Storia puramente erotica – Il mio defloratore mi ha rotto il culo

di | 21 de Maggio, 2024

Ciao a tutti, per chi non mi conosce mi chiamo Selminha, “Baiana Morena”, mulatta, 1,70 m, 64 kg, sesso-dipendente e sposata!

(PRIMA DI LEGGERE QUESTA STORIA, CONSIGLIO DI LEGGERE LE ALTRE STORIE PRECEDENTI PER CAPIRE MEGLIO LA STORIA DI QUELLO CHE STA SUCCEDENDO QUI. E PER CHI HA GIÀ LETTO LE MIE STORIE, PUOI LEGGERE QUESTA COME VUOI, E COMMENTARE. AMO I COMMENTI, MI PIACCIONO ANCORA LE LAMENTE DI CUI PARLA LA GENTE.)

Questa è la continuazione della mia storia del giorno in cui ho perso la verginità e sono stata anche derubata, ricordando che è successo nel 2010 e avevo 18 anni.

Divertitevi più che potete, fantasticate, divertitevi tantissimo, perché mi diverto sempre ogni volta che scrivo qui.

Per chi ha già letto le altre storie, mi sono fermata:

(…)

– Non sono ancora venuto e non ho nemmeno mangiato quel culo!!!

– Quello??? No Telmo, per favore, mi deruberai con questa merda. Non posso fare altro, sono debole, mi fa male la figa e brucia molto. Per favore, non mangiare il mio cuuuuuuuuuuuuuuu!!!

Prima di finire “il culo” mi stava già penetrando. Wow, che sensazione inspiegabile. Sensazione di “dolore secco”, come si dice qui al Nordest. Dolore, simile al dolore della gastrite, misto a un’iniezione molto dolorosa. Sento che mi sta distruggendo.

In quel momento ho urlato di dolore:

– Fermati, fermati, mi sta distruggendo, oh cazzo… Oh, culo, mi dispiace. Mi fa male il culo… Portamelo via, per favore. Toglimi quella merda dal culo. Fa troppo male a Telmo.

– Zitta, stronza, muoviti e stai zitta. Che bel culo stretto e caldo che hai, piccola puttana.

Non riuscivo nemmeno a respirare bene, mi faceva tanto male il sedere. La sensazione di essere distrutto, di voler cagare… Wow, è stato orribile. Non mi aveva mai colpito così forte. Che ruolo ha avuto.

Dopo aver scoperto a lungo che il suo soprannome in azienda era “Pleat Breaker”, viene spiegato il motivo. Pensavo che mi avrebbe strappato il culo quando ho tirato fuori il cazzo.

Ha dato altre due pompate potenti e ho cominciato a sentire getti di sperma che mi entravano nel culo, che in quel momento era già un culo, ahahah.

– Mi piaci dannatamente, oh, che culo delizioso che hai, puttana. Togliti un po’ di latte dal culo, bevilo, stronza.

Dopo avermi dato l’ultima iniezione di sperma nell’ano, ha tirato fuori il suo cazzo, sentendosi come se una spada medievale fosse uscita dalle mie viscere.

Cadere a faccia in giù sul letto, con il culo dolorante, aperto e pieno di sperma. A poco a poco il mio ano ha cominciato a contrarsi ed espellere lo sperma dal culo. Tuttavia, era esausta, debole e svenuta.

Era ancora presto, prima di mezzanotte, credo fossero circa le 22,30. È andato in bagno a farsi una doccia e io sono svenuta, dormendo come se non l’avessi mai vista. Ho dormito sporco di sesso, puzzavo di sesso anale misto a sperma, con il culo aperto e con lo sperma ancora dentro.

Era quel famoso sogno paralizzante, non ho visto nient’altro. Non l’ho visto finire la doccia e tornare a letto. Infatti più tardi mi raccontò che non andava nemmeno a letto, che andava in cucina a mangiare e riposarsi mentre io dormivo sul fianco.

Verso le 3 del mattino mi sono svegliato, ho visto Telmo fare un pisolino sul divano del soggiorno, e sono andato in bagno per urinare e depositare il resto dello sperma che mi era rimasto nell’ano (perché in quel momento è l’ano, il culo). cioè dire parolacce e fare cose stupide, è allora che fai l’amore, ahahah).

Quando mi sono seduto sul water, la mia vagina bruciava, faceva male, uscivano piccoli schizzi di sangue e mi bruciava persino l’uretra. Non ho fatto nemmeno uno sforzo e il suo cazzo mi è entrato nel culo, colpendo il fondo del water, facendo il rumore di un sasso che cade in una piscina.

Mi sono detta: “Vado a farmi una doccia; lavarmi ovunque; prendi una delle loro camicie per fare una giacca e chiama mio cugino o chiama un taxi.

Ricordando che a quel tempo non sognavo nemmeno di avere un Uber o qualcosa di simile. Gli smartphone erano solo per i ricchi e non erano nemmeno popolari. Penso che siano passati solo 3 anni dalla prima volta che ho visto un iPhone. C’era anche un amico dell’università venuto dagli Stati Uniti per vivere in Brasile.

Dato che ero senza biancheria intima e il mio vestito era ancora fradicio nella lavanderia di casa sua, l’unica opzione rimasta era prendere una delle sue camicie formali e usarla come giacca.

Morivo dalla voglia di uscire da lì. Tutto rovinato, derubato, letteralmente distrutto. Ero così determinato a scappare da questa “prigionia sessuale” che ero disposto anche a prendere un taxi vestito solo di accappatoio. Per darvi un’idea della profondità della mia disperazione. Stavo letteralmente correndo come un demone.

Mi sono fatto la doccia, ho fatto poco rumore per non svegliarlo e ho messo in pratica il mio “piano di fuga”, ma quando sono uscito dal bagno e sono tornato in camera da letto, ho trovato Telmo seduto sul letto, già con la sua jiromba dura, che si sussultava spento.

Ho pensato: “Ora è scheggiato”.

—La puttanella se l’è presa per cadere di più sul cazzo, vero?

– No Telmo, non ne posso più.

– Che peccato che non resisti più a lungo, perché è un problema tuo. Il mio cazzo è duro come la roccia e voglio scoparti ancora.

A quel punto i miei occhi erano già pieni di lacrime, giuro che stavo per urlare per tutto il palazzo quando ho sentito che mi stavano violentando; chiedere aiuto; aiuto o qualcosa del genere, solo per non andare più a letto con lui perché non potevo più sopportare questo cazzo.

Mi prese per il braccio, mi condusse a letto; Mi ha messo nella posizione del pollo arrosto e ha detto:

– Adesso voglio riempirti la figa di latte.

Ha fatto scorrere la sua lingua piena di saliva sulla mia figa; Lei sputò sulla testa del suo cazzo e lo sbatté forte, senza pietà né pietà.

Non avevo nemmeno la forza di urlare, piangere o spingerlo via. Me lo ha messo addosso per circa 10 minuti, non sentivo niente e poi è tornato nella mia vagina.

Si alzò, si sdraiò sul letto e si addormentò. E anch’io ho fatto la stessa cosa, mi sono girata su un fianco e mi sono addormentata. Ancora una volta dormo sporco di sperma. È uscito dalla mia figa tutta la notte, con meno intensità dell’altra eiaculazione.

Dopo qualche ora mi sono svegliato. Quando ho aperto gli occhi e ho guardato il comodino accanto al letto, ho visto che erano le 6:20 del mattino. Ma non mi sono svegliato perché volevo, Telmo mi ha allargato le gambe e mi ha mangiato di nuovo. Mi ha messo dentro il suo cazzo sporco, anch’esso sporco e con ancora sperma nella mia figa.

– Non credo Telmo, vecchio maledetto, non ti calmerai un attimo, non ho pace e non riesco a riposare. Accidenti, ho ancora il chip di ieri.

– Stai zitto e non lamentarti. Quando avrò finito di scopare ti porterò a casa o vuoi passare l’intero weekend qui con me?

– No, voglio partire, non ne posso più!

– Quindi stai tranquillo, appena finisco di divertirti ti porto.

Erano le 6:20; 6:30, 6:40… E nessuno dei due si ferma o corre. Alle 7:10 ha smesso di usarlo perché era stanco, il suo cazzo si è afflosciato e non è nemmeno venuto.

Mi sono alzata velocemente, ho fatto la doccia e lui mi ha portato a casa indossando solo l’accappatoio che mi aveva prestato per la doccia.

Quando mi lasciò a casa mi disse:

– La settimana prossima mi dai l’accappatoio e io ti restituisco il vestito. Oh, e vai senza mutandine.

Sono entrato in casa, mia cugina non c’era, mi sono tolta l’accappatoio, mi sono sdraiata nuda sul letto e mi sono addormentata. Non mi sono svegliato fino alle 19:00, ho passato l’intera giornata a dormire a letto. Quando ho lasciato la mia stanza, mio ​​figlio mi ha parlato.

– Non sapevo nemmeno che avessi dormito lì. Sapeva che ne sarebbe uscito distrutto e disonorato. HAHAHA.

– Ti ha detto qualcosa?

– No, quando vedo la tua faccia già lo noto. che sei uscito da un “test di un pene”. È chiaro, cugino, che ti ha fatto a pezzi e che non sei più vergine. Puzzi come una puttana da quattro soldi

– In realtà?

– No, ne prendo uno con la tua faccia, kkkkkkkkkkkkk.

Ho passato l’intera settimana a sentire ancora gli effetti della scopata a cui ero stato sottoposto, con il corpo inerte, la figa dolorante e il culo scoppiato. Ma io sono una stronza senza pudori e venerdì l’ho chiamato.

Sono tornato in “prigionia” e abbiamo fatto l’amore tutta la notte. Dopodiché ho fatto l’amore solo un’altra volta con lui, dopo un anno ho avuto una relazione romantica e abbiamo fatto l’amore solo quelle volte.

Nel 2012 è partito per il sud-ovest di Bahia (non dico il nome della città), e nel 2021 l’ho incontrato nel centro commerciale Vitória da Conquista, ero accanto a mio marito. Telmo era vecchio, panciuto, tutto grigio, perché aveva già 60 anni, perché aveva 30 anni più di me.

Gli ho parlato per un po’ al centro commerciale, mentre mio marito comprava una maglietta. progettista. Mi ha detto che lavora ancora nello stesso campo, che il suo cazzo non si alza più come prima, che non è più così arrapato e che io ero più sexy di prima.

Se n’è andato e ho detto a mio marito:

– Tesoro, hai visto quel ragazzo che ho detto laggiù?

– Era tuo amico?

– Più o meno, in realtà è Telmo.

– Quello? Cosa ti ha scoraggiato? È stato quel vecchio a mangiarti? Non credo, ahahah.

– Non ho capito la risata.

Mio marito conosceva la storia, infatti conosce tutti quelli che mi hanno mangiato, dove e come. Non gli nascondo nulla.

E ha anche scherzato con me:

– Perché non mi hai detto che era lui? Se fosse ben organizzato, tutti farebbero sesso. Ah ah. Avremmo potuto fare una cosa a tre con lui. Hahaha

– Sei serio?

– Certo che no, lo sai che non mi piacciono queste cose. Perché eri interessato?

– No, amore mio, pensi che io sia una puttana solo perché ho dormito con più di 20 uomini?

– No, amore mio, mi dispiace.

E poi la conversazione si è calmata e ci siamo diretti in albergo.

NOTA: (Ovviamente ero entusiasta della storia, anche se non ero più innamorata di Telmo. Era molto vecchio e brutto, ma giusto per avere una bella cagna e un rapporto a tre, ero entusiasta di andare a mostrare un po’ di cazzo a mio marito cavallo per lui).

Questa è stata la fine del mio viaggio con Telmo. Spero che ti sia piaciuto, voglio la tua valutazione, valutazione, commenti e tutto il resto. Lascia commenti, mi piace rispondere ai tuoi commenti.

Baci cattivi e ragazze cattive come me.

Alla prossima storia…

*Pubblicato da Baiana_Morena sul sito climaxcontoseroticos.com il 20/05/24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *