Realizzata la fantasia dell’amico 1.

di | 10 de Dicembre, 2022

Ad un certo punto della mia vita, non molto tempo fa, stavo attraversando una crisi che è diventata sempre più grave nel corso degli anni del mio matrimonio. Disoccupato, 31 anni, con un figlio da crescere, il mio rapporto con mia moglie non andava bene. Non a causa del problema finanziario. Ma a causa del problema sessuale. Stavamo diventando freddi e distanti gli uni dagli altri, e tutte le nostre comunicazioni sembravano sempre più incomprensibili.

Sono sempre stato un fan dei social network, e attraverso di essi ho potuto incontrare persone, in questo vasto mondo dove tutto nel dominio virtuale è del tutto improbabile, perché non sappiamo chi c’è dall’altra parte dello schermo fino a poterli guardare negli occhi e camminare, come dice un minatore, mangiando insieme un chilo di sale.

Avevo un’app, oggi non la uso più, e in questa app ho conosciuto due ragazzi. Non voglio minimizzare l’app, ma le persone che volevano essere banali l’hanno usata molto. La maggior parte delle persone che si sono avvicinate a me erano gay. Ho amici gay, ma non ero pronto per una relazione con nessuno di loro. Ho una linea guida ben definita, rispetto chi decide di cercare la felicità in modo innaturale, ognuno è felice come può.

Ma ero già un po’ stufo di così tante persone che mi cercavano per avere un’avventura sessuale con me, stavo anche per disinstallare questa app dal mio telefono. Poi ho conosciuto un ragazzo super educato e simpatico, abita poco distante da casa mia, a circa 20 minuti di autobus da casa mia. Questa applicazione ti ha permesso di trovare altri utenti in un raggio di 20 km. Quindi è stato facile per te incontrare persone. E grazie a questa tecnologia, ho incontrato un nuovo amico.

Allora aveva 40 anni, lavorava in analisi contabile, sposato da 10 anni, di famiglia modesta ma ben strutturata. Lo chiamerò Malbec. È un profumo che ama indossare ed è per questo che l’ho chiamato così per preservarne l’identità.

Non c’era molto in comune tra il mio mondo professionale e quello di Malbec. Pertanto, non avremmo un soggetto all’interno dello stesso ramo. Tuttavia, nonostante la disoccupazione, avevo avviato un piano alternativo per non farmi indebitare dalla crisi che mi stava attraversando. Il mio matrimonio cercava ossigeno. E dopo aver saputo di Malbec, finì per andare a puttane.

Scambiandoci informazioni di base, abbiamo scoperto alcune coincidenze davvero interessanti: eravamo ossessionati dai profumi, il che mi ha permesso di programmare una giornata con lui per incontrarlo di persona per una demo totalmente intransigente per raccontargli la mia attività: ora lavoro nella vendita diretta, avendo aperto il mio franchising in una società di Relationship Marketing; Le nostre donne avevano lo stesso nome: Rejane Silva. Aveva un figlio e anche io avevo un figlio. Ero in una crisi di relazione, stava appena superando una crisi. Sì, abbiamo finito per legare molto velocemente anche se non ci eravamo mai incontrati.

Non gli ho venduto niente il giorno in cui ci siamo conosciuti. La verità è che se fosse stato solo per i soldi, sarebbe stato il nostro ultimo appuntamento. Nacque un’amicizia molto forte. Malbec è diventato più di un semplice cliente potenziale. In quel momento è nata una connessione tossica e avvincente. No, ragazzi, non ero eroticamente attratta da lui. Niente di tutto ciò. In effetti, non ha nemmeno comprato un prodotto con me per testare o aiutarmi con la mia fonte di reddito alternativa. Anche sua moglie era anche consulente di una società di marketing relazionale, sarebbe stata automaticamente una mia diretta concorrente. Rejane è stata Executive Consultant presso Sapphire Pine, con un gruppo coeso e produttivo per due anni. Mi ha detto che la sua casa era piena di cosmetici, profumeria, nutraceutici, tra gli altri, non era solo un’imprenditrice, era una grande consumatrice e dedita alla visione che le era stata data. Questo, secondo la sua storia.

Nonostante tutto l’amicizia si è fatta più stretta e abbiamo passato ore e ore a scambiarci idee su vari argomenti. Lo ammetto, pensavo che questo ragazzo fosse gay. Ero sospettoso perché era molto educato e persino sensibile. Uno stupido giudizio da parte mia. Gli ho persino confessato e lui ha riso. Mi ha raccontato che un giorno è successa la stessa cosa in metropolitana, un uomo poco più grande di lui ha avuto un piccolo incidente per la sua sbadataggine nello scendere dall’auto alla stazione di destinazione, poi ha camminato falsamente nello spazio tra le metropolitana e la stazione e si è slogato il piede. Malbec ha aiutato sul posto e ha visto che aveva un osso rotto. Il ferito lo ringraziò per il suo aiuto, ma la delicatezza con cui maneggiava il Malbec e la sua voce, che non era quella di un uomo brutale e mascolinizzato come la maggior parte degli uomini, lo portarono a formulare lo stesso giudizio.

Offense par les soupçons de l’homme Blessedé, il s’est limité à fournir de l’aide et a poliment dit au revoir à l’homme, mais a donné une conference au gars pour l’avoir traité avec préjudice à sa façon d ‘essere.

Dopo aver ascoltato questo rapporto, mi sono scusato per il mio giudizio. Ma sorrise e disse che ero stato totalmente diverso dall’uomo della metropolitana. Ho mostrato carisma e guadagnato il rispetto del mio nuovo amico.

Abbiamo condiviso molte… e… beh, confessioni molto personali. Malbec è diventato un fedele ascoltatore delle mie lamentele sul matrimonio. Il solo fatto che mi stesse ascoltando era confortante. Ho persino menzionato la mia dipendenza dalla pornografia.

In effetti, la mia Réjane aveva, e ha ancora, molti tabù riguardo al sesso. Da lì, non abbiamo avuto molti dialoghi al riguardo. Secondo, perché era molto conservatrice e non faceva certe cose a letto perché erano stronze. Che dovrei rispettarla come una donna di famiglia. E terzo, che mio figlio è entrato nella sua vita nelle sue preoccupazioni e ho visto in lei un modo per sfuggire anche ai crescenti problemi del nostro matrimonio.

Il Rejane di Malbec era l’esatto opposto del mio. Malbec ha parlato con orgoglio della sua moglie nera dalle labbra carnose, alta 1,75 m, capelli corti e ricci, posteriore pieno, seni abbondanti e una figa stretta e carnosa all’aperto. Era Réjane che volevo nel mio letto: era in tutto, non aveva pregiudizi su tutto ciò che aveva a che fare con il sesso, propositiva e dinamica, e tante altre qualità che se le elenco qui non le ottengo. dove voglio andare.

Malbec mi ha detto che il problema che ha colpito il matrimonio è stato il suo temperamento. E secondo, la famiglia. Era molto vicina alla famiglia e lasciava che fossero coinvolti nelle questioni relative alla coppia. Rosane lasciava che le questioni familiari la riguardassero a casa, coinvolgendo il marito in cose che non lo interessavano. Questo li ha portati a litigare più volte. Malbec era più passivo, cercava sempre di cedere per non ferire, a differenza di me che cercavo sempre nella mia ragione la forza della verità e della giustizia.

Secondo lui, i litigi sono diventati più frequenti e ha pensato di rinunciare al matrimonio. Era già arrabbiato con lei, aveva persino pensato di lasciarla. E quando ha detto che era stufo della sua famiglia e dell’intera situazione, si è disperata. Ero pazzo di lui. Principalmente perché si frequentano da oltre 10 anni. È stato il primo ragazzo che ha portato a casa per incontrare i suoi genitori.

Che Rejane ha sempre spento il fuoco delle risse con del sesso molto bollente. Dalla sua descrizione del profilo, sembrava avere l’ultima parola sulla maggior parte delle cose in casa, ma chi sono io per giudicare la vita del ragazzo? Se era felice che lei fosse dominata, bene. Réjane Malbec inizia a suscitare curiosità e fascino. C’era molto su di lei e mia moglie, tranne il sesso.

Fu allora che mi feci coraggio e chiesi a Malbec di mostrarmi una foto di Réjane. Temendo il peggio, stavo anche per ricevere una risposta, ma lui mi ha sorpreso inviandogli una foto su WhatsApp. La descrizione del suo fisico era tutto ciò che mi aveva detto Malbec e altro ancora. Una bella donna di colore. A guardarlo, era già imponente. Finanziariamente indipendente dal marito, era responsabile delle sue decisioni e aveva anche il controllo del suo proprietario. Bellissimo. Delizioso. Sbottai il complimento del nuovo amico. Ho provato a sistemare la merda che ho fatto, ho pensato. “Con tutto il rispetto, fratello mio, non fraintendermi, ma sei un uomo fortunato.

Malbec: Lo giuri, fratello? L’hai trovata sexy? – una risposta insolita, seguita da una domanda che richiedeva conferma.

Io: Sì amico mio. E per finire, indossa quel vestito giallo nella foto, immagino sia il suo colore preferito.

Malbec: Non dirmi che anche a tua moglie piace il giallo?

Mi piace. E il giallo va molto bene in entrambi.

In quel momento, pensieri completamente liberi mi hanno invaso. Réjane Malbec ha assunto le mie fantasie. Non avevo mai visto un caso da vicino, ma Malbec si è rivelato un vero cornuto, un uomo che si compiace di vedere sua moglie desiderata o posseduta da un altro. E, nella mia situazione, è diventata una vera e propria porta spalancata alla tentazione.

Da quel giorno, tutte le nostre conversazioni ruotavano attorno a lei. Ed era molto contenta quando parlavo bene di lei. Ha ripetuto più volte la domanda se pensava che fosse bella, sexy. Disse innocentemente, limitandomi al massimo, che lui, nonostante i litigi e le disgrazie familiari, doveva prendersi cura della compagna e imporsi di più, perché per forza di verità e di legge, doveva esigere più cure. suo. tempo per la coppia Ma, nel complesso, è stata un’ottima compagna, e ha dimostrato di volere tutto per salvare il matrimonio, e il problema non era la mancanza di amore, ma qualche accorgimento per far respirare meglio il matrimonio.

Malbec: Non ho più dubbi: sei proprio un amico di cui avevo bisogno!

Ringrazio. Anche tu sei arrivato al momento giusto, fratello mio.

Malbec: Posso dirti un segreto, non sei scioccato da me?

Io: siamo amici. Mettiti comodo.

Malbec: Sto impazzendo, eccitato, il modo in cui parli di mia moglie…

Ehi? cuma? Che diavolo!?

Malbec: La mia fantasia segreta, amico, è di far incontrare Rejane con un ragazzo che mi piace e anche lei. L’altro giorno Réjane è stata sbattuta nel culo e nella deliziosa figa, e io le ho detto direttamente all’orecchio: “Sai qual è la mia più grande fantasia, amore mio?” Lei, con i sensi intorpiditi dall’orgasmo annunciato, me lo chiese. E ho detto, mi piacerebbe vedere un altro cazzo che ti scopa. Amico, sembra che le sia scoppiato un incendio dentro, amico, la puttana è passata a un altro livello. Ho anche filmato qualche secondo, guarda questo…

Accidenti, non credevo a quello che stavo leggendo. Un lato di coscienza mi ha chiesto di fermarlo. Ma un altro mi ha zittito e voleva pagare per vedere. E non hai pubblicato il video? Il mio membro ha risposto immediatamente. Il ragazzo, con un grosso bastone, frusta la donna, lei si contorce dal piacere e gli ordina di fotterla più forte.

Rejane: Sì caldo vai avanti… fanculo quel culo nero riempimi aaaainnnn… aahhhh! Aah!

E ha sincronizzato la penetrazione facendo sparire il cazzo alla base. Che figlio di puttana! Lo stavo guardando con la mano nei pantaloncini.

Malbec trovava strano il silenzio. Si è subito scusato, non voleva mettermi in imbarazzo. Imbarazzo? Accidenti, al di là dell’imbarazzo, il ragazzo mi ha fatto desiderare sua moglie. E l’hai fatto!

Per quella notte è bastato. Avevo iniziato questa conversazione intorno alle 22:45, ero appena tornato da una presentazione aziendale e sono rimasto online fino alle 2 di notte mi mancava Réjane a letto, ero sulla mia sedia, e lei mi ha quasi scopato con il suo cazzo fuori, rimproverandomi.

Ho salutato il Malbec e mi sono addormentato. La notte era piena di pensieri lussuriosi sulla moglie del ragazzo. Non volevo dare per scontato: volevo dominare questa donna! E con la mancanza di sesso di qualità a casa, non ci sarebbe voluto molto perché lui cadesse nella tentazione…

Da seguire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *