rompere le barriere

di | 9 de Dicembre, 2022

(Raccontato da un amico): Qualche tempo fa è successo qualcosa che mi ha costretto a riconsiderare la mia posizione di non desiderare la moglie del mio vicino, se non altro perché la lussuria era più forte della ragione (cosa che di solito succede a tutti!); mia figlia ha un’amica che ha recentemente sposato un comune amico di famiglia; È un bravo ragazzo che ho visto maturare, rinsavire e diventare un ottimo professionista, motivo per cui gli sono enormemente affezionato. La sua ragazza, il cui vero nome è Elaine, è una ragazza molto carina che mi ricorda un’attrice porno che mi ha sempre affascinato, si chiama Alex Chance (puoi vederlo su internet).

Elaine è una piccola paffuta, proprietaria di un paio di cosce spesse, un culo grassoccio e un seno di media grandezza che non smetterà di rimbalzare dentro la sua camicetta dato che non è brava a indossare mutandine e una faccia d’angelo che sembra gradire una bella scopata . Ogni volta che viene a trovarci con il suo partner, non riesco a staccare gli occhi da quel corpo eccitante e seducente. Non so se abbia notato o meno i miei sguardi ansiosi, anche se sospetto che non solo l’abbia notato ma gli sia piaciuto, e quindi non ho fatto cerimonie al riguardo.

Per via indiretta ho avuto il suo numero di cellulare e siccome il mio profilo non ha una foto, le ho chiesto di aggiungermi ai suoi contatti, sostenendo che ero un’amica di suo marito; Ci è voluto un po’, ma alla fine ha accettato e abbiamo iniziato a scambiarci messaggi molto innocenti all’inizio, sempre pieni di emoji e pensieri che fioriscono sui social, ma senza alcuna malizia. L’ho chiuso per un po’ prima di dedicarmi al bullismo totale. Ho iniziato inviandogli un collegamento a un video porno di Alex Chance piuttosto subdolo sul sesso anale.

Immediatamente Elaine non ha risposto né commentato né rifiutato il messaggio e per alcuni giorni è rimasta in silenzio anche quando le ho inviato altri tipi di messaggi; Pensavo che il rischio non valesse la pena e stavo per arrendermi quando improvvisamente ha risposto inviando un’emoji diavolo sorridente! Era la miccia che ravvivava le mie speranze; in cambio ho inviato un altro link molto malizioso sullo stesso argomento del sesso anale, e la risposta è arrivata subito con emoji sorridenti!

Da quel momento in poi, la nostra comunicazione virtuale ha assunto una frequenza incredibile, poiché io rispondevo sempre con immagini, senza mai scrivere nulla; Pensavo di essere abbastanza bravo per iniziare e ho continuato. Per un po’, Elaine si è attenuta agli emoji senza digitare una parola, il che mi ha portato a pensare che avesse bisogno di un’azione più efficace che rasentasse il corpo a corpo; Per iniziare questa nuova fase, ho inviato una foto del mio cazzo duro e ho aspettato la reazione, che presto sarebbe arrivata sotto forma di un’emoji ironica! Il fine settimana successivo, mia figlia ha organizzato una grigliata ed Elaine ha partecipato da sola.

Spiegò a mia figlia che suo marito aveva degli affari da sbrigare e che sarebbe tornato più tardi, e mentre lo diceva mi guardò di sottecchi con un’espressione enigmatica. La folla crebbe man mano che arrivavano altri ospiti, ma senza che io avessi la possibilità di stare da sola con Elaine, che a sua volta non fece alcuno sforzo per realizzarlo, lasciandomi un po’ perplesso su cosa volesse veramente. Ho però notato il momento in cui è andata nella stanzetta in fondo al garage dove aveva lasciato la sua borsa ed è corsa nel bagno che era proprio lì accanto, facendomi aspettare il momento di “balzare” sulla birichina ragazza. , tremando persino per la paura di essere colto in flagrante.

Non appena ha lasciato la stanzetta, ho aperto la porta del bagno e l’ho spinta dentro. L’ho fatto con un’agilità che non sapevo nemmeno esistesse, e ho avuto un tale impatto che Elaine non ha nemmeno iniziato a reagire; Immediatamente, ho chiuso la porta e l’ho afferrato, stringendogli le natiche, la cui fermezza era allarmante. “Cosa c’è? Sei pazzo, eh? E se ci beccano qui?”, sussurrò senza mostrare alcuna reazione per sbarazzarsi di me, il che mi eccitò ancora di più.

-Sono pazzo! – risposi energicamente abbracciandola ancora più stretta – E tu sei una birichina che finge di resistere alla tentazione di fottermi!

-Certamente no! “Sei il padre del mio amico!” E sono sposato!

– Sposato e cattivo! – risposi in tono ironico – Ti piace guardare i video delle troie, vero? Scommetto che li hai visti tutti e volevi fare qualcosa di simile…

In quel momento udimmo qualcuno passare nel corridoio verso il bagno; Elaine aveva un’espressione terrorizzata immaginando che potessimo essere colti sul fatto. “Tu resta qui e io vado… aspetta il mio segnale e torna qualche minuto al barbecue!” ordinai, già aprendo la porta e dirigendomi verso il bagno; con mia sorpresa, il marito di Elaine è uscito; L’ho afferrato subito per un braccio e ci siamo avvicinati dove erano gli altri, e per strada ho cercato di colpire con il gomito la porta della stanzetta senza che lui sospettasse nulla di strano.

Qualche tempo dopo, Elaine era già tornata divertita con i suoi amici che tenevano una lattina di birra in una mano e mi davano una sbirciatina di tanto in tanto. Per il resto del pomeriggio e anche per tutta la notte, io e lei non abbiamo avuto un’altra possibilità di restare soli abbastanza a lungo da permettere uno scambio di convenevoli, ma mi sembrava che il primo non fosse stato fatto e ora era solo questione di tempo. di tempo.

La settimana successiva, mia figlia si è avvicinata a me e mi ha chiesto se poteva venire a casa di Elaine, che aveva un problema con la lavatrice. “Ah, mio ​​padre! Tutti sanno che Lucinho è uno stupido! è stata la risposta che ho ricevuto quando ho chiesto perché suo marito non avesse risolto il problema, il che ha confermato che il problema potrebbe non essere la lavatrice. Quello stesso pomeriggio, ho mandato un messaggio a Elaine per confermare la riparazione e ho ricevuto un’emoji “mi piace” come conferma; Così lo informai che sarei andato nel pomeriggio del giorno seguente. Ho avuto la risposta che sarebbe stato meglio andarci la mattina presto, cosa che ho accettato.

Il portiere elettronico autorizzò il mio ingresso e presi l’ascensore fino al piano dov’era l’appartamento di Elaine; Avevo appena suonato il campanello e lei aprì la porta, salutandomi con un ampio sorriso, vestita con pantaloncini larghi e top con spalline sottili a piedi nudi; Siamo andati in lavanderia dove c’era la macchina e non ci ho messo molto a rendermi conto che non aveva difetti. Ho inventato una storia sui controlli dell’attrezzatura e alla fine mi ha invitato per un caffè.

-Senti, devo dirti una cosa – iniziò con tono arioso mentre sorseggiavamo la bevanda calda – Da poco tempo che sono sposata, non ho mai pensato di tradire Lucinho… ma… quei i video che mi hai inviato mi hanno lasciato così eccitato che non te ne sei accorto!

-Quindi è per questo che mi hai chiamato qui, giusto? – risposi con tono insinuante – Ma dimmi, quale hai preferito?

– A dire il vero… li ho amati tutti! “E c’è qualcosa che non ho mai fatto… o meglio, non mi hanno mai fatto…

-Che tipo di cosa? – lo interruppi, non contenendo la mia curiosità di sapere.

– Oh che peccato! … rispose lei senza nascondere il rossore sul viso.

– È davvero un peccato – risposi con tono malizioso – Dobbiamo risolvere subito questo problema! Vai in salotto, spogliati e aspettami…

-Qui? Ora – chiese stupita – dici sul serio?

-Non gioco mai con temi del genere – risposi enfaticamente già in piedi – Ora vai! Togliti i vestiti, siediti o sdraiati sul divano e allarga quelle gambe succose!

Elaine esitò ancora per un attimo, ma dopo avermi guardato e aver confermato che ero serio, mi fece un piccolo sorriso e si diresse verso il soggiorno; Mentre aspettavo, cercavo anche di spogliarmi, perché sarebbe stato il mio giorno per provare la moglie di qualcun altro. Quando siamo entrati in soggiorno, la vista di Elaine seduta nuda sul divano con le gambe divaricate è stata mozzafiato; seni di media grandezza, poco sodi, pendenti ai lati, che mostrano capezzoli duri coronati da aureole leggermente rosate che lei aveva cura di accarezzare con le mani in gesti provocanti; le sue gambe si spalancarono in una piccola grotta morbida e succulenta che sembrava implorare di essere assaggiata.

