Storia erotica di un cornuto – La ragazza voleva fare la modella e ha dato il culo all’agente

di | 17 de Maggio, 2024

In una delle storie precedenti ho parlato di come ho scritto un libro presso un’agenzia di modelle e ho finito per farmi coinvolgere dall’agente che aveva promesso di aiutarmi. Quando ho deciso di dedicarmi alla modellazione, il mio ragazzo mi ha incoraggiata perché sarebbe stato qualcosa di interessante per me e avrebbe potuto aprirmi diverse opportunità lavorative.

Semplicemente non immaginava la quantità di corna che avrebbe assunto per questi compiti ahahah

Piccola, 1,60, bionda, 23 anni, cosce grosse e 98 fianchi. Il dolce sorriso di una ragazza di famiglia e il culo carnoso e succoso di un cane birichino. Il mio agente ha detto che ero una combinazione tra elegante e magnaccia. E questo mi aiuterebbe molto nel fare il modello.

Ciao, mi chiamo Bunny: fidanzata colta, Cam Girl esibizionista, aspirante modella e scrittrice di racconti per prendere in giro i lettori pervertiti lol.

Ho lavorato ad un salone automobilistico. In piedi allo stand di un marchio, vestito con una gonna corta rossa, un top rosso e sandali rossi con i tacchi alti. La parte superiore lasciava scoperto il mio stomaco e la gonna era assurdamente corta, lasciando scoperte le mie cosce e parte del mio sedere visibile.

Davanti al cornuto mi vesto sempre con abiti di buona condotta. Fingendosi una fidanzata leale e una brava figlia. Lì, con una microgonna rossa e metà del sedere scoperto. Con un sorriso da puttana carina ai pervertiti che passavano scattando foto con il cellulare in mano.

Una microgonna corta rossa. con un tessuto così leggero che semplicemente girandolo si solleverebbe completamente. Le mie cosce, spesse per le ore che trascorro in palestra, brillano di crema per attirare l’attenzione. La piccola pancia in mostra, il piccolo seno stretto nella camicetta. E metà del mio culo ha fatto sì che molti uomini duri mi vedessero in questa posizione.

Ho creato un Instagram per i lettori di @bunnycontos e pubblicherò alcune foto con questa gonna e un video dietro le quinte di qualcosa che racconterò in questa storia. Puoi seguirmi e mandarmi messaggi, e ho video di varie storie.

Con le mani sui fianchi davanti al separé, mi comporto come una troia, cosa che colpisce molto i miei feticci esibizionisti. Ogni volta che notavo qualcuno che mi puntava il telefono, mi alzavo più in alto o trovavo un modo per voltarmi in modo che qualcuno potesse scattare una foto del mio sedere.

La sposa educata mostra il culo alla folla. Cose che il cornuto non ha bisogno di sapere sugli eventi per cui lavoro lol.

L’evento stava accadendo, stavo posando come un sona, con il culo in aria. Fino alla fine è successo qualcosa: un’auto stava per passare attraverso un autolavaggio, per promuoverla. E mi hanno chiamato per partecipare alla manifestazione. Qui entra in gioco il video che pubblicherò…

Ragazze con spugne in mano, che fanno scene molto cliché e fetish di ragazze sexy che lavano l’auto. Finora è normale. Un gruppo di pervertiti si è fermato a guardarci e a fotografarci seminudi con queste microgonne, mentre giocavamo a lavare la macchina.

La nostra storia inizia dopo… Dietro le quinte, lasciando questo dinamico autolavaggio. Quello che dirò dopo è stato registrato sul cellulare del mio malvagio agente e lo pubblicherò su Instagram per i lettori…

Tutta bagnata, piena di schiuma su tutto il corpo e i capelli tutti bagnati. Camminare a piedi nudi con i miei sandali col tacco in mano. La gonna rossa mi si appiccica alla pelle perché è bagnata. Tutti hanno sorriso in silenzio e hanno salutato i pervertiti che mi incrociavano nei corridoi dell’evento. Entra nel garage e vai negli spogliatoi per cambiarti.

Altre storie erotiche  Storia di incesto erotico - Ho rasato mia cognata VII -

Il mio agente mi segue da dietro e mi filma. La bionda bagnata con la gonna rossa si contorce lungo la strada. Metà del mio culo fuori. Il mio seno rimbalza nella camicetta. E un gruppo di pervertiti della produzione mi ha visto sembrare come se volessero strofinare il loro cazzo su una modella bagnata di schiuma.

Salendo una scala metallica fino al secondo piano dove c’era il camerino e con il mio agente che mi seguiva da dietro, filmandomi DAL BASSO VERSO L’ALTO, quasi infilandomi il cellulare nel culo. Con la visione del video che mi cattura sotto la mia gonna rossa. Vai di sopra e saltella verso il mio agente.

La gonna corta, le mie chiappe tutte scoperte, un micro perizoma sepolto nelle mie chiappe e le mie chiappe che si muovono davanti al telefono filmandomi. Una rapida occhiata alle mie spalle, con un’espressione sporca in faccia, indicando che sapevo di essere filmato e mi sono alzato ancora più in alto per mostrarmi al mio agente pervertito.

Il mio ragazzo cornuto lavora in un ufficio e la sua ragazza fa un video casalingo mostrando il suo culo ad un altro uomo. E la parte migliore, la mostrerò anche ai miei lettori…. Il cornuto merita questo pubblico con le sue corna ahahah

Lascia le scale, raggiungi il secondo piano, salta lungo un corridoio con alcuni addetti alla produzione. La porta dello spogliatoio proprio di fronte, il mio agente mi filma la schiena e tutti mi vedono sfilare con una gonna rossa e il culo all’infuori, filmato per puro intrattenimento perverso.

Ho salutato il team di produzione e mi sono diretto nel camerino. Il mio agente li ha seguiti e gli ha sbattuto la porta in faccia. Tutti sapevano cosa sarebbe successo lì dentro… Ma la modella troia sarebbe salita sul palo…

Appena ha chiuso la porta dello spogliatoio, il mio agente mi ha afferrato da dietro e mi ha abbracciato, abbracciato e mi ha scaraventato piegato su un tavolo nella stanza. In piedi, a piedi nudi, con indosso una microgonna rossa, piegato, entrambe le mani appoggiate sul tavolo e il corpo proteso in avanti.

Il mio agente arrapato mi abbraccia da dietro, mi solleva la gonna rossa e mi strofina il rigonfiamento dei pantaloni in mezzo al sedere. tutto bagnato di schiuma dell’autolavaggio, e con la mia figa che mi scatta una foto mentre mi esibisco su queste scale e nei corridoi con tutti che mi guardano.

Mani veloci e affamate scivolarono dentro la mia gonna, correndo lungo l’interno delle mie cosce e stringendomi il sedere. È dietro di me, mi tiene, mi tiene, le sue braccia intorno alla mia vita. Con una mano che mi afferra da dietro e l’altra tra le cosce, infilandomi la figa sopra le mutandine.

In pochi secondi, le mie mutandine erano abbassate, staccandosi dal centro del sedere e rotolando giù fino al centro delle cosce. Ero sul tavolo con il culo per aria e questo bastardo si sporgeva dietro di me con la faccia sepolta nel mio culo, leccando tutto quello che riusciva a trovare.

Altre storie erotiche  Avventure in giro per la città - 01

Con una mano su ciascun lato del mio culo, questo bastardo ha aperto la porta e ha infilato la faccia nella finestra, mettendo la faccia al centro del punto in cui ogni uomo vuole andare.

La sua lingua copriva ogni punto del mio culo, dalla figa al sedere. Morsi sul sedere, pressione sulle cosce… C’erano così tanti denti e morsi che questo ragazzo mi stava quasi mangiando nel senso gustativo della parola.

Due dita sepolte nella mia figa e una lingua nel culo. Beh, potresti tenerlo fino alla fine della giornata. Ma no. No… Ben presto le dita cambiarono posto ed entrarono nel mio piccolo buco del culo. Con un dito nel culo, il bastardo si è alzato e mi ha ordinato:

– Non togliere la mano dal tavolo!

Ed è bastato che il mio mignolo uscisse dal culo per… PLAFT

Una pacca sulle spalle per far capire che doveva obbedire a quell’ordine. In pochi secondi ho cominciato a sentire il freddo di KY che copriva il mio piccolo buco. Sì… avevo capito che sarebbe stato nel culo…

Guardando avanti, il silenzio nella stanza, le farfalle nello stomaco, quegli interminabili secondi finché non ho sentito la testa del pene iniziare a farsi strada nel mio culo. Il cornuto sta lavorando e sento il cazzo di un altro maschio che mi trafigge da dietro.

Con una mano che mi teneva la vita e l’altra che teneva il suo cazzo, il pervertito mi stava spingendo il suo cazzo nel culo. Scivolando senza sforzo nel culo della modella con la gonna rossa Mackerel. I miei capelli biondi erano bagnati dall’autolavaggio e la mia figa sbavava per l’eccitazione. Sento la pressione del cazzo che mi costringe a incularmi.

Lentamente e con fermezza lo spinse tutto dentro, quasi al rallentatore, finché poco più della metà del cazzo si infilò nel mio culo. Mi ha dato quella piccola pausa per respirare, così che tutti (me) si abituassero all’invasione e…

PLOT

Ha dato l’ultimo strattone, spingendomi le palle in profondità nel culo!

A piedi nudi, in punta di piedi, con le mani appoggiate sul tavolo, mi afferravo ovunque potevo per cercare di bilanciarmi contro i colpi che ricevevo da dietro. Lì, tutto eretto e impalato, guardavo dritto davanti a me. C’era un dipinto sul muro di una piccola barca in mare.

Con la vista offuscata da tutto il cazzo che prendeva, giurò di poter vedere la piccola nave che passava. Navigando avanti e indietro con il ondeggiamento del mare O forse era solo il tavolo che tremava e tremava ad ogni colpo che riceveva sul sedere.

Le mie mutandine si sono ammucchiate al centro delle mie cosce, la mia gonna rossa si è alzata dietro e il mio seno rimbalzava dentro la camicetta. Il cornuto senza sapere nulla. E il grosso cazzo di un altro maschio mi ha riempito il culo. Gemendo sornione e senza fiato. Con le palle che mi esplodevano dietro ad ogni colpo che ricevevo sul sedere.

Il tavolo tremava, la nave salpava e la modella troia si faceva inculare.

Con gli occhi cavati e bucherellati. In equilibrio in punta di piedi, appoggiato al tavolo. Ho trattenuto l’onda e ho fatto una smorfia per resistere a questo figlio di puttana che mi stava infilando le palle su per il culo.

Altre storie erotiche  Io, Sabrina e un'amica a cena

Plop plop plop plop…

– Un bel culo! Ti piace?

– Non è quello

– Okay, stronza… Il tuo fidanzato cornuto ti mangia il culo in quel modo?

– Ainn ainnn non mangia… Non mi mangia il culo…

– Vaffanculo, puttana cattiva!!!

Era emozionato nel sentirmi dire che il cornuto non mi aveva mangiato il culo. Non era nemmeno vero, ma lo dicevo solo per prendere in giro tutti.

Plop plop plop plop…

Ogni Plof del genere era un cazzo nel mio culo. Ogni Plop del genere era un piccolo grido da troia che emetteva. Sono stati circa 10 minuti di Plofs, 10 minuti di urla e 10 minuti di scuotimento del tavolo.

Penso che la piccola nave debba essere salpata per il Giappone a causa di quanto Plof Plof abbia agitato le cose.

— Mettilo su per il culo, bella puttana! Prendilo per il culo! Prendilo per il culo! Prendilo per il culo!

Sì, l’ho ricevuto nel culo ahahah.

In piedi, piegato, le natiche per aria, i gomiti sul tavolo, la gonna alzata, le mutandine arrotolate tra le cosce e un pervertito appeso dietro di me. La fidanzata ben educata viene scopata come una puttana. E sentirmi una troia in questo modo mi eccitava sempre di più…

Mi ha afferrato forte per la vita e mi ha colpito sempre più forte. Mi stava imprecando, dandomi schiaffi e infilandomi il suo cazzo nel culo. Il cazzo che scompare nel mio costume da bagno e il pervertito che schiuma per l’eccitazione dietro di me. Ho pensato al cornuto e a come non sapesse nulla. Tradire, farlo di nascosto ha solo reso la mia figa ancora più calda.

Mettendo la manina sotto il tavolo, a metà coscia e massaggiandomi la figa, sono venuto con un cazzo nel culo, sono venuto con un cazzo in mezzo al culo. Mi piaceva essere scopata come una puttana con una gonna rossa. Dopo aver impennato e messo in mostra davanti a un gruppo di uomini macho al salone dell’auto.

Sono arrivata soddisfatta come una ragazza arrapata che ama stuzzicare gli altri uomini.

Tutta scarmigliata, con la gonna alzata e gettata sul comò. La piccola barca cominciò a smettere di dondolare in mezzo al mare. Il pervertito mi ha abbracciato da dietro e mi ha baciato sulla schiena. Aveva anche lo sperma. E sono sicuro che il team di produzione avesse sentito le mie piccole urla furtive provenire dall’interno del camerino.

Il cornuto avrebbe acquisito più fama di quanto immaginasse ahahah.

Spero che la storia ti sia piaciuta. Pubblicherò alcuni video con questa gonna rossa sul mio Instagram. Se vuoi i miei nudi e i miei video più hot, invia un messaggio ai miei contatti. Ho anche le storie precedenti…

Instagram @bunnycontos

telegramma @bunnycontos

oppure invia un’e-mail a [email protected]

*Pubblicato da conigliobiondo sul sito climaxcontoseroticos.com il 16/05/24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *