Racconto erotico di tradimento – All’Hotel Fazenda

di | 27 de Giugno, 2024

VOGLIO CONDIVIDERE UNA STORIA DI MIA MOGLIE, quando ha tradito il suo ragazzo per la prima volta e come bonus ha perso la verginità del culo. Fernanda all’epoca aveva circa 20 anni, è magra, alta 1,60 me pesa 50 kg. Ha i capelli biondi, gli occhi color miele, le labbra carnose, la pelle molto chiara e una presenza che attira naturalmente l’attenzione.

Fernanda aveva una relazione con Víctor, il suo ragazzo dai tempi della scuola, per molti anni, e fino ad allora aveva avuto solo rapporti sessuali con lui. Un giorno di vacanza avevano programmato una gita in un ostello sulla costa, con l’intenzione di godersi la spiaggia e uscire molto. Per l’occasione Fernanda decide di acquistare un nuovo bikini e Víctor le propone un modello più audace, un perizoma. Il bikini nero, taglia S, metteva in risalto le sue natiche paffute. Fernanda amava il lavoro ed era entusiasta di immaginarselo praticamente nudo davanti ad altre persone. Sebbene trovasse il bikini scandaloso, Victor insistette affinché lei lo indossasse e glielo diede addirittura, a condizione che lo indossasse solo quando erano insieme.

Tre giorni prima del viaggio, Victor ha annullato i piani e ha offerto numerose scuse. Non era la prima volta che ciò accadeva, lasciando Fernanda furiosa e decisa a non trascorrere le vacanze a casa. Il giorno dopo decide di partire per un’altra destinazione: un albergo rurale con suo fratello e la sua ragazza. Invita Victor, che rifiuta, aumentando così la frustrazione.

Quando sono arrivati ​​all’agrohotel il paesaggio era incantevole, con tanto verde, cascate naturali e piscine. Gli chalet erano accoglienti e appartati, perfetti per momenti in due. Fernanda si è cambiata d’abito, ha indossato dei pantaloncini molto corti che mettevano in risalto la sua bellezza ed è andata ad esplorare il terreno con suo fratello e sua cognata.

Di ritorno allo chalet, una guida dell’hotel li invita a visitare una fattoria vicina. Il fratello e la fidanzata furono d’accordo, ma Fernanda, ancora scioccata dall’insulto di Víctor, preferì restare nella stanza. Ha provato a guardare la TV, ma il dispositivo non funzionava. Sentendosi sola, la sua irritazione nei confronti di Victor crebbe e, per la prima volta, pensò di tradire il suo ragazzo. Ero entusiasta all’idea, ma allo stesso tempo spaventato, perché non avevo mai fatto nulla di simile prima. In un misto di eccitazione, paura e rabbia, Fernanda ha raccolto tutto il coraggio, ha aperto la valigia, ha indossato il tanga e si è diretta verso le piscine con l’intenzione di preparare qualcosa.

Le piscine erano piene di ospiti di tutte le età. Quando Fernanda si tolse il pareo e si sdraiò su una sedia a bordo piscina, tutti gli occhi erano puntati su di lei. Tutti gli uomini che passavano rallentavano per ammirare il bikini a stringhe. Non passò molto tempo prima che un ospite più audace si sedesse sulla sedia accanto a lui e iniziasse una conversazione. Si chiamava Rafael, un uomo di statura media, pancia discreta, 35 anni, e trascorreva le vacanze in albergo con la famiglia e gli amici. Indossava una catena d’oro e un grande orologio e le sue parole erano piene di gergo malvagio. Durante la conversazione, l’uomo rivelò di essere già stato sposato tre volte, ma di essere single, dettaglio che contrastava con la vita monogama che lei conosceva. Non era certo il tipo di Fernanda, ma la sicurezza che emanava attraeva la ragazza.

Rafael guardò il suo corpo dall’alto in basso e non cercò di nascondere la sua eccitazione. Fernanda ha approfittato dei suoi occhiali da sole per tenere gli occhi sul cazzo duro sotto il costume da bagno di Rafael. Ha cercato di comportarsi come se nulla fosse successo, ma è rimasta visibilmente sorpresa dalla situazione.

La invitò ad entrare in piscina e Fernanda accettò prontamente. In acqua, Rafael inventava mille scuse per avvicinarsi e toccarla, sempre “sbattendola contro involontariamente” o dandole una leggera spinta. Fernanda non ha facilitato, ma ha acconsentito. Ho fatto finta di credere alle scuse. Arrivò un punto in cui non si prese più la briga di giustificarsi mentre le strofinava il cazzo duro contro il culo.

Altre storie erotiche  Racconto erotico di gruppo – Il viaggio delle donne

Uscirono dalla piscina e si sedettero a parlare. Poco dopo, Rafael ha presentato un amico. Clóvis era un uomo di colore di 32 anni, alto e forte, con un sorriso accattivante e modi dispettosi. Ma a differenza dell’atteggiamento rilassato di Rafael, era piuttosto gentile. Fernanda è stata subito attratta da quest’uomo e, nella sua testa, aveva già scelto con chi avrebbe tradito il suo fidanzato.

Clóvis le chiese dove alloggiava e se era sola. Fernanda rispose che si trovava nello chalet numero 215, accompagnata dal fratello e dalla cognata, che erano andati a visitare una fattoria della regione, e che per un momento era lì da sola, a godersi la piscina. Rafael ha iniziato parlando della comodità delle cabine e di come fossero ideali per trascorrere un momento tranquillo a due, senza interruzioni. Fernanda riconosce che gli chalet sono confortevoli, ma si rammarica di non poter ricevere nessun canale televisivo. Fortunatamente, Clovis si è offerto di guardare la TV. Fece questa proposta così bruscamente che Fernanda accettò ingenuamente, rendendosi conto poi di essere caduta in una trappola.

In quel momento il fratello di Fernanda la chiamò al cellulare per dirle che avrebbero trascorso il resto della giornata alla fattoria e che sarebbero tornati solo per la cena. Quando riattaccò, Fernanda si rese conto che le circostanze cospiravano per ingannare il suo ragazzo. Fino ad allora, Victor era stato il suo unico uomo e non era mai stata così vicina a tradire il suo ragazzo. L’adrenalina la prese, avvertì anche un leggero tremore, ma raccolse comunque le sue cose, si avvolse nel pareo e proseguì con i due uomini verso lo chalet.

Davanti allo chalet Fernanda si rende conto che non si può tornare indietro; Aprendo questa porta, sarebbe sul punto di mescolarsi con questi due uomini. Fece un respiro profondo, girò la chiave ed entrò. Non appena ha gettato le sue cose in un angolo, il ragazzo nero era già intrappolato dietro di lei, spingendole dentro un cazzo enorme e duro. Rafael non perse tempo e afferrò Fernanda dal davanti e la baciò con la lingua.

Quando Fernanda ha incontrato Rafael in piscina, ha pensato di restare con lui in vacanza. Quando si rese conto che anche Clóvis era in competizione per la sua attenzione, pensò che avrebbe preferito dare una possibilità al nero, e immaginò addirittura di restare con loro due, un giorno ciascuno, perché no? Ma quando ha invitato i due uomini nella capanna, si è reso conto di aver perso il controllo della situazione.

Fernanda è cresciuta in un ambiente molto cattolico, che le ha fatto credere che Víctor sarebbe stato il suo unico partner per tutta la vita. Anche se occasionalmente fantasticava su altri uomini, questi pensieri venivano rapidamente soppressi.

Quando si rese conto di quello che stava succedendo, questa ragazza bianco latte era in mezzo a due uomini più anziani, uno dalla pelle scura e l’altro nero, che la baciavano sulla bocca e le passavano le mani su tutto il corpo.

Non c’è voluto molto prima che Clóvis tirasse fuori il suo enorme cazzo duro dal costume da bagno. Fernanda non aveva mai visto il cazzo di un uomo di colore prima, si inginocchiò davanti a lui e prese il suo enorme cazzo con piacere. Ben presto la sua bocca si riempì di saliva, che scorreva dagli angoli delle sue labbra, cercò di ingoiare tutto il cazzo in una volta e, quando non ci riuscì, iniziò a leccargli le palle e tutto il cazzo. Dopo aver succhiato a lungo quel cazzo enorme, si è alzata e ha voltato le spalle a Clóvis, appoggiandosi sul divano e picchiandolo. Senza perdere tempo, si avvicinò a lei e cominciò a spingere il gigantesco palo imbevuto di saliva contro il suo culo bianco. Lui le ha tirato da parte il perizoma del bikini e senza preservativo le è penetrato tutta la figa. In quel momento, Rafael le passò accanto, strappandole il top del bikini per morderle il seno. Fernanda ha tirato fuori il cazzo di Rafael dal costume da bagno e non poteva crederci quando ha visto che aveva un cazzo dello stesso calibro del negro e Rafael ha subito seppellito il suo cazzo nella sua bocca, raggiungendo la parte più profonda della sua gola, facendole soffocare. Era posseduto dal desiderio e senza pietà se lo mise in bocca, mentre le tirava i capelli.

Altre storie erotiche  Racconto di gruppo erotico - Agguato sessuale, la mia prima doppia penetrazione con i dotati

Non ci volle molto perché cambiassero posizione. Adesso era Rafael a leccare la fica, mentre Fernanda succhiava il cazzo di Clóvis.

Quando il negro vide Rafael accarezzare il culo di Fernanda, annunciò: “Mangiamo anche quel culo!” In quel momento Fernanda aveva le farfalle nello stomaco perché non le aveva mai preso a calci nel sedere. Poi ha protestato: “No, non nel sedere! Sono una vergine del sesso anale”.

Era come una parola magica ma ebbe l’effetto opposto. Entrambi sono impazziti per prenderle la verginità. A loro non importava delle sue paure e le dicevano in termini semplici: “Ti prenderemo a calci in culo, stronza!”

Distesero Fernanda sul divano, togliendole finalmente il perizoma e appoggiandola a faccia in giù. Clovis le ha allargato il culo con le mani e poi la sua lingua è andata dritta al punto! Dritto nel culo…! La sua lingua esplorò ogni piega, si voltò e cercò di aprirsi sentiero, poi girava su e giù tra le fessure e tornava direttamente all’asino. Fernanda ha la pelle d’oca. È stata la cosa più sporca che abbia mai fatto in vita mia!

Rafael non poteva sopportare di vederlo e ha detto che voleva divertirsi anche lui, quindi Clóvis si è fatto da parte e ha ceduto. I due si alternarono, leccandosi un po’ ciascuno e di tanto in tanto lei sentiva entrare un dito sfacciato, come per darle un assaggio di quello che sarebbe successo.

Chiuse gli occhi e non sapeva più quale stava leccando. Ero semplicemente delirante perché l’orgasmo si stava avvicinando così tanto. Senza preavviso, e godendosi una lingua nella sua figa, mentre un’altra continuava a lavorare duro nel suo culo, lei venne violentemente, spasimando dalla testa ai piedi e tremando con tutto il corpo.

Non ha nemmeno finito di venire bene e il ragazzo nero ha detto: “Basta leccate. Adesso ho davvero voglia di scoparti. Il ragazzo nero ha allargato le natiche e ha sputato forte”. La saliva formò una piccola pozza sul culo vergine, così la strofinò sulla testa gonfia e rossa, ruotandone le pieghe. Un attimo dopo Clóvis spinse con violenza e spinse metà di quel baule nero nel culo di Fernanda. Non l’ha aggiunto poco a poco, come lei si aspettava. Si è semplicemente schiantato! Si trattenne il più possibile dal gridare e poi morse un cuscino per attutire i suoi gemiti. “Non preoccuparti, ne ho messo solo la metà. C’è ancora molto da mettere.” Mentre Clóvis avvertiva che c’era ancora molta strada da fare, Fernanda sentiva il resto di questo mostro avanzare centimetro dopo centimetro.

Fernanda delirava di piacere mentre sentiva l’enorme cazzo del negro che le massaggiava le pieghe e le riempiva tutto il culo, lasciando penzolare solo le palle. Le gambe di Fernanda tremavano, gemeva forte e non appena si tolse il cuscino dalla bocca, Rafael entrò immediatamente con il suo cazzo. L’uomo nero cominciò a spingere come un animale e lei sentì le sue palle colpirle il culo e il sudore schizzare ovunque, mentre la sua proboscide gigante entrava e usciva dal suo culo ad un ritmo pazzesco. La abbracciò forte intorno alla vita e allo stesso tempo la spinse, la tirò verso il suo cazzo, mentre Rafael la chiamava puttana calda e le riempiva la bocca con il suo cazzo.

Rafael ha subito detto che ora toccava a lui assaggiare il culo. Si sedette sul divano e si mise Fernanda in grembo, tirando così forte che tutto il suo cazzo le entrò nel culo in una volta. Sono rimaste solo le palle. Dopo un po’, Clóvis si mise di fronte a lei per farsi succhiare. Il sudore gocciolava dalle cosce di Fernanda e si mescolava al sudore che scorreva liberamente lungo le gambe di Rafael e bagnava l’intero divano. Ero dolorante e crudo, ma l’emozione era ancora forte.

Altre storie erotiche  Mangiare il culo vergine di Safada

I due l’hanno davvero presa. Fernanda non aveva quasi bisogno di muoversi, si sottometteva semplicemente alla volontà di questi due cazzi mostruosi che abusavano di lei in ogni modo. L’hanno penetrata, leccata, strizzata e costretta a fare sesso come volevano. L’uomo nero cominciò a strofinare forte il suo cazzo contro le sue tette, dicendo che erano molto giovani, praticamente intatte, e cominciò a strofinare furiosamente il suo cazzo duro contro le sue tette. Questo la rendeva incredibilmente eccitata.

In mezzo a tutta questa follia, Rafael ha detto due parole magiche, che l’hanno fatta impazzire: “Doppia Penetrazione”. “Adesso ti scoperemo allo stesso tempo.” Di gran lunga, è stato il sesso più pazzo e delizioso della vita di Fernanda, e concluderlo con una doppia penetrazione è stato un abuso. Rifinito con stile!

Fernanda rimase seduta sulle ginocchia di Rafael, ma ora era seduta di fronte a lui. Clóvis arrivò per primo, venne da dietro e ricominciò a mangiare la cudela. Rafael era già a terra, quindi ha chiesto al negro di aspettare un po’, si è sistemato e ha cominciato a penetrare nella vagina. È stato un momento delizioso. Per la prima volta nella sua vita, Fernanda sentì due cazzi dentro di sé, completamente pieni, non era rimasto nemmeno un centimetro vuoto, né nella figa né nel culo.

Sentì i movimenti di Rafael e Clóvis allo stesso tempo, i due che si spingevano violentemente in sincronia. Noi tre stavamo preparando un delizioso panino e lei ci faceva il ripieno. Rafael le tenne strette le natiche e cominciò ad allargarle: “Mettitelo senza pietà, amico. Spella il culo di questa bella troia. Lasciale il culo distrutto.” In quel momento il negro diede una serie di colpi molto forti e veloci, e il suo cazzo ne uscì sporco. “Merda! Ti farò a pezzi,” urlò.

Entrambi iniziarono a pompare più forte. È stata la gioia che è arrivata. Fernanda sentì che da un momento all’altro l’avrebbe inondata di sperma, così cominciò a rotolarsi come una donna lasciva, perché voleva venire con loro.

Fernanda sentiva già l’orgasmo formarsi tra le sue gambe, quando il negro le diede un colpo violentissimo sul culo, e quando si ritirò, lei gemette e le spruzzò il culo di sperma. Erano aerei potenti e generosi. Sentendo quel caldo bagno di fango nella sua vagina, Fernanda diede qualche altro colpo al cazzo di Rafael e cominciò a venire anche lei. Con i suoi movimenti, Rafael non si è trattenuto e quando la ragazza si è allontanata da lui, ha ricevuto il suo sperma caldo e forte sulla pancia.

Nel mezzo, con i loro cazzi enormi, Fernanda li ha strizzati, estraendo le ultime gocce di sperma. Entrambi i ragazzi erano in trance e sentivano piccoli spasmi, come se fossero il bersaglio di scosse elettriche dalle loro mani, che manipolavano i loro cazzi con grande affetto, in cambio di tutto il piacere che avevano dato loro.

I due innamorati si alzarono pigramente, indossarono i costumi da bagno e prima di andarsene si scambiarono un bacio alla francese. “Saremo qui al club fino alla fine delle vacanze. Spero che ci divertiremo di più. Sei sexy”, ha detto Rafael. Quando stava per andarsene, l’uomo di colore diede a Fernanda una pacca sul sedere. “Mi è piaciuto tantissimo cagarti nel culo,” disse, facendo arrossire la ragazza per l’imbarazzo.

Appena rimase sola, Fernanda andò a farsi la doccia e a pulirsi. Sotto la doccia già pensavo alla possibilità di fare qualcosa in altri momenti durante le vacanze, del resto chi lo fa una volta, lo fa due o tre volte. Fernanda è stata la sua puttanella per quattro giorni, ma questa è un’altra storia.

Tpnnll@gmail. Con

*Pubblicato da tpnnll sul sito climaxcontoseroticos.com il 24/06/24.