Elaine guardò la mia nudità e sorrise come se fosse d’accordo con ciò che vedeva; Non persi tempo ad infilare la lingua della mia fica tra le sue gambe con un’enorme golosità che ben presto produsse il risultato sperato con la femmina che gemeva e urlava mentre godeva di un susseguirsi di orgasmi da far tremare il corpo. Indugiammo a lungo in questo piacere ed io ero deliziato da ogni nuovo sperma che sgorgava dal corpo di Elaine, versandosi copiosamente nella mia bocca assetata.

Senza preavviso, l’ho fatta sdraiare sulla pancia e poi ho cercato di allargarle le natiche, lasciando che la mia lingua impudente assaporasse la fessura tra di loro, fermandosi al piccolo orifizio luccicante nervosamente. “Vuoi il mio culo? “Non l’ho mai dato a nessuno!” lei disse con tono allarmato. Ho abbandonato il mio dolce compito e le ho offerto il mio cazzo da succhiare. “Inizia con l’essere nessuno!” …, succhia il mio bastoncino e oggi arrotolerò questo brioquinho! dissi, cercando di infilare il mio cazzo nella bocca avida di Elaine, che non perse tempo a succhiarlo forte.

Pochi minuti dopo, ripresi la posizione precedente con Elaine che allargava le gambe e rimboccava le natiche in un gesto invitante; Il mio cazzo era coperto di saliva, ci ho sputato sopra un paio di volte e ho iniziato a sfiorare il solco con il mio cappello da galletto, ascoltando il gemito birichino dolcemente; Gli ho dato una prima spinta e nella seconda il glande ha squarciato il foro, rompendo il sigillo e facendo urlare la mia compagna, che lei ha soffocato con una mano. “Vai piano piccola troietta!…rilassati…farà un po’ male, ma presto ti piacerà!” borbottai maliziosa mentre continuavo a disossare il panino con il mio intruso che lo faceva rotolare pezzo per pezzo.

Anche nel dolore, Elaine non si è tirata indietro ei suoi gemiti hanno mostrato che desiderava ardentemente questo momento che ora si stava avverando; Ho continuato a mettere un rullo nel culo della donna birichina che stava lottando per accogliere il mio intruso nelle sue viscere e non appena le mie palle hanno sfiorato il solco, non mi sono arreso, iniziando a spingere con movimenti veementi come un impilatore. ; Elaine gemette per un momento, ma all’improvviso i gemiti divennero lunghi gemiti che celebravano il piacere che stava provando in quel momento. Abbiamo scopato a lungo finché non sono stato sopraffatto dalla fisiologia maschile, il cui avvertimento è arrivato sotto forma di contrazioni muscolari involontarie e spasmi che sono culminati in una copiosa sborra che è esplosa in getti di sperma che hanno inzuppato il minuscolo cazzo di Dick. ‘Elaine, che a sua volta gemeva e urlava, mostrando che anche lui stava godendo di un immenso piacere in quel momento.

Ci lasciamo andare e rimaniamo sul divano cercando di riprenderci dall’impatto anale, riprendendo fiato e controllo del corpo. “Sì! Mi è piaciuto molto! È stato così bello!”, ha risposto quando le ho chiesto se le era piaciuta l’esperienza, che mi ha lasciato immensamente soddisfatto e appagato in quel momento lì; e sebbene sospettassi che Elaine stesse progettando di partecipare a un secondo round, ho fatto finta di no, poiché non avevo una pallottola nell’ago per soddisfare le sue aspettative. Mentre ci stavamo vestendo, mi ha persino chiesto se mi sono pentito di quello che avevo fatto, al che ho risposto che non me ne sono mai pentito. quello che aveva fatto, ma quello che non era riuscito a fare.

Tornai a casa con un senso di appagamento poiché il mio desiderio di sposare qualcun altro si era avverato; e dopo quel periodo, Elaine ed io ci incontriamo ancora una volta per goderci un’esperienza ampliata della nostra prima volta; Purtroppo ho scelto di starle lontano, non perché temessi di essere scoperto, ma forse perché non avevo intenzione di trasformare questa indimenticabile avventura in qualcosa di più complesso che potesse danneggiare il loro matrimonio; ancora oggi, però, sento che nei nostri incontri c’era un sentimento di “voglio di più” da entrambe le parti…, chissà…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *