Racconto erotico collettivo – EVANGELICA SALVATA DA UNA COPPIA DI AMICI

di | 15 de Aprile, 2024
Br4bet, la migliore piattaforma di scommesse in Brasile

Mi chiamo Angela, vengo da CAMPINAS-SP, una donna evangelica cresciuta con l’idea che tutto fosse proibito, che tutto fosse brutto, sono cresciuta e ho visto che ero diversa dalle altre ragazze, no. Non potevo farmi le unghie, non potevo radermi le gambe, non potevo mettere il rossetto, piscine e spiagge, assolutamente no.

Nella mia religione lo sposo lo scelgono i genitori, quando avevo 19 anni nessuno mi chiedeva nulla e di conseguenza ero già sposata. Lo volevo più che mai, perché era l’occasione di uccidere questa T che mi faceva andare in giro tutto il tempo con le mutandine bagnate.

La prima notte di nozze mi sono detta: oggi sarà il giorno in cui darò il massimo! Mi sbagliavo totalmente! Prima le donne in chiesa mi dicevano che non potevamo stare nudi a letto, il marito in pigiama e la moglie in camicia da notte lunga e con le luci spente! Siamo andati a letto e ho pensato! Verrò divorato da quest’uomo vergine! È stato allora che ho aperto le gambe e mio marito mi è venuto addosso, in quel momento ero così bagnata che mi gocciolava giù per il culo e la camicia da notte, le lenzuola erano bagnate e ho sentito questo mostro davanti alla mia vagina, no. era possibile! Ho sentito un piccolo cazzo entrare in me, non era più di 10 cm. Fantasticavo di fare sesso per ore, ma lui è andato 4 volte ed è venuto, correva, si faceva la doccia e si inginocchiava sul bordo del letto, volendo fare ammenda per il peccato che aveva appena commesso. Ero odioso e volevo scappare. E in 10 anni di matrimonio posso contare sulle dita di una mano le volte in cui mi ha posseduto. Adesso tutto ha inizio!

Ho un’amica sposata, Maria do Carmo e suo marito si chiama Júlio César, non sono evangelici, hanno circa quarant’anni, lei è mulatta e lui ha la pelle scura. E vado sempre a casa loro, perché abitano vicino a me. Dato che mio marito ama lavorare e pregare, non è mai a casa, né quando c’è un gruppo di fratelli che discutono la Bibbia, né quando dorme.

Maria do Carmo è sempre stata la mia psicologa, era l’unica persona con cui parlavo della mia vita sessuale.

Altre storie erotiche  matrigna arrapata III

L’anno scorso la coppia mi ha invitato ad andare in una fattoria che apparteneva alla sorella di Júlio e non c’era nessuno, la fattoria era bellissima! Ma María e Júlio avevano già cominciato tutto! Júlio indossava dei pantaloncini molto corti e María indossava dei pantaloncini che le coprivano il culo grosso e io credevo in quel vestito che le copriva le caviglie, è stato allora che María mi ha chiamato e mi ha detto:

– “Mettiamoci un bikini”!

Ho esitato a non indossarlo, non l’avevo mai usato; Lei mi prese per mano e mi portò nella camera da letto della casa, prese dalla borsa un bikini nuovo e me lo porse dicendo:

– Mettitelo, nessuno lo saprà, solo se glielo dici.

Quando ho visto Maria spogliarsi, ho notato che le sue gambe e la sua vagina erano rasate ed io ero completamente pelosa! La mia vagina somigliava alla barba di Enea. Quando María mi ha visto così, mi ha detto che mi avrebbe aiutato a radermi, ha preso prestobarba e crema, partendo dalla mia vagina e radendomi con un dito, mi ha toccato il clitoride, ho cominciato a sbavare, ma lei lo adorava mi ha dato una T, quando ha finito di depilarmi la vagina ero già venuta due volte, lasciando le gambe molli ed è successo senza problemi… mi sono depilata le gambe, cosa che non avevo mai fatto prima, l’avevo fatta, ho preso una doccia e. mettimi il bikini. E siamo andati tutti e due in piscina, quando Júlio mi ha visto, ha aperto gli occhi e ho pensato che gli sarebbe venuto un infarto, non ha resistito e mi ha detto:

-Angela, che bel corpo!

Lasciò la griglia e si diresse verso la piscina. Non ero mai stato in una piscina, ero spaventato a morte, e quei due bastardi mi hanno afferrato per il braccio e mi hanno gettato in acqua, mi fidavo di loro, come se li conoscessi da più di 10 anni, Júlio era disposto a mostrarmelo . Mi piace nuotare, quel bastardo di Julio non voleva proprio mettermi la mano nella vagina, mi piaceva, ho perso la vergogna, lo giuro, ho dimenticato di essere evangelico, ho dimenticato di essere sposato perché ero in paradiso.

Altre storie erotiche  Tecnico di Internet - Storie erotiche

Uscimmo dalla piscina e María prese dell’olio e disse a Júlio di passarlo e lei disse a me di passarlo per non scottarmi mentre lo passavo, poi è toccato a me! Che meraviglia per me sdraiarmi sulla schiena e farmi ungere da María e Júlio! Maria cattiva! Mi stavo mettendo dell’olio sul seno, Júlio mi massaggiava le spalle e ho notato che la situazione si stava surriscaldando ed ero intrappolata, è stato allora che María ha iniziato a massaggiarmi i capezzoli con una mano, che ai tempi del campionato erano duri come la roccia e con una mano. L’altra mano passa attraverso il mio perizoma.

All’improvviso mi stava masturbando e ha cominciato a succhiarmi il seno, il perizoma di Júlio sembrava una salsiccia calabrese all’interno del perizoma, quando ho capito che Júlio aveva la bocca che succhiava la mia vagina, non è così, ho succhiato e baciato come se la mia vagina fosse una bocca . ! Ho perso il conto delle eiaculazioni che ho fatto nella bocca di Júlio, ero in un altro mondo! Sono passati a María, sono entrati nella mia vagina e Júlio ha tirato fuori questo peperoncino enorme e me lo ha messo in bocca, ho succhiato quel membro come se fosse un cono gelato e non vedevo l’ora di riceverlo tutto dentro, ma è così non è il caso. Non ci vorrà molto! Mi sono reso conto che ero nudo quando Júlio mi ha allargato le gambe e ha strofinato la sua enorme testa sulla faccia della mia vagina macchiata e ha cominciato a invadere la mia vagina stretta molto lentamente perché quando l’ha inserito era entrato solo un piccolo cazzo delle dimensioni di un rossetto. mezzo sfruttato! Se la mia vagina avesse avuto i denti, avrei tagliato il cazzo di Júlio. Non importa quanto si sia contratto. Appena lo scrivo sono già in T! Non avevo spazio! Lui mi penetra e lei mi succhia. Mi ha portato in tutte le posizioni possibili, mi ha fatto sedere in ginocchio, sul fianco e in posizione 4 di pompaggio, Júlio si è fermato, ha messo tutto e si è fermato! Ho sentito un fiotto caldo dentro di me e sono venuta anch’io! Sono svenuto! Ma non è finita lì, Júlio è andato in piscina, si è lavato i peperoni ed è tornato, questa volta ha preso María a quattro zampe e l’ha penetrata, questa mia amica è una puttana mentre lei gemeva e urlava ed è venuta allo stesso tempo tempo, è stato quando ho visto Júlio prendere un gel che era in mezzo all’asciugamano e metterlo nell’ano di María che era seduta su quel razzo e ingoiarlo lentamente, a poco a poco è scomparso dentro di lei mentre cavalcava. . si è registrata, non ho resistito e sono andata ad aiutarla. Entrambi abbiamo deciso di metterci tra le sue gambe e succhiarle la vagina, non l’avevo mai fatto prima, ho sentito questo slime che sembrava slime di gombo ma in larga misura, ho sentito il suo sperma in bocca e ho anche sentito che si stava divertendo Esso. Noi tre siamo svenuti a bordo piscina. E poi siamo andati a farci una doccia.

Altre storie erotiche  Hooker Lovers - Storie erotiche

Dopo ero imbarazzato e mi hanno trattato con grande affetto. La carne sul barbecue si è trasformata in carbone. Poi dovevamo pranzare e Júlio e María bevevano birra e mi hanno offerto un bicchiere di vino. Dopo pranzo siamo andati a fare un riposino. Poi ci siamo svegliati e abbiamo fatto di nuovo sesso. Non lo sapevo, ma María e Júlio erano una coppia liberale che già praticava lo swing e il sesso a tre. Dopodiché ho indossato il mio abito evangelico e siamo tornati a casa. Sono tornata sana e salva, ora ero un’altra donna, completa. Sono ancora evangelica, sposata con due bellissimi bambini, ma ora ho una coppia di grandi amici che dissetano il mio corpo che mio marito non ha mai spento! E secondo i desideri di mio marito, sto 1-2 mesi senza sesso, ma ora due volte a settimana ho l’opportunità di divertirmi molto con Maria do Carmo e Júlio, che è il mio secondo matrimonio, non posso più vivere senza di loro.

Sono un evangelico della CCB, puoi criticarmi quanto vuoi, ma ora sono felice, perché sono completo.

*Pubblicato da tigresiltaire sul sito climaxcontoseroticos.com il 04/01/19.