Storia eterosessuale – Mio cognato mi ha scopato bene

di | 10 de Aprile, 2024
Br4bet, la migliore piattaforma di scommesse in Brasile

Solo a casa, in camicetta e mutandine, mi stavo preparando per fare la doccia. Sono andato in cucina a prendere l’acqua e ho trovato mio cognato che guardava la televisione in soggiorno. Gli ho chiesto di mia sorella e lui mi ha detto che avrebbe fatto alcune cose al lavoro e che ci sarebbe voluta un’altra ora per tornare a casa.

Mi tolgo la camicetta, davanti allo specchio, con il seno scoperto, le mutandine e apro la doccia in modo che il rumore dell’acqua attiri l’attenzione. Ho fatto finta di dover prendere qualcosa dalla mia stanza e sono uscito con solo le mutandine e le tette scoperte. Mio cognato, da lontano nel soggiorno, stava già girando la testa mentre mi guardava passare dal bagno alla mia camera da letto. Ho aspettato un po’ e sono tornata dalla camera da letto al bagno, sfilando in mutandine e con il seno scoperto. Sapevo che mi stava osservando sotto mentite spoglie.

La porta era aperta, l’acqua cadeva e ho gridato aiuto per regolare la temperatura dell’acqua. Tenendomi il seno con le mani e con un sorriso malizioso, ho aspettato mio cognato in mutandine in bagno. Si è scusato, ha cercato di comportarsi in modo naturale ed è andato a sistemarmi l’acqua. Sotto la doccia, senza nessun altro in casa, entrai furiosamente nella doccia e aprii il rubinetto, l’acqua cadde su entrambi. Bagnato, spento e con le tette fuori.

Ci siamo guardati, i miei occhi verdi volevano il cazzo e le mie tette si sfregavano contro il suo corpo. Io ero piccola e lui era molto più alto, stava sott’acqua e mi baciava. Senza dire nulla, per capriccio, capì cosa voleva. Baciarsi sotto la doccia quando non c’era nessun altro a casa. Gli ho aperto la cerniera dei pantaloni e ho tirato fuori il suo cazzo. Mi inginocchio davanti al ragazzo di mia sorella

Altre storie erotiche  Barbecue a casa di un amico

– Aspetta ragazza, non so se dovremmo farlo.

– Lo voglio e so che lo vuoi anche tu.

– Ma…

Non l’ho nemmeno lasciato finire di parlare e lui ha infilato il suo cazzo nella mia piccola bocca, strofinandomelo sul viso e dandogli dei piccoli baci. Alzo lo sguardo con i miei occhi verdi come un giovane succhiacazzi. Lo desidero da molto tempo. Ogni volta che mi vedeva in bikini per casa, lo desiderava e ora stava per cadere sul cazzo di mio cognato.

Riempi la sua piccola bocca e succhia come un fottuto succhiacazzi. Sono un succhiacazzi. E mi piace essere chiamato così.

– Giovane figlio di puttana. Ti piace l’allattamento al seno?

– Mi piace… volevo vedere il tuo.

– Allora mamma, puttanella, mamma, ti prometto che non lo dirò a nessuno.

– Allora maledicimi!

– Fottuto succhiacazzi! Un pompino! Petto delizioso, petto…

Ho allattato e mi sono divertita inginocchiata sotto la doccia a casa. Tutta bagnata e con un cazzo in faccia. Un cazzo in bocca. Succhiare il cazzo del ragazzo di mia sorella. Mi ha messo una mano sulla testa e mi ha costretto ad allattare più forte. Ho aperto la bocca e ho ingoiato il suo cazzo con tutto il desiderio di un giovane pervertito.

Mi ha preso in braccio e mi ha spinto contro il muro. Mi abbraccia e si infila tra le mie gambe. Mi ha scopato lì, in piedi sotto la doccia. La mia schiena contro il muro e i miei piccoli seni premuti contro il suo corpo. Picchiarmi, spingermi, giocare con me e prendermi in giro mentre mia sorella non tornava a casa. Con un piccolo piede a terra e l’altro intorno alla vita. Si fa scopare duramente e geme come un cane che viene su un bastone.

Altre storie erotiche  Fare sesso con mia cognata

-Puttana provocante. Non volevi un cazzo? Quindi prendilo!

-Ain Soca Soca

– Puttana, hot dog!

– Mi picchia e mi insulta, ma non smette di picchiare.

– Metti in mostra il tuo cane, bella stronza. Dai un morso, prendilo! Prendilo! Prendilo!

Sono arrivato avvolto attorno a mio cognato sotto la doccia. Mi aggrappo a lui per non cadere a terra mollemente. Mi lasciò lentamente e mi fece cadere in ginocchio. Tenendo il suo cazzo davanti alla mia faccia e preparandosi a venirmi addosso.

– Apri la bocca e ti sborrerò sulla tua faccia da troia!

È venuto sulla mia faccia da puttana felice. Mi dà fastidio e mi chiama con tutti i nomi possibili. Sentivo piacere e rimorso nei suoi occhi. È stata una partita che ho vinto. Avevo sedotto il fidanzato di mia sorella. Non sto affatto bene ahahah. E ho ancora un video di sperma in faccia. Pago anche meno ahahah.

*Pubblicato da renata369 sul sito climaxcontoseroticos.com il 24/04/24.