Storia erotica eterosessuale – Enrabada no Show da Madona Parte 2

di | 12 de Maggio, 2024

Sabato, Copacabana, spettacolo della Madonna in spiaggia. Una ragazza che balla in un bikini blu scuro, con i fianchi verde lime che brillano nel buio della notte. Piccolo scavo davanti che copre a malapena la mia morbida figa e il mio perizoma dietro, completamente sepolto nel mio culo.

Bambina che si rotola nella sabbia dopo lo spettacolo. Le mie manine sulle ginocchia, il mio culetto birichino e il tessuto sottile del mio perizoma perso in mezzo al culo, inghiottito dalle labbra della mia figa da principessa. Ho creato un Instagram per i lettori @bunnycontos e ho pubblicato un video di me che ballo sulla spiaggia con questo bikini blu scuro.

Piccola, alta 1,60, bionda, 23 anni, cosce grosse, sorriso birichino e sembra che voglia il cazzo. Rotolandosi, il suo culo carnoso esposto davanti a tutti. Gli sguardi di alcuni pervertiti e di me che amo mettermi in mostra.

Finché un bastardo non è venuto a ballare accanto a me, abbracciandomi, massaggiandomi dolcemente e lasciandomi tremare le gambe dal desiderio, avevo davvero bisogno di un cazzo per spegnere il mio fuoco ahahah. Tutto questo è raccontato nella storia precedente, quando ci ritroviamo sul cofano di un’auto, in una strada deserta nel cuore della notte. Era ora di prendere un cazzo e prenderlo deliziosamente!

I miei gomiti erano appoggiati sul cofano dell’auto e le mie grosse cosce erano appoggiate sul pavimento. Senza piegare le ginocchia, con il culo per aria e qualche bastardo che mi spinge da dietro. Colpendomi violentemente sul culo, mordendomi il collo, tenendomi per la vita e strofinando il suo cazzo contro il culo enorme della signora borghese.

Tutto è andato insieme, con un bastardo che avevo appena conosciuto che mi mette 2 dita nella figa e mi chiama ad alta voce. Mi è venuta la pelle d’oca per le impronte digitali che stavo prendendo. Le mie gambe tremano di desiderio e la mia piccola bocca geme maliziosamente…

– Ainn… Mangiami… Mangiami deliziosonnnn…

Avevo bisogno di cazzo e l’ho chiesto. Semplicemente non sapevo che sarebbe stato abbastanza arrapato da prendermelo nel culo.

Senza nemmeno togliermi il perizoma blu, ha semplicemente spostato il mio bikini di lato, sganciandolo dal centro del culo, aprendo le fasce del mio culo e facendomi scorrere il mignolo sul sedere. Sono rimasto sorpreso, mi sono guardato alle spalle. Senza dire nulla, limitandosi a guardarlo con uno sguardo perso, volendo capire cosa volesse lì ahahah

Altre storie erotiche  Giocare con la corona sposata

– Cavolo, che bel culo, sei cattivo!

– È… ?

Mi ha dato uno schiaffo brutale sul culo e ha iniziato a mettersi il preservativo sul cazzo. Gli ho chiesto di prendere del gel dalla mia borsa. Il suo cazzo era troppo grosso perché potessi gestirlo con il solo coraggio ahahah

Si sentiva la musica provenire dalla spiaggia, la gente che passava a pochi isolati da dove eravamo noi. E io mi stavo sporgendo dal cofano di un’auto, alzando il sedere e chiedendo una crema lubrificante. Con uno sguardo perverso rispose, infilando un dito nel mio sedere, che sbatté le palpebre per la paura sentendo il gel freddo scivolare dentro.

La testa del gallo ha toccato l’ingresso del mio piccolo bocciolo preppy viziato. Il mio sedere da 98 fianchi è tutto alzato e offerto. Le linee del bikini lo rendono ancora più perverso. E un grosso cazzo che stringe per infilarlo nel culo del magnaccia della palestra.

Il suo peso era sulla mia schiena. La pressione della testolina che aspetta il mio buchetto. Le sue mani mi tengono saldamente per la vita. Uno su ciascun lato. Ingannami affinché non scappi. Disteso, schiacciato sul cofano di un’auto abbandonata. Sentire il cazzo invadermi e spegnere il fuoco tra le mie gambe.

Solo brevemente, chinandosi sulla macchina. Con il culo per aria e il cazzo sepolto dentro di me. Lui è molto più alto, sta in piedi, mi tiene da dietro e scopa il magnaccia biondo dal culone. Un cazzo medio ma grosso, che forza e allarga il mio culo stretto da ragazza di famiglia. Un grido ansimante mi uscì dalla gola…

– Aiiiinnnnnnn mio culooooonnnnnnnn

– Non preoccuparti, tesoro, sta succedendo tutto adesso.

Parlò con calma e bruscamente, uccidendo il desiderio di infilare il suo cazzo nel culo della ragazza bionda con il perizoma blu. Gemo senza fiato, trattenendomi come un guerriero pervertito.

Metà del suo cazzo era sepolto nel mio culo e il bastardo restava fermo, aspettando che mi rilassassi e accettassi i sussulti. Tutta scarmigliata, appoggiata sui gomiti e mossa con le punte dei piedi. Il mio seno pendeva dal bikini e il perizoma era tirato di lato.

I capezzoli del mio petto duro sfregavano contro il cofano dell’auto. La mia piccola bocca che mi morde il dorso della mano per attutire i miei pianti da preppy quando mi fissano. Le sue mani mi tenevano, una su ciascun lato, sostenendomi per spingere, spingere e colpire. Una ragazza preppy con un grosso culo si arrampica sul palo in mezzo alla strada…

Altre storie erotiche  Sono stato beccato dal mio manager...

Stava dietro di me con i pantaloni abbassati, infilando il suo cazzo nel culo della bionda appariscente che ballava funk in perizoma. Il cazzo scompare in mezzo al mio culo. La mia linea del bikini mi fa sembrare più una troia. Il mio bikini era spinto completamente da una parte, con il suo cazzo che sfregava contro il perizoma ad ogni spinta che mi dava.

Una mano sulla vita e l’altra sulla spalla. Quindi ha creato una base e mi ha dato supporto per salire su questa macchina. Il grosso culo preppy montato in mezzo alla strada. Geme come una troia e chiede a gran voce di spegnere l’incendio proprio sulla spiaggia.

POC POC POC POC POC di proiettili che esplodono da dietro

Ain ain ainnnnnnnnn ainnnnnnnnnhê delle mie urla astute e disperate, aggrappandomi forte al cazzo

La sua mano lascia la mia spalla e mi tiene per i capelli. Quando mi ha preso così mi ha scopato… Un pervertito dominante e una ragazzina con un culo grosso davanti a me, che mi tirava i capelli. Uccidendo il desiderio che aveva da quando mi ha visto twerkare in perizoma. Cavalcami come uno sgombro e mettilo dentro con grande piacere.

Spingendomi, schiaffeggiandomi, tirandomi i capelli. Addomestica la ragazzina viziata con il nasino all’aria.

Il mio seno tremava ad ogni spinta che ricevevo da dietro. La mia bocca trema. Il mio respiro era difficile. Mi facevano male i gomiti per aver sopportato i colpi di martello che ho ricevuto. Essere tirato per i capelli biondi della mia signora e gemere forte come una puttana in calore.

– Ainnn ainnn fottutonnnnnnnn ainnn fottimi deliziosooooooooonnnnnnnnnnnnnn

POC POC POC POC POC palloni, colpi, risse per strada. Eravamo in una strada deserta, ma tutti i passanti potevano vedere una bionda dai capelli selvaggi che si muoveva dietro l’auto, gemendo disperata. Potevo capire che non era a causa dello spettacolo di Madonna ahahah.

Ho battuto il piede a terra e sono rotolato sul cazzo. Tutta intelligente, tutta timida, mi morde le labbra con la sua boccuccia e strilla per l’eccitazione.

L’auto tremava, il mio seno saltava in avanti, il mio corpo veniva spinto ad ogni strattone e colpo che ricevevo sul sedere. Carnale, animale e a velocità 5 con tutto il gas che avevo e potevo resistere. Entra nell’incarico con entusiasmo e forza.

Altre storie erotiche  Storia erotica diretta - Ho perso il Selinho da Pussy, ma l'ho vinto da CU

Mi serviva. E adoravo quel cazzo in mezzo alla strada.

Con i miei occhi ubriachi, tutti storditi, pieni di desiderio, vedevo persone in piedi in lontananza, che ci guardavano. Avere un pubblico che mi guardava mentre prendevo un cazzo, anche nascosto dietro la macchina, mi ha solo fatto arrapare di più e ho gemito più forte. Volevo che mi ascoltassero…

– Aiinnnnn cachooooorrooooonnnn.. FÔÔÔÔDIIII!!!! Mettimelo nel culo!!!

Ho urlato forte come un cane chiacchierone e mi sono ficcato dei bastoni nel culo come un piccolo guerriero. L’auto tremava così forte che è stata colpita da dietro. Non credo che sia durato nemmeno 5 minuti. Ma era così delizioso.

Sentire un cazzo che mi mangia ovunque e vedere un gruppo di circa 3 ragazzi che mi guardano da lontano. Il cane era già più grande dello spettacolo avvenuto sulla spiaggia.

Mi sono arrampicato sul palo, mi hanno tirato la coda di cavallo e mi hanno dato una pacca sul sedere. Il bikini blu scuro sul fianco, i piccoli segni del perizoma visibili e un cazzo che pompa caldamente dentro di me, spegnendo il mio fuoco da ninfa birichina nel cuore della notte.

Ne avevo bisogno ahahah

Sono stati 5 minuti di delizioso hacking. Mi sono divertito a rotolarmi sul cazzo e sono persino tornato in spiaggia per trovare i miei amici, tenendo in mano la mia lattina di birra come se niente fosse. Mettere le tette nel bikini, affondare il perizoma nel culo e ballare il funk in riva al mare.

Ho potuto vedere il mio pervertito da lontano salutare i suoi amici e probabilmente raccontargli della ragazza bionda che aveva appena scopato. Adoro essere una piccola troia da trofeo lol. E non c’era modo migliore per concludere questo spettacolo che con un po’ di sesso carnale per strada.

Spero che le storie ti siano piaciute. E se vuoi i miei nudi e i video delle mie storie manda un messaggio ai miei contatti.

Instagram @bunnycontos

telegramma @bunnycontos

oppure invia un’e-mail a bunnycontos@gmail. Con

*Pubblicato da conigliobiondo sul sito climaxcontoseroticos.com il 24/05/24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *