Puttana ma non suo marito – Finale

di | 10 de Dicembre, 2022

Assaggiare la torta di sperma all’inizio sembrava un’idea schifosa, ma il rischio di essere scoperta, con la probabilità che suo marito si presentasse da un momento all’altro, lo rendeva ancora più eccitante. Il rischio ha reso deliziosa questa torta, facendo scoppiare a Natasha un sorriso malizioso, ricordando ancora quella notte. Quest’uomo l’ha trasformata in una puttana, alle spalle del marito, e lei l’ha adorato. Amava essere dominata e Carlos ha migliorato le cose aumentando il rischio di essere scoperta. Ha scoperto nuove emozioni, quelle impossibili da immaginare con suo marito. Volevo di più, ma spettava a Carlos decidere.

La routine recupera la sua vecchia monotonia. Gustavo non ha riportato indietro il suo capo, anche se ha sempre promesso di farlo. Senza il tocco di Carlos, fu il suo turno di parlare. Un giorno Gustavo si presentò a casa dicendo di aver fatto una scommessa con Carlos su una partita di calcio. I due tifano per le squadre avversarie, dove il perdente comprerebbe il pranzo al vincitore. Sarebbe un altro pomeriggio da sola mentre suo marito passa il tempo davanti alla televisione.

Il giorno della partita, un messaggio sul cellulare lo ha portato fuori casa. Suo marito, distratto dalla televisione, non si è nemmeno accorto della gonna nera attillata e del top scollato. Dall’appartamento, ha attraversato la strada e ha camminato per due isolati per salire in macchina. Diede a Carlos un lungo bacio. R. La sua mano si abbassò sulla sua scollatura, prendendole il seno e tirandolo fuori dalla scollatura.

“Mi manchi. Pensavo che non ti saresti più fatto vivo

“Mi sei mancato, vero?

“Certo! Era delizioso quella volta.

Intendi la torta.

Natascia ride.

“Stupido! Dove stiamo andando?

“Guardiamo la partita. Tuo marito non ti ha parlato della scommessa?

Il sorriso di Natasha svanì. Non le piaceva il calcio, specialmente le urla di suo marito mentre guardava la partita. Invitare Carlos sarebbe una via di fuga da questa tortura, ma alla fine tutti gli uomini sono uguali. Sebbene fosse sconvolta, seguì il suo amante nella speranza di avere una ricompensa dopo che se ne fosse andato. Sebbene stessero guidando, hanno dovuto parcheggiare il veicolo a pochi isolati di distanza. Prima di partire, Carlos aveva una richiesta.

“Togliti i vestiti e mettiti questo”, disse Carlos, offrendo una maglia da calcio prevalentemente bianca.

Ma è la squadra di mio marito. Non sopporti il ​​rivale?

” Esattamente.

Carlos voleva qualcosa con quello, ma Natasha non capiva. C’era solo una cosa certa, lui le avrebbe fatto qualcosa. Pensarci la fece sorridere. Sorridendo, si tolse la camicia. Insoddisfatto, Carlos le ha chiesto di togliersi il reggiseno. Con la maglietta addosso, Natasha è scesa dall’auto, ma Carlos non era ancora soddisfatto. Afferrandola da dietro e premendola contro la macchina, Carlos le tolse la gonna.

“Sei pazzo?

“Come desidera.

Carlos sollevò la maglietta di Natasha, rivelando le sue mutandine nere. Si guardò intorno, cercando di vedere se qualcuno avesse notato l’oscenità. Sicura che fossero sole, mosse i fianchi, offrendosi di essere toccata. Con le prime persone apparse in strada, i due si sono fermati. Natasha, guidata da Carlos, camminava con cautela, poiché la maglietta sportiva era l’unico pezzo che copriva il suo corpo. Con le sue grosse cosce completamente esposte, una mossa sconsiderata le esporrebbe il culo e le mutandine. Poi camminò con un passo breve e frettoloso, tenendo tra le mani l’orlo della camicia. La sua speranza era immaginarlo con i pantaloncini sotto quella maglietta.

Carlos l’ha portata al ristorante. Un grande schermo mostrava il gioco e la maggior parte dei tavoli era occupata. La maggior parte degli occupanti indossava magliette rosse, della squadra rivale, per la quale Carlos sosteneva. È stata Natasha ad entrare nello stabilimento e tutti gli occhi erano puntati su di lei. Non sicura se fosse la sua maglietta o la mancanza di qualche altro indumento, Natasha camminò più cautamente attraverso il ristorante, fingendo che non le dispiacessero quegli sguardi. Stare seduta tutto il tempo sembrava un’idea, ma Carlos scelse un tavolo al centro della stanza, dove lei era ancora al centro dell’attenzione di tutti. A peggiorare le cose, Carlos ha optato per il resto del self-service, costringendo l’amante a sfilare ancora un po’, sotto lo sguardo invadente dei tifosi rivali.

Mentre preparava il suo piatto, Natasha si mosse con delicatezza. Conosceva il rischio di mostrare la carne delle natiche e con entrambe le mani occupate non riusciva a tenere l’orlo della camicia. Era paziente, si muoveva il più lentamente possibile, raccoglieva con cura il cibo mentre pregava di essere abbastanza discreta. Mentre una brezza attraversava il corridoio, gelando e increspando la morbida pelle del suo sedere, Natasha si voltò. Con il gioco in corso, nessuno dei suoi occhi era sullo schermo, ma sul suo sedere. Si sentiva esposta, rendendosi conto che niente era stato così attento. Ho mostrato il mio culo a questi uomini.

Senza troppe opzioni, Natasha finisce di assemblare il suo piatto, preoccupandosi meno di se stessa e di conseguenza avendo un aspetto migliore. Fu allora che sentì uno schianto. Non capivo le conversazioni e non ce n’era bisogno, soprattutto quando suonavano i primi fischi.

Quando il piatto fu finito, Natasha andò a pesarlo. Sollevare il piatto con entrambe le mani ha esposto una buona parte del suo sedere. L’affetto di Carlos per le sue natiche scoperte in pubblico le fece venire la pelle d’oca al punto che quasi le fece cadere il piatto. Più era esposta, più occhi si concentravano su di lei.

Andò a sedersi con Carlos. Con la camicia che tirava, il legno gli gelò tutto il culo. Seduta al centro della stanza, non c’era modo di nascondere le sue cosce ei fianchi scoperti. Chiunque non abbia visto il suo sedere mentre raccoglieva il cibo avrà sicuramente notato che sotto non indossa niente. Quando il gioco si è surriscaldato, l’attenzione di tutti è tornata sullo schermo e Natasha si è sentita più calma. Questa partita, secondo Carlos, è stata una decisione, ecco perché tanta mobilitazione. I tifosi erano nervosi per la tensione della partita. Imprecare era comune. Tra loro c’era sempre qualcuno che gridava di mangiare la puttana della squadra rivale.

“Stanno parlando di te.

“L’ho notato. È per questo che mi hai portato qui così? Che tutti mi chiamano puttana?”

“Se ti porto a mostrare il tuo culo qui, tutti vorranno mangiarti. Con questa maglia, vogliono di più. Tutti gli uomini qui vogliono calmare la loro rabbia colpendoti duramente, ma solo io lo farò.

Natascia sorride. Quest’uomo aveva un modo particolare di provocarlo, creando situazioni insieme imbarazzanti e provocanti. La consapevolezza che tutti l’amavano la faceva venire l’acquolina in bocca.

La partita si è conclusa con un pareggio e la decisione sarebbe stata lasciata ai tempi supplementari. Nessun altro ha mangiato mentre tutti erano in piedi davanti alla grande TV in soggiorno. In questo modo, anche Natasha guardava dai suoi piedi, come Carlos. Con tutti in piedi, rannicchiati insieme, finalmente si sentiva come se non fosse più al centro dell’attenzione, mescolandosi con la folla di uomini nervosi solo a causa della difficile situazione del gioco.L’energia di queste persone commosse, vibrando con ogni mossa, era contagiosa.

Mescolata alla folla e sempre più distratta dal gioco, Natasha se ne fregava dei suoi vestiti, nessun altro le avrebbe visto il sedere se fosse stata in mezzo alla gente. In mezzo a tutto, Carlos la abbraccia da dietro.

Audacemente, l’amante di Natasha fece scorrere le mani sulle sue cosce nude. Rendendosi conto delle cattive intenzioni di Carlos, afferrò l’orlo della sua maglietta, ma non poté fare a meno di esporla dietro mentre armeggiava sotto la maglietta. Quando la squadra di Carlos segna nei minuti finali, tutti urlano e saltano di gioia. Gli uomini guardano Natasha, con la camicia appesa dietro di lei. Si appoggia a Carlos con la schiena, cercando di nascondere il più possibile la sua nudità. Il suo cazzo duro preme contro le sue natiche mentre la folla applaude, urlando all’unisono, chiedendogli di togliersi la maglietta. Con il viso arrossato dall’imbarazzo e il cazzo duro di Carlos dietro di lei, Natasha si massaggia le cosce con entusiasmo.

Al fischio finale, i tifosi festeggiano la vittoria del campionato, con grida gioiose che chiedono a Natasha di togliersi la maglia. Ancora arrossata, si rivolge a Carlos per nascondere il suo viso imbarazzato. Carlos, però, non lo permette. La bacia sulla bocca. Lo sfiorarsi delle loro lingue fa capitolare Natasha, abbracciando il suo amante, alzandogli l’orlo della camicia, mostrando quasi metà del suo sedere. Gli uomini intorno stanno gridando. Ingannato, Carlos solleva la maglietta di Natasha fino al centro della schiena. La folla circostante aumenta l’intensità delle urla, applaudendo Carlos e lodando il delizioso culo di Natasha. Il culo carnoso era coperto di perizoma minuscolo, lasciando gli uomini irti. Carlos ha colpito tre schiaffi decisi, ha continuato davanti a tutti, mostrando a tutti chi era il proprietario di questa prelibatezza. Non soddisfatto, le fece scivolare un dito tra le natiche. Abbracciata, Natasha non poté fare molto per reagire, cercando al massimo di contrarre le natiche, ma non impedendo a quel dito di raggiungerla dietro, davanti a tutti. Grida di “Puttana” echeggiarono nel corridoio.

I due lasciarono il ristorante e Natasha non riuscì a trattenere il sorriso sornione dal viso. Quando è arrivato in macchina, Carlos non ha nemmeno dovuto chiedere e Natasha è corsa dietro. Carlos è appena entrato e Natasha si è tolta le mutande per saltargli in grembo. Alla disperata ricerca di un cazzo, Natasha ha tirato fuori il suo cazzo e l’ha ingoiato con la sua figa. Si voltò e si sedette sopra Carlos con un fuoco impressionante. L’amante le strinse i seni sotto la camicetta e la baciò. Con il suo dondolio sempre più forte, Natasha arrivò, abbracciando Carlos con tutte le sue forze, strofinando lentamente i suoi fianchi sul suo corpo, mentre gridava di piacere.

Carlos le accarezza le cosce e le natiche e la sostiene contro lo schienale. Natasha allarga le gambe, saltellando, il che rende Carlos più ansioso. Entra in lei all’improvviso. Natasha ha lottato per contenere le spinte decise di Carlos, fatta impazzire dal culo audace del suo amante. Carlos l’ha scopata furiosamente, tirandole i capelli, avendo il controllo completo su questa donna. questa cagna cagna Carlos si avvicinò e spinse il suo cazzo più in profondità che poteva in Natasha. I due, ancora fidanzati, si sono baciati sul sedile posteriore dell’auto.

Natasha è stata portata a casa. Già con i vestiti, ha trovato il marito tranquillo, triste per la sua squadra persa in campionato. Sarebbe stata una notte tranquilla. Ha ricordato al marito la scommessa persa con il capo, a lui sconosciuto, che Carlos aveva già mangiato quanto voleva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *