Storia di gruppo erotica: due coppie arrapate

di | 11 de Aprile, 2024
Br4bet, la migliore piattaforma di scommesse in Brasile

Di Cesare

Chi legge la mia storia – La mia prima trans – ricorderà la coppia Felipe e Camila. È stato alla festa di compleanno di Camila che ho conosciuto Fabola. Qualche tempo dopo la festa, Camila mi ha chiamato per invitarci a trascorrere il fine settimana nella sua fattoria. Aveva già parlato con Fabãoola e questo l’aveva segnato. Ho detto che anche con me non c’erano problemi e ho chiesto:

-E Felipe, come sta?

– È un po’ stanco, sai in che senso, vero? – disse ridendo.

Capii subito di cosa stesse parlando, del resto lo stesso Felipe aveva già detto che lei aveva molto fuoco e che non stava facendo il lavoro. Per ravvivare la conversazione, visto che sono libero, ho detto:

– Se è proprio quello che penso, chiedigli aiuto – dissi ridendo anch’io.

– Sai che è una buona idea, gli farò questa proposta – disse ridendo.

Prima di riattaccare ci ha chiesto di arrivare presto per poter goderci la piscina tutto il giorno. Poi ho parlato con Fabola e lei ha confermato l’invito di Camila, ma mi ha detto che avrebbe comprato dei nuovi bikini, perché i suoi erano molto “shabby”, come ha detto. Abbiamo preso appuntamento per il giorno dopo e siamo andati al centro commerciale. Lì comprò tre pezzi belli e piccoli, ma nascondevano perfettamente quello che aveva tra le gambe. Mi ha regalato due costumi da bagno, che tra l’altro erano anche molto piccoli. Avrei voluto lamentarmi, ma lei ha detto che dovrebbe essere così, in fondo la bellezza va mostrata. Sabato mattina presto sono andato a prendere FabíÂola e ci siamo diretti alla fattoria. Siamo arrivati ​​verso le dieci. Il posto era completamente privato, senza esposizione ad sguardi indiscreti. Felipe indossava già un costume da bagno e, come quelli che indossavo io, erano anche piccoli, il che lasciava intravedere il volume del suo cazzo. Ci ha salutato e ci ha ringraziato per essere venuti. Ci ha portato nella camera degli ospiti, ci ha detto di cambiarci e di andare in piscina, dato che Camila si stava già godendo il sole. Appena se ne è andato ci siamo spogliati, io mi sono messa il costume da bagno aggiustandomi il cazzo al meglio, mentre Fabola ha fatto lo stesso con il suo minuscolo bikini. Il reggiseno le copriva appena i capezzoli del seno. Si è messa una maglietta sopra il bikini e siamo andati in piscina. Una volta lì, Camila si è alzata dalla poltrona su cui era sdraiata ed è venuta a salutarci. Quando si è alzata, ho visto che il suo bikini era piccolo, o addirittura più piccolo, di quello di Fabiola. Le mutandine davanti erano una striscia di tessuto che copriva a malapena lo spacco. Non importa quanto fosse intima con la coppia, non l’avevo mai vista in questo stato, i suoi bikini erano sempre più tradizionali. Mi ha baciato, poi Fabolala e poi ha detto:

-Tanti vestiti, amico, che senso ha tutto questo?

Fabão sorrise e, senza dire nulla, si tolse semplicemente la maglietta e la gettò da parte. Vedendola con questo vestitino minuscolo, Camila ha detto:

– Wow, questa è quella che chiamo la compagnia perfetta per questo fine settimana.

Si rivolse al marito e disse:

– Tesoro, guarda quanto è sfortunato il mio manager.

Felipe sorride e dice:

– Congratulazioni Fabão, come sei sano… Con tutto il rispetto, Arthur.

Ho sorriso, ho guardato Camila e ho detto:

– Quindi, Felipe, se così fosse, Camila non tarderà affatto.

Abbiamo riso tutti delle osservazioni, ma non ho potuto fare a meno di notare che il costume da bagno di Felipe, come il mio, era rigonfio sul davanti. Andarono tutti e due a sdraiarsi sulle sdraio mentre io e Felipe andammo a preparare da bere. Sebbene abbia la pelle scura, anche Fabola aveva bisogno di cure, quindi ha iniziato ad applicare la crema solare sul suo corpo. Felipe non riuscì a contenere la curiosità e chiese:

– Posso essere indiscreto?

– Certo, non essere timido, chiedi quello che vuoi.

– Allora, com’è andare a letto con Fabãoola?

Ho sorriso perché sapevo esattamente cosa intendesse, ma la mia prima risposta mi ha trattenuto:

– Deliziosa Felipe, è una tentazione a letto, sembra un vulcano per quanto è brava.

Lui continuava a guardarmi come se aspettasse qualcosa di più, ma io restavo in silenzio, allora continuò:

– Ma il fatto che lei non sia pienamente una donna, non ti ha inibito?

– Lo ammetto fin dall’inizio sì, ma dà dieci a zero a molte donne con cui sono andato a letto.

Lui sorrise e, un po’ inibito, andò dritto dove voleva sapere:

– È difficile?

– Certo, e so già qual è la tua domanda e prima che tu ti imbarazzi facendola, te lo dico: mi sta divorando.

Spalancò gli occhi e disse:

– Non mi è nemmeno venuto in mente di chiedertelo.

– Smettila di preoccuparti, Felipe, non solo stavi pensando, ma stavi morendo di curiosità – dissi ridendo.

– E tu – continuai – ti sei preso cura di Camila?

Lui ride e dice:

– Rien, mon garçon, chaque jour qui passe, elle devient plus fougueuse, quelque chooses de fou, je ne sais plus quoi faire, j’ai même acheté des godes, mais elle a dit qu’il manquait de vie, de chaleur, capisci.

Ho riso della situazione e ho detto:

– C’è solo una soluzione, amico mio: esternalizzarlo, renderlo accessibile alle persone.

Anche lui rise e disse:

– Te l’ho già detto e sembra che l’idea stia maturando.

Ho sorriso maliziosamente e ho detto:

– Se hai bisogno di aiuto puoi contare su di me, ho sempre ammirato Camila e sarà un piacere collaborare.

– Anche lei è dispiaciuta per te, chi lo sa.

Finimmo i nostri drink e andammo a incontrare le donne. Ero di fronte a Camila e in ogni momento cercava di aprire le gambe, guardandomi direttamente negli occhi. Questo gioco mi faceva arrapare sempre di più e il mio cazzo entrava a malapena nel mio costume da bagno. Il caldo era intenso quindi Camila ha detto:

– E se cadiamo in piscina?

– Ottima idea – ha detto Fabãoola.

Tutti e quattro siamo andati in piscina e lì abbiamo iniziato una partita a pallone. Il gioco diventava ardito perché c’era sempre qualcuno che catturava. A volte stringevo il culo di Camila, che mi cavalcava spudoratamente il cazzo. Fabãola ha fatto lo stesso con Felipe. Ad un certo punto Camila mi prese il cazzo e senza alcuna vergogna disse a suo marito:

– Tesoro, banda di Arthur.

Per incoraggiare il lamento, disse:

– Divertiti, continui a dire che ti manca il cazzo.

Rendendomi conto che era necessario un rilassamento generale, abbracciai Camila da dietro, forzai il mio cazzo contro il suo culo e le afferrai i seni con entrambe le mani. Felipe ha fatto lo stesso con Fábola e presto i due si sono baciati. Camila si voltò verso di me, offrendomi la sua bocca da baciare. Le nostre bocche si chiusero in un bacio emozionato. Quando le nostre bocche si separarono, lei mi sussurrò all’orecchio:

– Merda Arthur, era da tanto che volevo dartelo, oggi voglio essere scopato in tutti i sensi.

Ho sorriso maliziosamente e ho detto:

– Oggi ti scuoieranno, avrai tre cazzi a tua disposizione.

Lei mi guardò e disse:

– Credi che Fabiola mangerà anche me?

– Puoi star certo che sarà così, lo sistemerò.

Mi ha tirato fuori il cazzo dal costume da bagno e lo ha scosso leggermente. Ho guardato l’altra coppia. Felipe era seduto a bordo piscina, senza costume da bagno, e Fabãoola gli succhiava il cazzo. L’ho mostrato a Camila e le ho detto:

– Il tuo capo non perde tempo.

Lei sorrise e disse:

– Felipe non vede l’ora di fare lo stesso, perché penso che tu abbia già fatto molte cose, giusto?

– Certo, adoro succhiare il cazzo di FabíÂola e vuoi vederlo succhiare un cazzo vero?

– Molto.

Mi sono seduto a bordo piscina e ho detto:

– Dai, puttanella, succhiami il cazzo.

Se n’è andata letteralmente, ha abbassato la bocca e ha iniziato a baciarmi la testa, a leccarmi il cazzo, scendendo fino alle palle e piazzando anche lì deliziose leccate. Ha costretto il mio corpo a sdraiarsi sulla schiena in modo che il mio sedere fosse a sua disposizione. Mi ha allargato il culo e mi ha infilato la lingua nel culo, regalandomi una sensazione deliziosa. Quando mi sono seduto, ho visto che adesso era Felipe a succhiare il cazzo di Fabola. Presi per mano Camila e ci avviammo verso l’altra coppia. Avvicinandomi, ho incoraggiato Camila a succhiare il cazzo con suo marito ed entrambi si sono goduti la deliziosa verga della donna nera. Sono andato a baciare Fabola e le nostre lingue si sono mescolate in un pazzesco scambio di saliva. Mi alzo e metto il mio cazzo nella bocca di FabíÂola, che lo succhia deliziosamente. Questa situazione non era molto comoda, quindi ho suggerito di andare sui divani. Ne abbiamo messi insieme due e presto si è formato un bellissimo letto. Eravamo già tutti e quattro nudi, così mi sono sdraiato sulla schiena e gliel’ho detto A Camila:

– Vieni qui piccola puttana, cavalca il mio cazzo.

Senza perdere tempo, allarga le gambe e si siede subito sul mio cazzo. La sua figa è stretta e sento il mio cazzo scivolare in quella grotta calda e bagnata. Fabão si mette a quattro zampe e Felipe inizia a mangiargli il culo. Si rotola sul pene del marito della sua amica e dice:

– Oh, quanto è delizioso, Felipe… È delizioso… Mangiami il culo.

Forse per la novità, Felipe arrivò presto, riempiendo di sperma il culo di Fabãoola e cadendo su un fianco. Vedendo Fabola da sola, l’ho chiamata e le ho detto:

– Mangia il culo di Camila.

Tiro Camila verso di me, facendole sporgere il sedere. Fabãoola sta dietro al suo amico, gli strofina il cazzo tra le pieghe, dirige la testa verso l’entrata del suo culo e lo inserisce. La testa rompe la resistenza del culo e poco a poco entra completamente nel culo di Camila. Quando Camila si sente completamente penetrata dice:

– Merda, che bello… Dannazione… Perché non l’ho fatto prima… Avanti, ragazzi, alzate il volume… Voglio che mi dominiate… Voglio venire così .

Tutti e tre sincronizzammo i nostri movimenti e presto Camila arrivò copiosa. Anche io e Fabão abbiamo accelerato i nostri movimenti ed siamo entrati in Camila, volevamo che provasse il piacere di avere entrambi i buchi pieni di sperma. Siamo rimasti fidanzati finché i nostri cazzi non sono usciti da Camila. Felipe era accanto a lui e guardava tutto e quando abbiamo finito ha chiesto a sua moglie:

– Allora tesoro, come ci si sente ad essere scopati da due cazzi contemporaneamente?

– Amore meraviglioso, c’è solo un problema?

– Quale? – chiese il marito.

– D’ora in poi non potrò più fare a meno di lui.

Abbiamo riso tutti e io ho detto:

– Ecco perché non Camila, saremo lì quando vorrai.

Lei sorrise e disse:

– Ne sono sicuro, ma adesso ho fame, secondo te cosa dovremmo mangiare?

Restammo nudi e ci dirigemmo verso l’area barbecue. Lì abbiamo preparato e gustato il nostro pranzo, sempre innaffiato da frullati e birra fresca. L’eccitazione era latente perché io, Felipe e Fabiola avevamo sempre cazzi duri o semiduri. Ad un certo punto vedo Camila sussurrare all’orecchio di Fabiola, poi si avvicina a Felipe e lo abbraccia da dietro, appoggiandogli il cazzo contro il sedere. Camila si avvicina e dice al marito:

– Amore mio, alza il culo all’aria, fammi vedere come ti mangia Fabola.

Senza lamentarsi, allarga le gambe, appoggia i gomiti sul lavandino e sporge il sedere. Camila lecca il culo di suo marito e poi chiede alla sua amica di infilarglielo. Camila stessa dirige il cazzo della sua amica verso l’entrata del suo culo per poterlo leccare. Fabãola spinge e mette dentro di testa. Felipe emette un lieve gemito, ma Camila gli dà uno schiaffo e dice:

– Aspetta, ragazzo, non ti lamenti mai quando ti metto il vibratore nel culo.

Non appena Fabão ha messo tutto nel culo di Felipe, lei comincia a muoversi da una parte all’altra e lui, già abituato all’invasore, si dimena come una puttana. Camila si mette di fronte a suo marito e inizia a succhiargli il cazzo fino a venire, riempiendogli la bocca di sperma caldo. È venuta anche Camila e per la prima volta Felipe ha il piacere di sentire il suo retto inondato di sperma caldo, va tutto bene. Questo fine settimana era appena iniziato e avevamo ancora tante sensazioni da provare e provare.

*Pubblicato da new_lorde sul sito climaxcontoseroticos.com il 02/01/20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *