rotto dal nero

di | 9 de Dicembre, 2022

Ci ho messo un po’, ma sono tornato!

L’intenzione era di scrivere storie recenti, ma dato che sono in siccità, non vedo un gallo da circa due mesi. Ho deciso di raccontare alcune esperienze accadute qualche tempo fa.

Insegno arti circensi a Minas, parlando con una studentessa su WhatsApp, mi ha parlato delle sue amiche single e mi ha mandato delle foto, una in particolare ha attirato la mia attenzione, un ragazzo di colore, sembrava alto, forte e con un sorriso affascinante.

Ho detto:

– È eeeee!

Black non ha impiegato molto a chiamarmi su WhatsApp. Ci siamo presentati e abbiamo continuato una bella conversazione e presto una simpaticissima sitonia, abbiamo parlato di tutto e presto la conversazione si è spostata sul sesso. Gli ho confidato che era tanto che non facevo l’amore, allora si è arrabbiato.

– Devi essere stretto!?

Ho detto di sì ed ero già incollato al soffitto per aver scalato i muri e avevo bisogno di essere scopato davvero forte perché avevo molto gas e sai che le donne nere sono sempre più calde e io sono particolarmente focoso.

Come previsto, le discussioni si stavano facendo piuttosto accese e lui tossiva di gioia. Dato che stavo per insegnare a Minas, abbiamo colto l’occasione per incontrarci e prima mi sono affidato a una fantasia.

Finalmente arrivò il grande giorno, il solo pensiero che sarebbe arrivata una colomba nera mi faceva venire i brividi.

Con la mia ansia, le quattro ore di viaggio si sono trasformate in otto ore.

Stavo aspettando alla stazione degli autobus, quando arriva questo Dio nero alto, forte, dalla faccia mascolina. Mi ha abbracciato così bene che il suo profumo è rimasto sui miei vestiti.

Andiamo in macchina, senza aspettare mi tira il collo e mi dà un bacio, le nostre lingue si sono letteralmente baciate!!!

Accidenti che bacio!!!!

Ero tutto bagnato, il mio ramino pulsava ed ero contento di essere finalmente scopato con del nastro da 10 pollici.

Dopo il bacio, ha avviato la macchina e mi ha guardato come se volesse dire qualcosa. Ho sentito che quello sguardo diceva qualcosa, mi ha fatto venire un brivido lungo la schiena.

Ho subito notato che l’auto stava percorrendo un piccolo sentiero nel bosco e lui la guardava con un sorriso malizioso e presto mi è venuto in mente: la mia fantasia!

Tutto quello che potevo sentire erano i grilli, quel bel cielo interiore con una luna spettacolare.

L’auto si fermò in mezzo al bosco, sopra c’era la strada principale della città, ma i passanti non potevano vedere chi c’era sulla strada, ma questa sensazione che qualcuno potesse passare in qualsiasi momento era meravigliosa.

Ha spento la macchina e mi guarda con la faccia di un pervertito in calore, ricordando solo che il mio grlinho trema un po ‘, mi ha tirato i capelli molto forte e di nuovo le nostre lingue hanno iniziato a fare sesso, mi ha afferrato il seno al vestito e nel Con un movimento improvviso mi tirò giù improvvisamente il vestito e il reggiseno e allattò il mio seno pieno come un vitello svezzato, tirando il becco con i denti e fissandomi.

In quel momento mi sono spaventata dal piacere e mi sono tirata giù tutto il vestito e ho afferrato le mie due grosse tette e ho detto:

Succhia e ti mordo!

Si arrabbia, mi strappa via tutto il vestito e in un solo movimento mi toglie le mutandine e ci mette 2 dita alla volta, la mia figa era molto calda e appiccicosa, ha messo quelle enormi dita nere con tanta forza che aveva per sollevarli, fino a quel momento in altezza la strada maestra ha sentito le mie urla.

Nel mezzo di tutta questa erezione urla e mi dice di salire sul cofano della macchina.

Ho obbedito velocemente e mi sono allargato, lui è impazzito ed è caduto con la bocca nella mia figa, che era già stata fottuta dalle sue enormi dita, era già tutta appiccicosa.

Che bocca, il negro sapeva davvero leccare, succhiare e giocare con le dita, il cappuccio faceva rumore mentre mi contorcevo dal piacere, senza che io aspettassi mi ha spinto quel grosso grosso mega cazzo nella mia figa che non è mai stata penetrata.

oh!!! Non c’è sensazione migliore che sentirsi strappati, questo misto di piacere e dolore, lo adoro, sarò aaaa!

Io lì completamente nudo sul cofano, spalancato, con un cazzo di 10 pollici, scopato da un nero pazzo, che sembrava non vedesse una figa da anni.

Ho urlato:

– Scopami più forte, è debole!!!

La sensazione che ho avuto è stata che quando ha sentito che sentivo che stavo premendo il pulsante al massimo livello, il ragazzo nero si è arrabbiato e mi ha afferrato per i capelli e ha detto:

– vuoi davvero cavalcare la tua puttana carioca, vediamo se riesci a sopportare un grosso cazzo grosso nel culo, mi metti nel mio culo alto.

In quel momento mi sono bloccato, amo il sesso anale, ma era passato molto tempo dall’ultima volta che l’avevo praticato e ora ero lì vulnerabile con un grosso cazzo grosso.

Ma non mi sono arreso, ho gridato:

– Solo se è adesso, mettilo a posto, mi piace dare il culo.

Il suo cazzo era appiccicoso di miele nella mia figa, era così arrabbiato, non ha nemmeno perso tempo a leccargli il culo e ad accarezzarlo, mi ha detto di aprirmi il culo e se n’è andato.

Ho sentito questo nastro entrare con difficoltà, ho sentito così tanto il mio culo stretto ingoiare il suo cazzo, è impazzito e ha spinto tutto!

Ho urlato molto forte, sono uscite le lacrime e ho iniziato a piangere di piacere, perché mi piace, forte e con un po’ di dolore, mi dà una fottuta erezione, ero pazzo e ho solo urlato:

– incolla tutto, anche la borsa, è debole

Il mio culo era fottuto forte, quel nero suonava come un asino, il rumore del sacco mi colpì la figa e risuonò in mezzo al cespuglio, io urlai come una capra.

Grido:

– Ti riempirò il culo di latte Mineiro, carioca piranha!!!

Mi sono buttato sul cappuccio e lui ha lasciato cadere il suo corpo sopra di me, eravamo tutti sudati e ascoltavamo il suo battito cardiaco e il suo respiro dopo essere stato aggredito, non c’è sensazione migliore!

E così ho potuto vedere come Minas ha il miglior latte e formaggio.

Lascia i tuoi commenti e le tue valutazioni, ti racconterò di più su questa avventura con il minatore, ovviamente ce ne sono state molte altre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *