Storia erotica di cornuti – IL “RAGAZZO” ITALIANO DI MIA MOGLIE

di | 4 de Luglio, 2024

Tutto è iniziato con l’incontro con un italiano molto sexy su una spiaggia naturista dove mia moglie ha sentito per la prima volta un CAZZO diverso dal mio. Fino ad allora, ero l’unico uomo che era andato a letto con lei.

Lo abbiamo incontrato su questa spiaggia, si è avvicinato a lei e l’ha conquistata. Lei non ha potuto resistere e glielo ha dato.

Mi è piaciuta molto questa uscita di Sandra, il nome di mia moglie.

Mi chiamo Ivan, mi piace vedere mia moglie nelle avventure sessuali.

Come ho detto, abbiamo incontrato Enzo alla spiaggia per nudisti ed è lì che è successo tutto.

Quando ci siamo salutati, ha detto che gli sarebbe piaciuto se visitassimo la sua casa in Italia.

Abbiamo deciso di programmare questo piacevolissimo incontro.

Qualche mese dopo ho ricevuto un messaggio da Enzo su WhatsApp che ci invitava a casa sua in Italia.

Ho raccontato a Sandra dell’invito e lei era molto entusiasta di rivedere Enzo. Ho visto i tuoi occhi brillare come mai prima d’ora.

Ho risposto ad Enzo accettando il suo invito ad incontrarci presso la sua residenza.

Ci assicurò che ci avrebbe accolto con grande piacere e che non ci sarebbe mancato nulla. Sarebbe un viaggio meraviglioso.

Ci siamo organizzati e siamo partiti per l’Italia per trovare la nostra felicità. Sandra non vedeva l’ora di rivedere Enzo.

Quando siamo arrivati ​​all’aeroporto di Milano, abbiamo contattato Enzo. Ha detto che non era a casa, che ci sarebbe voluto del tempo, ma che dovevamo andare direttamente a casa sua e stare lì in tutta tranquillità e che sarebbe arrivato presto.

Arrivammo alla residenza e fummo accolti molto bene dalla servitù. Abbiamo alloggiato in una bellissima suite, ci siamo sentiti molto a nostro agio.

Non ci volle molto perché Enzo tornasse a casa. Lo salutai con un caloroso abbraccio. Ci ha ringraziato per la visita e ha detto che ci saremmo divertiti.

Dopo aver visto Sandra, si sono scambiati un abbraccio più intimo ed emozionante. La baciò sulla guancia in un modo molto contagioso. Sembra che le sia piaciuto davvero e ha ricambiato il bacio con Enzo.

Abbiamo parlato molto del nostro precedente incontro ed Enzo ha detto che ci avrebbe mostrato la bellezza dell’Italia.

Era già sera, così Enzo ci portò in un bel ristorante di Milano dove mangiammo molto bene e bevemmo ottimi vini.

Siamo tornati a casa e una volta arrivati ​​Enzo ha aperto un’altra bottiglia e abbiamo chiacchierato e bevuto questo meraviglioso vino nell’ampio soggiorno della sua residenza.

Ad un certo punto, Enzo ha suonato una canzone e ha invitato Sandra a ballare questa bellissima canzone romantica.

Sono andato in bagno e li ho lasciati ballare in modo molto romantico.

Quando tornai dopo un po’, stavano ancora ballando, ma ora in un modo molto sensuale, addirittura sessuale.

Enzo stava massaggiando il sedere di Sandra e lei aveva la mano sul sedere, costringendo il suo corpo contro il suo.

Stavo appoggiato alla porta e non mi notavano nemmeno, erano tutti e due molto emozionati.

Cominciarono ad abbracciarsi ancora più forte e a baciarsi appassionatamente.

Enzo passò la mano sul corpo di Sandra e lei rispose con grande passione strofinandosi contro il corpo di Enzo.

Sandra indossava un abito di seta rossa che modellava perfettamente il suo corpo. Non indossava biancheria intima, indossava solo questo bellissimo vestito rosso.

Questo rese molto più facile per Enzo accarezzarle il corpo.

Non passò molto tempo prima che le mettesse la mano nel vestito, massaggiando prima il culo di Sandra e sollevandole tutto il vestito. Massaggia deliziosamente il seno.

Altre storie erotiche  La nebbia, 25

Alzò le braccia per invitarlo a spogliarla. Obbedì all’invito e la lasciò completamente nuda.

Indossava dei pantaloncini che gli rendevano il cazzo completamente duro in quel momento. Nemmeno lui indossava la biancheria intima.

Sandra ha infilato la mano nei pantaloncini ed ha esplorato l’enorme CAZZO di Enzo. Lui si abbassò i pantaloncini, lasciando il suo cazzo libero di strofinarsi contro la sua figa.

Ben presto scese ed esplorò quel corpo italiano fino a raggiungere la bocca su quel DICK durissimo.

Ha cominciato a succhiare il cazzo di Enzo con tale passione che si è completamente dimenticato della mia presenza lì.

Sono rimasto lì a godermi mia moglie mentre si godeva questo bellissimo italiano.

Enzo notò la mia presenza discreta mentre guardava la scena del suo trucco. Mi fece un breve sorriso, sapendo che mi stavo davvero godendo questo momento.

Sollevò Sandra e la slegò dal suo CAZZO. L’abbracciò da dietro, mettendo il suo cazzo enorme contro il suo culo e massaggiandole le tette dure.

Ha notato la mia presenza anche quando ha guardato verso la porta dove ero appoggiato, godendomi la mia bellissima moglie che si divertiva con questo bellissimo stallone.

Mi ha fatto un sorriso molto malizioso, sapendo che ero felice quanto lei in quel momento.

Enzo le baciò il collo ed esplorò quel corpo delizioso, facendo scorrere le mani ovunque.

Cominciò a giocare con le dita nella sua figa, facendola tremare e gemere di piacere. È stata una scena fantastica da godersi.

Lei gli afferrò il cazzo e se lo strofinò freneticamente contro il culo e la figa, sentendo quella verga nelle sue parti intime, assetata di sentirlo dentro di sé.

Enzo la prese in braccio e salì le scale fino alla suite principale. L’ho seguito, ansioso di vedere cosa avrebbe fatto con la mia Sandra.

Quando arrivò nella stanza, la adagiò comodamente sul letto e le diede un bel bacio sulla bocca. Fece scorrere la lingua su quel corpo caldo e morbido, esplorandone ogni parte.

Allarga le gambe, invitando la lingua assetata ad esplorare la sua figa in un delizioso sesso orale. Ha succhiato quella figa che gemeva di desiderio e stava per esplodere con un piacere fenomenale.

Enzo ha esplorato tutta la figa di Sandra con la lingua, fermandosi alla griglia, lasciandola impazzire di voglia.

Non passò molto tempo prima che esplodesse di gioia meravigliosa, prorompendo in un urlo straziante che fece tremare le pareti.

– OH MERDA, VIENI QUI, SCOPAMI CON QUESTO CAZZO GIGANTE. VOGLIO SENTIRLO NELLA MIA FIGA. PRENDI UN FILO A LAMA CALDA.

Sandra era posseduta da uno splendido piacere.

Enzo obbedì, le salì sopra, infilò il suo CAZZO nello sportellino della sua figa e introdusse quel CAZZO duro e grosso, poco a poco, in modo che Sandra potesse sentirlo e metterle tutto quel membro dentro.

La figa ha subito accolto il cazzo duro di Enzo e lui l’ha sbattuta forte, facendola gemere e urlare di piacere.

Enzo l’ha messo molto caldo nella figa di Sandra, lei era felicissima di ricevere questo PICK che le ha riempito tutto il corpo.

Con Enzo che le pompava così tanto nella figa, Sandra non ce la faceva e ancora una volta ha goduto di uno splendido orgasmo.

Ma Sandra non riusciva a contenersi, voleva di più. Enzo le chiese di mettersi a quattro zampe e lei ubbidì subito.

Altre storie erotiche  Il mio ragazzo mi ha scopato con mio padre accanto a me

Lui sistemò il suo PICA nella sua figa, da dietro e la colpì senza pietà. Si rotolava come una puttana arrapata. In quel momento Enzo non ne poté più.

Sandra gli ha chiesto di sculacciarla. Ha iniziato a schiaffeggiarle il sedere e lei gli ha chiesto di colpirla più forte.

L’ha colpita così forte che il suo sedere ha iniziato a diventare molto rosso. Amava quel dolore al culo mentre cavalcava il suo cazzo, diventando sempre più frenetica.

Enzo non riuscì a resistere a lungo e si infilò pesantemente nella figa di Sandra. Lo sperma le colò lungo le gambe e bagnò l’intero materasso.

Non avevo mai visto mia moglie venire così. Che piacere vedere tutto questo senza partecipare, semplicemente masturbandosi. Sono venuto due volte durante la sega.

Sandra appoggiò la testa sulla spalla di Enzo. Ero esausto e felice. Mi ha guardato e mi ha chiesto: “Sei felice, tesoro?”

– Troppo, anche San, – risposi.

Mi sono sdraiato sul letto con loro e mi sono sistemato dietro Sandra, stringendo e accarezzando il suo corpo pieno di sperma. Abbiamo preparato un “panino” con Sandra. Abbraccio da dietro ed Enzo da davanti. Accarezziamo tutto il suo corpo sensibile per recuperarla per i prossimi round.

Abbiamo dormito bene, tutti esausti per le avventure della notte scorsa.

Quando mi sono svegliato Enzo e Sandra non erano più a letto. Scesi le scale e li trovai in una beatitudine molto intima, seduti fianco a fianco e si accarezzavano l’un l’altro.

Li ho salutati con un saluto al quale hanno risposto con effusione.

Ci stavamo preparando per partire perché Enzo ci disse che quella mattina ci avrebbe fatto conoscere Milano.

Siamo stati in diverse attrazioni turistiche di Milano e la cosa sorprendente è che Sandra ha tenuto la mano di Enzo tutto il tempo. Sembrava che fossero la vera coppia. Sicuramente sono stato “escluso” in questa situazione.

