Storia di gruppo erotica – VERGINE IN DP CON RAGAZZI VERGINI

di | 11 de Aprile, 2024
Br4bet, la migliore piattaforma di scommesse in Brasile

Affascinata dai ragazzi e dalle avventure erotiche, la mamma ha perso l’imene in una cosa a tre. Ben educata, il suo successo è stato tale che è rimasta affascinata dai cazzi e ha continuato a farli godere senza ritegno. La sua storia è affascinante e mi ha raccontato tutto, come aveva promesso nel racconto precedente, delle sue avventure erotiche da adolescente. Lei si vantava di essere focosa e non lasciava passare nessun bel cazzo senza salirci sopra. Cavalcare un cazzo meraviglioso era la sua estasi.

Bella, calda, intelligente e colta, trentasette anni, giovanissima, bruna chiara, capelli lunghi, 1,65 m, non si vergogna dell’incesto e non resiste al mio cazzo. Se mi sorprende a leggere, mi mette la figa tra il libro e il naso. Devo toglierle le mutandine con i denti e infilare la lingua in questa bella fessura, dall’odore inebriante, nelle sue labbra vaginali, nel suo clitoride, nel suo punto G… Lei trema, geme, trema e trema. Vengo mentre la lingua avanza all’interno della fessura. Mi mette la testa nella figa ed esplora la mia lingua nel duo siririco del punto G e del clitoride, tanto per iniziare perché non si ferma finché non viene in un sesso super abbagliante… Chi può resistere? A tutto questo amore pieno di desideri? È l’intrattenimento principale del mio cazzo.

La mamma allarga le gambe e mi dà del cibo da leccare e succhiare, e afferra il mio cazzo per darmi un cazzo di bacio e farsi fare delle schiacciate fantastiche, facendomi masturbare con i suoi culi brutali sul mio cazzo. Quando mi afferra è per completarsi con estremo piacere ed io ero lì con il provocante taglio sul naso.

-Ah, mamma, ero davvero curioso di sapere cosa hai detto delle tue buffonate con i ragazzi a scuola e non riesco a concentrarmi sulla tua figa mangiacazzi. Devo sapere cosa stavi facendo con questi “stronzi”.

CON LA MAMMA SOLO SCOPANDO

– Va bene, amore, te lo dirò, ma prima rompi la mia nuova figa con una di quelle carezze generose che riescono a calmarmi la figa. Come posso concentrarmi sui piaceri passati con la figa che mi morde?

– Con te, cazzo!

-E c’è qualcosa di meglio, di più buono e di più birichino? Al diavolo mamma e ti dirò tutto.

Quando mangiavamo, ci dimenticavamo delle buone maniere.

-Oh, stronza! Con questo cazzo di bacio devo mangiarti. Guarda come appare il mio cazzo! Allarga le gambe, troia, per ricevere il cazzo! Vuoi una figa e un punto G per farti scopare il culo? Dammi il culo e il culo! Prenditi cura del tuo cibo. Lamentela, cane! Fare una pausa! Fa male, cane! Mettiti un cazzo nel culo! Adesso voglio una bottiglia d’acqua. Premi la tua figa sul mio cazzo. Ebreo il mio cazzo con questa ragazza cattiva. Tu fai nuove bottiglie d’acqua che io rompo. Lamenti? Prendi lo sperma crudo finché non sborri. Sei pronto per le confessioni complete del cane birichino? Eccellente! Mostra pietà a tua figlia così potrà calmarsi. Fa male? Poi geme e inizia a parlare delle buffonate di tua figlia. Adoro quel sorriso. Questo è il segno distintivo della ragazza cattiva, la ragazza che ama i cazzi duri. Penso che tu abbia molto da dire, vero? Smettila, ragazza cattiva!

– Oh caro! Il tuo cazzo mi completa sempre. Ora posso vedere chiaramente la mia vita avventurosa con gli scolari e altre persone. La mia pubertà, fin dalle prime mestruazioni, è stata segnata da un intenso erotismo e dal fascino per i ragazzi capaci di incularmi. Quando mi annoiavo delle bambole dovevo sostituirle per giocare, e mia madre e la letteratura mi hanno insegnato molto bene il rapporto con i bambini, l’amore e la passione. Ho imparato tutto sul sesso, sull’amore, sulla passione e sulla passione traboccante che mi ha fatto abbandonare la mia figa poco attraente. La mia conoscenza teorica era vasta e nessuno mi avrebbe ingannato con sfacciata passione, fin dalla prima volta, che deve essere stata un’ondata di estremo divertimento. Ho appena ammesso che mi hanno mangiato molto bene.

E la pratica? Come posso coinvolgermi con i bambini? Come giocare? Come selezionare i migliori cazzi? Papà mi ha insegnato la verginità, la fecondazione e il primo ciclo mestruale che presto avrei avuto. Dovrei cambiare io stessa le bambole dei ragazzi, ma avrei un libro per trasformarle in Lovely Men e non dovrei preoccuparmi. Non mi abbandonerei ciecamente agli uomini. Se il ragazzo venisse e mi dicesse cosa ha fatto e cosa è successo e che era uno stallone, mi lascerebbero.

Giocavo molto con la mia cuginetta e spesso dormivamo insieme, nel mio letto o nel suo. Alla fine abbiamo scoperto il piacere del contatto pelle a pelle e abbiamo iniziato a dormire nudi esplorando il nostro corpo: una delizia, ma come sarebbe con i ragazzi? Doveva essere diverso: il profumo maschile, il cazzo con cui giocare dentro… Non solo dita o lingua, ma un vero cazzo. Duro, ma con una certa malleabilità per colpire forte la figa.

Conoscevo già l’importanza della nudità dalla mia esperienza con mio cugino. Da lì in poi, ammirare la mia voluttà e diventare esibizionista è stato solo un passo: ho esposto il mio seno, i miei glutei e le mie cosce erano incantevoli nella piccolezza della minigonna. Conoscevo le prime regole e avevo anche la nuova bottiglia d’acqua per incoraggiare il maschio a prendere la mia bottiglia d’acqua originale. Quando mi sono ripresa dal primo ciclo, non vedevo l’ora di provare il cazzo e i suoi piaceri.

Dando fastidio alle bambole, preferivo giocare con i bambini e mi affascinarono come compagni di gioco due bei ragazzi, che erano ancora glabri come me, ma presto cominciarono ad alzare la voce. Li ho salutati baciandoli sulla bocca e indossando minigonne, mutandine Fiocuzal, come dici tu, bottoni sbottonati… Questo ha causato colpi “accidentali”. Il desiderio di abbracciarli mi faceva venire la nausea.

Sono stato molto felice quando le voci sono diventate più forti e sembravano quelle degli uomini. I miei figli stanno diventando uomini!

Riluttante ai tabù, mia madre mi ha sempre insegnato in modo razionale e obiettivo, e mi ha lasciato libero di giocare con i bambini: quando le ho chiesto con cosa gli piaceva giocare, lei ha riso:

– Le ragazze prendono in giro le bambole, ma non rinunciano mai al calcio. Tuttavia, quando raggiungono la pubertà e sviluppano la voce, amano giocare con le ragazze a gambe aperte. E come vuoi giocare con i ragazzi? Sì, figlia mia, siamo uomini e donne che giocano con i bambini e, più tardi, con gli uomini. È la differenza che ci unisce fortemente come uomini e donne e ci permette di raggiungere l’amore e la passione trascendentali.

Mi ha semplicemente detto di prendere tutte le precauzioni per evitare di rimanere incinta o di contrarre malattie sessualmente trasmissibili:

– Hai imparato nel libro che ti ho regalato che la vita è spietata con chi sbaglia e che dovresti evitare di sbagliare. Se ti piace quel ragazzo e lo ami, e prendi ogni precauzione contro le punizioni della vita, e lui conosce il sesso super hot o glielo insegni, puoi giocare con le gambe divaricate solo per divertimento e per divertirti, ma fai sesso come un cucciolo , non pensarci nemmeno. Anche per suonare bisogna amare la passione delle persone, cosa molto rara. Pochissime persone imparano a conoscere l’amore e il sesso con estremo piacere come te. Solo chi legge questo libro impara…

Agli uomini piace sempre qualsiasi sesso, ma una donna che si succhia il pollice e finge di venire o si immagina fragile è terribile. Sei molto giovane e avrai tempo per scoprire l’amore e donarti al padre dei tuoi figli. Lo troverai quando meno te lo aspetti, come ho trovato tuo padre, ma potrebbe volerci più tempo di quanto pensi. Per questo puoi giocare con i cazzi giusti, capaci di giocare con te e di renderti felice, ma non cedere a chiunque e ti romperai il culo. Ciò che cerchiamo nei giochi maschili e femminili con i bambini, o con gli uomini, è lasciarci trasportare dalla gioia fino all’estremo. Tra questi troverai l’amore della tua vita. E come trovare tanti uomini senza almeno uscire?

– Com’è il vero amore?

– Lo capirai appieno solo quando lo ritroverai.

-E il divertimento, come si produce?

– Nel sesso super abbagliante del libro, è una sensazione molto intensa che prende il sopravvento su tutto il corpo. È un sesso che fa sì che il maschio ti strofini dappertutto come se ti stesse strizzando e strofinandoti su tutto il corpo. È come un sacco di solletico, che può essere insopportabile se il cazzo è molto duro, ma puoi chiedere di meno… Lo saprai solo quando sborrerai da un bravo maschio che ti garantisce sesso super strepitoso per aver letto il libro . …Il ragazzo, dovrai affascinarlo o aspettare che un ragazzo venga a cercarti. Dategli il libro in modo che possa imparare e concordare le deviazioni. Puoi portare un ragazzo speciale nella tua stanza.

PERDERE LA SUA VERGINITÀ IN UNA DP CON DUE RAGAZZI VERGINI

Dopo aver finito la teoria, ho cercato un ragazzo con cui giocare ed esercitarmi e ne ho trovati due davvero adorabili.

Ero intelligente, il che mi rendeva educato e birichino: “mi ero dimenticato” della Barbie nuda sulla scrivania. Rodrigue ride:

– Hai lasciato Barbie nuda.

– Il cane non ha freddo e puoi giocare a vestirlo e svestirlo. In questo modo, quando cattureranno una femmina, sapranno già come spogliarla voluttuosamente per metterla sul loro cazzo. I ragazzi risero:

– Perché? È così difficile?

– Ciò richiede una certa tecnica. La cosa migliore che puoi fare è premere la ragazza sul tuo petto, stringerle le tette e strofinarle la figa con il tuo cazzo duro, toglierle le mutandine infilandole il dito nella figa o nel culo, farlo scorrere lungo la figa in modo che le mutandine cadano. . . . Succhiare il seno, la figa, il culo, le cosce, sempre con piacere, con tenerezza e pressione. Più la femmina sarà impastata, eccitata e affamata di cazzo. Il cazzo deve essere duro altrimenti non entra. Dannazione, ragazzi. Stai attraversando un momento difficile. Ora puoi catturare una femmina da mangiare.

– Scusa, tesoro, che ne dici di esercitarci a mangiarti? Imparerai anche cosa vuol dire regalarlo ai bambini.

Era deliziato dall’intelligenza del ragazzo. Lei andava pazza per i cazzi:

– Perché no? Siamo vergini, ma siamo già pubescenti. Tu hai già un cazzo duro e io ho una figa che non vede l’ora di metterlo dentro. Vuoi fare una doppia penetrazione, una da davanti e una da dietro? Possiamo sperimentare per vedere quanto ci piace e se il rapporto a tre è legale. Bene, andiamo già molto d’accordo come una famiglia di tre persone. Dobbiamo solo diventare amanti.

– Ah, cucciolo, morivo dalla voglia di cadere sui cazzi dei ragazzi ed ero ingordo: se avevo due buchi, perché non due maschi? E aveva una piccola bocca che non vedeva l’ora di allattare. Aveva già guardato film pornografici su Internet e non se ne vergognava. Ho visto che improvvisamente si discostavano dalle istruzioni del libro, ma è stato utile capire cosa si stava facendo, anche a grandi linee. Ho chiesto loro con coraggio:

– Vuoi giocare sia maschile che femminile? Inizia spogliandomi e lascia che io spogli te. Giocare nudo è più divertente. Mi amavano dappertutto, strofinando i loro cazzi e stringendomi le tette, le cosce e il culo. Mordimi il collo, baciami la figa. Mi fa impazzire dire che devi avere cazzi super duri. Darò loro un cazzo di bacio per eccitarli. Succhiami la figa e il culo. Dammi un bacio sulla figa… Fanculo! Sono diventato un giocattolo nelle tue mani e nei tuoi cazzi, ma lo adoro. E questi cazzi non possono essere più duri!

– Ah bambina mia, ero così pazza per il cazzo che ho dimenticato anche la bottiglietta, l’originale. Speravo di entrare il più rapidamente possibile ed essere preparato con KY. Ben lubrificato con KY e con difficoltà a defecare, Zequinha mi è entrato facilmente nel culo nonostante il suo grosso cazzo grosso. Ho cavalcato lo sperma caldo e mi sono sdraiato sul suo petto, mentre lo sperma mi divorava. Mi ha afferrato il seno. Che bello dare il culo! Molto più gustoso del mignolo di tuo cugino. Deve essere nel cazzo! Stringendomi le tette e spingendomi in profondità nel culo, mi stava mangiando deliziosamente e gli ho chiesto di accelerare le sue spinte. Con il culo aperto era forte e duro. Ovviamente mi è piaciuto molto e mi è venuta la pelle d’oca. Oh cazzo! Era troppo bello! Rodrigo aveva un cazzo grosso, ma lungo quanto la mia figa. Ho aperto le gambe, è venuto verso di me e mi ha seppellito, ma a metà strada si è fermato:

– Non rientrare!

– Sì, entra! È la mia bottiglietta! Come ho fatto a dimenticarlo? Fate così: date forti spinte al punto G e scivolate verso la testa. E’ vero amore mio. Colpisci il punto G e la testolina. Quando dice “adesso”, colpiscilo con tutta la tua forza, spezzalo e colpiscilo profondamente nella figa. Sperma! Questi piccoli colpetti sul punto G e sull’imene sono deliziosi. Colpisci la mia zucca, ma non romperla, amore mio! Le iniezioni del punto G sono davvero deliziose. Arriva il culmine. Pennacchio! Rompi questi inutili rifiuti! Che delizioso pugno nella mia figa! Colpisci più forte.

– Non fa male?

– Fa un po’ male, ma cavolo! Colpisci il punto G, che ti ho mostrato, e colpisci la mia ragazza nel profondo. Oh caro! Colpisci di più! Più forte! Ti manca la borraccia? Prendi quello!

– Corre! Non l’ho rotto?

– Non quello! Hai rotto questa piccola cosa che è inutile. Puoi spezzarlo a tuo piacimento e sarà ancora vivo perché tu lo possa spezzare. Non è molto più gustoso?

– Se è! Vado a giocare a colpirlo.

– Puoi romperlo a tuo piacimento e sarà ancora vivo perché tu possa romperlo. L’altro se n’è andato, ma puoi rompere questo quanto vuoi. L’altro era un film stupido: era straziante, finiva, ma qui c’è un muscolo duro che si contrae sul cazzo. Potrei anche ammanettarti così!

– Oh dannazione! Cos’hai fatto?

– Prova a colpirle la figa. Ora donalo con tutte le tue forze!

– Che zucca deliziosa!

– E tu, Zequinha, mi pompavi come un matto nel culo?

– Ma non mi fermerò, no. È così delizioso!

– Eccellente! Lavorano con la mia ragazza e il mio culo finché non si stancano…

DARE SENZA RESTRIZIONI ALLE BUONE PERSONE

Avendo perso la testa per le DP di ragazzi vergini, che avevo addestrato al buon sesso, sono diventata una fanatica dei cazzi, dandomi come una puttana a chi è bravo con i cazzi. Sono diventata addirittura una conquistatrice, il che è stato facile con la mia bellezza e la mia seduzione, e mi esponevo tanto più quanto più mi sentivo una puttana. Era sfrenata e voluttuosa. Se quel ragazzo avesse letto “Amore senza misteri” e fosse bravo, lo porterei a scoparmi nel bosco. Ho sempre avuto un maschio con cui mettere del buon sesso nei miei buchini, vibranti di piaceri accattivanti.

È stato difficile per me tradire questi ragazzi che avevano preso la mia verginità in una DP impressionante, ma eravamo molto giovani e non avevamo alcuna visione del futuro o di noi stessi. Eravamo consapevoli solo del presente e di ciò che poteva renderci felici e loro sono diventati i miei giocattoli. Mi è piaciuto aprire le gambe. Giocare con cazzi intelligenti, fare dispetti alla mia ragazza, mi ha dato piaceri indescrivibili. Il piacere di questi cazzi era tutto, ma io ero un fan degli strumenti maschili e qualsiasi giovane attraente, dotato di buon sesso per prendermi con gioia, che avesse letto “Amore senza misteri”, mi avrebbe sicuramente preso! Volevo incontrare uomini e doveva avvenire attraverso un cazzo. Se faceva bene, era sulla lista dei buoni e lo conoscevo in senso biblico nella foresta. Ho dato un appuntamento nel bosco e ci ho provato: schiaffeggiami il culo. Con più forza! Lui libera il cazzo, mi solleva la gonna e mi colpisce con tutta la sua forza senza penetrare. Se fossi un bravo stronzo, gli chiederei di togliermi le mutandine infilando una mano nella minigonna, facendo scivolare il dito medio attraverso la fessura e tirando giù le mutandine. Se mi eccitasse gli direi: lascia addosso le mutandine così puoi annusarle e vieni qui, bel maschio, e metti i piaceri nelle mie viscere.

L’ho portato nel bosco, nella mia cuccia, dove lei è arrivata contorcendosi sul suo cazzo duro e sporgendo le tette allo scoperto, completamente abbandonata:

– Entra, tesoro! Dammi il bastone! Dammi il fantastico sesso che ti aspetti dal libro, colpiscimi nel bosco e mettilo dentro con forza, fermezza, profondità e forza! Dimostra che sei uno stallone con un cazzo duro e abbaglia la mia figa di zucca e ti darò la mia nuova zucca e il mio nuovo culo da penetrare.

Era tutta una festa! I suoi buchini erano in estasi, volevano più cazzo. Sono impazzito con la ragazza ed era raro che un giorno non portassi un amico da scuola nella foresta, anche di altre classi. Se fossi bravo con i cazzi e avessi letto il libro su come scopare bene, sarebbe il benvenuto per la mia ragazza:

– Hai letto il libro che ti ho consigliato? L’hai letto davvero? Sai come conquistare una donna? Incontriamoci nella foresta!

Era un uomo diverso, ma i piaceri erano gli stessi. Tutti mi davano piaceri estremi, travolgenti ma uguali, e li variavo in un unico maschio. Era facile fare ogni sesso del libro con lo stesso uomo. Avevo perso il conto dei maschi che avevo mangiato selvaggiamente nei boschi, di solito un maschio diverso, più i ragazzi della polizia che mi avevano sempre preceduto. Prima di andare a scuola ho preso un cazzo a doppia faccia. Aveva i migliori cazzi, tutti pronti a sorprendere con piaceri estremi. Che cosa sta cercando?

Ho beccato i bravi ragazzi della scuola che leggevano “Amore senza misteri” e, di tanto in tanto, un acchiappa-cazzi che mi deliziava con il suo canto e il suo comportamento da macho e che era bravo con il gallo: le ho fatto portare nella foresta e quando sono entrato ha scoperto che ci avevo provato. S’il était bon en morso, je l’emmènerais dans Les bois dans la niche… S’il ne naissait pas le position du livre, je l’ai mis dans la bonne position et j’ai eu la fête des plaisirs sin fin. Il cazzo, penetrandomi in uno di questi incontri sessuali, mi ha messo in estasi e, nella posizione giusta per un sesso super abbagliante, mi ha portato al culmine di piaceri estremi. Non aveva più l’imene, ma la nuova figa ben eretta faceva impazzire il maschio. Come me, si contorcevano di gioia e si attaccavano alla zucca, ma io ero sempre alla ricerca di un nuovo maschio.

Bella, sorprendente, calda e spietata, tutti volevano avermi e, pazza per i cazzi, mi rilassavo per analizzare le battute. Li volevo tutti. J’ai décidé de les avoir aussi et, quando je voulais avoir une buon morso, je sortais sans culotte, avec deux boutons déboutonnés et en minijupe, le tout exposé, avec des petits seins et des cuisses à saisir et un cul à serrer dans Le mie braccia. Quando ha trovato quello che voleva, ha scosso il culo e ha lasciato il ragazzo arrapato con i cazzi appollaiati. Entrando nel bosco, l’ho provato cavalcando sul suo cazzo e, se mi eccitava senza mutandine, lo portavo nel mio canile dove prendeva, a fondo e con forza, tutto ciò che voleva. Sono entrato nella mia capanna nella foresta, aprendo la camicetta ovunque, sollevando la minigonna e il cazzo che puntava verso le stelle, ho aperto le gambe in un sesso super felice e sono stato leccato, succhiato, in fretta, e tutto è successo dentro . , è arrivato tutto:

– Inseriscilo, amico, inseriscilo con tutta la brutalità del tuo cazzo! Datemi il trattamento shock. Afferra il mio punto G, spacca la mia nuova figa e la sbatte forte. Quello! Con tutte le mie forze! Oh cazzo! Va bene, molto bene! Spingi più forte! Colpiscimi la figa! Pugno, dannazione! Ho picchiato la mia ragazza senza pietà e senza pietà. È ossessionata dal cazzo.

Ho chiesto gli estremi del piacere, sempre nel sesso super abbagliante del libro: figa e clitoride; figa e punto G, culo e clitoride. Se non avesse letto il libro e non avesse suscitato i miei desideri estremi, lo metterei nella posizione giusta e mi dirigerei verso piaceri abbaglianti. Si trattava di gemere i compagni e di godere dell’intensità delle spinte che mi chiedeva, a volte difficili da sopportare. Finì per crollare dalla gioia.

Il gallo era sempre buono, ovviamente! L’ho regalato solo ai fan di “Amore senza misteri” che hanno acquistato su Amazon. Con.bagnato.

Chi non aveva letto il libro veniva immediatamente ripudiato se non voleva insegnarglielo e se non aveva la minima possibilità di mangiarmi. Nel bosco giocavo con le gambe aperte, senza mutandine e con la minigonna sollevata con le piccole tette che spuntavano dalla camicetta. Mi sono tolto e mi sono tolto i vestiti finché non siamo rimasti nudi. Completamente coperta dal maschio, dentro e fuori, ho sperimentato il grande sesso descritto nel libro e ho raggiunto l’estasi del godimento più completa:

– Sarà delizioso! Sei brava nel sesso super vaginale e clitorideo. Vai a tutta forza con il tuo cazzo per un trattamento d’urto! Quello! Hai imparato le lezioni di “Amore senza misteri”. Rompi la mia nuova testolina. Altre bottiglie da rompere. Sperma! COSÌ! Con tutte le mie forze! Lasciami impazzire ed entra in me, lasciandomi la mia nuova figa. Altre bottiglie d’acqua… Ora muoviti sul culo. È unto!

Sapevo le cose e camminavo con il culo ben lubrificato, facevo fatica a defecare, e il gallo entrava facendomi venire la pelle d’oca, mettendomi delle delizie nel culo:

– Aaiii che cazzo delizioso! Rompimi il culo. Difficile! Caldo da morire. Aaaaaaiiiiii, questo forte è delizioso. Entra, piccola puttana! Whoa, cavolo, che emozione! Quello! Rompimi il culo. Sperma! Delizioso! Ecco come mangiamo il culo! Mangiare ! Mangia di più. Aaaaaaaaiiiiiiiiiiiii, spaccacazzi! Se vuoi più zucca, passa alla fica. Chi non ha desiderato che le bottiglie d’acqua si rompessero? Erano sorpresi perché non ripeteva il macho, ma voleva cazzi sconosciuti e avevano il libro per conquistare le ragazze che volevano.

Avevo un debole per i dolci e accettavo solo uomini che conoscessero libri sul sesso e sapessero scoparmi con piaceri estremi, ovviamente: colpire il punto G, strappare la nuova figa e colpire la figa, ad ogni spinta, era essenziale. Questo con un trattamento d’urto. Il godimento del trattamento d’urto è stato totale e totale, difficile da sopportare, facendomi gemere, urlare e lottare, finché non sono stato inondato di sperma che ho raccolto con la bocca, lasciandola piena, scorrendo fino agli angoli. E ogni gallo che portavo nel bosco mi rendeva ancora più legato a questo delizioso strumento maschile. E, affamato di cazzo, sono già entrato nudo nella cuccia, allargando le gambe:

– Mettilo dentro, cagnone, e prendimi con piacere: ora vai alla fica e al punto G. È da morire. Aaaaaaiiiiiii, merda! Distruggi la zucca! Altre bottiglie d’acqua… Va tutto bene. Vuoi il culo, vai avanti!

Tutto incasinato, gliel’ho infilato nel culo. Vivevo con il culo lubrificato, avevo voglia di cazzo e, se mi veniva duro, mi aprivo completamente:

– Entra, maledetto ragazzo! Essere difficile! Un buon cazzo è un cazzo crudo, molto caldo, con trattamento shock. Enteeeeeerrrraaaaaaa. Aaaaaaiiiiii, maledetto maschio disgustoso!

I miei cazzi mi piacevano ogni giorno di più e non perdevo nessuna istruzione nel libro delle feste della fica. Voleva conoscere tutti gli uomini, nel senso biblico più profondo. Tutto sepolto dentro, facendomi gemere. A volte cantava bene o seduceva un maschio che eccitava la mia libido al ritorno da scuola con i seni che si muovevano nella camicetta semiaperta, le cosce scoperte nella minigonna, la figa che scorreva lungo le cosce, i seni duri di lussuria. …Se la conversazione fosse piacevole e la postura fosse maschile, chiederei:

– Hai letto “Amore senza misteri”? Compri questo libro su Amazon. com. Fr. Sai tutto quello che riguarda una donna? Tutto quel sesso super abbagliante?

Se la risposta era sì, scuoteva il sedere e rispondeva:

– Allora seguimi! Giochiamo e ti allargo le gambe per farti fare sesso nel libro.

E andò nella foresta scuotendo il suo bel culetto. Testato, l’ho portato nella foresta e ho goduto delle delizie del suo cazzo, pazzo delle mie zucche, ha invaso con estremo piacere la mia figa, il mio punto G, il mio clitoride, il mio culo, e ho stretto e strofinato tutto sul mio corpo. corpo. Ero fiero di essere lo scemo della scuola e divenni schiavo dei desideri, dei piaceri estremi e dei bambini pazzi per spaccare zucche. Un cazzo “Senza Misteri” che colpisce, lacera e arriva così in profondità che non puoi fare a meno di respingerlo. Mi do tutto e accetto tutto:

– Impazzisci e fammi sembrare una puttana! Fanculo “No Mysteries”, senza vergogna e senza paura dei morsi della mia figa super attiva. Fottutamente duro. Mangia quello che vuoi.

CUORE E ROTOLO

E così mi è davvero piaciuto aprire le gambe al maschio che amavo. Tuttavia un giorno rimasi incantata da un maschio davvero speciale. Non conoscevo le impronte nel libro, ma era un uomo potente, con un grosso cazzo e aveva una capacità speciale nel scopare una donna. Studiava nella mia stessa scuola, stava per diplomarsi e mi cantava per strada quando tornavo a casa. Già mi conosceva e mi seguiva come un matto per acchiapparmi:

– Sei una ragazza adorabile. Voglio trasformarti in una rosa d’amore piena di piaceri ardenti. Voglio essere il macho che non hai mai avuto e portarti ai piaceri estremi.

Era un ragazzone, un giovane intelligente e un bravo ragazzo, con una bella canzone. Ho afferrato il mio cazzo in crescita. Era un uomo con la A maiuscola. Un giovane pieno di desideri, con i pantaloni gonfi e che desiderava molto intensamente: “Devo innamorarmi di questo cazzo”! I super maschi raffigurati nel libro erano una festa, ma questa era una necessità. Voleva mangiarmi, ovviamente, ma anch’io volevo lui! La mia figa gocciolava e l’ho portata nella foresta. Entrando nella foresta, non ho potuto resistere all’abbraccio spontaneo:

– Condannare! Donane un altro con tutta la tua forza.

È stato maltrattato e imprudente. Mi ha afferrato per l’inguine e gli ho dato il colpo che voleva:

– Sei bravo. Mi dà uno schiaffo sul culo e mi toglie le mutandine, facendo scivolare il dito lungo la mia fessura e schiaffeggiandomi il culo nudo.

Lui obbedì lasciandomi in estasi e mi staccò i seni dalla camicetta mordendomi il collo. Lasciò andare il suo cazzo e mi diede una forte spinta, voleva penetrarmi. Mi ribolliva il sangue:

– Spazzola la mia fessura con il tuo cazzo.

Il bisogno del maschio cresceva, la fica scorreva e la sepoltura in me diventava un’emergenza. Gli ho dato questo dannato bacio, tenendogli stretto il cazzo e le palle e l’ho trascinato nel bosco. Raggiungo la nicchia del desiderio folle, mi tolgo la camicetta e mi giro, alzo la minigonna, esponendomi completamente, facendo formicolare il mio cazzo e affascinandolo con il mio culetto e la mia fessura:

– Sono pazzo del tuo cazzo. Seppellisci in me la spada del piacere! Mangiami intero! Fammi la tua femmina, tua moglie, la tua puttanella, il tuo rampicante! Portami nel fottuto paradiso. Mangia le donne che vuoi, ma non smettere mai di amarmi appassionatamente.

Mi ha preso in grembo tra le sue braccia, avvolgendomi completamente e portandomi all’estremo, facendomi perdere i vestiti. Mi ha afferrato le tette, mi ha tolto la minigonna mentre ero nuda, squarciandomi il culo con puro erotismo. Si lisciò il culo. Mi ha dato uno schiaffo:

– Aaaaaaaiiiiii, che bontà! E’ la giusta quantità. Voglio di più! Ho fame di te.

Ho ricevuto più schiaffi. Nudo, era la mia seconda pelle, avvolgendomi nuda, accarezzandomi, graffiandomi, mordendomi il collo, abbracciandomi, stringendomi e succhiandomi il seno, il culo, le cosce, la figa, facendomi scivolare il dito nella figa, schiaffeggiandomi il culo, e quando è tornato a casa spaccando zucche… Maledizione! Il cazzo era grosso e aveva le dimensioni esatte della sua figa. Molto forte, il cazzo mi ha mangiato forte, colpendomi la figa con furia… Comunque… Andava tutto bene, ma c’era un problema… Le ho dato un lungo bacio, accarezzandole le maniglie dell’amore, e gliel’ho detto. affettuosamente:

– Sei magnifico, un uomo affascinante! Hai un cazzo meraviglioso e forza nel tuo cazzo! Ma tu non sai come si scopa!

– COSÌ? Non ho mai avuto una ragazza che si lamentasse della mia prestazione!

– Nemmeno le ragazze lo sanno.

Gli ho chiesto di toccare il mio punto G e di conoscerne la posizione:

– Non lo conoscevi, vero?

Perplesso, ha ammesso di no.

– Lo so, poche persone lo conoscono e ancora meno sanno usarlo, ma è il punto più sensibile e piacevole del corpo femminile. Questo è ciò che ci fa tremare di gioia. Metti le mani qui e qui. Tienili stretti, tenendoli lì, e potrai stringerli. Questa è la posizione giusta per un sesso vaginale e clitorideo super emozionante. Hai mai scopato qualcuno così?

Imbarazzato, gemette di no.

Quindi non hai mai portato una donna all’estasi totale del piacere. Senza lasciare andare le tue mani, mi penetra fino in fondo. Quello! Ci sei dentro. Ora fai quello che vuoi con il tuo cazzo e senti la mia adrenalina, ma tieni le mani lì e fai spinte precise sul punto G, che sai già come trovare, scivolando verso il pugno in profondità nella figa, il piacere è maggiore. il più vecchio. Continua a picchiare la mia ragazza senza lasciare andare le tue mani. Il godimento era fantastico e sentivo il mio corpo adrenalizzarsi, tremare per i brividi che percorrevano il mio corpo deliziato dal piacere. I miei orgasmi nella figa, nel punto G e nel clitoride sono esplosi e lui mi ha sentito tremare. Travolto dalla gioia, gli ho chiesto:

– Fammi il trattamento d’urto e ti farò un regalo.

– Voglio un regalo da te. Non so cosa sia, ma lo voglio! Cos’è il “trattamento d’urto”?

– Lo sai anche tu. È la forza in campo! Mantieni rigorosamente il progetto e dammi, con questo amore che trabocca da te, tutta la forza della tua passione, senza pietà né pietà per mia figlia. Colpisci il mio punto G e la mia ragazza con tutte le tue forze e riceverai il regalo e se ti piace colpisci più forte per ottenerne di più.

Il godimento ha raggiunto gli estremi di ciò che era sopportabile, strappando la mia nuova zucca sul grosso e brutale cazzo, facendomi gemere per il godimento estremo della figa super abbagliante e del sesso clitorideo, travolgendomi con piaceri indescrivibili. Indovina se il regalo gli è piaciuto! Questo delizioso cazzo ha colpito forte il punto G, ha strappato la mia giovane figa e ha colpito deliziosamente il fondo della mia figa con spinte tanto brutali quanto delicate e che, a seconda della posizione, avevano ancora tutta la pressione e l’attrito sulla vulva. , clitoride, pube, pancia, seni, morsi, gemiti di gioia… Lui gemeva e si contorceva e io urlavo i piaceri delle viscere che esplodevano nella figa, nel punto G e nel clitoride. Io gemevo lo sperma dalle mie viscere in orgasmi abbaglianti e lui gemeva con ogni zucca rotta premuta contro il suo cazzo. Chi voleva fermarsi? È esploso di sperma che mi sono messo in bocca, bevendolo tutto e leccandomi le labbra. Gli ho accarezzato il cazzo e le palle. Volevo più cazzo, più orgasmi, più sperma, più lui che mi mangiava… Come si dice “ci vediamo dopo”?

Ero dipendente da questo ragazzone che mi ha dato tutto quello che aveva promesso e anche di più: mi ha dato tutto quello che cercavo negli uomini, cercando il mio uomo. Mi ha dato questo amore sconosciuto che mi ha fatto correre all’impazzata dietro ai ragazzi, senza sapere dove trovarlo. Ero felice. Sopraffatto dai piaceri. Ha chiesto:

– Sei soddisfatto o vuoi di più?

L’ho attirato in un bacio amorevole che non sapeva nemmeno di avere e gli ho detto dolcemente:

– Non chiedermi mai se voglio di più. Per te sono sempre pronto. Se vuoi il mio culo, mettilo lì. Basta cambiare i fori mantenendo questa posizione.

– Potere?

– Se vuoi, tutto è tuo! Puoi fare a turno culo e figa con più zucche: vai su e giù… Risate: ma non fermarti. Se ti fermi ti mordo!

Ha fatto bene con il mio sedere. Entrò in me con spinte sempre più profonde e le spinte aumentavano, emozionandomi di piacere ed eccitando la mia sensibilità. Versando sperma oltre i bordi, ribolliva con più zucche e ribolliva con più stronzo. Continuò a muoversi su e giù finché non esplosi di gioia che assorbii nella mia boccuccia, bevendomelo tutto, e ridevo mentre mordevo il cazzo:

– Perché diavolo ti sei fermato?

Abbiamo riso molto baciandoci intensamente. Mantenevo il canyon su e giù fino al sorgere del sole. Il fatto che questo ragazzo mi prendesse in giro mi metteva in totale estasi. Quando tornammo a casa era già scesa la notte e rimpiangevo i piaceri che avevo provato, tutti cucinati con amore e ottimamente mangiati.

Affascinata da quest’uomo, evitava i ragazzi a scuola: “Non oggi!” Quando tornavo a casa, tutto quello a cui riuscivo a pensare era lui, che voleva una pacca sul sedere. Mi ha sorpreso di nuovo, ridendo e schiaffeggiandomi. Era impaziente , violento e morente dalla voglia di penetrarmi. Questa era la dominazione del cazzo a cui non potevo sfuggire e non volevo.

Ho riso:

-Come sapevi che volevo lo schiaffo?

Sorrise in modo affascinante mentre mi baciava:

– Voglio amarti e immergerti nella passione per deliziarti con piaceri estremi e donarmi i tuoi desideri più profondi e i tuoi segreti più segreti. Voglio finire per godermi i piaceri di queste melodie d’amore perverse. Grazie per il libro Adesso sono un vero uomo da farti perdere completamente la testa. Ciò che abbiamo perso per mancanza di un semplice libro!

Il mio desiderio più profondo era mordermi la figa. L’invidia del gallo mi sorrise e ci dirigemmo al mio canile nel bosco, dove arrivammo nudi e strusciandoci contro il bastone. Tutto rugoso, con la libido traboccante, gli ho dato un cazzo di bacio, stringendogli il cazzo e sdraiandomi a faccia in giù. gemevo:

– Seppelliscimi con una fantastica vagina e una scopata sul punto G, completa di trattamento shock! Sai già come farlo, vero? Questo fantastico sesso è il mio grande augurio per te e il mio regalo per i tuoi piaceri: avrai un culo con punto G da strofinare, zucche da spaccare e una figa da scopare. Puoi anche intrufolarti nel mio sedere. Ri: ma non così può morderti! Voglio vedere quanto piacere posso godere. Seppelliscilo con tutto ciò che sono arrabbiato per amarti.

Si è trasformato in un macho e mi ha leccato la vulva e il clitoride finché non sono diventati duri come un cazzo. Ha messo la lingua nel punto G facendomi tremare di gioia e ha continuato ad accarezzarmi il clitoride, con un devastante doppio syririca ha seppellito il suo grosso cazzo dentro di me e mi ha fatto arrampicare come una lucertola su un tronco d’albero, spinta dalla forza del bastone. Mi ha gettato nella foresta e mi ha seppellito con una grande vagina e sesso sul punto G, alternando culo e figa:

– Voglio che le zucche si rompano e che questo delizioso culo si tenga stretto, ma questo delizioso culo lo romperò. Voglio farti venire su tutto il corpo finché non crollerai per tanti orgasmi. So già come fare quattro fermate.

Ha alternato culo e fica con la fica. Il bastone mi ha colpito così forte che ho dovuto chiedere una pausa:

– Un po ‘meno. Questo cazzo è troppo duro, ma farà quello che vuoi. Fammi la tua puttana, la tua mangiatrice, la tua troia… Non smettere di scoparmi! Mettitelo davanti a te, nel culo, in bocca… Mettilo dove vuoi, ma non in modo che ti morda il cazzo. Voglio tutte e quattro le fermate. Dammi la tua pelle, il tuo calore, la tua lussuria, il tuo fuoco per scopare… Fanculo il mio culo e, quando hai voglia di zucche, fanculo la mia ragazza.

Mi ha dato tutto il sesso che avevo imparato nel libro, espandendolo ai quattro giochi classici che avevo imparato anche nel libro. Esausto per aver sborrato così tanto, ho finito per bere lo sperma dal latte e mordere il cazzo, pieno di gioia per un maschio così fantastico, con la dolce speranza di averne di più: “Adesso sei un maestro nel scopare”.

– È un bene che tu mi abbia insegnato ad essere un uomo e mi abbia fatto un regalo il libro. Farò i miei miglioramenti al cazzo per te.

Mi sono ritrovata a fare progetti per il futuro: è quello da macho! L’ho intitolato “Cuore e Gallo”. Era amore e passione. Con così tanto amore da dare e una passione traboccante nel scopare, è l’uomo perfetto da avere nel mio letto per sempre! Non ho potuto fare a meno di rimproverarmi: pazzesco! Ma rimanderò indietro i ragazzi domani, questo è sicuro. Che trovino un’altra bottiglia! Questo maschio “Cuore e Cazzo” si è preso cura dei miei desideri e di qualcos’altro che era andato perduto: il mio cuore! La mamma aveva ragione: mi sono innamorata quando meno me lo aspettavo.

Un altro giorno i miei desideri si sono avverati. Quando tornai a casa da scuola, ricevetti uno schiaffo sul sedere. Mi sono di nuovo dimenticato dei ragazzi e il mio uomo si è avvicinato con una pacca sul sedere:

– Voglio la mia ragazza piena di fascino che mi porti morsi di gioia estrema. Approfittare di te è entrare nell’alfa, è bruciare nel fuoco della passione, è felicità suprema.

Si voltò verso il bosco e io lo fermai:

– No. Non ci andiamo più.

Aveva paura:

– Perché? Sei stanco di me?

– Mi fai sentire una donna e ti porterò nel mio letto così potrai essere il mio uomo. Voglio sentirti completamente mio: la testa, il cuore, la passione, l’estasi, tutto ciò che conta nell’amore e nella passione. Voglio penetrare nel tuo essere e che tu penetri nel mio: voglio l’Amore Senza Misteri. Sarò per te un libro aperto, sorridente in ogni pagina e voglio conoscere ogni angolo del tuo cuore e di quella meravigliosa testolina. Voglio essere la tua gioia e tu la mia. Penso che sia amore, giusto? Mi sono donata agli uomini, cercandoti senza nemmeno sapere chi fossi. Come scoprire te stesso? Non sfuggi più alla prigione del mio letto e alle catene del mio cuore.

Mi ha stretto al suo petto baciandomi molto intensamente e ho sentito l’amore in quel bacio.

– Penso di aver ragione: ci amiamo così tanto che ci mangiamo! Baudelaire aveva ragione: chi ama deve mangiare chi ama. Il nostro sesso è nel profondo di me, è un amore puro che ci porta nel profondo del mio essere. Ti sento in me, nel corpo e nell’anima. Questo non è solo uno scherzo. È la penetrazione di due esseri intimamente uniti. Vieni da me con questo amore avvolgente e questa passione traboccante. Ho l’impressione che siamo un unico essere e, quando sei nel mio grembo, sento che la vita scorre fluida e piacevole. Fa scorrere lentamente la mia vita ed entra dentro di me. Dammi i tuoi piaceri.

– Allora mi ami come io amo te. Non mi porterai nel tuo letto. Mi porti nel tuo cuore. È nel tuo cuore che voglio essere prigioniero. Sono tutto tuo. Sono così felice che tu abbia trovato chi stavi cercando: me! Portami a mangiarti. Portami ad essere in te.

Quando cademmo nel mio letto… Sperimentò il libro che c’era in me… Furono cinque anni di completa estasi finché l’auto di un guidatore ubriaco… Accidenti a chi guida ubriaco.

Sono tornato a perseguire uomini più visibili che mai:

– Hai letto “Amore Senza Misteri” e sei un bravo stronzo??? Allora prendi il fiore dei miei desideri… Entra e dammi il meglio di te… Ti farò con la mia fica un regalo che pochi conoscono.

Macho è molto facile da conquistare, tutto ciò di cui ha bisogno è un libro che ci porti, ma un vero uomo…

FINE

CAZZO ONLINE

E I RAGAZZI JACK? Vuoi scoparmi? Seppellisci questi cazzi nei miei buchi con desiderio, con piacere, con amore. Profondo, ruvido, gustoso, affascinante. Aaaaaaiiiiiii, maledetti ragazzi. È troppo brutale, ma funziona con tutte le sue forze. Aaaaaaiiiiii, fanculo, seppelliscilo in profondità, con forza e forza. Dai: ficcami il culo dentro. Cazzo nella mia figa. Mangia il panino con la mia deliziosa carne in una DP spettacolare. Quello! Uno davanti e uno dietro. Difficile! Aaaaaaaaaaiiiiiiiiiiiiiiii, accidenti, è così divertente! Ho la forza nel sedere! Forza nella mia figa! Fanculo a me! Rompi la mia bottiglia d’acqua. Aaaaaaiiiiiii, pausa! Rompi più zucche… Rompi le mie zucche finché non sono pieno di sperma!

OH! Anche la ragazza vuole un bastone! Apri le gambe, troia, lascia entrare il bastone… Aspetta, troia, questo bastone è spettacolare… Ha una forza bruta… Basta, gemi, troia perversa! Tieni quel dannato cibo. Non volevi una bella scopata? Cagna! Ora gira a faccia in giù per riceverlo sul sedere. Senti la schiacciata. Fa male? I piaceri di una donna, essere buona, fare del male. Questi sono i piaceri della passione. Tieni le gambe ben aperte e prendi il cazzo finché non potrai più sopportare altri colpi. Sei stanco nella tua figa? Apre il culo e lascia entrare la verga. Hai visto quanto è sexy un bravo stronzo? Lascia che il bastone giochi con il tuo sedere.

FINE

*Pubblicato da vivaldo sul sito climaxcontoseroticos.com il 20/09/19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *