Storia di gruppo erotico – (REGALI DI COMPLEANNO IN PRIGIONE

di | 15 de Aprile, 2024
Br4bet, la migliore piattaforma di scommesse in Brasile

😈🆥🆞STORIE EROTICHE😈🆥🔠ž

(PRIMO REGALO COMPLEANNO)

Ciao, mi chiamo Pri, ho 40 anni, sono alto 1,70, occhi neri, capelli lunghi fino alle spalle! Sono paffuto ma con tutto ben distribuito ho un petto medio, glutei larghi e cosce molto spesse e sode.

Questa storia è accaduta il giorno del mio quarantesimo compleanno.

Ho avuto un maschio!! Non ci frequentiamo, non solo relazioni, ma lo facciamo da molto tempo, un giorno gli ho detto che volevo fare il manager, ha anche accettato di portare un amico, ma come agente vive nella stessa vicino e amico, anch’io ho pensato che sarebbe stato meglio annullare l’idea. Per non parlare del fatto che aveva bisogno di qualcuno con cui sentirsi a proprio agio con maggiore intimità, cosa che il suo amico non faceva.

Ma il mio ragazzo è andato oltre, cercando sempre di esaudire i miei desideri, ma era un pazzo e non è passato inosservato finché non ho visto nei suoi occhi che voleva vedermi scopare con un’altra.

Poi mi ha sorpreso andando da uno dei medici di famiglia che ho su WhatsApp a mia insaputa con un altro numero e è rimasto lì senza dire nulla, guardando solo con chi stavo parlando e osservando i miei gemiti al medico di famiglia.

Così ha chiamato tre ragazzi al PV sapendo che erano più nervosi con me nel GP.

E per fortuna abitavano tutti e tre vicino alla mia città.

Il giorno prima del mio compleanno tornò a casa tutto sorridente e disse che il giorno dopo mi avrebbe fatto un regalo che non avrei mai dimenticato. Ero emozionato ma non avevo idea di cosa fosse.

Il giorno dopo il mio compleanno è andato a trovare i ragazzi in un bar vicino a casa mia e io non ho saputo niente finché non mi sono preoccupata perché ancora non mi aveva nemmeno fatto gli auguri né era andato a casa. . Ma mi sono ricordato che stavo parlando di sorpresa quindi ero più calmo ma molto ansioso.

Ma ha avuto anche una sorpresa appena è arrivato al bar per incontrare i ragazzi e chiacchierare, era meglio bere qualche birra per rilassarsi un po’, ha visto solo due ragazzi, e poi ha chiesto.

– Dov’è Vitor (terzo ragazzo)

Mario (uno dei ragazzi) ha risposto: era in bagno!

Quando ha visto Vitor uscire dal bagno, è rimasta sorpresa nello scoprire che Vitor era su una sedia a rotelle, con la pelle scura e un corpo ben definito. Rimase immobile per qualche minuto e poi parlò.

Altre storie erotiche  Storia erotica diretta - Viaggio d'affari

– Vieni Vitor, prendiamoci una birra finché non arriva il momento!

Sono rimasti lì per un’ora a bere e parlare di me e ovviamente sono diventati presto amici intimi. Avevano tutti la stessa intuizione EAT ME

È giunto il momento di incontrarci.

Già non vedevo l’ora di non saperne di più e di sapere quale sarebbe stata questa sorpresa. Il ragazzo mi chiama per dirmi che viene a prendermi.

Sarebbe un giorno indimenticabile per me.

Quando arrivò, aprì la portiera della macchina.

Quando sono entrato, mi ha bendato e mi ha detto che mi avrebbe portato in un posto dove non avrei potuto vedere nulla (perché era una sorpresa).

camminiamo per qualche minuto

Quando siamo arrivati ​​mi ha aiutato (perché ero bendato)

Mi ha portato in un motel (ma non era un motel qualsiasi, era il motel)

Anche con gli occhi bendati, l’ho sentito togliermi i vestiti, lasciandomi solo in lingerie.

Ho sentito una mano ferma scivolare lungo la mia schiena fino a raggiungere il mio sedere e stringerlo.

Sento un’altra mano morbida sul collo, scendere fino ai seni e sentirli più leggermente.

Ho paura

L’ho sentito scivolare contemporaneamente lungo le mie gambe, come se più persone mi stessero accarezzando.

Mi sento emozionato quando realizzo che il mio desiderio si sarebbe avverato.

Mentre la mia mente viaggiava nella mia immaginazione, ho sentito un dolce aroma di un dolce profumo e una mano ha toccato il mio corpo, una mano morbida ma con una presa forte, toccandomi la vita, lasciandomi tutta bagnata dietro, ho sentito un bacio su di essa . . il mio collo

Ero ancora molto tesa, mi sono rilassata e ho lasciato che le cose accadessero ho deciso di unirmi al gioco ho passato la mia mano e ho sentito un corpo diverso ero sicura che non fosse il mio ragazzo ma ho abbassato velocemente la mano alla ricerca del cielo ho trovato un membro grosso e durissimo, quasi delirante quando lo sentivo nella mano perché già immaginavo che ci fosse più di una persona. Ho cominciato a cercare altri cazzi perché ero sicura di averli e con mia sorpresa ho trovato una sedia e ho continuato a cercarla, una delizia di un corpo tutto tonico e profumato, di pelle morbida.

Già immaginavo come sarebbe stato il resto di questo corpo e tu hai capito la parte che mi interessava, allora sono passato alla parte che mi interessava, ho trovato un bastone enorme e storto, non ci ho pensato due volte, mi sono appoggiato Sopra. Ho finito e ho deciso di provare questo enorme bastone quando ho messo quel membro in bocca e l’ho fatto sparire nella mia bocca finché non l’ho sentito toccarmi la gola mentre giocavo con quel cazzo ho sentito succedere qualcosa di duro nella mia figa che era già molto bagnata. In quel momento ero così arrapato che ho sentito un membro enorme iniziare ad entrare nella mia figa.

Altre storie erotiche  Mangiare la moglie di mio zio

Sto già morendo dalla voglia di venire! Senti che va sempre più in profondità

Gemevo con il cazzo in bocca, non potevo resistere a lungo e quel cazzo dentro di me mi riscaldava.

Ha continuato a penetrare sempre più velocemente, mi è piaciuto molto.

Pochi minuti dopo entrambi hanno annunciato che sarebbero venuti, uno mi è venuto in bocca e l’altro nel culo.

Ho sentito il mio ragazzo parlare così.

-perché se l’è tolto, deve avere dello sperma dentro!

In quel momento ho provato a togliermi la benda per la curiosità di sapere chi fossero quei ragazzi che mi davano fastidio.

Non ho avuto nemmeno il tempo, un altro cazzo mi è entrato in bocca e un altro nel culo.

Questa volta ho riconosciuto il cazzo del mio ragazzo nella mia bocca.

Ho succhiato quel cazzo con entusiasmo e mentre l’altro mi sbatteva forte forte e mi metteva un dito nel culo, mi ha schiaffeggiato e ha parlato.

– Sapevo che eri sexy e che sei una puttana cattiva.

In quel momento ero curioso di sapere chi fosse.

Mi sono tolto la benda e ho visto i ragazzi del GP nella sala CMG.

Mário, Ricardo e perfino Vítor. Sono rimasto inattivo per qualche secondo ma Ricardo ha continuato a picchiarmi e ad imprecarmi, la mia eccitazione è aumentata ancora di più.

Il mio ragazzo mi è venuto in faccia ma Ricardo non è venuto affatto.

Mi è piaciuto tutto, mi ha buttato sul letto di pollo arrosto e mi ha picchiato forte, poi ha detto, adesso ti riempio di sperma, puttana, e veniva spesso, sentivo quello sperma dentro, lì era ancora per qualche tempo lì sopra di me il mio

Il mio ragazzo rideva e parlava.

-Mi è piaciuta la sorpresa!?

Non c’era modo che non gli sarebbe piaciuto, gli ho detto.

Allora Ricardo mi lasciò andare e disse

Non pensare che sia finita, abbiamo appena iniziato.

Poi ci siamo fatti un bel bagno! Poi ricominciamo tutto daccapo. E prima sono andata a farmi un massaggio tantrico, poi il mio ragazzo è impazzito davvero, e mentre lo facevo contorcere dal piacere, Mario mi ha toccato e mi ha fatto venire voglia di essere lì! Siamo rimasti così per ore. Finché il mio ragazzo non viene!

Altre storie erotiche  Nipote! da loro

Poi Vitor (un utente su sedia a rotelle) e io siamo andati a fare sesso, e mi ha fatto impazzire! Abbiamo fatto del sesso anale davvero pazzesco e ho notato che era molto interessato a farlo più spesso. Mentre continuava a dire quanto fosse delizioso il mio culo, mi sono seduto duro sul suo grosso cazzo e, senza pensarci due volte, Ricardo è arrivato! chiede che il suo cazzo venga allattato

Ricardo, molto cattivo, ha detto a Vitor: ora tocca a me, devo leccare anche quel culo. Vitor ha risposto: calmati, devo fare prima una cosa.

Mi ha spinto giù dalla sedia e mi sono ritrovato a faccia in giù sul letto. Si alzò dalla sedia, si appoggiò al letto, si mise sopra di me e mi colpì forte sul culo con il suo cazzo e urlò di eccitazione.

Cavolo, Mario mi ha messo il suo cazzo in bocca, l’ho succhiato ad una velocità tale che potevo vedere che stava per venire quindi ho rallentato un po’, volevo sfruttare al massimo questa giornata.

Vitor mi è entrato nel culo e mi ha lasciato andare, poi è arrivato Ricardo, girandomi il corpo e mettendomi sotto facendomi sentire bene, il mio ragazzo che non è stupido mi ha messo il suo cazzo nella figa.

È stato molto bello, ma era uno dei miei sogni diventato realtà, doppia penetrazione, gemevo, scopavano lo stesso, ma

Dps, il mio ragazzo è uscito e ha detto

– Mario arriva e la colpisce forte.

Ha fatto bene ma Ricardo ha continuato a leccarmi il culo dopo un po’ e loro sono usciti e mi hanno detto di alzarmi dal letto e loro tre mi hanno fatto un bagno di sperma.

Ero lì tutto sporco ma mi sentivo realizzato.

Sono andato a farmi una doccia e quando sono arrivato c’era anche Vitor.

Mi ha dato un calcio e l’ho succhiato finché non è venuto nella mia bocca e ho ingoiato tutto il suo sperma perché era meraviglioso.

Da quel giorno io e mio figlio abbiamo sempre riavuto ciò che era mio e ciò che era suo.

Restate sintonizzati perché arriverà presto, ma 😈😈😈

*Pubblicato da granchio sul sito climaxcontoseroticos.com il 03/09/19.