Enzo ci ha presentato ai suoi amici e ci siamo divertiti moltissimo.

Ci sentiamo molto a nostro agio in questo posto con queste brave persone.

Enzo poi disse che avrebbe dovuto risolvere alcuni problemi con la sua attività, visto che era un imprenditore di successo in Italia.

Mi chiese se Sandra poteva accompagnarlo e che sarei rimasta con le sue amiche. Gli ho detto che sì, non ci sarebbero stati problemi.

Sono rimasto per un po’ da solo con Sandra e lei mi ha rivelato quale era il “caso” che Enzo avrebbe risolto.

Volevo restare da solo con lei quel pomeriggio, volevo portarla in un albergo molto chic di Milano. Mi ha chiesto se ci sarebbero stati problemi con me. Gli ho detto che poteva divertirsi e tornare da me molto felice.

Si salutarono e partirono per “risolvere i problemi di lavoro di Enzo”.

Ci siamo incontrati più tardi a casa di Enzo. Sembravano molto stanchi. Ho chiesto a Sandra:

– Sembra che ti sia divertito, vero? Considerando quanto sei stanco.

Lei rispose:

– È stato meraviglioso questo pomeriggio. Così bello che voglio raccontarti tutto quello che è successo.

Non vedevo l’ora di scoprire cosa fosse successo.

Mi ha detto di salire nella nostra stanza perché sapeva che non l’avrei “accettato” quando avessi scoperto cosa era successo.

Gli presi la mano e salimmo nella nostra suite.

Ho già chiesto con ansia. E poi cosa è successo, cosa hanno fatto?

Altre storie erotiche  costume di coppia

Ha detto che l’ha portata in un bell’albergo, nella suite presidenziale, all’ultimo piano dell’edificio. C’era una vasca da bagno con vista su tutta la città, che bella!

Entrarono nella vasca da bagno e iniziarono a baciarsi, lui le accarezzò tutto il corpo in questa vasca da bagno profumata e profumata.

Ha ricambiato il suo affetto per il DICK di Enzo, che era durissimo, grosso, delizioso.

Rimasero a lungo nella vasca da bagno, toccandosi e accarezzandosi, finché non ce la fecero più e andarono a letto.

Enzo cominciò a succhiarla deliziosamente, iniziando con baci lascivi e facendo scorrere la lingua su tutto il suo corpo, sensibile al piacere del momento.

Raggiunse la figa e succhiò meravigliosamente tutta quella caverna calda e umida, concentrandosi sulla figa gonfia e sensibile.

Presto la farà venire nella sua meravigliosa bocca con questo sensazionale orale.

Le chiese di mettersi a quattro zampe e prese un tubetto di lubrificante dal cassetto. Applicò con calma il lubrificante sulle sue natiche, massaggiando e inserendo il dito per allargare e accogliere quella grande e spessa TORRE.

Sandra ha detto che era così delizioso che si è sentita molto rilassata.

Dopo che Enzo si fu preparato, mise la testa del suo CAZZO contro la porticina del suo culo e la spinse dentro lentamente, dolcemente e senza dolore.

Dato che era molto rilassata, ha detto che le piaceva e il CAZZO è entrato e le è scivolato nel culo.

Non ci volle molto e tutto si sistemò nel suo culo e lui cominciò a martellarla, dapprima lentamente e mentre lei si rotolava e gemeva, lui aumentò il pompaggio.

Enzo era così eccitato da quel culetto sodo e saporito che non riuscì a trattenersi a lungo. Ha riempito il culo di Sandra di sperma che scorreva su tutto il letto.

Mi ha detto che non aveva mai ricevuto una PICA nel culo del genere. Lo adorava e ora voleva sentire il mio cazzo nel culo.

Ho detto a lui. – Solo se è adesso.

Il mio DICK è stato molto duro con la storia di Sandra.

Ho preso il lubrificante dal cassetto e le ho preparato il culo. Adesso toccherebbe a me mangiare quel delizioso culo.

Mi sono arrapato fino a quando non sono venuto molto in quel culo, già molto abituato a ricevere un PICA.

Abbiamo trascorso una settimana con Enzo in Italia e per tutto il tempo Sandra ha scopato me e lui.

È stato uno dei viaggi più belli che abbiamo fatto nella nostra vita di coppia.

Nel salutarci, Enzo ha detto che avrebbe rivisitato la nostra visita e sarebbe tornato in Brasile il prima possibile.

Sandra ha detto che non vedeva l’ora. Voleva sentirlo di nuovo dentro di sé, molto gustoso. Lui ha risposto che non vedeva l’ora di incontrarci di nuovo per continuare le nostre avventure.

Al ritorno abbiamo iniziato a ricordare le nostre avventure con Enzo e abbiamo approfittato del fatto che era buio per divertirci sull’aereo di ritorno a casa.

Quando Enzo tornerà in Brasile, scriverò un altro racconto per raccontare le nostre avventure con il “fidanzato” italiano di mia moglie.

*Pubblicato da fpessoa sul sito climaxcontoseroticos.com il 24/07/02.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *