarmi con te nel mio letto e amarti. Anche se sapevo delle tue avventure con le donne, non hai mai provato niente con me, non ti sei nemmeno mai avvicinato a me. Un giorno ti ho sorpreso a fissarmi e hai cercato di nasconderlo, quindi le mie speranze sono aumentate. Avevo le mani sudate, provavo un misto di eccitazione e un po’ di paura per quello che poteva succedere ora. Perché avevo messo uno strano uomo in casa mia, con l’intenzione di sedurmi e tu non ti sei comportato come un cattivo personaggio, non mi hai cantato, sei venuto qui davvero per lavorare, il tempo è passato e non l’hai fatto . Dì qualsiasi cosa, ti volevo sempre di più. Fino ad oggi non ho sopportato di leggere la tua storia su tua zia Helena la mattina prima del tuo arrivo e ho indossato questa gonna di rete trasparente che sono senza mutandine e molto affettuosa, e ho detto quello che Dio vuole. La sua bocca era incollata alla mia, respirava a fatica, Cântia era una bellissima donna di 58 anni, aveva i segni di essere stata bella già da adolescente, la sua pelle non era più la stessa, era morbida ma era ancora morbido, il suo corpo era inerte, ma il fuoco che proveniva da dentro mi bruciava e mi bruciava, volevo davvero scopare questa corona bisognosa piena di vita, il mio cazzo era duro e pulsava dentro i miei pantaloni, lei si contorceva e aspirava aria.. Oh Dom quelicia, l’unica cosa che volevo era sentirti, sapere se era vero che non ti importava di qualcuno con cui ti saresti relazionato, pensavo che fottessi solo ragazze e donne con un corpo statuario, Non avrei mai immaginato di averti così delizioso, ora tremo mentre cavalco questo cazzo duro dentro i miei pantaloni. Non voleva che gli tirassi fuori il cazzo, il mostro stava soffocando e voleva respirare, ma ogni volta che provavo a tirarlo fuori stringevo più forte quel culo magro e ossuto e fermavo la mia azione. Aiii nero sto tremando, ho tanta paura di vedere questo cazzo duro, aiutami ad avere il coraggio di spegnerlo, ne ho bisogno ma ho paura. Cynthia mi abbracciò forte, avvolta intorno al mio collo, le sue lunghe braccia magre mi abbracciarono come se stesse per impiccarmi. Dommmmm oh Domm aiutami sto per esplodere, aaaaaaa ha cominciato ad avere degli spasmi e si rotolava molto dimenandosi come un’anguilla si è buttato indietro e mi si sono bagnati i pantaloni era scoppiato di sperma e pipì in abbondanza che mi faceva bagnare dappertutto. Haa ai, il suo busto è stato gettato all’indietro, l’ho tenuta per le mani, ha quasi toccato il suolo, mettimi giù amore, per favore, sto bruciando, l’ho abbassata lentamente e lei ha toccato le mie mani sul pavimento piastrellato, sono andato senza tante cerimonie. con lei e siamo caduti sul pavimento del soggiorno sul pavimento, ci siamo baciati.

Le sue cosce snelle e inclinate sfiorarono le mie e mi morse amorevolmente le spalle e la schiena mentre le sue unghie mi graffiavano le cosce. Mi ha tolto la camicia, lasciandomi nuda, poi mi ha tirato giù i jeans bagnati e li ha gettati sul pavimento. Aveva di nuovo il controllo, voleva sentirsi una dominatrice. Si spogliò, si tolse la maglietta bianca e la gonna e premette il suo corpo contro il mio. Tenendomi per le spalle, mi fece girare verso di lei e mi baciò appassionatamente. Le mie gambe sono diventate morbide! Baciandomi il corpo, si è inginocchiato davanti a me, togliendomi i pantaloni che mi erano caduti ai piedi e togliendomi le sneakers Mizuno di pelle bianca e rossa e tirando giù i miei boxer Lupo neri. Il mio cazzo era duro e io sobbalzai grato di poter respirare di nuovo, il mostro mostrò la sua gratitudine alzandosi dritto e indicando la sua bocca. Mio Dio, che cavalchi enormi Dom, sussurrò e abbracciò il temuto petto e le vene gonfie, scansionato come un urologo, cercando ogni vena, ogni goccia di bava che trasuda dalla grande testa rossa, guarda e afferra aggiusta gli occhiali, si aggiusta li con la mano, afferra le palline una ad una, guarda attentamente una goccia bianca che gli esce dalla testa e senza dire nulla, addenta il mostro, aspirandolo come un aspirapolvere, a piena potenza è rimasto per 25 minuti contando su un grande vecchio orologio di legno appeso davanti a me nella camera da letto della mansarda. La bava gli colava dalla bocca. Succhiava e mordeva come un cane con un osso di gomma in bocca. Sono tornato per non riempirla di sperma, ho passato 20 giorni senza masturbarmi e non avevo mangiato né nessuno, quindi non sono venuto, il mio cazzo era pieno di latte. Oh che bontà, guarda che bava Dom, mi dispiace è tanto che non succhio un cazzo e non ne ho mai succhiato uno così grosso da non entrare nemmeno nella mia bocca, quindi devo succhiare molto lentamente . Mais je voulais te demander quelque chose que tu fasses pour moi, elle m’a demandé qu’en me considerant dans les yeux et en tenant le mostre à deux mains, il était collant et suntait encore… Oui chérie, tu peux commander ciò che vuoi. Ti sei reso conto che quando ti succhio il cazzo ovunque, sì l’ho fatto hahaha, volevo succhiarlo, ma ho paura di farti del male, e mi vergogno anche che tu stia ridendo di me. Doña CÃÂntia non riderebbe mai di te, puoi chiedere, posso togliermi la dentiera? Lo disse con gli occhi che guardavano per terra sbavando. Me lo ricordavo ai tempi del cinema (Sì signore, con Jim Carrey, dove la vecchia signora tira fuori i denti per succhiargli il cazzo e lo mette in un drink accanto a lui). Mi è sembrato strano ma sono pronta per ogni occasione, sono qui per esaudire desideri e sogni erotici in donne che nessuno guarda per strada, ma le voglio con o senza denti. Sì, Doña CÃÂntia può tirarlo fuori e succhiarlo deliziosamente sul mio cazzo, mi piacerebbe sentire la tua bocca vellutata. Si è alzata, le sue zanne sono uscite e in pochi secondi è tornata, mi ha preso per le braccia e mi ha tirato in piedi, si è inginocchiata davanti a me ora più comoda e si è messa tutto il cazzo in bocca così liscio che a volte era di nuovo enorme e difficile. Il contatto con le sue gengive mi ha fatto crescere il cazzo gigantesco, non ero mai stato succhiato così proprio sulle gengive, lei sapeva cosa stava facendo, mi ha attorcigliato il cazzo e mi ha leccato le palle masturbandosi e grugnendo gemendo, le ho dato un pugno in faccia, ha cercato di afferrarlo e portarlo via, ma non mi ha lasciato andare, ha resistito e ha continuato per altri 35 minuti. La mia mente era confusa, il mio corpo formicolava, non potevo più sopportare di trattenere lo sperma, perché avrei sempre voluto mangiarla, ma potevo dirlo dal modo in cui mi succhiava il cazzo, volevo il latte, perché lei si stava masturbando e succhiando tirando il mio cazzo in avanti occhi sporgenti molto desiderosi di cazzo. Ho provato a sparare ancora una volta per assicurarmi che mi guardasse dritto negli occhi e aprisse la bocca con la testa sulla punta delle labbra indicando che potevo venire e svuotarmi (BOTTIGLIA IN BOCCA) È stato un sollievo quando lo sperma Come una pipa fuori controllo, ha tenuto il busto del cazzo e ha diretto 3 getti di sperma in gola, la bocca ancora aperta. Ricordo solo di aver sentito la sua testa formicolare e il suo corpo cadere sul divano dietro di lei. dal mio.

Un messaggio sul mio zap il giorno dopo diceva, cosa hai da dire su tutto, pensi che non ti rivedrò mai più da quando il tuo lavoro è finito. Ho solo una cosa da dirle, signora CÃÂntia…

La freschezza della tua lingua mi ha fatto delirare!

Grazie Dom, grazie mille.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *