Racconto erotico di corone – La buona suocera

di | 11 de Aprile, 2024
Br4bet, la migliore piattaforma di scommesse in Brasile

Roger è venuto a trovarmi in terapia a causa del suo rapporto con la suocera, a causa della coscienza sporca. Roger ha circa 1,70 anni, un po’ sovrappeso, bianco, con barba sottile e capelli corti. Quello che riporto è la sua descrizione di quanto accaduto:

“Ho 36 anni e sono sposato con Rebeca da 5. Lei ha 10 anni meno di me ed è una rappresentante di bellezza, quindi a volte trascorre una o due notti alla settimana fuori casa quando viaggia nelle città vicine. Sono un avvocato e Rebeca è l’unica figlia di Simone, che ha 45 anni.Simone è una donna bellissima, con un seno voluminoso, bruna, capelli corti, cosce grosse e un culo grosso.

Dall’inizio della mia relazione con Rebeca ci sono stati molti scherzi con mia suocera. La chiamavo vipera e lei mi dava fastidio, ma era uno scherzo. Ci siamo conosciuti di più durante le vacanze e alcuni giochi hanno iniziato a prendere vita. Mi dava sempre schiaffi sul sedere e minacciava di infilarsi le mutandine dalla testa se lo avesse fatto di nuovo. Un giorno mi sono avvicinato a lei, stava scherzando, pensavo che stesse per urlare, ma Simone è rimasta ferma a guardare. Mi sono fermato e lei ha detto a bassa voce: “genero, non hai coraggio, stai solo minacciando”. A queste parole, con calma, sono venuto e ho messo la mano dietro di lei, ma invece di abbassarle le mutandine, ho infilato la mano nei suoi pantaloni e le ho stretto il culo carnoso. Se n’è andata velocemente e ho pensato che sarebbe crollata. Ma niente, continuava a darmi schiaffi, ma io ho cominciato a dire: pari diritti… e ho dato affettuosamente una pacca sul sedere alla suocera. A volte agitava la mano in modo provocatorio.

Altre storie erotiche  mia moglie ad una festa

Una sera avevamo bevuto troppo e io e Simone eravamo in cucina. Dopo averla stuzzicata, l’ho afferrata e le ho accarezzato il culo, lei si è adattata e io ho raggiunto la sua figa, le ho messo un dito dentro, poi è arrivata Rebeca, che non si è accorta di nulla perché aveva anche bevuto troppo. Il giorno dopo, ultimo giorno di vacanza, tra genero e suocera non ci furono più provocazioni, ma si scambiarono sguardi avidi e quando la salutai, l’abbracciai forte e lei sorrise, mostrando la sua accettazione. . .

Si scopre che circa tre mesi dopo Simone si separò dal compagno, che era quasi sempre ubriaco. Rebeca è venuta e mi ha chiesto che sua madre venisse a vivere con noi, ho detto di no, ma lei ha insistito e alla fine ho accettato. In effetti, la mia paura di avere mia suocera sotto lo stesso tetto non era un conflitto, ma piuttosto che andassimo troppo d’accordo…

Simone ha una bellezza matura che mi ha sempre attratto. Quindi ho cercato di essere più formale quando è arrivata. Il risultato, però, fu un rimprovero da parte di Rebeca, che diceva che ero diversa, che dovevo essere più gentile con sua madre. La cosa peggiore è che Simone è arrivato alla fine di questo rimprovero e ho sentito qualcuno che mi guardava con un sorriso provocatorio. Amo mia moglie, ma mia suocera era diventata irresistibile!

Il giorno dopo ho accompagnato Rebeca all’aeroporto perché doveva fare un corso per rappresentanti della sua azienda e quindi sarebbe rimasta via per 4 giorni. Prima di partire raccomandava anche: “Tratta bene mia madre”. Da lì ho cominciato a lavorare, ero tesa, ma ho deciso che avrei resistito, che non avrei dormito con mia suocera.

Sono tornato a casa e Simone indossava un abito corto e guardava la TV. Mi ha detto: “Ehi, dov’è il bacio di tua suocera?” Mi sono avvicinato a lei e ho aperto il gioco. Le ho detto che la trovavo molto carina e attraente e che, per rispetto verso sua figlia, l’avrei fatto. Stai lontano. Allora Simone mi ha detto: “Guarda, io ho molta esperienza e non credo in un uomo che non guarda un’altra donna. Quindi, se resto con te, sarà un favore per mia figlia, perché Non minaccerò mai di rovinare il vostro matrimonio.” Non ho detto niente e sono andato a farmi una doccia. Continuò a pensare alla deliziosa corona che si era regalata e l’emozione in quel momento fu più grande di ogni pudore.

Altre storie erotiche  Racconto di incesto erotico - Mi chiamo Marly, ero una vergine innocente, fino a... parte 2

Uscii dal bagno con solo un asciugamano e mi diressi verso Simone che era ancora in soggiorno. Senza dire nulla mi sono seduto accanto a lei, l’ho stretta a me e ci siamo scambiati un lungo e dolce bacio. Le sue mani presto accarezzarono il mio cazzo, che era ansioso di scopare la sua matrigna. Ah, donna esperta! Ho dovuto toglierti la bocca dal cazzo altrimenti sarei venuto proprio lì. Lei sorrise e si voltò verso di me. Ho spostato le mutandine di pizzo di lato e ho iniziato a succhiarle. Figa carnosa, cazzo grosso, delizioso!

Simone ha cominciato a dire andiamo…dapprima lentamente, poi ha urlato chiedendo di essere scopata. Ho smesso di succhiarla e lei si è posizionata a faccia in giù sul divano con le gambe aperte e con un sorriso malizioso ha detto: “Sono una brava matrigna, vero?” Non ho nemmeno detto niente. ma pensavo… non va affatto bene… tesoro! Ho infilato il mio cazzo in quella figa grande e deliziosa. Era frenetico, delizioso. Ci siamo divertiti quasi insieme.

Poi siamo andati a letto, ci siamo baciati per mezz’ora, nudi. Poi Simone mi ha baciato e mi ha detto che voleva un 69. Mi è salita sopra. Ha iniziato a succhiarmi di nuovo il cazzo, questa volta sono riuscito a resistere molto più a lungo. Ho avuto una visione della sua figa e del suo culo spalancati per me. Ho succhiato lentamente, curando i dettagli. Ho deciso di rischiare e ho iniziato a leccarle il culo. È impazzita… mi ha succhiato il cazzo all’impazzata mentre io le leccavo il suo delizioso culo. Ha cambiato posizione e si è seduta sopra di me. Mentre aggiustavo la posizione del mio cazzo per penetrargli nel culo, ho ripetuto più e più volte… genero cattivo! Ho mangiato quel culo delizioso tra baci e sguardi pieni di desiderio. È venuta, mi ha lasciato andare e ha iniziato a succhiarmi di nuovo. Ho capito che voleva mettersi lo sperma in bocca e così è stato. Che deliziosa eiaculazione!

Altre storie erotiche  Corona del 60° anniversario dell'Accademia

Da quel giorno, ogni volta che mia moglie viaggia, mi godo il miglior divertimento e sesso con mia suocera. È giusto? Posso continuare così?

*Pubblicato da OPpsicologo sul sito climaxcontoseroticos.com il 01/03/17.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *