Sesso nel parco con un amico

di | 14 de Aprile, 2024

Ricordo come se fosse ieri il primo giorno in cui io e il mio amico abbiamo deciso di provare a fare sesso nel parco. Faceva un caldo insopportabile e, come ogni buon amico, mi invitò a fare una passeggiata e a godermi l’aria fresca del parco. Ricordo ancora il sorriso sul suo volto quando accettai l’invito.

Quando siamo arrivati ​​al parco, ci siamo seduti sull’erba per riposarci un po’. Mi sono seduto accanto a lui, sentendo il suo odore e la sua presenza così vicini. Non passò molto tempo prima che fossi attratto da lui, e prima che me ne rendessi conto, le nostre labbra si incontrarono in un bacio.

In quel momento tutto era così intenso ed emozionante. Non c’era nessuno in giro ed eravamo soli in mezzo a questo parco. Le sue mani iniziarono ad esplorare il mio corpo e il mio desiderio per lui non fece altro che crescere sempre di più. Volevo sentirlo dentro di me e sapevo che anche lui provava la stessa cosa.

Mi ha guardato negli occhi e mi ha chiesto se ero pronto a provare il sesso nel parco. Non potevo credere che stesse succedendo, ma non potevo negare il mio desiderio per lui. Allora ho detto di sì e lui ha iniziato a baciarmi più intensamente.

Le sue mani correvano sul mio corpo e mi sentivo così vivo. Volevo di più e anche lui. Ha iniziato a baciarmi il collo e a far scorrere le mani sul mio corpo, eccitandomi ancora di più. Poi mi ha sdraiato sull’erba e ha cominciato a baciarmi il seno.

La sua lingua calda e ruvida scivolò sul mio corpo, facendomi venire la pelle d’oca ovunque andasse. Le sue mani iniziarono a scivolare attraverso tutti i miei angoli, facendomi impazzire sempre di più dal desiderio.

Altre storie erotiche  Racconto erotico di sesso anale

Mi ha voltato le spalle e ha iniziato a baciarmi il collo mentre faceva scorrere la mano sul mio corpo. Le sue mani andarono dritte al mio cazzo e io gemetti di piacere mentre cominciava ad accarezzarmi.

Mi sentivo come se il mio corpo fosse fuori dal mio controllo e mi sentivo molto vivo. Mi ha fatto sdraiare sulla schiena e ha iniziato a baciarmi il collo mentre faceva scorrere la mano sul mio corpo. Le sue mani andarono dritte al mio cazzo e io gemetti di piacere mentre cominciava ad accarezzarmi.

Mise la mano dentro e cominciò ad accarezzarmi più intensamente. Il mio corpo tremava per l’eccitazione e mi sentivo così eccitato che riuscivo a malapena a respirare. Ne voleva di più, poi mi ha sollevato e mi ha messo sopra di lui.

Cominciò a baciarmi intensamente, mentre la sua mano scivolava lungo il mio corpo. Mi sentivo così vivo e il mio desiderio per lui non faceva che aumentare ogni secondo. Poi cominciò a penetrarmi ed io gemetti di piacere per l’intensità del momento.

Si è mosso dentro di me e mi sono sentito così libero. Il mio corpo era sotto il suo controllo e potevo solo arrendermi al piacere che provavo. Andavamo sempre più veloci e le sensazioni erano così intense che era quasi impossibile descriverle.

Ci siamo mossi in sincronia e sentivo che in quel momento non c’era niente di più importante. I nostri corpi erano in armonia e gemevo di piacere ad ogni movimento.

Poi ha iniziato a muoversi più velocemente e ho sentito il mio corpo esplodere di piacere. Ero vicinissimo all’orgasmo, poi mi ha baciato intensamente e ho sentito tutta la mia energia concentrata in un punto.

Altre storie erotiche  Storia semplice: zio Beto mi ha scopato mentre facevo la doccia Wow!

In quel momento eravamo solo io e lui. Avevamo scoperto il sesso nel parco e quanta felicità poteva portarci. Ci abbandoniamo al piacere e ci lasciamo trasportare dall’intensità del momento.

Quando finalmente ci siamo lasciati, ero molto felice. Sapevo che non avrei mai dimenticato questa incredibile esperienza e che sarebbe stata sempre presente nel mio cuore. Io e il mio amico abbiamo scoperto la vera magia del sesso nel parco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *